Registrati!
Benvenuto retrogiocatore! Se questa è la tua prima visita, assicurati di controllare le Regole del Forum cliccando sul link qui sopra. Potrebbe essere necessario registrarsi prima di poter postare: clicca sul link registrati qui sopra per procedere. Per iniziare a navigare in RH, seleziona la sezione che vuoi visitare dal menu qui sotto. Buon proseguimento!
  • Bubble Bobble MSX2

    Bubble Bobble

    Nel 1986 un geniale designer della Taito, un certo Fukio Mitsuji, prese due draghetti, alcune bolle, delle piattaforme, mise tutto nel suo cilidro, agitò per bene e ne tirò fuori un capolavoro che poi decise di chiamare Bubble Bobble (gioco di parole tra i nomi dei due protagonisti Bub e Bob e la parola “Bubble” che in inglese significa “bolla”). Bubble Bobble è un platform a schermo fisso, in cui dovrete guidare i due fratelli Bub e Bob, attraverso 100 livelli per poter salvare le loro amate e rompere così la maledizione che li ha trasformati in due draghetti. Bub e Bob, sono dei draghetti atipici... non solo non riescono a volare ma, anziché il fuoco, sputano delle bolle. Con queste bolle i due simpatici fratelli possono intrappolare i nemici per poi ucciderli, semplicemente rompendo la bolla che li tiene imprigionati. Durante il lunghissimo viaggio che riporterà i nostri amichetti alla loro forma umana e dalle loro amate, incontrerete ogni sorta di creatura avversa, una moltitudine di frutta, porte segrete, armi supplementari (comprese palle di fuoco, fulmini e potentissimi getti d'acqua), livelli extra, stanze nascoste ed altro... ci saranno anche delle lettere che dovrete prendere per formare la parola “extended” ed avere così una vita extra. Bubble Bobble è uno dei giochi di prima generazione più conosciuti al mondo, insieme a Pac-Man, Mario Bros e Tetris... convertito in pratica per ogni formato esistito ed esistente, riproposto in mille varianti, cloni e remake... come poteva, il nostro amatissimo Msx2, non avere una sua conversione? Eh, infatti, eccola qua. Questa versione è in assoluto la migliore tra le conversioni 8-bit. La qualità video sfrutta appieno le capacità grafiche degli MSX di seconda generazione, con disegni nitidi e coloratissimi, molto più delle versioni Nes e C64 (più o meno allo stesso livello della versione Master System). Purtroppo, quando lo schermo diventa affollato, si ha un leggero sfarfallio ed alcuni sprite tendono a scomparire, ma per fortuna la giocabilità non ne risente minimamente. Dal lato sonoro abbiamo la tipica musichetta che ormai tutti conoscerete. Il gioco non utilizza alcuna cartuccia audio, quindi la timbrica è quella standard del chip audio della Texas Instruments, nulla di particolarmente esaltante, quindi, ma fa abbastanza bene il suo lavoro... idem per gli effetti sonori. La giocabilità, se avete un joypad o un joystick, è settata a livelli piuttosto elevati, grazie alla sapiente programmazione, all'utilizzo del secondo tasto per saltare (a differenze della versione C64 che utilizza un solo tasto) e all'ottimo rilevamento delle collisioni. Anche la difficoltà è ottimamente calibrata, difficile, ma mai frustrante. Il gioco è rimasto tale e quale all'originale da sala: stessa cosmesi, stessi livelli, stesse stanze nascoste, stessi bonus. Insomma, è Bubble Bobble nel televisore di casa vostra.

    N.B. Ci sono due finali, solo terminando il gioco in due potrete vedere il vero finale: “l'happy ending”.





    "Bubble Bobble per MSX2 è uno di quei titoli che si giocano all'infinito, anche dopo averlo terminato c'è sempre qualcosa di nuovo da vedere (un livello, una stanza, un'arma, etc...) ed anche quando avrete visto tutto quello che c'è da vedere, continuerete a giocarci per battere il vostro precedente record. Come conversione, poi, è perfettamente riuscita e si lascia giocare con lo stesso entusiasmo di quando l'abbiamo visto per la prima volta. Imperdibile!"

    Emanuele "HaZYeL" Martarelli




    Altre immagini:




    Commenti 1 Commento
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      ..un grande titolo storico per una perfetta conversione..la Taito ha fatto centro