Benvenuto!

RH è il posto ideale per ogni retrogiocatore che si rispetti. Se vuoi farne parte e poter commentare gli articoli o partecipare alle discussioni del forum, registrati.

Registrati

Se guerra e terrorismo fanno bene ai videogames

Se guerra e terrorismo fanno bene ai videogames

Comprimi
X
Comprimi
  •  

  • Se guerra e terrorismo fanno bene ai videogames

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Arab+Terrorist+Thugs+2.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 40.5 KB 
ID: 255644

    Fucili e carri armati non sono stati sempre popolari nel mondo dei videogames, anzi. I primi cabinati nonché giochi per console non amavano parlare di eventi reali, scenari plausibili e violenza. Nei primi anni Novanta, la Atari stava sviluppando Missile Command, un classico in cui intercettare dei missili con altri missili per proteggere una città la cui sceneggiatura prevedeva persino nomi inventati di sana pianta. Troppo verosimile, di conseguenza tutto fu trasformato in alieni e città extraterrestri.

    Oggi le cose sono cambiate ed il videogioco si è adeguato ad altri media come cinema e letteratura, portandoci a distanza di pad situazioni belliche alquanto credibili.

    Una professoressa americana, Nina Huntermann, ha trattato l'argomento nel suo libro Joystick Soldiers, nel quale analizza il mercato dei videogames prima e dopo quel maledetto 11 Settembre. Anche se non nell'immediato, non appena lo sconvolgimento sociale per l'accaduto si è attenuato sono spuntati come funghi giochi ambientati in Medio Oriente oppure con missioni ispirate a fatti e situazioni realmente verificatesi, per non parlare degli scenari dipinti da Tom Clancy, guru della fantapolitica che nell'ultimo decennio ha visto crescere la propria popolarità.

    "Dagli attacchi dell'11 Settembre, i maggiori publisher di videogiochi hanno approfittato della paura e dell'ansietà causati dal terrorismo. EA e Activision hanno speso milioni di dollari per produrre e pubblicizzare FPS che semplificano e rendono più glamour il conflitto globale e l'intervento militare."
    "I videogiochi non ci fanno capire i costi della guerra, anzi, riducono tutto all'intervento militare ed al sistema d'armi. Nel momento in cui il governo americano dibatte sulla priorità di budget in relazione alle spese militari, è difficile avere una conversazione nazionale sull'argomento dato che la maggiore attenzione sul conflitto bellico è focalizzata nel trattare la guerra come un gioco".

    • Cthulhu
      #1
      Cthulhu ha commentato
      Modifica di un commento
      Eliminiamo tutti i videogiochi bellici che trattano fatti reali? Ma ci sto di brutto!

    • Robbey
      #2
      Robbey ha commentato
      Modifica di un commento
      mah, ormai non si posson levar videogiochi di guerra son quelli che vendon di più.

    • AlextheLioNet
      #3
      AlextheLioNet ha commentato
      Modifica di un commento
      Viste le cifre totalizzate dagli fps bellici, direi che almeno per ora si tratta del genere che "tira" di più. E' infatti significativo che Battlefield 3 abbia già varcato la soglia dei 5 milioni di copie e che quello di Modern Warfare 3 sia il più grande lancio nel mondo dell’intrattenimento videoludico, con un sell-through stimato di 400 milioni di dollari e 6,5 milioni di unità piazzate negli USA e in UK nelle prime 24 ore:

      Call of Duty Modern Warfare 3 stabilisce un nuovo record di vendite - Centerzone.it

      Secondo i dati di vendita, i first person shooter di argomento bellico non avrebbero ancora raggiunto il punto di saturazione (commercialmente parlando).
      Ultima modifica di AlextheLioNet; 14-11-2011, 12:54.

    • Cthulhu
      #4
      Cthulhu ha commentato
      Modifica di un commento
      Badate non ho detto "Eliminiamo gli FPS bellici" ma solo "Eliminiamo tutti i videogiochi bellici che trattano fatti reali"

    • arblu
      #5
      arblu ha commentato
      Modifica di un commento
      Negli anni '80 in pieno "rambismo" i giochi di guerra letteralmente spopolavano ! Senza dimenticare che erano perfino piu' "scorretti" di quelli attuali (i russi erano rigorosamente i cattivi ! ). Semplicemente la guerra e' uno degli istinti primordiali dell'uomo e uno dei piu' basilari per giunta. Alzi la mano chi non ha mai giocato a fare la guerra da piccolo o semplicemente coi soldatini.... ...ooops mi riferisco ovviamente agli OVER 30 in su' !

    • JoustSonic82
      #6
      JoustSonic82 ha commentato
      Modifica di un commento
      Si, anche secondo me non va bene sfruttare gli istinti primordiali e usare argomenti di attualità (che sono quelli che attirano di più) per vendere di più altrimenti non ci libereremo mai dall'etichetta negativa che i videogiochi, soprattutto di guerra, si stanno attirando ultimamente, e in particolare in Italia (critiche spesso infondate, è vero, ma certi giochi le incentivano). Questi FPS (spesso con trama banale, se non ridicola, e ridotti a uno spara-spara senza senso, o quasi) sembrano costruiti apposta per far presa su certe categorie di utenti (oggi, purtroppo, dai numeri altissimi, soprattutto in America) e ciò toglie spazio a prodotti di livello più alto, artisticamente parlando, che per paura di scarse vendite vengono magari accantonati.

    • maxtex74
      #7
      maxtex74 ha commentato
      Modifica di un commento
      Quoto gli FPS di guerra o simulazioni tali non mi piacciono ,li trovo troppo realistiche ,sfruttano avvenimenti realmente accaduti per poi findarti in situzioni che potrebbero accadere ma che risolvi solo con le armi ed ammazzando tutti ,ma per fortuna nella relatà non è sempre così...così crescono gli invasati violenti , guerrafondai ed estremisti ...evitiamole per favore.
    L'invio di commenti è disabilitato per i non registrati.

ULTIMI ARTICOLI

Comprimi

  • Lunistice
    Il mondo indie, vuoi per questioni di budget, vuoi per scelte di design o vuoi per pura vena nostalgica, ha abbracciato lo stile grafico retrò e la pixel art, il 2d e i bitmap hanno di nuovo un loro posto nel mondo dei videogiochi.

    Si vede,...
    07-12-2022, 15:39
  • Indiana Jones and the Fate of Atlantis
    “L'archeologia si dedica alla ricerca dei fatti. Non della verità.”
    Correva l'anno 1981 quando un nuovo eroe iniziava a calcare i cinema di tutto il mondo: l'archeologo avventuriero più famoso del pianeta, il professore Henry Jones, Jr., meglio...
    10-07-2022, 19:26

ULTIMI COMMENTI

Comprimi

  • Sunstoppable
    In arrivo un nuovo rullacartoni a scorrimento 2D, Jitsu Squad
    da Sunstoppable
    Da vecchi giovani quali siamo, se poi siamo cresciuti durante gli anni 90 non potremmo mai averne abbastanza dell'azione frenetica dei picchiaduro a scorrimento, quindi ogni volta che qualcuino ne annuncia uno il richiamo è forte. Jitsu Squad, sviluppato...
    07-12-2022, 16:00
  • Sunstoppable
    Lunistice
    da Sunstoppable
    Il mondo indie, vuoi per questioni di budget, vuoi per scelte di design o vuoi per pura vena nostalgica, ha abbracciato lo stile grafico retrò e la pixel art, il 2d e i bitmap hanno di nuovo un loro posto nel mondo dei videogiochi.

    Si vede,...
    07-12-2022, 15:39
Sto operando...
X