The Legend of Zelda: Twilight Princess - Game Cube | Retrogaming History
Registrati!
  • The Legend of Zelda: Twilight Princess

    The Legend of Zelda: Twilight Princess

    Più lunga è l'attesa per un videogioco e più grande è l'aspettativa che si viene a creare in ogni singolo giocatore. Questa è una cosa scontata ma da non sottovalutare; i franchise più importanti, al momento dell' uscita, per non deludere le aspettative degli appassionati, non devoni essere solamente grandi giochi, e nemmeno "semplici" capolavori, devono essere qualcosa di più: un'esperienza, ludica certamente, ma pur sempre un'esperienza. Il nuovo capitolo della saga di Zelda approda finalmente su Gamecube e non delude le gigantesche aspettative che si è trascinato dietro durante il suo pluriennale sviluppo. Zelda twilight princess è un concentrato di emozioni che non proverete in nessun altro mondo virtuale, perché il luogo in cui si svolgono gli avvenimenti, la terra di Hyrule, ha un fascino unico, impregnata da un'atmosfera incantata e mistica impareggiale. Ma ciò che rende twilight princess veramente unico sono le interazioni tra i vari protagonisti, così verosimili da rendere il nuovo Zelda una favola matura. Una favola che ha anche un lato oscuro, avvolto nell'ombra, ed è proprio l'ombra uno degli elementi cardine della storia. Hyrule vive uno stato di oblio, vittima di un potere malvagio ignoto che si concretizza sottoforma di crepuscolo perenne che avvolge le sue terre. Questo potere confina gli abitanti di Hyrule in forma di spirito, imprigionati nella zona dell'ombra; una condizione che li estrania dalla realtà. Link ha la possibilità di entrare in questa zona di ombra sotto una forma concreta, ma non quella di ragazzo, bensì incarnandosi in un lupo. La vera caratteristica inedita di questo capitolo sarà appunto la trasformazione che Link dovrà subire per poter interagire nelle zone avvolte dal crepuscolo. Altro elemento nuovo sarà la presenza di una misteriosa figura di nome Midna che ci accompagnerà lungo tutta la nostra avventura, cavalcando il Link-lupo e diventando la sua ombra nella condizione fisica umanoide. Midna ha un ruolo di primissimo piano all'interno dell'intricata vicenda di twilight princess, e ci svelerà man mano che proseguiremo il nostro cammino, il perché ha deciso di unirsi a noi e soprattutto di aiutarci nel riportare la luce nelle terre di Hyrule. Catturato durante l'assedio delle creature dell'ombra al suo villaggio natale, Link-lupo (trasformatosi in seguito all'avvento del crepuscolo) viene imprigionato nelle celle del castello di Hyrule. E' qui che avviene il primo incontro con Midna che dopo averlo salvato inizia ad impartigli ordini su quello che deve fare e su dove deve dirigersi. E la principessa Zelda? La incontreremo per la prima volta grazie a Midna che ci guiderà da lei, e ci deluciderà sul nostro ruolo e sulla nostra missione. Nella prima metà del gioco svolgeremo essenzialmente due tipi di missioni. Una consiste nel riportale la luce nelle zone avvolte dal crepuscolo, questo avverrà ovviamente nella forma di lupo dove dovremo raccogliere le gocce di luce rubate dagli spiriti dell'ombra. I comandi in questo caso sono limitati rispetto a quelli attuabili con il link umanoide; non si protranno utilizzare gli oggetti dell'inventario e le mosse a nostra disposizione sono essenzialmente legate all'attacco, per quel che riguarda invece gli enigmi da risolvere saremo coadiuvati dal prezioso supporto di Midna che non limiterà a darci consigli ma ci aiuterà anche fisicamente, tramutandosi in mano nel caso bisogni attivare determinati interruttori o calamitandoci grazie ai suoi poteri in zone altrimenti inaccessibili. Bisogna dire che i comandi dell'accoppiata lupo-Midna sono stati implementati davvero egregiamente al sistema di controllo classico del Link umano, che non differenzia molto da quello utilizzato negli ultimi capitoli della saga. La seconda missione che dovremo portare a termine consiste nel superare i dungeon dove vengono conservati i frammenti del cristallo oscuro, di cui all'inizio sapremo ben poco al riguardo visto che Midna ci chiederà di raccogliere tutti i pezzi del cristallo in cambio del suo aiuto, ma non ci rivelerà fino alla fine per quale scopo. I comandi del link-umanoide come già detto sono impostati "alla ocarina of time", dove, oltre alle azioni canoniche di attacco e difesa, figurano nuove mosse rispetto ai precedenti capitoli, alcune delle quali non disponibili da subito, ma che impareremo durante il cammino in determinati punti del gioco. Gli oggetti dell'inventario da utilizzare più di frequente in quella determinata locazione si assegnano a 2 pulsanti, di scelta rapida, in modo da non dover richiamare l'inventario ogni qual volta ci servirà quell'oggetto. Insomma ocarina of time docet. I dungeon sono tutti piuttosto ampi e gli enigmi sono quasi tutti ben studiati, e, mentre chi gioca da una vita a Zelda avrà grattacapi solo nelle aree finali dei dungeon, i neofiti dovranno sudare non poco nel risolvere tutti gli enigmi che il gioco propone. Gli ultimi dungeon richiederanno la combinazione di più oggetti dell'inventario per essere risolti, e non è raro imbattersi in enigmi da risolvere con oggetti che magari pensavamo non essere più utili. Una cosa che mi ha lasciato perplesso è la relativa facilità nello sconfiggere i signori dei labirinti, ma nel complesso l'esperienza dei dungeon risulta appagante e mai frustrante. Nella seconda metà dell'avventura, che comincerà una volta ottenuto il cristallo oscuro, Link si potrà trasformare in lupo ogni volta che vorrà, infatti nei labirinti e nelle missioni che affronteremo da qui in avanti, sarà richiesto l'uso di entrambe le forme fisiche alternate. Una caratteristica che avremo nelle sembianze di lupo sarà quella di teletrasportarci da una zona all'altra di Hyrule, che vista la vastità del mondo è sicuramente una cosa molto utile. Il mio consiglio però, è quello di utilizzare il teletrasporto il meno possibile e di godersi i magnifici paesaggi che Hyrule propone nello spostamento da una zona all'altra della gigantesca mappa, e, che se fatto cavalcando Epona (che sarà utilizzibile da subito), darà ancora maggiori soddisfazioni. Laghi, fiumi, foreste, dirupi, montagne, il mondo di Hyrule è vivo e ci vuole poco per farsi rapire dalla sua poesia e magari mettersi ad un certo punto a scorrazzare qua e là senza meta, e senza preoccuparsi (cosa che accade raramente in un videogioco) che c'è una missione da compiere, un obbiettivo da raggiungere. Vi potrà anche capitare di commuovervi di fronte all'espressione di un personaggio triste o amareggiato, o di impugnare con particolare fervore la spada, come se tutto ciò in cui crediate in quel momento sia sconfiggere chi ha portato il terrore nelle pacifiche terre di Hyrule. Insomma un sogno che può trascendere dalla forma di videogioco stesso e donare emozioni così genuine da immedesimarvi totalmente nel vostro alter-ego virtuale. Un sogno che dura circa 45-50 ore per quel che concerne la quest principale; se deciderete di sviscerare il mondo di Zelda da cima a fondo, fino a che non avrete scovato il più minuscolo dei segreti, il più nascosto dei passaggi, l'ultimo frammento di cuore sognerete ancora più a lungo. Volutamente non mi sono soffermato sul lato tecnico perché penso si possa riassumere il giudizio in una parola: Nintendo. Quindi una garanzia. Senza nulla togliere alle altre software house credo che Nintendo da sempre dimostri la sua supremazia nel game design. Pur lavorando su un hardware concepito ben 5 anni fa, la casa di Mario impartisce ancora una volta i canoni su come si dovrebbe realizzare il comparto audio-visivo di un videogioco. Vi capiterà di rimanere spiazzati di fronte alla struggente bellezza di uno scorcio al tramonto o di chiudere gli occhi e farvi trascinare da una delle tante melodie di ocarina of time riarrangiate con maestria. Nintendo è affezionata a Link e al mondo di Zelda quanto, se non di più, dei sui estimatori e ogni volta ci regala un opera impregnata di passione da custodire gelosamente nella nostra collezione ma soprattutto nella nostra memoria. Per sempre.



    Altre immagini:

    Clario G.



    Commenti 9 Commenti
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      Un signor gioco sia su ngc che su wii. Da avere.
      Imprenscindibile per i nintendari che per i fan boy zeldiani..per gli altri è una nuova esperienza di gioco...immersi in una favola
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      Gioco fatto bene che riprende tutta la atmosfera della Saga di Zelda. Da possedere
    1. L'avatar di Axe_N_Sword
      Axe_N_Sword -
      ecco, questo è uno dei giochi che potrei citare nel topic "quelli che non riesco a farmeli piacere".
      Comprai il Wii proprio con questo gioco, lo iniziai e...bello, grande stile, grande tutto...finchè dopo non più di 4 ore non ho più retto alla noia e l'ho mollato. Eppure ho anche riprovato a riprenderlo, niente da fare. Ho preferito di gran lunga la versione portatile per DS, Phantom Hourglass, l'ho finito trovandolo molto molto più intrigante.
    1. L'avatar di Dariolino78
      Dariolino78 -
      A mio giudizio: spettacolare, non ho altre parole!
    1. L'avatar di Ricki
      Ricki -
      so' che è strano, ma questo è il primo Zelda al quale ho giocato. Il cubo è stata la mia prima console Nintendo. Beh, mi è piaciuto talmente tanto che è per questo gioco che poi ho preso Il Super Nintendo e il Nintendo 64 per recuperare gli altri Zelda. Forse Ocarina of time è migliore, ed effettivamente poi mi è piaciuto di più, anche se graficamente io ho fatto il passo al contrario. Però questo è un gran gioco.
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      Citazione Originariamente Scritto da Ricki Visualizza Messaggio
      so' che è strano, ma questo è il primo Zelda al quale ho giocato. Il cubo è stata la mia prima console Nintendo. Beh, mi è piaciuto talmente tanto che è per questo gioco che poi ho preso Il Super Nintendo e il Nintendo 64 per recuperare gli altri Zelda. Forse Ocarina of time è migliore, ed effettivamente poi mi è piaciuto di più, anche se graficamente io ho fatto il passo al contrario. Però questo è un gran gioco.
      hai fatto il percorso a ritroso...ma comunque hai apprezzato la saga zeldiana, l'importante è giocarci ed apprezzarli
    1. L'avatar di Ricki
      Ricki -
      Citazione Originariamente Scritto da Jamitov Hymem Visualizza Messaggio
      hai fatto il percorso a ritroso...ma comunque hai apprezzato la saga zeldiana, l'importante è giocarci ed apprezzarli
      e devo dire di aver molto apprezzato la saga, anche l'episodio per Super Nes è davvero valido. Mi è piaciuto meno invece The Wind Waker.
      Sai, da ragazzo ero dalla parte SEGA e vedevo Nintendo come il nemico, sbagliando ovviamente. Ma si sa, da ragazzi si è un po' più, non voglio dire stupidi ma il senso è quello. è questo il bello del retrogaming, recuperi tutto quello che ti eri perso
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      Citazione Originariamente Scritto da Ricki Visualizza Messaggio
      e devo dire di aver molto apprezzato la saga, anche l'episodio per Super Nes è davvero valido. Mi è piaciuto meno invece The Wind Waker.
      il cell shading di wind waker conquista
    1. L'avatar di Super Fabio Bros
      Super Fabio Bros -
      Back-up vecchi commenti:

      Commento scritto da: Roy Munson - 17/05/2009

      Zelda è sempre rimasto fedele a se stesso negli anni, eppure ogni volta ha saputo stupide. Specie nei due episodi per il cubo. questo in particolare è pazzesco, una storia affascinante con una veste grafica semplicemente incredibile. tocchi di classe a non finire. come solo il cubo poteva fare e solo la nintendo sapeva fare, poi è arrivato il Wii...pazienza. speriamo sia solo un caso. rivoglio la vecchia Nintendo non questa schifezza commerciale

      Commento scritto da: Daniele dpiktor - 02/02/2009

      Quando sono entrato in acqua e uscendone ho visto i capelli e il costume di Link "bagnati" sono rimasto allibito! Ok, è solo una palette di colore che cambia, ma prima ancora è un'idea! La magìa e la minaccia della trama sono respirabili, la giocabilità è perfetta e la varietà di situazioni apprezzabile. Si combatte a cavallo in modo completamente intuitivo, e con risultati emozionanti! Alcuni Boss e locazioni sono davvero fantastici. Certo, i dialoghi non sono quelli di MassEffect, ma come Zelda "vecchia concezione" siamo su altissimi livelli. Il GameCube fa la sua giusta uscita dalla scena con un capolavoro difficilmente arrivabile per stile ed emozioni.

      Commento scritto da: cristina - 02/01/2009

      come si fa il super attacco?

      (Risposta a Cristina -con soli due anni di ritardo - by SFB

      Per fare il Super Attacco devi avere le Gocce di fata radiosa, una pozione che dura fino a che Link non è colpito. Per ottenerlo bisogna portare 20 anime di spettro a Giovanni ed in seguito, dopo aver liberato lo Spirito della Fata Radiosa completando il Labirinto dei 50 Livelli, ad Est del Deserto Geld lei vi riempirà sempre la bottiglietta per un nuovo utilizzo. )


      Commento scritto da: KingKata79 - 23/09/2008

      Che sia un magnifico gioco non si discute, ma è anche vero che con il prossimo Zelda (su Wii???) la Nintendo dovrà spremersi non poco per fare qualcosa di veramente nuovo.

      Commento scritto da: Alessandro - 23/09/2008

      Ogni Zelda è una stella nel firmamemto.

      Commento scritto da: Simo21 - 22/09/2008

      E' vero, c'è un senso di già visto, ma chi se ne frega, fossero tutti così i seguiti. Magnifico e spettacolare, mi è piaciuto tantissimo (io ho giocato su Wii)