Ys III: Wanderers from Ys - Mega Drive | Retrogaming History
Registrati!
  • Ys III: Wanderers from Ys

    Ys III: Wanderers from Ys

    Nel 1988 venne pubblicato per diverse piattaforme, tra cui Master System e Nes, il gioco Y's: Vanished Omens, rpg/adventure ad ambientazione fiabesca dall'atmosfera estremamente poetica. Tre anni dopo, nel 1991, ci si trovò già di fronte al terzo capitolo della serie, che, nonostante tutto, si mantiene viva ancora oggi con diversi capitoli pubblicati su PlayStation 2 e, recentemente, Nintendo DS.

    Dopo aver salvato la terra di Y's, Adol (o Aaron) e il suo amico Dogi, si dirigono alla ricerca di nuove avventure. Questa volta il destino conduce i due intrepidi eroi al paese natale di Dogi, Sarina (o Redmont) nella regione del Kenai, da cui provengono voci riguardanti oscure forze che starebbero insidiando la tranquillità degli abitanti.
    L'incipit è quindi dei più classici. Il nostro ruolo sarà quello di aiutare Adol a sconfiggere il male che affligge la regione e di portare in salvo la bella di turno.

    La prima differenza riscontrabile rispetto ai due capitoli precedenti è il passaggio dalla visuale dall'alto a quella bidimensionale a scorrimento laterale, che fa subito comprendere come la componente esplorativa venga un po' messa da parte. Inoltre, mentre nel primo capitolo Adol attaccava i nemici semplicemente avvicinandosi, in questo caso l'utilizzo della spada sarà assegnato dal giocatore a uno dei pulsanti del pad della console Sega, mentre con i due rimanenti potremo saltare o utilizzare un oggetto dell'inventario. Risulta evidente come sia stata data maggior attenzione alla componente action, rispetto a quella esplorativa.
    Rimangono sostanzialmente invariati gli aspetti RPG: Adol avrà barre della vita e della magia inizialmente molto limitate, ma che aumenteranno di capacità con il salire del livello. L'esperienza si accumula uccidendo nemici o boss e, come in precedenza, risulterà molto difficile affrontare nemici a un livello troppo basso. Infatti, nonostante la capacità di intervenire nei duelli sia stata incrementata dall'utilizzo attivo della spada, nemici eccessivamente potenti procurano al giovane eroe danni considerevoli se non adeguatamente addestrato ed equipaggiato.
    Altra caratteristica della serie che è stata mantenuta è il raggiungimento del livello massimo di esperienza a circa metà del gioco. Da lì in avanti Adol si potrà potenziare solo recuperando equipaggiamenti migliori. Se però questa caratteristica, nel primo capitolo aveva un senso nel contesto del gioco (il quale era letteralmente spaccato in due), in Y's 3 risulta del tutto priva di motivazione e fine a se stessa.
    Ma la tragedia comincia molto prima. Quello che poteva aggiungersi a due classici del genere risulta in realtà un capitolo ben poco riuscito fin dalle prime battute.
    Gli schemi di gioco sono sostanzialmente lineari, privi di qualsiasi ostacolo o difficoltà che non siano le schiere di mostriciattoli da abbattere. La monotonia assoluta del level design viene interrotta fin troppo di frequente da boss finali forse ancor meno ispirati, che richiedono ben poca strategia e che anzi, se raggiunti a un livello più alto del previsto, risultano fin troppo facili da sconfiggere.
    A tutto questo si aggiunge una narrazione anonima e priva di mordente, riducendo il titolo a un mero tirar fendenti a tutto quello che si interponga lungo il nostro cammino.
    All'ecatombe non sfuggono i power-up. Le spade e le armature non fanno altro che aumentare le nostre caratteristiche, mentre gli anelli magici, i quali potevano dare un po' di varietà alla meccanica di gioco, risultano tutti inutili tranne quello della forza (il primo che viene trovato) e quello protettivo (l'ultimo, che risulta utile principalmente contro il boss finale).
    L'ultimo boss d'altronde rappresenta l'unica vera sfida del gioco: non potendo più acquisire esperienza e avendo recuperato tutti i componenti del nostro equipaggiamento, sarà tutta dovuta alla bravura del giocatore la buona riuscita di un'impresa tutt'altro che semplice.
    Nonostante gli evidenti difetti, la durata ridotta del titolo lo rende abbastanza divertente da non annoiare.

    Y's 3 non è mai stato pubblicato ufficialmente in Europa, ma la versione per Genesis è perfettamente compatibile con i Megadrive PAL. Tuttavia, la relativa rarità del titolo anche oltre oceano, potrebbe richiedere un esborso tale da renderlo consigliabile solo ai collezionisti più incalliti. Ne esiste inoltre una riedizione per Playstation 2 con miglioramenti apportati principalmente al comparto grafico.

    COMMENTO FINALE


    Wanderers from Y's rappresenta l'interruzione dell'ottima serie positiva inanellata dalla saga. Mentre il capostipite della serie rappresenta un vero e proprio gioiello di genere, il terzo episodio si limita a proporre uno schema di gioco non dissimile da quanto proposto in passato, con pecche sia dal punto di vista esplorativo sia del divertimento e godimento ludico. In ogni caso, gli amanti delle rarità potrebbero trovarlo un pezzo interessante da aggiungere alla loro videoludoteca.

    Alberto "Mormegil Darkblade" Alamia




    Altre immagini:




    Commenti 6 Commenti
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      Non lo conoscevo, questo gioco è da evitare, meno male che non lo hanno pubblicato in europa
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      Citazione Originariamente Scritto da Robbey Visualizza Messaggio
      Non lo conoscevo, questo gioco è da evitare, meno male che non lo hanno pubblicato in europa
      colleziono da tempo la saga in questione..questo Ys III è il classico gioco di nicchia ed è per pochi conoscitori/collezionisti
    1. L'avatar di Gedeone de Infortunis
      Gedeone de Infortunis -
      brutto quanto volete, per carità....ma le musiche, se avete voglia di accedere al sound test, sono molto belle...all'epoca le registrai su cassetta per sentirmele in giro (l'apoteosi dal min.4:42)


    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      Citazione Originariamente Scritto da Gedeone de Infortunis Visualizza Messaggio
      brutto quanto volete, per carità....ma le musiche, se avete voglia di accedere al sound test, sono molto belle...all'epoca le registrai su cassetta per sentirmele in giro (l'apoteosi dal min.4:42)


      la OSt è magnifica
    1. L'avatar di saxabar
      saxabar -
      Ce l'ho per Turbografx-CD, non è malvagio
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      Citazione Originariamente Scritto da saxabar Visualizza Messaggio
      Ce l'ho per Turbografx-CD, non è malvagio
      quoto, non è male pure quella...