Mario Kart Wii - Nintendo Wii | Retrogaming History
Registrati!
  • Mario Kart Wii

    Mario Kart Wii

    Circa 18 anni fa, il team della grande N, decise che era il momento di accantonare il NES per dare vita al nuovo Super Famicom (noto in Europa con il nome di SNES). In contemporanea all’uscita della console, si assistette all’uscita di F-Zero, un gioco di corse futuristiche, che vantava lo sfruttamento del Mode-7, una tecnologia che permetteva alla console di gestire un fondale 2D per ruotarlo ad ogni curva, donando così un senso di profondità alla pista. Ma ciò che realmente mancava a questo strepitoso gioco era senza dubbio una modalità multiplayer che lo SNES non riusciva minimamente ad offrirgli a causa del processore poco veloce che non permetteva di gestire due fondali in momenti diversi della gara… Per questo motivo, in quel di Nintendo, si discusse sul problema e, con l’aiuto dei più rilevanti progettisti, si arrivò ad una soluzione: quella di integrare nella cartuccia di gioco un sistema che avrebbe permesso di “evolvere” l’intera console rendendo cosi possibile quello che tutti avrebbero voluto qualche tempo prima. Si decise così di dare vita ad una delle più celebri saghe di sempre: quella a base di kart con nientemeno che tutti i più famosi personaggi Nintendo. Nacque così nel 1992 il primo e insuperabile Super Mario Kart. Adesso, dopo l’uscita di altri quattro episodi, ecco arrivare Mario & Co. anche su Nintendo Wii. E perchè non accompagnare il tutto con l’uscita, insieme al gioco, di una nuova periferica che avrebbe permesso al giocatore di immedesimarsi maggiormente nelle competizioni? L’11 Aprile migliaia di persone sono entrare così in possesso di Mario Kart Wii e del suo Wii Wheel…



    E come è lecito iniziare, possiamo subito concentrarci sul sistema di controllo, o meglio i sistemi di controllo, con i quali è possibile comandare il kart del nostro personaggio preferito. Come accennato qualche riga più sopra, Nintendo ha deciso di “regalarci” in bundle con il gioco, nientemeno che un volantino nel quale bisogna inserire il telecomando Wii. Ma del Wii Wheel parleremo dopo. Gli altri sistemi di controllo prevedono l’uso del Wii Mote e Nunchack o del più semplice pad classico (in alternativa il pad del Gamecube). Ciò comporta comunque una diminuzione dell’immedesimazione ma non del divertimento.

    Oltre a questa importante innovazione, sono stati creati tre nuovi oggetti utilizzabili durante le gare che si aggiungono ad un numero che comunque non supera quello di Mario Kart Double Dash. Infatti, ai soliti gusci o fulmini sono stati aggiunti il blocco Power, che colpisce tutti i giocatori con le ruote a terra in quel momento, il Megafungo, che viene direttamente da New Super Mario Bros e regala la possibilità di trasformarsi per qualche attimo in piloti giganti, e la Nuvola Grigia, una sorta di bomba di cui bisognerà privarsi prima che ci fulmini.

    Il numero dei personaggi si è alzato notevolmente, contando anche quelli sbloccabili. Ce ne saranno di nuovi e alcuni davvero simpatici. L’utilizzo dei propri Mii come piloti, poi, non fa altro che giovare alla consistenza del parco piloti. Ad ogni pilota sono stati assegnati anche dei kart, che in questa edizione, si dividono in classi da 50, 100, 150 cilindri. Ma una delle cose che più ci ha fatto piacere è senza dubbio l’introduzione delle moto nel gioco; esse appartengono alla classe dei 100 cavalli ed hanno la possibilità di impennare per la prima volta in Mario Kart. Nella classe da 150 cavalli appartengono invece sia kart che moto, naturalmente dalle prestazioni migliori. Ogni kart ha le sue caratteristiche: a differenza di Mario Kart Ds ne sono state introdotte due, quella legata al Miniturbo e alla capacità Fuori Strada, a discapito di quella che indicava la potenza delle armi bonus.

    Come ogni Mario Kart che si rispetti sono stati aggiunti e modificati i circuiti. Oltre agli oramai leggendari “Castello di Bowser”, “Borgo Delfino” e tanti altri sono stati aggiunti 16 nuovi circuiti che regaleranno ore e ore di divertimento, anche online…

    Altra introduzione è quella dei trick in aria; imboccando un dosso o comunque facendo un salto, basterà smuovere il Wii Wheel per realizzare un trick il quale, appena arrivati a terra, si trasformerà in un’accelerazione.

    Come ben sappiamo la saga di Mario Kart da anni segue la tradizione del “salto, destra-sinistra-destra-sinistra” noto con il famoso nome di “Snaking”, ovvero la derapata con turbo. In Mario Kart Wii, invece, è stato in parte cancellato: eseguendo infatti un salto in curva, il kart andrà direttamente in derapata e con il passare dei secondi partirà il miniturbo che sarà di diversa intensità rispetto al colore della scintilla (prima blu, poi rosso). “Snakerare” è cosi più semplice e intuitivo che mai e mette tutti sullo stesso livello di capacità, soprattutto online, dove a Mario Kart Ds il sogno di vincere almeno una gara era infranto dal turbo del secondo che supera proprio sul traguardo…



    Il momento più atteso della nostra prova con mano a Mario Kart Wii: il primo impatto con il volantino messo in bundle con il gioco. E già nella prima partita possiamo constatare come sia ben più comodo di quelli messi sul mercato dalle terze parti. Sul fianco sinistro vi è un buco che permette al telecomando inserito all’interno, di trasmettere i comandi alla console, anche per poter scegliere le opzioni introdotte nel gioco. Nelle parti anteriori e posteriori, invece si trovano due piccole uscite per il laccetto del Wii Mote (consigliamo l’uscita anteriore per movimenti meno limitati). Il tasto 2 servirà per accelerare, il tasto 1 per frenare, il tasto B (facilmente raggiungibile grazie ad un pulsante ingrandito) per saltare e la croce direzionale per utilizzare gli oggetti raccolti sul percorso. Per sterzare naturalmente ci si affiderà ai sensori del telecomando, così come per impennare o per eseguire i trick volanti. Con il gioco, Nintendo ha deciso di distribuire solo un volante, ma se ne volete un altro per competizioni all’ultimo guscio con i vostri amici, sappiate che potete comprarne altri ad un prezzo che varia dai 9 ai 13 euro. Il Wii Wheel si è dimostrato un giocattolo molto curioso e funzionale e a parer nostro, ben più utile della Wii Zapper uscita qualche tempo fa insieme a Link’s Crossbow Training.



    Di primo acchito, dalle prime immagini, si poteva presumere un “Super Mario Galaxy su kart”, cosa che, dopo aver provato con mano il gioco, non si può di certo dire a proposito di Mario Kart Wii. Ci troviamo infatti davanti ad un Mario Kart Double Dash potenziato. Il tutto scorre fluido (a 60 frame al secondo) ma quanto a poligoni ci aspettavamo qualcosa in più. A dire la loro ci sono però le ambientazioni che sono state realizzate con molta cura e arricchite con particolari simpatici, a volte bizzarri. Ciò non toglie comunque il merito agli sviluppatori per averci messo a disposizione una grafica ben fatta, caratterizzata anche da effetti grafici e textures di gusto.

    Sul lato del sonoro possiamo ritenerci più che soddisfatti. Ancora una volta, Mario e fungosa compagnia sono riusciti nell’intento di intrattenerci con i loro soliti motivi allegri. In pista, poi i piloti parlano lanciandosi o frecciatine o “urli” di gioia.

    Giocabilmente parlando anche qui gli sviluppatori sono riusciti a soddisfare sia i giocatori dal carattere più adolescenziale (grazie al Wii Wheel) e sia quello classico che non lascia le tradizioni (grazie all’utilizzo del pad). Il volantino come detto prima si comporta in maniera funzionale ed efficiente e talvolta riesce anche a risolvere una gara. L’unico difetto è che alcuni può piacere e ad altri no.

    La longevità del prodotto è stata notevolmente aumentata, visto che per finire il gioco al 100 % bisognerà avere pazienza (per sbloccare tutti i personaggi) e abilità (le corse a 150 cavalli sono abbastanza ostiche). Se poi mettiamo anche il gioco in rete sul piatto si arriva a livelli cosmici… Come in ogni edizione il gioco vanta tanti gran premi da competere con ogni classe. Avremo poi a disposizione anche le classiche prove a tempo o le semplici battaglie a chi raccoglie più monete o a chi scoppia più palloncini.



    Adesso tocca un giro per l’online… Avevamo già sentito questa parola tre anni fa con Mario Kart DS e diciamocelo, fu un miracolo. Il divertimento era assicurato e soprattutto sfidare altri sette piloti in carne ed ossa non era cosa da poco… Mario Kart Wii offre, invece, un servizio ancor più massiccio dell’online con sfide appassionanti, tra corse e battaglie, contro altri undici giocatori. Si parte con un punteggio di 5000 punti e mano a mano che ci si qualifica tra i primi 6, si ottengono punti, in caso contrario, se ne perdono. Inoltre, dopo un certo numero di vittorie si viene premiati con un volantino color d’oro affianco al nome in simbolo della propria bravura. Il gioco sfrutta i server della Wi-Fi Connection e pertanto si appoggia agli oramai classici codici amico, da scambiarsi tra amici, ma che rendono la vita difficile nei tornei visto che il massimo di amici contenibile nella lista è di trenta. E’ possibile, inoltre, accordarsi con essi tramite una chat già prestabilita che limita di molto le cose da dire. Ma se andiamo a tuffarci nella pista con gli altri undici piloti ci scorderemo di tutte queste pecche visto che il divertimento arriva a flotte e una partita tira l’altra.

    Dal menù principale del gioco è possibile entrare e scaricare il Canale Mario Kart, che si aggiungerà nella dashboard della console. All’interno potremo vedere, anche senza il gioco nel vano disco, se e quali amici stanno giocando senza di noi (!!!), le classifiche del giorno, gli eventi organizzati da Nintendo o scaricare i fantasmi dei propri amici per tentare di batterli. Personalmente, poi, in più di duecento partite che ho fatto, non ho mai rilevato nessun accenno di lag, ma proprio nessuno. La partita scorre infatti come se fosse offline anche se contro avversari d’oltreoceano. Possiamo quindi dire che se paragonato all’online di Mario Kart Ds, Mario Kart Wii è qualcosa di straordinario, divertente e spassoso come non mai…


    COMMENTO FINALE


    "Mario Kart Wii ci ha veramente soddisfatto, in tutto e per tutto. Per prima cosa il Wii Wheel ci ha convinti positivamente: pensavamo fosse la solita periferica inutile ma abbiamo subito dovuto ricrederci. Lo stile grafico, seppur simile all’edizione Gamecube, è stato rinnovato con effetti grafici molto divertenti, se non pienamente spettacolari. Inoltre un supporto così robusto della Wi-Fi Connection non fa altro che giovare alla bianca console Nintendo. Un must-have senza dubbio per tutti i possessori del Nintendo Wii."




    Altre immagini:



    Commenti 5 Commenti
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      ..è un trade mark nintendo, per i fan è manna dal cielo
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Se Mario Kart continua ad essere una garanzia di divertimento in tutte le sue versioni, Super Nintendo, Nintendo 64, Game Cube e Wii, quest'ultimo capitolo, Mario Kart Wii, non aggiunge molto a quanto già proposto nelle generazioni precedenti con due eccezioni: il Wii Wheel (una "custodia a forma di mini-volante per WiiMote") e l'online gaming. E' vero che Il WiiWheel è l'ideale per le partite in compagnia per la guida più "emotiva" e "disimpegnata" e per il migliore coinvolgimento che regala a livello di puro feeling "fisico", ma è anche incontestabilmente meno "tecnico" e, alla lunga, meno "confortevole" di altri sistemi di comando (Wiimote + Nunckuck, Wiimote, Wii Classic Controller, Wii Classic Controller Pro e GameCube controller). Per qanto riguarda l'on-line gaming è senza dubbio una delle features più gradite e meglio funzionanti del racing game Nintendo. In definitiva Mario Kart Wii è un titolo decisamente valido che, però, non segna significative evoluzioni nella serie Mario Kart... il che non significa che sia il solito infallibile meccanismo di divertimento che, senza togliere nulla all'eccellente online gaming, rende appieno se giocato in multiplayer offline con 4 giocatori in split screen.
    1. L'avatar di Bert
      Bert -
      Mario Kart Wii ci ha veramente soddisfatto, in tutto e per tutto. [...] Un must-have senza dubbio per tutti i possessori del Nintendo Wii.
      E' interessante notare la divergenza di opinioni tra le due testate retrogammare per eccellenza, la concorrenza, quella ferma da più di un anno per capirci, non gli ha perdonato la svolta casual e l'ha perciò ridimensionato con un poco lusinghiero "dignitoso", bollandolo persino come un trash game degno della massa niubba e indistinta. Qui, invece, lo si esalta come un titolo imperdibile, un must have, premiandolo addirittura con un altisonante nove! Da un estremo all'altro!
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da Bert Visualizza Messaggio
      Da un estremo all'altro!
      Secondo me lo si potrebbe collocare su un livello intermedio tra le due valutazioni... Mario Kart Wii è sicuramente un buon racing game arcade che conferma il notevole divertimento tipico della serie Mario Kart nel multiplayer online e offline, ma resta, in ogni modo, abbastanza lontano da suscitare un impatto ludico paragonabile a quello che ebbe a suo tempo Mario Kart 64 e soprattutto Super Mario Kart.
    1. L'avatar di Raffa
      Raffa -
      Citazione Originariamente Scritto da Bert Visualizza Messaggio
      E' interessante notare la divergenza di opinioni tra le due testate retrogammare per eccellenza, la concorrenza, quella ferma da più di un anno per capirci, non gli ha perdonato la svolta casual e l'ha perciò ridimensionato con un poco lusinghiero "dignitoso", bollandolo addirittura come un trash game degno della massa niubba e indistinta. Qui, invece, lo si esalta come un titolo imperdibile, un must have, premiandolo con un altisonante nove! Da un estremo all'altro!
      A mio parere la verità sta nel mezzo. Dire che è un trash game è eccessivo, ma anche incensarlo come capolavoro lo è.
      Allora, con gli amici ci abbiamo giocato, la modalità più divertente è l'online in due giocatori, senza badare al risultato ma rompendo le scatole agli altri.
      In tre o in quattro ritiriamo fuori i pad del Nintendo 64 e giochiamo a Mario Kart 64.
      In singolo a mio parere il migliore rimane il primo Super Mario Kart per SNES.
      La svolta casual ha comunque il suo peso, lo sbilanciamento dei bonus porta effettivamente a neutralizzare la condotta di guida con la conseguente frustrazione di una gara sempre al comando rovinata da una serie di bonus a vantaggio dell'ultimo in classifica...