Il bit ti fa bello: Pac Man | Retrogaming History
Registrati!
  • Il bit ti fa bello: Pac Man

    Il bit ti fa bello: Pac Man

    A grande richiesta (si, ma di chi?) ritorna la rubrica più vera del web, qualcosa di mai letto! Le verità nascoste sui vari beniamini videoludici e la loro insospettabile bellezza. Però c’è un personaggio tutto giallo che con gli anni è sempre rimasto uguale, o quasi, nonostante il suo sospettoso mangiare pillole e vedere i fantasmi... Se io vi confessassi che mangio pilloline e vedo la gente morta che cosa mi direste...? E perché non sono famoso come Pacman?






    Una palla che mangia palle...
    Anche se la leggenda narra di uno sfigato programmatore Namco che vide, non so con quanta immaginazione, in una pizza con un pezzo mancante un futuro personaggio dei videogiochi, la verità è un’altra! Pacman è un povero pixel giallo che invece di nascere quadrato è nato rotondo. Eh si, una disgrazia come poche che ha portato il nostro Pallino Giallo anche all’uso di droghe. Ma andiamo con ordine.. In principio era Puckman ma il suo manager decise di cambiare il nome in Pacman perché puck assomigliava a fuck che negli Usa non è proprio un complimentone. Ai suoi esordi Pacman era, come dicevo poco sopra, una pallina gialla che si divertiva a mangiare strane pilloline bianche e a spaventare i fantasmi immaginari che vedeva. Una brutta storia! Si aggiungeva anche il fatto che essendo un pixel tondo nessuna pixella quadrata lo voleva e lui continuava a cadere in depressione. Nel frattempo in Namco stavano iniziando a pensare ad un suo sostituto, che trovarono in uno strano uomo a forma di palla e di colore giallo (no, non sto parlando di Blanka) che molti di noi vedevano nelle locandine del gioco, anche perché vedere una sfera gialla non era proprio il massimo. Ecco spiegato perché il nostro eroe nel gioco era senza arti (e come poteva, era un pixel tondo!) e nelle locandine aveva braccia e gambe e addirittura un naso dalla forma alquanto inquietante e ambigua. Per un po’ continuava questa convivenza e Pacman piano piano stava buttando via la sua vita a furia di pillole bianche, fino al giorno della svolta. Non si sa per quale motivo ma anche uno sfigato come lui conobbe l’amore trovandolo in Ms. Pacman (che fantasia…), un’altra pixella tonda ma con un femminilissimo fiocco rosso sulla testa (se non avesse avuto il fiocco in testa sarebbe potuta anche essere un uomo). L’idillio continua quando i due addirittura si sposano e hanno un bimbo (!!)... ma poi... anche i suoi cari iniziarono a pretendere di essere famosi. E così a Pacman fu rubato il posto sia dalla sua (ex) cara consorte sia dal suo piccolo bimbo. Scosso per l’accaduto non gli rimase che suicidarsi...

    L’uomo Pacca?
    Ma perché prima Pacman rotolava e ora ha braccia e gambe e cammina? Dopo la morte per overdose di pillole del pixel giallo rotondo, in Namco decisero di sostituirlo con l’attore usato per le locandine, quello con il naso fallico per capirci, per le nuove avventure. Però costui non era propriamente un drogato, caratteristica fondamentale per sostituire il vecchio Pacman: in fondo se non ti droghi come fai a vedere i fantasmi? Allora si optò di trasportarlo in un classico platform: un berretto in testa e un paio di stivali rossi (sempre gli stessi della ragazzina del mago di Oz, tanto ambiti da Sonic) che fanno molto C(u)ool e via a sgobbare. Ma il naso era troppo indecente! E fu così che con il passaggio in 3D gli fu fatto un restyling con un bel nasino alla francese. Tutto andò bene per il nuovo Pacman, soldi e donne e un discreto successo fino a quando la morte non ritorna per rimettere le cose a posto… Infatti, tempo fa la gente era convinta che quando qualcuno moriva, un corvo portava la sua anima nella terra dei morti; ogni tanto, però, accadevano cose talmente orribili, tristi e dolorose che l'anima non poteva riposare. Così a volte, ma solo a volte, il corvo riportava indietro l'anima perché rimettesse le cose a posto… ops, ho sbagliato storia… comunque il caro e originario Pacman ritornò per riprendersi quello che aveva lasciato. E così iniziò ad invadere il network più frequentato del momento, FacciaLibro, per far vedere che era ritornato più drogato che mai. Ma non era morto? Misteri videoludici...

    Sandro "Sunstoppable" Prete

    Altre immagini: