Super Puzzle Fighter II Turbo - PlayStation | Retrogaming History
Registrati!
  • Super Puzzle Fighter II Turbo

    Super Puzzle Fighter II Turbo

    Dietro un nome così altisonante non si cela in realtà alcun tipo di sequel o di remake, Super Puzzle Fighter II Turbo (d’ora in poi semplicemente SPF2T) è infatti la prima installazione di un divertentissimo puzzle game ispirato ai più rinomati picchiaduro di casa Capcom, e dai quali “eredita” appunto anche la complessità del nome.
    Il legame di parentela con titoli del calibro di Street Fighter e Darkstalkers si concretizza sia nella presenza di alcuni protagonisti delle due serie che nella struttura stessa del gioco, la quale, anche nella modalità “single player”, ci vedrà costantemente contrapposti ad un avversario con cui condivideremo la schermata di gioco.

    Sfruttando la tradizionale impostazione con blocchi in caduta dall’alto, SPF2T appare come la logica evoluzione di Pnickies, un altro puzzle game targato Capcom che, non avendo mai varcato i confini nipponici, risulta quasi del tutto sconosciuto dalle nostre parti. Lo scopo del gioco rimarrà pertanto quello di posizionare delle coppie di gemme in modo da formare degli ammassi contraddistinti da una colorazione uniforme. Degli appositi detonatori, che saltuariamente faranno la loro comparsa fra i blocchi in caduta, ci consentiranno invece di eliminare dall’area di gioco qualsiasi elemento cromaticamente affine con cui dovessero entrare in contatto. Tutte le gemme fatte così esplodere verranno logicamente riversate nella metà dello schermo di pertinenza del nostro avversario, diventando a loro volta eliminabili solo dopo un determinato numero di mosse. Lo scontro giungerà invece alla sua ovvia conclusione non appena uno dei due contendenti avrà esaurito lo spazio a sua disposizione.
    In tutto ciò la presenza di Ryu e compagni svolgerà una duplice ruolo. Il primo e puramente coreografico consisterà nel sottolineare gli “attacchi” più devastanti tramite quelle mosse speciali distintive di ciascun personaggio. Il secondo, invece, più strettamente correlato al gameplay, determinerà il colore ed il pattern delle gemme riversate nell’area di gioco avversaria in base al lottatore selezionato.

    I punti a favore di questo particolarissimo titolo della Capcom non sono certamente pochi. L’azione di gioco risulta infatti assolutamente frenetica e divertente, contraddistinta da continui cambi di fronte nonché da una spettacolarità del tutto inusuale per un puzzle game. Assieme a simili pregi il gioco trova però nella sua impostazione squisitamente “ versus” anche i suoi più evidenti limiti. Proprio come i picchiaduro da cui trae ispirazione, SPF2T da il meglio di se solamente quando viene affrontato assieme ad un amico, risultando perciò poco appetibile nella tradizionale modalità “single player”. Inoltre, il continuo riversarsi nell’area di gioco delle gemme eliminate dall’avversario rende quasi impossibile mettere in scena una strategia di gioco lungimirante e ragionata, finendo col privilegiare la pura destrezza manuale e donando al titolo quel tanto di imprevedibilità che di certo non rende onore ad una produzione di questo tipo.

    Tecnicamente parlando, SPF2T si presenta invece quasi del tutto privo di difetti. La grafica, pur non brillando per complessità, risulta infatti assolutamente accattivante e colorata, capace di conquistarsi le simpatie del giocatore grazie alla presenza dei simpaticissimi lottatori in versione super deformed. Non a caso, tali spassosissimi sprites hanno a loro volta ispirato la realizzazione di un picchiaduro sui generis, in grado di ricalcarne sia il design che lo spirito scherzoso. Stiamo logicamente parlando del coloratissimo “Super Gem Fighter Mini Mix”, meglio conosciuto dalle nostre parti con il nome di “Pocket Fighter”. Splendido anche il comparto audio, grazie ad un set di effetti decisamente azzeccato e alla presenza dei remix delle più popolari musiche d’accompagnamento di Street Fighter e Darkstalkers.

    Prima di concludere è d’obbligo spendere alcune parole sui contenuti del gioco, il quale offre otto differenti “lottatori” tratti dai due beat’em up più volte citati nel corso di quest’articolo. A questi se ne aggiungono inoltre altri cinque, che potremo sbloccare inserendo determinati codici nella schermata di selezione del personaggio. Oltre ai canonici Dan e Akuma, fra quest’ultimi farà la sua comparsa anche la bionda Devilotte, l’unica del gruppo a provenire da un terzo titolo di mamma Capcom, ossia lo sfortunatissimo Cyberbots: Fullmetal Madness. Per quanto concerne le modalità di gioco, l’offerta ludica del titolo risulta invece assai più scarna, non proponendo praticamente alcuna alternativa alla versione da sala. L’inserimento di una modalità puzzle priva di un avversario, magari contraddistinta da una velocità di caduta dei blocchi via via sempre più alta, avrebbe a mio modesto avviso giovato enormemente alla longevità di questa versione casalinga, che allo stato attuale delle cose risulta veramente imperdibile soltanto se si dispone di qualcuno con cui condividerla.

    P.S. Oltre a delle altrettanto valide conversioni per Sega Saturn e Gameboy Advance, il titolo in questione è da poco disponibile per il download su piattaforme Windows, Ps3 e Xbox360 con il nome di SPF2T HD Remix. Come si può già intuire dal titolo quest’ultima incarnazione prevede un comparto grafico interamente in alta risoluzione, assieme ad un parco opzioni decisamente ampliato e ad una più che benvenuta modalità online.



    COMMENTO FINALE


    SPF2T è in definitiva un puzzle game di primissimo livello e in quanto tale consigliato a tutti gli estimatori del genere. Le uniche remore rimangono pertanto su di un gameplay più frenetico che ragionato, in cui si avrà la netta sensazione che la fortuna abbia a più riprese la meglio su bravura ed esperienza. Nonostante ciò, il titolo Capcom rimane uno di quei giochi che, se condiviso con un amico, sarà in grado di regalarvi interi pomeriggi all’insegna del più puro divertimento.





    Emiliano "MasterGen" Valori



    Commenti 2 Commenti
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      Un gioco divertente ma allo stesso tempo impegnativo, è da tenere d'occhio la versione per Saturn anch'essa valida, forse con qualcosa di più
    1. L'avatar di astroganga
      astroganga -
      Un sabato sera io ed un mio amico giocammo dalle 19 alle 3 del mattino senza rendercene conto se non per la fame!! Fantastico gioco