Videogame Villains: Albert Wesker | Retrogaming History
Registrati!
  • Videogame Villains: Albert Wesker

    Videogame Villains: Albert Wesker

    "Ogni film vale solo quanto il suo cattivo. Dato che gli eroi e gli espedienti tendono a ripetersi di pellicola in pellicola, solo un grande cattivo può trasformare una buona prova in un trionfo".
    Parole, queste, del critico cinematografico e premio Pulitzer Roger Ebert, che possono essere associate tranquillamente anche nei videogiochi. Un cattivo con un profilo affascinante e al contempo capace di dare al giocatore un senso di odio ma anche di timore, può fare la differenza. Con questa nuova rubrica, che nasce in contrapposizione con i "Celebrities" del nostro Musehead, voglio omaggiare quei cattivi, i villains, che hanno saputo "acchiappare" i giocatori e, perchè no, essere divenuti più famosi dei propri antagonisti buoni.
    Ad inaugurare questo spazio mensile è il misterioso cattivo di Resident Evil/Bio Hazard Albert Wesker.

    Senza Umanità
    Personaggio molto tenebroso, Wesker incarna lo stereotipo del cattivo "bello" nato durante la Seconda Guerra Mondiale e viene associato ai generali tedeschi nazisti alti con i capelli biondi. Wesker inizia a lavorare a soli 17 anni come ricercatore per la Umbrella Inc. ,società farmaceutica che in segreto sviluppa armi biologiche. Insieme ad un altro brillante ricercatore, William Birkin, studiano per 13 anni una variante del virus Ebola, il T-virus, che permette di creare armi bio-organiche autonome. Quando, però, Birkin scopre per puro caso un'altra variante del T-virus, il G-virus, Wesker si allontana dalle ricerche non sentendosi all'altezza della situazione. E’ così che chiede di essere spostato nel reparto investigativo della Umbrella e nel 1996 entra a far parte della squadra speciale S.T.A.R.S. come comandante dell'Alpha team. In seguito a strane morti avvenute nella foresta di Raccoon City, proprio vicino alla famosa magione Spencer, che in realtà è un laboratorio segreto dove proprio Wesker ha lavorato, viene inviata la Bravo team ad investigare ed in seguito l'Alpha team per salvare proprio la Bravo team risultata dispersa. E’ in quella occasione che Wesker inizia il suo piano usando i membri della S.T.A.R.S. come cavie per sperimentare su di loro il potenziale combattivo delle armi bio-organiche che ha creato. Ma dopo il piccolo fallimento del suo piano, Wesker per farsi credere morto si inietta nel corpo un siero, creato da Birkin, che gli avrebbe causato una morte apparente donandogli però al suo risveglio poteri sovrumani ad un unico prezzo: perdere la sua umanità.
    Da quel momento in poi, in tutti gli episodi di Resident Evil/Bio Hazard vedremo un Wesker dotato di una straordinaria forza e agilità nonchè fare il doppio gioco con una nuova e misteriosa organizzazione denominata "S", ma deciso a fondare una nuova Umbrella sotto il suo controllo. Nelle sue mani c'è il campione del virus Ebola, quello del T-Virus, quello del parassita Nemesis, il campione denominato "Rebirth Virus" (il siero che gli ha donato i poteri), quello della quinta mutazione di Birkin, il campione del virus Progenitore. Possiede anche una forma avanzata di campione di T-Veronica virus e infine gli anticorpi contro il G-Virus ricavati con il vaccino sperimentale Devil iniettato alla piccola Sherry Birkin figlia di William. Ormai è lui il vero antagonista del gioco e di Chris Redfield del quale prova un profondo odio.




    Sandro "Sunstoppable" Prete



    Commenti 1 Commento
    1. L'avatar di cino77
      cino77 -
      grande wesker!