Final Fantasy VII: Advent Children | Retrogaming History
Registrati!
  • Final Fantasy VII: Advent Children

    Final Fantasy VII: Advent Children

    Nel disastroso scenario dei tie-in cinematografici dei videogiochi capita ogni tanto un titolo che si elevi al di sopra della massa. Se “Final Fantasy: The Spirits Whitin” aveva deluso tutte le aspettative dei fans della prestigiosa saga di Square, “Final Fantasy: Advent Children” si rivelò un ottimo prodotto. “Advent Children” si propone come il seguito di uno dei più importanti capitoli di questa saga: Final Fantasy VII.
    La storia è ambientata due anni dopo i fatti narrati nel gioco: il mondo, salvato dalle eroiche gesta di Cloud e compagni, si scrolla di dosso tutto ciò che l'uomo aveva costruito, lasciando solo cumuli di macerie. Inoltre una nuova malattia detta Geostigma colpisce parte della popolazione, specialmente bambini. Anche Cloud contrae questo morbo e, con rinnovati dubbi esistenziali, vaga alla ricerca di uno scopo nella sua vita. Tuttavia compaiono dal nulla tre individui che mirano a rientrare in possesso di Jenova e ricominciare là dove Sephiroth aveva fallito. Il nostro eroe dovrà dunque affrontare questa nuova minaccia, appoggiato dai compagni di tante avventure.

    E' chiaro che questo film è dedicato ai numerosi fans di FF VII (come viene per altro esplicitato nella dedica all'inizio): se non l'avete giocato, vi risulterà impossibile comprenderne la trama, dal momento che non viene data alcuna spiegazione circa gli avvenimenti narrati nel gioco. Nonostante ciò anche ai fans risulterà poco chiara in certi frangenti: la trama infatti, nonostante non sia poi così ampia, è lacunosa in alcuni punti. Considerando che comunque è un film di 90 minuti e non un gioco di 60 ore come il suo predecessore, la storia narrata è tutt'altro che priva di interesse.
    Ciò che rende questo film un ottimo prodotto però non è la trama ma l'incredibile realizzazione grafica, a dir poco spettacolare. Mai si era visto un film in computer grafica di questo livello, con tale cura dei dettagli e tale realismo. Un occhio di riguardo è stato speso alla realizzazione dei personaggi, molto simili al character design originale ma dotati di una “vita” completamente nuova, così belli da sembrare attori veri, forse anche migliori. La cura maniacale nella realizzazione dei dettagli, come la realizzazione dei capelli e del loro movimento, così simili al vero, creano un effetto di realismo impressionante. Anche i paesaggi sono realizzati con la massima precisione, così da risultare incredibilmente belli ed evocativi. Non soltanto l'estetica, ma anche il movimento è molto ben ricreato, molto fluido e praticamente privo di imperfezioni. Buona parte delle scene del film sono dedicate all'azione: sono numerosi i combattimenti acrobatici in stile Matrix (ma anche vicini a Final Fantasy), tutti molto spettacolari ed avvincenti. Tutto questo tripudio di grafica è accompagnato dalla bellissima colonna sonora originale del gioco che ci rimanda ancora una volta alle origini di questo film.


    COMMENTO FINALE


    "Final Fantasy: Advent Children è un prodotto che un vero appassionato della saga non può farsi mancare, meno desiderabile da un profano che potrà comunque apprezzare uno degli esempi di film in computer grafica meglio riusciti di sempre. Peccato per qualche sbavatura nella trama, perchè è un film così bello ed elegante da risultare poetico. Purtroppo non è ancora presente il doppiaggio in italiano, sono comunque facilmente reperibili versioni sottotitolate dal giapponese ad opera di fans."















    Simone "Simo21" Peila



    Commenti 1 Commento
    1. L'avatar di Sunstoppable
      Sunstoppable -
      per me è una grande demo tecnica e la testimonianza del grande valore dei programmatori square quando si parla di computer grafica. però come sottolineato da simo vacilla un po' nella storia che comunque non potrà non allietare tutti i numerosi fan del bellissimo settimo FF, me compreso