Retrointerviste con Gloria Cavaliere | Retrogaming History
Registrati!
  • Retrointerviste con Gloria Cavaliere

    Retrointerviste con Gloria Cavaliere

    Cari lettori, ben ritrovati nella rubrica RetroInterviste che indaga sul mondo videoludico conoscendo più da vicino personaggi che in qualche modo sono legati ad esso. Dopo aver discusso con Lorne Lanning, creatore della saga Oddworld e Liliana Morosini, responsabile della serie The Sims per Electronic Arts e creatrice del sito Eden Style, ospitiamo sulle nostre pagine Gloria Cavaliere, l’affascinante cosplayer ufficiale di RH, che abbiamo avuto il piacere di conoscere durante la manifestazione Acqui Games 2010.
    Nella nostra intervista le abbiamo fatto delle domande che spaziano dal cosplay a Castlevania, passando per l’arte figurativa, i manga, i social networks ed il divario tra occidente ed oriente.



    Quattro chiacchere con Gloria Cavaliere


    Fabio: Ciao Gloria, le nostre interviste iniziano sempre con una domanda di rito, ovvero il primo incontro del nostro ospite con i videogiochi. Qual è stato il tuo primo contatto con questo settore? Vogliamo chiederti anche quale è stato il primo titolo con cui ricordi di aver giocato e la tua prima console (o computer).


    Gloria: Ciao, prima di tutto vi vorrei ringraziare per avermi assunta come cosplayer ufficiale di RH, ne sono onorata!
    Allora io ho cominciato a giocare da molto piccola, la mia prima console era un Nintendo, non ricordo più quale ero troppo piccola so solo me l’ha regalata mio cugino e ahimè si ruppe, io e un mio amico giocando abbiamo tirato i fili ed è caduta!
    Poi a Natale mi regalarono la PlayStation con il gioco di Hercules della Disney ma il titolo che più mi è caro è Soul Reaver - Legacy of Kain!
    Anche se ricordo che prima ero tutta eccitata, già da bambina amavo le storie con i vampiri, poi quando il protagonista Raziel viene sfigurato sono scoppiata a piangere e per un po' non ho voluto giocarci.


    Fabio: I nostri lettori ti hanno conosciuta per la tua partecipazione ad Acqui Games 2010 e per lo splendido costume da succube dedicato a Castlevania. Come è nata in te la passione per il cosplay?

    Gloria: Credo sia merito di una mia amica (la mia sorellona), io avevo iniziato da poco a leggere manga e dovevo incontrarla per la prima volta (ci siamo conosciute tramite un forum dedicato a un videogioco). Per incontrarci avevamo deciso la data della fiera di Torino Comics 2008 se non sbaglio! Da lì sono rimasta entusiasmata, io avevo portato un costume da Misa
    Amane (Death Note) improvvisato, da quel momento in poi è nato il mio amore per il cosplay.


    Fabio: Vediamo che i cosplayers riescono a immedesimarsi molto bene nella parte che interpretano durante un cosplay. Secondo te che tipo di legame si instaura tra chi interpreta la parte ed il personaggio emulato? C’è lo stesso rapporto di simbiosi che si crea tra un attore, di teatro o cinematografico, ed il personaggio interpretato? E’ necessario studiare la parte, ad esempio il modo di parlare e muoversi di colui che si rappresenta o basta indossarne il costume?


    Gloria: Io non faccio mai un personaggio di cui non conosco la storia ed il carattere!
    Il cosplay non è solo farsi un bel costume spendendo un sacco di soldi! Bisogna anche saper immedesimarsi nel personaggio per essere al top e per entrare perfettamente nel ruolo bisogna conoscerlo! Io non amo le persone che fanno un cosplay di qualcuno solo perché è un “figo” oppure perchè va di moda e non sanno manco chi fosse il personaggio interpretato!
    Quando mi chiedono di fare qualcuno che magari non conosco mi guardo sempre o l’anime o il manga o il videogioco da cui proviene, me lo studio e poi lo interpreto come meglio posso! Ah, ovvio, il personaggio mi deve piacere da subito, io adoro quelli trasgressivi o misteriosi!


    Fabio: Una delle cose che colpisce di più il pubblico è l’incredibile passione che voi cosplayers mettete nel costruirvi i costumi, spesso creandoli da zero. In media cosa richiede la creazione di un cosplay ben realizzato? E quanto tempo ci vuole per crearlo?

    Gloria: La pazienza! Ci vuole davvero pazienza a farsi un costume! Poi continuando si migliora e ci si velocizza, io sto prendendo lezioni di cucito da mia nonna, però è davvero difficile, vorrei avere più tempo! Fortuna che mia madre mi da una mano!
    Un mio amico è bravissimo a fare i costumi, io trovo che sia un genio, un artista!


    Fabio: Sono molti i costumi che hai creato per la tua passione? Qual è quello a cui sei più affezionata?


    Gloria: quello a cui sono più affezionata? Umh, bella domanda… non saprei, tutti… dato che sono costumi di personaggi che amo! Forse la Succubus di Castlevania e Sheryl di Macross Frontiers
    Ma anche Slan di Berserk! Due non ho fatto per passione: Sailor Moon perché per fare un favore a due mie compagne l’ho portata per far gruppo e Aerith di Final Fantasy che il costume l’ho preso in prestito dalla mia sorellona.


    Fabio: Torniamo a Castlevania, senza dubbio una serie molto ricca sia dal punto di vista della trama che da quello puramente estetico, grazie alle sue ambientazioni storiche e fantastiche indimenticabili. C’è un episodio della saga che preferisci rispetto ad altri?


    Gloria: Concordo, è un videogioco stupendo! Il mio episodio preferito è Castlevania: Curse of Darkness per PS2, per il fatto che mi sono legata molto a uno dei personaggi, Isaac!


    Fabio: La serie Castlevania ha come protagonisti i vampiri, personaggi molto evocativi ed amatissimi dal pubblico, grazie alla loro decadente visione del romanticismo. Figure oscure e sfuggenti dal fascino tenebroso e sinistro che vivono la notte come momento di massimo fulgore. Gloria, nata sotto il segno dei pesci, ti senti anche tu un pò vampira o preferisci la luce del giorno?


    Gloria: Io sono vampira al 100%, anzi sono la madre di tutti i vampiri XD


    Fabio: Nel nostro stand durante Acqui Games 2010 hai esposto degli splendidi disegni. Ritieni che l’arte figurativa, intesa in tutte le sue molteplici sfaccettature, dalla pittura all’illustrazione, inclusi anche fumetti e manga, possa inventare ancora qualcosa di nuovo o tutto è già stato ormai creato?


    Gloria: Secondo me ci sono ancora moltissime storie da inventare! Se solo fossi più brava proverei a disegnare le mie di storie! Sto creando un fumetto assieme alle mie amiche ma è difficile e siamo tutte impegnate con la scuola…che tristezza!


    Fabio: Oriente ed Occidente, due modi diversissimi di vedere l’arte. Ultimamente questi due mondi si stanno influenzando a vicenda, vediamo fumetti americani realizzati in stile manga e franchise di culto giapponesi come Final Fantasy cedere alla tentazione di venire incontro ai gusti occidentali. Secondo te queste contaminazioni culturali faranno prima o poi sparire le differenze culturali tra i due mondi o essi resteranno comunque sempre diversi e complementari?

    Gloria: Accidenti, che domanda difficile, per me sarebbe bene che i due mondi rimangano divisi!
    Non prendetela male, io credo che le differenze culturali devono rimanere tali, le tradizioni voglio dire, non bisogna fare un insieme di tutto! O meglio ancora, è giusto venire a contatto con l’altra cultura, magari assimilarla anche, ma non bisogna perdere le proprie origini, le proprie tradizioni e la propria arte figurativa!


    Fabio: Noi di RH, da grandi appassionati di manga, oltre che ovviamente di videogames, non possiamo esimerci dal chiedere quale sia la tua serie prediletta, il tuo mangaka preferito e perché…


    Gloria: la mia serie preferita credo Berserk di Kentaro Miura, non ho mai letto manga più dettagliato e ricco di particolari, ogni personaggio ha una storia curata nei minimi particolari e la trama è fittissima di colpi di scena!
    Altra serie a cui sono affezionata è Trinity Blood di Kiyo Kyujyo, adoro lo stile della disegnatrice e credo che io e lei siamo molto simili e che se ci incontrassimo diventeremmo subito amiche!
    Poi c’è Saiyuki di Kazuya Minekura, altro manga bellissimo! Mi piace perché i personaggi sembrano me e le mie tre compagne di scuola!


    Fabio: Internet è oggi il media di riferimento assoluto, ed ha ormai sostituito radio, tv e giornali. Cosa ne pensi del crescente successo dei Social Networks? Secondo te fenomeni come Facebook potrebbero influenzare in qualche modo i videogiochi tradizionali, come già hanno fatto col nostro modo di comunicare informazioni?

    Gloria: Credo di si! Penso che si possano creare nuovi videogiochi in grado di metterci in relazione con altre persone! I GDR al momento sono numericamente inferiori agli altri videogiochi (almeno per le mie conoscenze) o meno conosciuti, secondo me man mano che andremo avanti saranno sempre più famosi e apprezzati!


    Fabio: Da appassionata del bellissimo e variopinto mondo del cosplay, cosa ti aspetti dal futuro? Cosa ti ha dato di importante questa passione?


    Gloria: Il mio sogno è di diventare una cosplayer in gamba, capace di creare ottimi costumi e di interpretare i propri personaggi preferiti! Grazie al cosplay ho conosciuto tante persone speciali
    a cui voglio bene e alle quali devo molto! Voglio divertirmi con loro e fare nuove importanti amicizie!


    Gloria, grazie per essere stata con noi ad Acqui Games, regalandoci un tocco di fascino transilvano e per aver risposto alle tante domande sulle nostre pagine virtuali. Ormai sei diventata una delle cosplayers ufficiali di RH, insieme alla nostra amica Denise Coppi, ed hai riscosso un grandissimo successo tra i nostri lettori, ci ritroveremo presto appena RH organizzerà qualche nuovo evento. E a voi lettori diamo l’appuntamento alla prossima intervista che, vi anticipiamo, ospiterà un imbattibile campione di Tetris!






    Fabio "Super Fabio Bros" D'Anna



    Commenti 4 Commenti
    1. L'avatar di Lukezab
      Lukezab -
      Oltre che ad una simpatica, e bellissima ragazza, è anche una brava giocatrice... credo che sul dreamcast con House of Dead abbia fatto più punti di me...
    1. L'avatar di musehead
      musehead -
      Un saluto alla mitica gloria e complimenti per le sue nuove foto!
    1. L'avatar di Bert
      Bert -
      Fabio, sei il solito provolone, le interviste solo alle belle figliole le fai...
    1. L'avatar di gtv3000
      gtv3000 -
      Ciao Fabio, complimenti per le tue interviste...GTV