Francesco "Snake" Prete | Retrogaming History
Registrati!
  • Francesco "Snake" Prete - Web Master

    Francesco "Snake" Prete - Web Master

    Mi presento, sono Francesco Prete o semplicemente “Snake”, la mia avventura con questo sito è nata grazie a mio fratello Sandro “Sunstoppable” Prete, fu lui a chiedermi di partecipare al primo progetto. Dopo poco tempo la mia conoscenza nel campo del Web Design e la grande passione per i videogiochi si sono dimostrati utili per il miglioramento del sito, in realtà la mia esperienza nel campo dei siti sui videogiochi parte molto tempo prima di questo. Nel 2004 avevo creato un sito chiamato Videogamer.it, gli articoli erano scritti sia da me che da Sandro, insieme abbiamo tirato su un sito che ebbe un discreto successo. Purtroppo in due non si va molto avanti, inoltre il lavoro lasciava sempre meno tempo da dedicare al sito e così fui costretto a chiuderlo.
    Il mio amore per i videogiochi nacque in modo inaspettato, mi ritrovai a festeggiare con mio fratello per l’arrivo in casa di un Atari 2600, quelle stanghette colorate rappresentavano l’inizio di una lunghissima serie di avvenimenti videoludici associati a tantissimi momenti felici ma anche tristi della mia vita. Ricordo perfettamente l’Amstrad CPC 464 con monitor monocolore verde che illuminava le sere perse ad aspettare che il gioco venisse caricato, o il Sega Master System e quell‘insopportabile aereo finale di Rambo III che tale era l’odio che riuscivo a distruggerlo con solo pochi colpi. Dopo qualche anno venne il momento della prima comunione e come regalo ricevemmo un prezioso ma antiquato Amiga 600, indimenticabile la sensazione provata davanti a quei 4 floppy di Street Fighter II o il mitico quaderno dei giocatori talentuosi da comprare in Sensible World of Soccer 96/97. Il Super Nintendo poi mi riportò i bei momenti passati con due miei amici che non ho più rivisto (causa trasloco), rimanevo incantato di fronte ai bellissimi Donkey Kong Country 2 e 3 per non parlare di International SuperStar Soccer, davvero unico. Passano gli anni e in casa io e Sandro accumuliamo un bel po’ di giochi e console, arrivarono il Nintendo64 e la Playstation, del primo ricordo che tornai a casa e mi fecero uno scherzo dicendomi che dovevamo comprarlo invece era già li e c’era anche un certo Super Mario 64, una rivoluzione per il sottoscritto. La leggenda narra che il 31 Dicembre 1998 in una cupa mattinata invernale io e Antonio (Toninocarina) andammo a comprarci The Legend of Zelda: Ocarina of Time, andate a leggervi la recensione scritta da me e capirete cosa ne penso. In concomitanza con il servizio civile riuscii a racimolare qualcosa per comprarmi un Dreamcast, sapere che avrei giocato a Street Fighter III e Soul Calibur mi lasciava i brividi addosso, le immagini sulle riviste non lasciavano spazio a dubbi, avevo tra le mani una console stupenda. Altrettanto stupendo fu il giorno della Playstation 2, ricordo che siamo stati 15 minuti fermi prima di capire come accenderla, (l’emozione fa brutti scherzi) le demo ci assalirono, era un susseguirsi di super grafica dimostrativa, fino a quando non arrivò Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty. Quel gioco mi lasciava a bocca aperta, stessa cosa che provai giocando al terzo (Snake Eater), spinto poi da questo vento Kojimiano decisi di giocare a tutti i capitoli della saga, dai primi sul NES e MSX passando per Twin Snake per GameCube e Ghost Babel per GameBoy Color. La mia dimestichezza con il mondo dell’emulazione mi ha aiutato a riscoprire tantissimi capolavori che mai avrei potuto provare, ad esempio i tantissimi giochi da sala. Ricordo come se fosse ieri quando andai al bar vicino casa a vedere per la prima volta Street Fighter II, rimasi talmente rapito da quel gioco che passai una settimana a chiedere spiccioli da mio padre. La nostalgia per la Nintendo mi spinse verso l'acquisto di un giocattoloso GameCube (nero che fa più maschio) l’attesa per Super Mario Sunshine sembrava interminabile, quasi come l’attesa di scoprire che fine avesse fatto Ryo Hazuki in Shenmue. Il primo capitolo mi aveva conquistato e non potevo non sapere come sarebbe finita, e così Sandro comprò un mastodontico XBox, purtroppo incappammo in un classico XBox difettoso, Microsoft però si fece subito avanti ritirando, aggiustando e consegnando gratuitamente la console. Non ho mai avuto portatili, tranne un periodo che mi feci prestare il GameBoy da mio cugino, ora ho un NintendoDS che mi sta regalando tante emozioni, stessa cosa per quanto riguarda l’ultimo arrivato, la Playstation 3, cosa ne penso? Che è elegante, pesante e che fino ad ora mi ha dato tutto quello che mi aspettavo.
    La mia esperienza con i videogiochi è talmente ricca di immagini e suoni che sarebbe impossibile descrivervi tutto il bagaglio culturale che una passione come questa sa donare. Penso che se oggi ho tutta questa fantasia non è solo per le ore passate davanti ai cartoni animati o ai film ma più di tutto per le tante ore spese ad interpretare il protagonista di tanti videogiochi.

    Nome e Cognome: Francesco Prete

    Nickname: Snake

    Email: f_prete@msn.com

    Hobby: Videogiochi, musica, grafica, pesi (senza esagerare), cucinare (serpenti), ultimamente sto imparando a suonare la chitarra elettrica (Guitar Hero è molto più facile).

    Videogiochi preferiti: The Legend of Zelda: Ocarina of Time e tutti gli altri della saga, Ico, Jet Set Radio, Rhythm Tengoku, Metal Gear Solid (tutti), Street Fighter (tutti tranne Movie), Donkey Kong Country 1, 2, 3, Shenmue 1, 2, Guitar Hero (tutti), Silent Hill (tutti).