Jackie Chan's Action Kung Fu Pc Engine | Retrogaming History
Registrati!
  • Jackie Chan's Action Kung Fu

    Jackie Chan's Action Kung Fu

    Il titolo di cui si parla è la conversione per Pc Engine di un gioco uscito su NES l'anno precedente ad opera di Hudson Soft, a cui rimane sostanzialmente fedele: le uniche differenze sono gli ovvi miglioramenti a livello cosmetico e sonoro nonché l'aumento del livello di difficoltà, ma andiamo con ordine. Ai tempi in cui questo gioco uscì non era ancora molto consueta l'usanza di legare a un videogioco il nome e/o le fattezze di una celebrità nel caso non si trattasse di un tie-in di film o altro, usanza questa che nel corso del tempo ha dato origine a risultati spesso imbarazzanti (ricordate Shaq-Fu? No? Meglio così!); fortunatamente non è questo il caso di Jackie Chan's Action Kung Fu, che rimane però un titolo senza particolari qualità.

    La popolarità indiscussa di Jackie Chan nel continente asiatico ha fatto sì che gli fosse dedicato questo videogioco che, comunque, non fosse per il titolo e la vaga rassomiglianza dello sprite principale all'attore, rimane un platform del tutto generico in cui l'eroe di turno deve liberare la sorella dalle grinfie di uno stregone inseguendolo per scenari basati sulla Cina antica.
    Come è ovvio, il Jackie super deformed che controlliamo usa calci e pugni (completi di grida appropriate) per sbarazzarsi dei nemici che gli si parano davanti: non è in grado però di esibirsi nel kung fu del titolo, almeno finché non incontra delle innocue ranocchie. Prendendo a botte queste, nella maggior parte dei casi esse rilasciano delle icone ciascuna collegata a una mossa speciale, eseguibile un numero limitato di volte con la combinazione su + tasto d'attacco. Queste mosse (es. calci rotanti e via dicendo) servono giusto come colpi più potenti rispetto al normale, ma non cambia nulla usarne un tipo rispetto ad un altro, data la natura platform e non picchiaduristica del gioco. Jackie ha però un altro asso nella manica: una piccola onda d'energia, caricabile tenendo premuto il tasto d'attacco ed eseguibile per un massimo di 5 volte.



    Jackie è in possesso di una sola vita, ma può continuare la partita un certo numero di volte: è possibile aumentare i continue (così come recuperare punti vita e "onde energetiche") partecipando ad alcuni minigiochi. Ogni volta che si sente il tintinnare di una campanella durante un livello bisogna colpire l'aria nei dintorni fino a che il suddetto campanellino non salta fuori. Una volta raccolto questo parte una mini-sequenza con Jackie che ascende al cielo assieme all'anziano maestro e il minigioco può iniziare. Ce ne sono di vari tipi, tutti abbastanza dementi come quello in cui bisogna schiacciare dei funghi spostando a calci e pugni dei pietroni sopra di essi, o quello in cui è necessario colpire dei pesci che cadono giù da una cascatella.
    Tutti questi elementi sono stati ripresi pari pari dalla versione NES, così come lo stile grafico dei livelli. Mentre però la versione per l'8-bit Nintendo era esageratamente facile da portare a termine, al punto da arrivare poco prima dello scontro finale senza mai aver usato continue, la conversione PCE cambia le carte in tavola: i nemici sono più aggressivi, più numerosi, ne sono stati aggiunti nuovi tipi più insidiosi, tra cui uno scontro con un boss di metà livello assente in precedenza, e il pattern d'attacco di alcuni nemici è stato variato per rendere le sfide più letali e interessanti. Inoltre il quantitativo di bonus ottenibili è stato ridotto drasticamente, per esempio ora non tutti i nemici uccisi rilasciano sfere magiche, le quali devono essere raccolte in numero di 100 e non più 50 per ottenere un'ulteriore continue. Gli stage, tuttavia, rimangono com'erano in origine, tirati per le lunghe e monotoni, generalmente del tipo "avanza verso destra/ammazza tutti", con qualche diversivo rappresentato da sequenze di risalita piattaforme o in cui bisogna saltare con precisione da un guscio fluttuante all'altro.




    "Beh, se questa recensione vi sembra anonima, è proprio perché JCsAKF non fornisce nessun momento memorabile, né qualcosa che lo aiuti a emergere dalla massa di platform prodotti nel periodo (a parte ovviamente il nome del protagonista). Le espressioni stupide di Jackie che viene colpito possono strappare qualche sorriso sulle prime, e alcune musiche di sottofondo sono molto piacevoli, ma di quanti altri giochi si possono dire le stesse cose? L'unico momento originale arriva alla fine del gioco, con una sequenza che intende replicare gli "outtakes" dei film del vero Chan (spezzoni con gli errori e le riprese venute male, una tradizione per ogni film di Chan che si rispetti), ma anche questa è più un "bonus" per chi segue e apprezza la carriera dell'attore asiatico che una dimostrazione della qualità del gioco. JCsAKF è realizzato bene, ma scorre semplicemente via senza troppo interesse da parte di chi ci gioca, giusto per ingannare il tempo nell'attesa di fare qualcosa di più interessante."

    Federico "Boyakki" Tiraboschi




    Altre immagini:



    Commenti 7 Commenti
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Lo vidi su una PC Engine di un amico e, facendoci qualche partita, mi fece una buona impressione che lui confermava in pieno. Grafica molto ben disegnata e abbastanza ricca di dettagli, protagonista simpatico e ben caratterizzato, azione veloce e fluida, buon ritmo di gioco e audio piuttosto gradevole. Secondo me, pur non essendo certo un action-platform di grande rilievo, non è nemmeno niente male...
    1. L'avatar di texluke
      texluke -
      Uno dei miei miti si meritava un gioco decisamente migliore ... peccato ...
    1. L'avatar di striderhiryu
      striderhiryu -
      Quoto in pieno la recensione: un platform/action piuttosto anonimo, decisamente nulla da ricordare!
    1. L'avatar di synapsy
      synapsy -
      Io invece, dopo aver letto la recensione sulle pagine di CVG nei primi anni '90, ho sbavato per un periodo imprecisato nella speranza di poter un giorno mettere le mani su questo gioco. Non so perché, ma mi ha affascinato fin da subito... la grafica coloratissima, ben disegnata e dettagliata... l'atmosfera.

      Quando finalmente, a svariati anni di distanza, ho avuto la possibilità di giocarci, le mie sensazioni sono state pienamente confermate: un platform di ottima fattura, altamente giocabile e coinvolgente. Pensate che me lo sono comprato pure in versione NES (niente male anche quella, con le dovute differenze grafiche).

      Che dire...? De gustibus non disputandum est.
    1. L'avatar di LordRey
      LordRey -
      Giocato su NES un milione di anni fa... e rigiocato in tempi più recenti in emulazione PC ENGINE.

      Non concordo con la recensione.. l'ho trovato divertente, ben bilanciato come difficoltà e carino da vedere.

      Ciao
    1. L'avatar di Akiba
      Akiba -
      Non con concordo *affatto* con la recensione (capita )

      Ho terminato Jackie Chun svariate volte su NES e l'ho trovato molto divertente. Un'ottima grafica con sprite molto grandi e location d'atmosfera. Giocabile e ri-giocabile grazie allo schema di gioco accattivante e all'ottima resa della comicità del personaggio. Divertenti anche i livelli bonus. Le uniche pecche sono l'assenza dei due giocatori e la longevità infima.
    1. L'avatar di Boyakki
      Boyakki -
      Scusate se intervengo in una delle mie stesse recensioni, comunque infatti questa era una di quelle che avrei voluto modificare, poi tra una cosa e l'altra me ne sono scordato... In effetti sono stato troppo duro con questo gioco che, pur non essendo nulla di stratosferico, è un buon platform simpatico, divertente e giocabile. Le musiche poi gà nella versione NES sono eccezionali.
      Diciamo che il mio giudizio è un po' più favorevole rispetto a quanto scritto mesi e mesi fa!

      p.s. per "giochini dementi" non intendo brutti, ma proprio demenziali