Vib-Ribbon | Retrogaming History
Registrati!
  • Vib-Ribbon

    Vib-Ribbon

    Dei molti giochi presenti nella ludoteca PSX, uno dei più originali, a mio modesto parere, è Vib-Ribbon. Sviluppato da quei geniacci di Nana On-Sha (famosi per il gioco PaRappa the Rapper), nel gioco impersonerete un simpatico coniglietto filiforme di nome Vibri (la sua caratterizzazione grafica è stata realizzata dall’illustratrice Kiri Matsuura, co-fondatrice insieme a Masaya Matsuura di Nana On-Sha) che ricorda molto da vicino la mitica “La Linea” disegnata dall’artista Osvaldo Cavandoli, con la quale Vibri condivide anche la vocina distorta. Al nostro piccolo coniglio piace passeggiare lungo un nastro chiamato Vib-Ribbon (rappresentato da una linea bianca), che ha la particolarità di reagire alla musica, alterandosi a seconda dei toni e del ritmo dell’accompagnamento musicale. Le alterazioni del nastro consistono principalmente in quattro ostacoli base, che Vibri, con il vostro aiuto, deve superare. Questi sono: buche, muri, rampe ed onde. Ad ognuno di essi è assegnato un pulsante del joypad che bisogna premere con tempismo appena il nostro Vibri si avvicina all’ostacolo corrispondente. Se si inciampa nell’ostacolo per nove volte consecutive, il nostro coniglietto subirà l’involuzione in esseri inferiori. Prima si trasformerà in una rana, in seguito ad altri errori diventerà una specie di verme dopo il quale ci sarà il game over. Al contrario, se si riuscirà ad evitare per diciotto volte consecutive un ostacolo, il piccolo Vibri si trasformerà in una sorta di re alato.
    Le cose inizieranno a farsi più difficili con il diversificarsi ed il sovrapporsi dei toni della musica, infatti compariranno nuovi ostacoli ad intralciare il cammino di Vibri. Questi, in pratica, sono costituiti dalla fusione di due dei quattro ostacoli principali. Il superamento di questi nuovi pericoli richiederà la pressione contemporanea dei due pulsanti attribuiti agli ostacoli principali. Oltre a questi ostacoli, troverete molti altri effetti (come la fastidiosa vibrazione del nastro che avviene ad ogni errore) che renderanno ancora più difficile la passeggiato di Vibri.



    Per quanto Vib-Ribbon possa apparire strutturalmente elementare, la necessità di riconosce prontamente i tasti corrispondenti agli ostacoli (specie gli ostacoli doppi) e la difficoltà di premere questi col giusto tempismo, rendono il gioco estremamente impegnativo. Prima di iniziare vi consiglio di seguire il pratico tutorial, durante il quale ci sarà Vibri che vi insegnerà a giocare cantando una divertente canzone (non si capisce nulla, penso che sia cantata in giapponese).
    Tecnicamente parlando, il gioco si presenta volutamente con uno stile essenziale e minimalista (praticamente delle linee bianche su sfondo nero) e nonostante sia disegnato in modo molto semplice, il coniglio Vibri esprime molta simpatia.
    La vera innovazione di questo Vib- Ribbon sta nel fatto che la colonna sonora la fate con i vostri CD. Infatti oltre ai sei orecchiabili brani suonati dalla band j-pop Laugh and Peace (scritturata apposta per il gioco), potrete usare, attraverso un’apposita opzione, tutti i vostri CD musicali, di qualsiasi genere siano (Rock, Rap, Hip Hop, Classica). Non tutte le canzoni che inserirete presenteranno lo stesso livello di difficoltà, tutto dipenderà dalla frequenza di toni alti e bassi (mettete una canzone degli Iron Maiden e vedete che ne esce fuori, poi provate una di Laura Pausini e scopritene le differenze). Il divertimento starà proprio nel scoprire che effetto faranno le vostre canzoni sul nastro.

    COMMENTO FINALE


    "Vib-Ribbon è un modo alternativo e interattivo di ascoltare musica, sconsigliato a chi cerca nei giochi la qualità tecnica ma consigliato a chi vuole sperimentare qualcosa di originale e innovativo."







    Sandro "Sunstoppable" Prete



    Commenti 3 Commenti
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      Mai visto ne sentito, lo devo recuperare
    1. L'avatar di Procione
      Procione -
      Un gioco "semplice" nella grafica, ma originale nel concept.

      Ho ancora il demo del mitico Ufficiale Playstation Magazine il quale le dedicò una recensione dalle pagine nere con le scritte bianche e una classsifica dove indicavano le canzoni da giocare, dalle più facili alle più difficili.

      La più difficile se non sbaglio era Para No Verte Mas di Mosca Tse Tse.
    1. L'avatar di maxtex74
      maxtex74 -
      Si è originale e allternativo ,ma hai tempi non mi prese e penso neanche ora se lo volessi rigocare, perchè cerco bella grafica e belle storie...comunque all'epoca fece scalpore.