Buggy Boy Zx Spectrum | Retrogaming History
Registrati!
  • Buggy Boy

    Buggy Boy

    Dopo aver provato la versione arcade e quella per Commodore 64 di Buggy Boy mi accingo a testare anche questa versione per spectrum.
    Buggy Boy è un gioco di guida uscito nelle sale giochi nel 1986, in cui si prende parte a una corsa su dei Buggy. L'obiettivo è cercare di arrivare in tempo all’arrivo o almeno al check point, evitando diversi ostacoli e cercando di raccogliere quante più bandierine possibile.

    Ecco, sono pronto. Scelgo uno dei 5 tracciati messi a disposizione dal gioco. Al primo impatto la grafica monocromatica non sembra male: le dimensioni dell’auto appaiono decisamente generose e il dettaglio generale è più che sufficiente. Fatta eccezione per i pochi colori su schermo, tutto il resto è molto simile al coin-op.
    Sono di fronte al semaforo: pronti… via!

    Ma, nel momento in cui la corsa parte, diviene subito evidente che qualcosa va. D’accordo, lo Spectrum non è potente come il C64 ma qui hanno veramente esagerato. Lo scrolling è degno di una calcolatrice e sembra si siano dimenticati di ricreare un'adeguata sensazione di velocità. Come se non bastasse anche il reparto sonoro è da dimenticare.

    Purtroppo i guai non arrivano solo dall’impianto tecnico ma anche dal divertimento che il titolo riesce a dispensare. Il gameplay fresco e semplice è qui appesantito non solo dallo scrolling lento e scattoso, ma anche da alcuni difetti di programmazione. In Buggy Boy parte del divertimento è dato dalla possibilità di evitare alcuni ostacoli saltando su appositi tronchi o sassolini: in questa trasposizione tali elementi sono presenti, ma l’effetto desiderato non sempre ha luogo. Capita raramente ma è comunque un difetto grave.
    In più, giocando, ho avuto la netta sensazione che l’auto curvasse troppo lentamente, soprattutto in paragone alle altre versioni, facendo perdere parte del piacere di guida.
    In ogni caso gli elementi distintivi del gameplay ci sono quasi tutti: sassi, alberi, lampioni, barriere di vario genere, gallerie, ponti, muri, bandierine, eccetera. Inoltre, una volta abituati alla lentezza di gioco, ci si accorge che questo Buggy Boy non è poi così male. Forse la mia prima impressione è stata così negativa a causa della migliore esperienza di gioco provata nelle versioni arcade e C64.
    Non ritengo, comunque, che questo gioco di guida meriti la sufficienza.



    "Da vedere, questo Buggy Boy è simile alla versione che qualche anno fa si trovava nelle migliori sale giochi. Da giocare, invece, è lontano da quel fantastico cabinato. Se nel 1988 poteva essere considerato una converione sufficiente, giocato oggi, credo non abbia più alcun valore ludico. Consigliato solo ad appassionati ed amatori dello storico Spectrum."

    Dario "Dariolino78" Lanzetti




    Altre immagini:




    Commenti 2 Commenti
    1. L'avatar di Gedeone de Infortunis
      Gedeone de Infortunis -
      ...quando sprites e scrolling hardware fanno la differenza. Lo z80 da solo non bastava a muovere tutto quel ben di dio...ma è anche assolutamente falso. Vedere la versione Amstrad per credere (in pratica la versione c64 più lenta e in una finestra più piccola)

      Spoiler:
    1. L'avatar di Lukezab
      Lukezab -
      Concordo con Dariolino78, non è stato quel gran gioco che pure io all'epoca mi aspettavo, logicamente il confronto con il coin-op risulta doveroso, preso come gioco singolo..uhmmm...così così... per fortuna c'era di meglio...:-)