Christmas Nights-SegaSaturn | Retrogaming History
Registrati!
  • Christmas Nights

    Christmas Nights

    A volte un sogno può portare a capire meglio la realtà, ma stavolta la realtà è stata rapita da un grande sogno... Nel 1996 Yuki Naka crea un nuovo eroe!

    La genesi di Nights


    All’alba dei 32 Bit Sega aveva stranamente dimenticato di avere come simbolo uno dei personaggi più amati dei videogames degli anni Novanta. Colui che era nato per essere l’anti Mario per eccellenza si era dimostrato da subito pieno di carisma ed ottimo rappresentante per la casa ed il suo creatore, il Sonic Team. Proprio questo gruppo di sviluppatori, sotto direttiva della Sega Japan, diede vita ad un altro personaggio, il cui scopo era dare un volto al Saturn, un eroe che come Sonic divenisse la nuova mascotte della Sega. Pur rimanendo nel cuore di moltissimi appassionati, però, questo nuovo eroe si vede protagonista di sole tre uscite nell’arco di dieci anni. Un primo titolo per Saturn, una uscita nell’attuale generazione proprio per la console dell’eterna rivale ed una inaspettata, quanto gradita, demo natalizia coeva della prima apparizione su console domestiche della grande S.
    Proprio di questa demo ci vogliamo occupare, in occasione del presente Natale, lasciandoci accompagnare, come da tradizione, dal fantasma dei Natali passati, di dickensiana memoria, che ci riporta magicamente al 1996. Era nato Nights Into Dreams, il cui protagonista è uno dei personaggi più romanticamente decadenti che siano mai stati proposti nei videogames. L’opposto di Sonic, da sempre spavaldo ed eroico, il protagonista dello splendido Nights si presenta come un eroe schivo, surreale, pronto a combattere l’incubo, capace di volare e restare sempre sospeso tra sogno e realtà.

    Nights e lo spirito natalizio

    Nights entrerà, in questa sua piccola avventura, nei sogni di due bambini, Elliott e Claris, che osservando un albero di Natale notano la mancanza del puntale a stella ed iniziano a sognare di poter ritrovare il vero spirito della festa natalizia, che sembra disperso nella gente, troppo indaffarata, al punto da considerarlo solo un momento commerciale.
    Il CD del gioco ha la particolarità di essere stato distribuito in bundle con la console in edizione speciale natalizia, quel Saturn bianco oggi difficile da reperire sul mercato e distribuito durante il Natale 1996. Esistono anche delle controparti occidentali, ma introvabili. Il gioco non è poi stato riproposto per la vendita, poiché si trattava in effetti di una vera e propria demo contenente di fatto un solo livello giocabile, lo Spring Valley che i giocatori dell’originale Nights ben conoscono.
    A questo punto molti si chiederanno cosa distingua allora il demo dal suo gemello completo. Non si ferma all’aspetto esteriore questa edizione speciale: giocandoci durante l’anno, infatti, apparirà la Valley come già la conosciamo, ma appena l’orologio interno del Saturn si sposterà sul mese di Novembre magicamente cambieranno molte cose, il titolo diventerà quindi “Winter Nights”, e gli elementi grafici del livello disponibile diventeranno di colpo quelli di una montagna ricolma di neve, i due bambini avranno pesanti cappotti e si respirerà l’aria gelida del generale inverno.
    Andando ancora avanti con le giornate arriveremo al 25 Dicembre e, come per magia, appena accesa la console ci troveremo davanti un nuovo titolo “Christmas Nights” in cui tutti gli elementi sono ispirati al Natale, compreso il look del nostro eroe e dei due bambini. Tutto assume i toni della festività, durante il gioco comincerà a nevicare e sarà subito un tripudio di vischio, addobbi ovunque, palline, campanelle, alberi di Natale decorati e luccicanti, persino l’Ideya Palace, campo base di Nights, ha qui l’aspetto di un enorme albero di Natale. L’atmosferà è ricolma di candele illuminate da una luce fioca e bellissimi pacchi regalo, con dentro tanti giochi targati Sega, si spera!
    Anche la musica che ci accompagnerà diventerà a tema natalizio, un remix della celeberrima Jingle Bells e saranno presenti nel titolo anche i personaggi dei Nightopians, vestiti da Babbo Natale, che si produrranno in simpaticissimi canti sotto l’albero, mentre ci accompagneranno i suoni delle campanelle. Giocare il titolo del Sonic Team il giorno di Natale, accanto al caminetto acceso e l’albero sarà una esperienza indimenticabile.



    Una corsa tra le nuvole

    Accompagnato da un gameplay innovativo, il titolo ci offre una esperienza interessante ma che porta impresso l’inconfondibile segno distintivo del Sonic Team. I due protagonisti sembrerebbero essere Elliott e Claris, ma l’azione vera e propria sarà svolta da Nights. Il livello sarà affrontabile sotto forma di corsa, bisognerà entrare dentro degli anelli con un buon tempismo, raccogliendo anche svariati bonus durante il tragitto. Se durante il volo non darete il massimo, il personaggio scomparirà, ridando la scena a uno dei due bambini, che dovrà necessariamente tornare indietro a piedi. Alla fine del percorso prestabilito ci sarà la tipica votazione finale, il cui massimo raggiungibile è A. Nel tragitto bisognerà anche raccogliere i Blue Chips che attiveranno, dentro un apposito meccanismo detto Ideya Capture, le quattro energie dei sogni, quando tutte le energie opereranno insieme sarà il momento di affrontare il boss finale. Il comando del personaggio è sempre ottimale e ben reattivo, il massimo si otterrebbe con il Nights Pad, un pad analogico progettato da Sega appositamente per il gioco, ma anche con la classica croce direzionale tutto fila liscio come l’olio. A dare maggiore longevità al gioco ci sarà poi un minigame in cui si possono raccogliere bonus da collezionare, che spingeranno a rigiocare moltissime volte il demo.
    Il 3D non sarà totalmente libero ed esplorabile, come nei contemporanei Mario 64 o Tomb Raider, e il gioco si avvicinerà molto ad un gameplay tipico bidimensionale, il cui effetto di tridimensionalità sarà dato dal girare vorticoso del protagonista attorno alle punte delle montagne, solo i bimbi avranno piena libertà di movimento. Il buon livello delle animazioni, si unisce a scelte cromatiche molto azzeccate e texture rifinite che riescono a tirare fuori un ottimo risultato dal 32 bit di Saturno, sia affrontando la versione base del gioco, la “Short Version” disponibile da Febbraio a Novembre, o la modalità natalizia. Il punto di forza della grafica non sarà comunque la sua tridimensionalità ma la cura delle ambientazioni nelle varie stagioni, che spingono a provare il gioco in particolari giorni dell’anno per vedere se qualcosa di nuovo è stato programmato per particolari ricorrenze, come ad esempio San Valentino o il giorno di Capodanno. Il gioco ci riserva sempre qualche sorpresa speciale. Dal punto di vista sonoro si ritrovano le musiche tipiche del Sonic Team, allegre e spensierate marcette, accompagnate da effetti sonori molto curati, come il suono della cascata che varierà d’intensita al nostro avvicinamento, ma il meglio si sente nella versione natalizia.



    Reperibiltà ed altre versioni

    Nights Into Dreams è molto diffuso nel mercato del parco titoli del Saturn, meno facilmente si trova invece la demo natalizia oggetto della recensione, poiché è stato commercializzato solamente insieme alla già citata speciale “White Edition” del Saturn. Di recente è uscito poi un seguito per il Nintendo Wii che ha riacceso l’interesse dei fans per i titoli originali. Nell’ambito collezionistico gli è stata data spesso la stessa dignità di un titolo vero e proprio, per la sua unicità.
    Un remake del titolo è stato previsto per l’immortale PlayStation 2, ma durante gli oltre dieci anni di carriera della macchina Sony non è mai stato rilasciato. Attualmente (Marzo 2011) nessun servizio online ha in catalogo il bel titolo Sony e non è comunque facile che venga rilasciato per il digital delivery anche questo episodio natalizio. L'unico modo per fruire di Christmas Nights è dunque quello di ritirare fuori il caro vecchio Saturn.



    "La magia di cui è intriso il titolo è unica, pur potendo vantare dalla sua un solo livello giocabile, riesce ad essere promosso quasi alla pari di un gioco completo, grazie alle incredibili trovate stagionali di cui è dotato. E’ da considerarsi un complemento che arricchisce Night Into Dreams, ma che non può affatto sostituirlo, essendo quasi un data disk, la cui atmosfera onirica ed eterea particolarissima merita un posto speciale nel cuore di chiunque ami il 32 Bit della mamma di Sonic.
    Il titolo rappresenta al meglio la Sega dei tempi d’oro, grande e sognatrice, capace di offrire sempre altissimo divertimento e idee innovative, ma troppo spesso pronta a correre troppo avanti, sostenendo i suoi ideali e rischiando di non essere compresa dal grande pubblico."





    Sistema: Sega Saturn

    Anno: 1996

    Sviluppatore: Sonic Team

    Casa: Sega

    Genere: Platform 3D



    Fabio "Super Fabio Bros" D'Anna



    Commenti 8 Commenti
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      Possiedo solo l'originale nights e devo dire che è il platform più originale e magico che abbia mai visto, la versione natalizia la devo trovare eccome, magari le case sviluppatrici svilupassero titoli con tale profondità e simpatia (il passato non ritorna sempre)
    1. L'avatar di sawyerlost
      sawyerlost -
      Nights tutta la vita!!!
    1. L'avatar di Raffa
      Raffa -
      Finito questo e anche Nights Into Dreams. Giochi magici.
    1. L'avatar di JoustSonic82
      JoustSonic82 -
      Ma perchè non lo rilasciano su PSN? Questo e altri classici Saturn... A loro non costerebbe nulla e sarebbero guadagni assicurati visto che i fan sono tanti, sono giochi che sono rimasti nel cuore di chi ha vissuto quegli anni (io ad es. non l'ho mai giocato ma è come se lo avessi fatto: sono acora stampate nella mia memoria le immagini che rimiravo sulle riviste dell'epoca di Nights, Klockwork Knight e altri nuovi meravigliosi giochi di nuova generazione che facevano galoppare la mia fantasia, io che ero già contento del mio Mega drive) e che IMHO potrebbero essere apprezzati anche dalle nuove leve. I giochi iperrealistici vanno bene ma ogni tanto tutti abbiamo bisogno di sognare con giochi come Nights...
    1. L'avatar di Ricki
      Ricki -
      se ne è parlato spesso, ma alla fine non si è ancora visto nulla dei giochi Saturn su PSN. io questo ce l'ho originale sul Saturn. in un lotto di 16 giochi jap c'erano dentro Nights into dreams e questa versione chirstmas. grandissimo gioco, una grande mascotte per una grande console
    1. L'avatar di C. Diamond
      C. Diamond -
      Guardate che la versione Ps2 di Nights Into Dreams esiste eccome (ma solo in versione jap), io la possiedo
    1. L'avatar di JoustSonic82
      JoustSonic82 -
      Citazione Originariamente Scritto da C. Diamond Visualizza Messaggio
      Guardate che la versione Ps2 di Nights Into Dreams esiste eccome (ma solo in versione jap), io la possiedo
      Si, lo sapevo, ma è abbastanza rara, mi pare. Sarebbe molto più comodo se la rilasciassero sulle piattaforme digitali... Mi sa tanto, comunque, che un Saturn prima o poi me lo devo recuperare...
    1. L'avatar di C. Diamond
      C. Diamond -
      Citazione Originariamente Scritto da JoustSonic82 Visualizza Messaggio
      Si, lo sapevo, ma è abbastanza rara, mi pare. Sarebbe molto più comodo se la rilasciassero sulle piattaforme digitali... Mi sa tanto, comunque, che un Saturn prima o poi me lo devo recuperare...
      Il mio commento era riferito alla recensione in cui si afferma che non è stata mai rilasciata una versione Ps2 Comunque non credo sia un titolo particolarmente raro, io l'ho acquistato a Tokyo in un normalissimo negozio di videogiochi (non era neanche ad Akihabara) un paio di anni fa! Resta il fatto che ogni retrogiocatore che si rispetti deve possedere almeno un Saturn in casa