Incontri ravvicinati dell' RH tipo... | Retrogaming History
Registrati!
  • Incontri ravvicinati dell' RH tipo...

    Incontri ravvicinati dell' RH tipo...

    Fin da quando ho fondato RH e “reclutato” lo staff ho sempre avuto la voglia di conoscere queste persone che con tanta gentilezza dedicavano la loro passione per un progetto comune: diffondere il retrogaming. Purtroppo il pregio e difetto del web è che, si, ti mette in contatto con chiunque e dovunque sia (ed infatti RH è composto da gente che proviene praticamente da ogni parte d’Italia) ma i rapporti non sono mai “umani”. Con il tempo, almeno con buona parte dello staff, ho cercato di assottigliare questa distanza sentendoci non solo con fredde parole da leggere in una chat, ma anche potendo videochiamarci per conoscerci meglio. Eppure non bastava. Quello che mancava era sentire il “vivo” di ognuno di noi, stare in gruppo, ridere e scherzare, stringersi la mano, insomma tutto quello che serve per trasformare una semplice collaborazione virtuale in amicizia. In due anni e mezzo di RH non avevo mai avuto modo di provare la sensazione di essere parte di una redazione viva, quella che tanto invidiavamo da piccoli quando si leggeva nelle riviste dell’epoca di uno staff fatto di amici appassionati di videogiochi che è quasi una famiglia. Incredibilmente quello che non è successo in due anni e mezzo è accaduto nei due giorni di fiera all’ Acqui Games. Per la prima volta tutto o quasi lo staff si è riunito e subito si è sentito quell’odore di redazione di cui vi parlavo poco sopra. Tutti li a conoscersi, a lanciare battute, a parlare di tale videogame, a scherzare, a competere, tutto con la massima allegria in un clima di festa dove lo spazio per i pensieri negativi non esisteva. Eravamo una squadra. Non c’erano più differenze di età, nord e sud, mio e tuo, ma eravamo Retrogaming History. E’ stato bellissimo constatare di avere uno staff di così belle persone, alcune poi si sono rivelate delle autentiche sorprese. Tutti bravi ragazzi, socievoli e sempre disponibili, alla strafacciaccia di chi invece pensa che i videogiocatori siano il contrario. E’ difficilissimo descrivere la grande emozione che provavo ogni qualvolta che stringevo la mano di un membro della redazione che fino a un giorno prima era solo immaginato dalla mia mente. Ugualmente è difficile descrivere il rammarico, il dispiacere di quando ci si è salutati (e credetemi i due giorni di fiera sono letteralmente volati) con la promessa di potersi rincontrare il prima possibile. Occasione nella quale spero di poter conoscere tutti quelli che non sono stati presenti ad Acqui Terme! Vi voglio bene ragazzi!
    Un Virtual Saluto a tutti e alla prossima...

    Sandro "Sunstoppable" Prete