Alex Kidd in Miracle World - Master System | Retrogaming History
Registrati!
  • Alex Kidd in Miracle World

    Alex Kidd in Miracle World

    Prima di Sonic The Hedgehog la SEGA provò la strada della "mascotte" con questo piccolo personaggio, Alex Kidd, proponendolo in svariati giochi a tema, primo fra tutti questo Miracle World.
    Il gioco uscì nel 1987 in Italia e nel 1986 in Giappone e ne furono pubblicate due versioni, prima una su cartuccia e poi una contenuta all’interno della console Sega Master System 2. Le due versioni sono sostanzialmente identiche ad eccezione del fatto che nella versione per cartuccia alla fine di ogni livello Alex troverà una tartina di riso (o palla di riso), nell’altra versione Alex troverà un hamburger. Un’altra differenza fu che i tasti salto e pugno vennero invertiti.
    Anche la trama presenta due versioni leggermente differenti, a seconda che si abbia una copia Italiana o una copia Giapponese/Americana. Nella versione italiana Alex Kidd è un bambino che vive sul pianeta Aries. Dopo aver vissuto per 7 anni sul monte Eterno per imparare l’arte della Shellcore, una disciplina che rende capaci di spaccare le pietre, decide di lasciare il monte e tornare nella sua patria spirituale. Nel corso del viaggio Alex incontra un vecchio morente che lo informa che la città di Radactian è in serio pericolo minacciata dal potente e malvagio Janken il Grande! Il vecchio dona ad Alex una mappa e la Pietra del Sole. Cosa succede dopo? Per scoprirlo finitevi Alex Kidd in Miracle World….(fonte: libretto di istruzioni italiano). Nell’altra versione Alex intraprende il viaggio per salvare suo fratello (effettivamente nel gioco si salva anche il fratello di Alex).
    Questa produzione SEGA è sostanzialmente un gioco di piattaforme, single player, in cui si salta da una piattaforma all’altra uccidendo nemici e raccogliendo bonus. A confronto con altri platform del periodo, Miracle World era dotato di una giocabilità molto varia, grazie al fatto che i programmatori inserirono alcuni elementi puzzle e alcuni elementi rompicapo. Questi ultimi sono introdotti in modo leggero e senza mai essere troppo difficili o intrusivi, quindi, senza mai tradire la natura di gioco di piattaforme e aggiungendo interessanti varianti al gameplay per non annoiare il giocatore. Esempio: ci sono schemi in cui bisogna capire quale roccia è meglio rompere e quale no per poter raggiungere un determinato bonus, altri in cui bisogna capire quale è il miglior percorso da fare; ci sono poi oggetti nascosti, oggetti da comprare, pietre che agiscono da interruttori, insomma tutti elementi che donano un pizzico di strategia.
    A questo aggiungiamo che ci sono livelli che propongono uno scorrimento orizzontale, altri verticale e altri come i castelli, sono strutturati a schermate fisse. Alcuni livelli poi, oltre che camminando e saltando, possono essere percorsi in diversi modi e con diversi "mezzi". I diversi modi sono: in sella a una moto, a bordo di un motoscafo, nuotando sott'acqua e per finire, a bordo di un elicottero a pedali! Il motoscafo e l'elicottero sono in grado di lanciare missili!
    L’elicottero a pedali è molto interessante perché trasforma il gioco in uno spara e fuggi decisamente piacevole. Le sezioni subacquee sono delle interessanti varianti, mentre ho apprezzato decisamente meno i livelli con la moto e quelli col motoscafo; in ogni caso questi ultimi posso anche essere affrontati a piedi (quando si rompe la moto) o a nuoto (quando si rompe il motoscafo).
    I nemici vanno uccisi con i megapugni di Alex o con i missili dell’elicottero o del motoscafo.
    Tra i molti bonus che si possono trovare o comprare ci sono: Bracciali che consentono di lanciare delle onde di distruzione che uccidono i nemici e frantumano le rocce, Soldi da spendere nei negozietti, vite supplementari, bastoni che permettono temporaneamente di volare, barriere di protezione, pietre che permettono di leggere il pensiero dei boss di fine livello, e purtroppo anche un fantasma che tenterà di ucciderci e delle “scatole cranio” che renderanno temporaneamente immobile il nostro eroe.
    Peculiarità di questo gioco è che i boss di fine livello vanno affrontati anche a colpi del gioco “carta, sasso, forbice”. Per sconfiggere i primi tre boss sarà sufficiente vincere a questo gioco per gli altri ci sarà un successivo scontro corpo a corpo. Consiglio vivamente di trovare la pietra che permette di leggere il pensiero dei boss in fretta, in questo modo infatti si potrà vedere se il boss intende giocare la forbice, il sasso o la carta e anticiparlo per tempo!
    Le sezioni classiche, ovvero quelle a piedi sono realizzate magnificamente, merito di un ottimo level design, della risposta ai comandi decisamente buona e del controllo che si ha su Alex sempre perfetto. Direi che sono queste le fasi meglio realizzate del gioco che insieme alle varianti sopra descritte fanno di Alex Kidd in Miracle World un grande classico, un gioco molto divertente, che avrebbe meritato più successo di quello che ha avuto.
    La grafica del gioco è ben definita e esente da difetti come rallentamenti o flickerio degli sprite, difetto di cui molti giochi per sega master system sono affetti.
    Lo stile della grafica è ottimo e ben caratterizzato, rimanendo sul carino tondeggiante e colorato.
    Detto questo però bisogna ammettere che il gioco Sega non sfrutta al massimo le risorse della console su cui gira, basta vedere altri giochi usciti in seguito per accorgersene. Sicuramente il fatto che fu uno dei primi giochi per il Master System ha contribuito, ma non si può ignorare che gli sprite sono tutti piccoli e non sono mai presenti in numero elevato. Le ambientazioni e i nemici godono di una buona varietà ma forse si poteva fare di più.
    Il reparto sonoro è di ottima fattura con musichette orecchiabili e varie ed effetti sonori adeguati al gioco
    Pur essendo un gran gioco, immediato e capace di dispensare stile, giocabilità e varietà da tutti i livelli, non riesce a raggiungere l'eccellenza. I principali problemi sono in primis il fatto che il gioco non concede salvataggi ne password di sorta, quindi ogni volta che si perdono tutte le vite bisogna ricominciare da zero e, per finire, il gioco è forse troppo corto ed una volta che lo avrete terminato non lo rigiocherete più tanto facilmente, non gode infatti di una buona rigiocabilità.





    Il mitico Alex Kidd in Miracle World è un videogioco che si ricorda con affetto. Molti lo hanno trovato direttamente nella memoria della console altri, come me, comprarono la cartuccia e dopo averla inserita nella console assistettero a qualcosa di impareggiabile. Il bambino dalle grosse orecchie e dai pugni sproporzionati è in grado di appassionare anche solo per il suo carisma. L'elicottero a pedali, la moto da corsa, i castelli intricati, gli abissi marini, i buffi nemici e le sfide a morra cinese sono rimasti indelebili nella mia memoria. Per un collezionista è un titolo da avere, punto.

    Dario "Dariolino78" Lanzetti




    Altre immagini:



    Commenti 14 Commenti
    1. L'avatar di Amy-Mor
      Amy-Mor -
      Giocato proprio la versione dentro il MS2, mi ci sono divertito tanto.Semplice e spensierato, sicuramente adatto ad un pubblico "giovane" o al retrogiocatore che non vuole crescere mai.
      Un bel 9 confermato.
    1. L'avatar di Procione
      Procione -
      Penso che sia stato il primissimo gioco su console a cui abbia mai giocato, non potevo cominciare meglio
    1. L'avatar di NickTheQuick
      NickTheQuick -
      Il primo titolo che giocai su Master System...

      Bei tempi quelli...
    1. L'avatar di kilik81
      kilik81 -
      Semplicemente un classico senza tempo!
    1. L'avatar di Cthulhu
      Cthulhu -
      Bellissimo...
    1. L'avatar di emilianodaguanno
      emilianodaguanno -
      e meglio il wonder boy
    1. L'avatar di Ricki
      Ricki -
      anche per me è stato il primo gioco e tutt'ora quello che amo di più
    1. L'avatar di Dani
      Dani -
      Adoro Alex, penso che sarebbe stato un'ottima mascotte per la SEGA. Protagonista di giochi divertenti e spensierati (come dimenticare il coloratissimo "The Lost Star"). Anche la sua apparizzione sul Megadrive (In the Enchanted Castle) è stata importante per me. Devo dire che tutti i giochi con protagonista Alex mi hanno coinvolto. Molto belli anche Alex Kidd in High Tech World e in Shinobi World, ma sicuramente il nostro Alex in questo "mondo dei miracoli" ha dato il meglio di se
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      ..killer application. punto.
    1. L'avatar di gothick
      gothick -
      Bellissimo gioco! Semplice e divertente
    1. L'avatar di Trive
      Trive -
      Anche per me è stato il primo gioco che ho giocato su consolle, mi ha regalato interminabili partite. Non essendoci punti di salvataggio come scritto sulla recensione, arrivavo sempre al boss finale senza mai riuscire a sconfiggerlo. 7-8 anni fa lo ripresi in mano e con una più solida esperienza videoludica alle spalle riuscii finalmente a finirlo.

      P.S. La trama mi è completamente nuova, essendo tutto in inglese e io essendo un bambino, l'unica cosa che capii fu che il fratello era inprigionato!
    1. L'avatar di lzk87
      lzk87 -
      ahaha anche io Trive all'epoca capii solo il fatto del "fratellino"
      a me sembrava lungo e difficilotto, lo finii anni e anni dopo.. lo avevo su cartuccia.
      IMPAREGGIABILE! gli altri non mi sono piaciuti
    1. L'avatar di JoustSonic82
      JoustSonic82 -
      Stamattina un mio amico è venuto a trovarmi a casa e mi ha portato un graditissimo regalo: conoscendo il mio interesse per il retrogaming, mi ha affidato il suo vecchio Master system 2 (che prendeva polvere in garage). Io l'ho prontamente attaccato a un CRT che uso appositamente per le console, a fianco del mio Megadrive, e, dato che non c'era joypad, ho provato il pad del Megadrive (funziona!). Oltre al joypad mancavano pure le cartucce però per fortuna era precaricato nella console un gioco, appunto Alex kidd in miracle world! Così ora potrò recuperare e giocarmi per bene questo classico che all'epoca avevo visto soltanto una volta a casa di un mio amico (si, certo, l'avrei potuto fare anche su emulatore, però in versione 'original' sono stimolato di più) e, intanto, mi sono letto questa bella recensione per entrare nel 'mood' giusto
    1. L'avatar di zillion
      zillion -
      La vita, il mio primo gioco...troppi ricordi! mitico alex!