Dragon Ball Z Ultimate Battle 22 Playstation | Retrogaming History
Registrati!
  • Dragon Ball Z Ultimate Battle 22

    Dragon Ball Z Ultimate Battle 22

    La storia dell'intrattenimento, videoludico o meno, insegna che i media passano mentre i miti rimangono. La saga cartacea di Dragon Ball fa parte sicuramente di quest'ultima categoria e nel caso del videogioco probabilmente si tratta di una delle opere con il maggior numero di conversioni da più di vent'anni a questa parte. La console per antonomasia di Sony, il monolite grigio a 32 bit che tutti conoscono, fu omaggiata di ben tre trasposizioni di cui due raggiunsero anche i lidi occidentali. E' il caso questo di Dragon Ball Z Ultimate Battle 22, picchiaduro a incontri basato principalmente sui protagonisti storici comparsi nella seconda serie animata e in piccolissima parte anche nella prima.
    Generalmente, per un gioco su licenza, sarebbe utile spendere qualche parola riguardo la fonte da cui si è attinto il materiale per costruire il tutto ma forse, alla luce della qualità complessiva di questo lavoro, tale operazione non è necessaria. Trattasi, come già anticipato, di un picchiaduro bidimensionale a incontri in linea con la tradizione classica del genere con l'eccezione rappresentata dalla mancanza del doppio round e di conseguenza del relativo conteggio del tempo. Ritroviamo così le ordinarie barre vitali accompagnate dalle rispettive barre della potenza, in questo caso rosse, adibite all'esecuzione delle mosse speciali. Svuotare la linea della potenza implica un breve stordimento da parte del proprio combattente così come ricaricare la stessa comporta una vulnerabilità analoga. Per il resto nulla di nuovo sotto il sole. I comandi, al di là dei tasti direzionali, consistono in quattro pulsanti riservati al pugno, al calcio, alla sfera d'energia semplice e infine quello riservato al volo, decollo o atterraggio che sia. Nonostante tutto, una volta in aria, l'architettura degli scontri non varia di una virgola rispetto a quelli a terra mantenendo la stessa impostazione e annullando l'esistenza in sé di questa feature.



    Analizzando le meccaniche alla base dei combattimenti non si registra alcunché di innovativo per il genere peggiorando la situazione grazie ad un sistema delle collisioni pessimo ed una risposta dei comandi che lascia alquanto a desiderare. Il ritmo degli scontri è infatti lentissimo privilegiando nettamente i colpi a distanza che a loro volta sono distanti da ciò che si chiamerebbe rapidità d'esecuzione. Basta solo questo, in definitiva, per comprendere che Dragon Ball Z Ultimate Battle 22 è un beat’em up mal programmato, un’esperienza ludica che non è né carne né pesce: troppo semplicistico per essere un picchiaduro tecnico e troppo statico, quasi immobile, per risultare un titolo che punti sull’immediatezza. L'offerta di contorno ad una IA ridicola è infine la solita: Arcade Mode, VS Mode, Torneo. Vi è poi una modalità dalla logica discutibile in cui, affrontando avversari sempre più forti pilotati dall'IA, è possibile rafforzare il personaggio scelto così poi da opporlo ad un altro combattente forgiato invece da un amico. Ad ulteriore demerito della Bandai pensate che nel manuale di istruzioni del gioco sono addirittura presenti i trucchi per sbloccare i combattenti segreti. Sembra un gioco destinato ad una clientela stupida. Vogliamo parlare poi della fedeltà al cartone animato? Non c’è niente, al di là dei personaggi e delle ambientazioni, che ci leghi alle serie televisive se non fosse per il video introduttivo, il libretto di istruzioni e il cd stesso del gioco che equivale forse al pezzo realizzato con maggior cura.



    Il reparto estetico, per fortuna, non è neanche malaccio considerando che DBZUB22 fu pubblicato nel 1995 (in Giappone) ovvero all'inizio dell'era 32 bit. I combattenti sono stati realizzati in linea con l’anime attraverso una grafica bidimensionale in convivenza con arene invece tridimensionali. Salta subito all’occhio la netta differenza di qualità, si fa per dire, tra le due parti. I personaggi per lo meno sono discreti sfruttando frames d’animazione ben disegnati anche se le relative movenze sono a dir poco legnose e scarsissime in varietà visiva. Per esempio non c’è differenza tra un’onda Kamehameha di Goku ed un Big Bang Attack di Vegeta al di là della differente postura del corpo dei due in seguito all’esecuzione del colpo. I fondali sono invece di una pochezza ed una noncuranza disarmante, facendo apparire i lottatori quasi come se fossero sagome di carta incollate sullo schermo talmente è netto lo stacco di definizione e dettaglio rispetto agli stage. Il sonoro infine si salva semplicemente eseguendo il compitino: musiche non noiose e campionamenti nella norma con tanto di voci dei doppiatori originali.

    COMMENTO FINALE


    "Dragon Ball Z Ultimate Battle 22 è con molta probabilità il gioco tratto da Dragon Ball peggiore di sempre. Quando un prodotto è così nefasto non servono molte parole per descriverne la bruttezza. Che vi piaccia o meno la saga di Akira Toriyama non importa, stategli alla larga qualunque cosa succeda. Se invece siete dei feticisti irrefrenabili e solo le sette sfere del drago vi procurano piacere, allora fate vostro questo lavoro ma solo per vantarvi di possederlo, non per giocarci, mi raccomando."


    Paolo "Big_Paul86" Richetti





    Altre immagini:




    Commenti 11 Commenti
    1. L'avatar di Simo21
      Simo21 -
      Pessimo. E poi su psx c'era Final Bought
    1. L'avatar di wish
      wish -
      che trattamento ingeneroso ai tempi della messa in onda di DBZ su italia uno era il piatto forte dei miei pomeriggi videoludici a scrocco.
    1. L'avatar di musehead
      musehead -
      Teribbbbile!!! Lo comprò il mio coinquilino a prezzo pieno e fu duro accettare che sui 32-bit DBZ fosse tremendamente peggiore che su SNES...
    1. L'avatar di P.Min
      P.Min -
      PURTROPPO LO POSSEGGO... dal 1996 appunto, una delusione immane, non che il Final Bout sia stato meglio ma igliore di questo sicuramente... non fatemici pensare: 120.000 lire buttate nel cesso!
    1. L'avatar di Simo21
      Simo21 -
      Ma dai il final bought era il primo tridimensionale! Faceva la sua figura! Tra l'altro che nome è "Ultimate Battle 22" ? Che qualcuno mi illumini...
    1. L'avatar di Big_Paul86
      Big_Paul86 -
      Citazione Originariamente Scritto da Simo21 Visualizza Messaggio
      Ma dai il final bought era il primo tridimensionale! Faceva la sua figura! Tra l'altro che nome è "Ultimate Battle 22" ? Che qualcuno mi illumini...
      22 sono i personaggi inizialmente a disposizione se non erro.
    1. L'avatar di Procione
      Procione -
      Un mio amico aveva sia questo che Final Bout.

      Sarà perchè ai tempi non avevo mai giocato a nessun gioco di Dragon Ball ed allora ero appassionatissimo, ma tra amici riuscivamo a fare delle belle partite con entrambi i giochi.

      Per me non erano così male.

      Citazione Originariamente Scritto da Simo21 Visualizza Messaggio
      Ma dai il final bought era il primo tridimensionale! Faceva la sua figura! Tra l'altro che nome è "Ultimate Battle 22" ? Che qualcuno mi illumini...
      Come ti hanno risposto è proprio per via del numero dei personaggi. Se non erro se ne potevano sbloccare fino ad arrivare a 27, e a quel punto il nome del gioco che appariva nella schermata del titolo cambiava in Ultimate Battle 27.
    1. L'avatar di nuzzoo
      nuzzoo -
      final bout ha dominato la mia playstation 1 per un bel po' di tempo. questo ultimate battle 22 non ho mai avuto la fortuna (sfortuna) di provarlo, pero' la copertina rulla di brutto.
    1. L'avatar di Sunstoppable
      Sunstoppable -
      ricordo che con mio il mio fratellino rob, al tempo aveva 6 o 7 anni, ci facevamo un sacco di partite sulla scia dell'entusiasmo delle puntate trasmesse in tv. nonostante sia oggettivamente una fetecchia di gioco, ci ha divertito parecchio
    1. L'avatar di Alerage
      Alerage -
      Bruttissimo, erano molto meglio quelli per il SNES, apparte final bout ne era uscito un altr(forse è quello jap) Mi sembra DBZ legends, che secondo me era molto meglio, la grafica era quasi uguale, ma il gameplay era soddisfacente e molto immersivo
    1. L'avatar di Sasuke87
      Sasuke87 -
      Quoto, DBZ Legends era stupendo, velocissimo e con tantissimi personaggi! Inoltre il gameplay era davvero originale, non era il solito picchiaduro. Questo Ultimate Battle invece, è davvero orrendo, sembra che i comandi arrivino in ritardo... frustrante è dire poco! Però è pur sempre un gioco su Dragonball. RISPETTO