Shining in the Darkness Megadrive Genesis | Retrogaming History
Registrati!
  • Shining in the Darkness

    Shining in the Darkness

    “Shining in the Darkness” è un RPG per Megadrive (Genesis) che vede la luce nel 1991 ed è sviluppato dalla Sonic! Software Planning (che poi in futuro diventerà la Camelot) in collaborazione con la Climax, tutto sotto la direzione di SEGA of Japan.

    Il gioco appartiene al genere “dungeon crawler”, tradotto “arrampicatore/scalatore di labirinti” (intesi come segrete, antri) ovvero quel genere di giochi nei quali dobbiamo affrontare vari dedali di difficoltà crescente con il nostro gruppo di personaggi creati in maniera più o meno customizzabile..
    Durante quell'epoca, il “dungeon crawling” era nel pieno della sua “età dell'oro” in quanto il successo su Amiga e PC dei due Eye of The Beholder, nonché del precedente “Dungeon Master”, era ancora fresco ed aveva fatto gridare più di una persona al miracolo. SEGA, molto probabilmente, non fece altro che approfittare di questo momento per piazzare questa sua proposta che ancora oggi si è assicurata un posto nella “hall of fame” di ogni appassionato di RPG che abbia vissuto in prima persona l'epoca Megadrive. In questo gioco, comunque, il gruppo che sarà associato al nostro eroe sarà fisso e composto da una maga e da un chierico dei quali faremo più tardi la conoscenza.
    Questo rappresenta il gioco che ha dato origine alla serie di successo “Shining”che nel corso degli anni a venire darà alla luce molti altri episodi di successo.



    STORIA

    Il gioco si svolge nel regno fantastico di Thornwood e ci mette nei panni del figlio del nobile cavaliere Sir Mortred. Un giorno, Sir Mortred, fiera scorta della principessa Jessa, e la stessa principessa vengono misteriosamente rapiti mentre si trovano al tempio vicino al castello.
    Il Re di Thornwood, giustamente preoccupato per la sorte di sua figlia e del suo più fedele cavaliere, cerca qualcuno che possa aiutarlo e noi senza pensarci troppo ci offriamo volontari in quanto, essendo sangue dello stesso sangue di Mortred, scorre in noi la sua stessa nobiltà. Il Re ovviamente accetta di buon grado.
    Durante la nostra esplorazione andremo a svelare sempre di piu' il segreto che avvolge il nostro regno e ben presto scopriremo che colui che tira le fila nell'ombra è un certo Lord Dark Sol che non mancherà di metterci più di una volta i bastoni tra le ruote.
    Solo diventando dei veri cavalieri splendenti potremmo porre fine a l vile complotto di Dark Sol, fortunatamente avremo dalla nostra parte un paio di amici fidati che ci renderanno la vita molto più facile.....



    I NOSTRI COMPAGNI


    PYRA MYST

    Pyra è una maga che come suggerisce il nome predilige incantesimi basati sul fuoco. Lei sarà spesso e volentieri il nostro supporto bellico e provvederà grazie ai suoi incantesimi a target multipli a liberarci molto velocemente dei nemici più fastidiosi.
    Di seguito vediamo gli incantesimi che saremo in grado di farle imparare se riusciremo a farle guadagnare abbastanza esperienza:
    SLOW

    Diminuisce i valori di Velocita' e Difesa del nemico.
    Pyra lo conosce a Livello 1 fin dall'inizio e ne incrementerà ulteriormente e definitivamente la potenza raggiungendo il 15° livello.
    VIEW

    Conosciuto fin dal livello 1, ci permette di guardare la cartina delle aree scoperte
    del dungeon in cui ci troviamo. Non dispone di nessun potenziamento nel corso dei livelli.
    BLAZE

    Il primo vero incantesimo di attacco imparato da Pyra al 2° livello di esperienza, inizialmente potrà bersagliare solo un singolo nemico ma crescendo di potenza sarà prima in grado di colpire gruppi formati da mostri uguali fino ad arrivare a poter colpire tutti i mostri presenti nello schermo. Si potenzia rispettivamente raggiungendo i livelli 8/19/32.
    SLEEP

    Imparato raggiungendo il livello 4, ci offre una lieve probabilità di addormentare i nostri nemici permettendoci di avere qualche turno di respiro e riorganizzarci.
    Da notare che i nemici che subiscono attacchi fisici vengono automaticamente svegliati e tornano attivi il turno seguente.
    L'incantesimo fin dall'inizio bersaglia tutti i nemici presenti nello schermo.
    Le probabilità di addormentarli tutti aumentano considerevolmente quando si raggiunge il 2° ed ultimo potenziamento al livello 17.
    FREEZE

    Altro incantesimo di attacco diretto solitamente più potente di Blaze ma anche più costoso in punti magia. Pyra lo impara raggiungendo il livello 6 e ne aumenterà la potenza raggiungendo rispettivamente i livelli 14/24/35. Il raggio d'azione sui relativi bersagli è identico a Blaze.
    HEAL

    Sebbene gli incantesimi di cura non siano proprio quelli in cui Pyra eccelle fa sempre piacere sapere che in momenti di bisogno estremo pure lei possa salvarci grazie a qualche cura extra. L'incantesimo le diventa disponibile a partire dal livello 8 e sarà potenziato una volta sola raggiungendo il livello 23.
    Potrà sempre e solo curare un unico bersaglio.
    EGRESS

    Altro utilissimo spell che ci permette di fuggire istantaneamente da un labirinto portandoci al sicuro nel nostro villaggio.
    Ci viene reso disponibile a partire dal livello 12 e vi assicuro che vi troverete ad usarlo più di quanto crediate. Non dispone di nessun potenziamento.
    BOLT

    L'incantesimo di attacco più forte del gioco, nonché il più dispendioso dei nostri cari punti magia. Pyra lo impara partendo dal livello 15 e le sarà subito possibile colpire un gruppo di nemici. Salendo di potenza potrà colpire tutti i nemici presenti nello schermo fino a raggiungere la sua potenza massima dove sarà possibile colpire un solo nemico ma con un'enorme potenza distruttiva. I livelli da raggiungere per riuscire a potenziarlo sono 27/34/44.
    MUDDLE

    Questo incantesimo tende a confondere i nemici facendoli attaccare i propri compagni. Pyra lo impara al livello 17 e lo potenzia definitivamente al livello 42.
    Colpisce tutti i nemici sullo schermo. Molto utile in tantissime occasioni, spesso un vero salvavita.
    PEACE

    Questa magia permette al gruppo di ridurre gli incontri casuali potendo così esplorare più facilmente il dungeon in cui si trova. Pyra lo impara al livello 19 e non dispone di altri potenziamenti.
    BOOST

    Permette al nostro gruppo di potenziare il proprio valore di attacco per qualche turno. Viene imparato da Pyra al livello 22 bersagliando un singolo personaggio ed aumenta in durata ed efficacia una volta raggiunto il livello 34 oltre a potenziare tutto il gruppo nello stesso momento.
    MILO BRAX
    Milo è come già detto il chierico del gruppo, ovvero il miglior supporto in battaglia che si possa avere. Con lui accanto non dovrete preoccuparvi di essere feriti, avvelenati o addirittura di essere uccisi! Ha sempre un incantesimo pronto per ogni occasione.
    Ma vediamo nel particolare cosa può concretamente offrire Milo al gruppo:
    HEAL

    L'incantesimo base di ogni buon chierico che si rispetti può inizialmente curare una singola persona, ma portandolo al livello massimo Milo sarà in grado di curare anche l'intero gruppo in una volta sola. Milo lo possiede fin dal primo livello di esperienza mentre i livelli necessari per farlo salire di grado sono 7/23/30
    VISION

    Accessibile a Milo a partire dal livello 3. Serve a riconoscere le proprietà nascoste di oggetti ed armi magiche. Non ha nessun potenziamento avanzando di livello.
    DETOX

    Tipico incantesimo per curare i personaggi da stati anomali come veleno o paralisi.
    Accessibile dal livello 5 e potenziato a livello 16 può essere sempre e solo utilizzato su un singolo soggetto.
    BLAST

    Incantesimo di attacco di elemento vento. Parte col poter bersagliare un singolo avversario ma ben presto è in grado di colpire tutti i mostri presenti nello schermo.
    Il danno è discreto e tende a far più male alle creature volanti. Viene acquisito al livello 9 e si potenzia ai livelli 18/24/32.
    QUICK

    Con questa magia Milo incrementerà temporaneamente le statistiche di velocità e difesa di un nostro personaggio. Disponibile a partire dal livello 12, nella sua versione potenziata acquisibile a livello 20 agirà sull'intero gruppo.
    BURST

    Seconda magia di attacco di Milo. Crea una potente serie di esplosioni che colpiscono tutti i mostri nello schermo. Viene acquisito al livello 14 e potenziato ai livelli 21/28/38.
    SCREEN

    Con questa magia Milo ammutolisce i nemici rendendoli incapaci di lanciare incantesimi.
    Accessibile a partire dal livello 16 dapprima bersaglierà un determinato gruppo
    di nemici, mentre una volta raggiunto il livello 26 saranno vittima tutti quelli presenti nella battaglia.
    REVIVE

    Una delle più utili magie a vostra disposizione! Come dice la parola questo incantesimo sarà in grado di riportare letteralmente in vita un vostro compagno caduto in battaglia. Al livello 20 otterremo la sua versione base che riporta in vita un nostro compagno con una quantità minima di punti vita, mentre raggiungendo il livello 35 il suo potenziamento comprenderà anche energia al massimo.
    DESOUL

    Incantesimo di attacco della serie “o tutto o niente”! Ha basse probabilità di colpire ma se effettuato con successo è in grado di estirpare letteralmente l'anima del malcapitato di turno uccidendolo all'istante! Milo lo acquisisce al livello 23 dove è in grado di prendere come bersaglio un singolo nemico, mentre una volta raggiunto il livello 33 sarà in grado di colpire un intero gruppo di nemici.







    LUOGHI

    IL CASTELLO

    Questo è il primo posto dove vi troverete all'inizio del gioco e qui tornerete spesso per fare rapporto al re delle vostre scoperte o per ricevere qualche consiglio dai suoi sudditi.
    IL DUNGEON

    Qui passerete gran parte della vostra avventura, in realtà sebbene i dungeon a vostra disposizione siano parecchi, essi sono parte integrante di un unico enorme livello e si renderanno accessibili man mano che proseguirete nella storia.
    Qui dentro potrete trovare ogni sorta trappola e mortali nemici che non esiteranno un momento nel massacrarvi se non degnerete loro della giusta considerazione.
    IL VILLAGGIO Il villaggio è costituito da vari edifici ognuno con un suo scopo specifico:
    LA CHIESA

    Qui potrete accedere principalmente per salvare il gioco, resuscitare sotto pagamento i compagni deceduti, ripristinare status alterati e rimuovere eventuali maledizioni in cui i nostri personaggi sono incappati. Questo è anche il posto in cui poco dopo l'inizio del gioco ci viene presentato Milo.
    LA TAVERNA

    In questo luogo avremo la possibilià' di far riposare il nostro gruppo affinché possa recuperare completamente punti vita e punti magia.
    Inoltre sarà possibile interagire con i vari ospiti per far loro piaceri o svelare altri particolari della trama. Questo è anche il posto in cui faremo la conoscenza di Pyra.
    NEGOZIO DI ARMATURE

    Qui saremo in grado di acquistare elmi, scudi e tutto ciò che ci serve per andare
    incontro ad un sacco di schiaffi da parte dei mostri e sentire il meno male possibile. Con il proseguire della nostra avventura il negozio diverrà sempre più fornito.
    NEGOZIO DI ARMI

    In questo posto possiamo trovare tutto ciò di cui abbiamo bisogno per far capire ai nostri “amici” mostri chi è che comanda! Anche qui col proseguimento dell'avventura ci verranno proposte armi sempre più potenti.
    ALCHIMISTA

    Qui sarà possibile acquistare oggetti di vario genere come erbe curative, antidoti e le utilissime ali d'angelo che ci permetteranno di lasciare in qualsiasi momento il labirinto e ritrovarci al sicuro nel nostro villaggio.
    TRADER

    Questo negozio non sarà immediatamente disponibile, ma una volta aperto diverrà uno dei più utili. Qui si potranno acquistare armi,armature e scudi molto potenti inoltre potrà riparare armi ed oggetti magici che si stanno rompendo ma il miglior servizio che potrà fornirci sarà quello di creare armi tramite i materiali grezzi che gli porteremo mano a mano che li troveremo nei dungeon.


    IL GAMEPLAY

    Come già specificato in precedenza il gioco è strutturato attorno al format del “dungeon crawling” e può essere considerato la risposta giapponese a questo genere di giochi. In questo caso la visuale scelta per il titolo è quella in prima persona, tanto in voga in quel periodo grazie anche a titoli per Amiga/PC come “Eye of The Beholder” e “Dungeon Master” che precedentemente hanno contribuito a dare lustro a questo tipo di RPG.








    (Eye of The Beholder)

    (Dungeon Master)


    Il vero colpo di genio di SEGA fu quello di riuscire a rendere giustizia anche su console ad un sistema di combattimento ideato principalmente per essere utilizzato tramite computer casalingo e quindi tramite il fluidissimo mouse.
    Perchè tutto ciò diventasse possibile, la SEGA ha optato per trasformare quelli
    che erano combattimenti in tempo reale in combattimenti a turni, questo a mio avviso ha dato molta più profondità a questo genere di giochi che spesso nelle sue incarnazioni computeristiche si risolvevano in selvaggi button mashing.
    Inoltre per rendere le cose ancora più semplici durante ogni combattimento
    ogni personaggio disporrà di un menu composto da 4 scelte selezionabili tramite
    le 4 direzioni del nostro D Pad. Partendo dalla prima in alto ed andando in senso orario abbiamo: ATTACCO, OGGETTI, DIFESA e MAGIA.
    I loro utilizzi sono abbastanza esplicativi ed ovviamente il nostro turno ci permette di scegliere una sola azione da compiere.
    Altra differenza sostanziale da giochi come EOB e DM sta nel fatto che i mostri vengono incontrati a random durante la nostra esplorazione quindi non ci sarà mai un numero fisso di nemici da abbattere per “svuotare” una stanza, in compenso però, come già descritto, tra le magie in alto l'incantesimo PEACE sarà un nostro grande alleato.
    Inoltre per non dover sprecare preziosi punti vita e punti magia contro mostri più fastidiosi che altro, all'inizio di un incontro random ci è data la possibilità di “fuggire” dalla lotta evadendo quindi dal combattimento senza doverlo forzatamente risolvere, anche se non è detto che tutte le volte ci andrà bene.



    GRAFICA

    Il comparto grafico rimane sempre su livelli molto alti. La grafica è totalmente stile anime e di tanto in tanto ci saranno offerte scenette “animate” per sottolineare
    maggiormente parti esilaranti o solenni a seconda della situazione.
    Anche all'interno dei vari labirinti vi è una discreta caratterizzazione e se è vero che alcuni mostri non sono altro che la stessa proposta di un mostro precedente ma con i colori cambiati, è anche vero che vi è una moltitudine di esseri così disparata che spesso non ve ne accorgerete nemmeno.
    Le animazioni delle magie, se paragonate ai giochi che hanno fatto da predecessori a Shining In The Darkness, sono esorbitanti.
    Abbiamo animazioni in movimento, luci colorate e tanti tipi di effetti.
    Nulla a che vedere quindi con le animazioni molto “essenziali” dei giochi usciti precedentemente (come possiamo ad esempio vedere qui sotto).






    Se poi ci soffermiamo a pensare che il gioco è uscito a meno di un anno dalla nascita del Megadrive e che quindi la console era ancora poco sfruttata possiamo tranquillamente gridare al piccolo miracolo!








    AUDIO


    Il comparto audio è molto vario ed ogni “scenario” ha le sue musiche dedicate.
    Da notare come trovandosi nel villaggio si possa sentire un motivetto che avvicinandosi alla taverna sarà sempre più forte, mentre allontanandoci lo
    sentiremo sempre meno intenso: queste a mio avviso sono finezze che si riscontrano davvero poco spesso, figuriamoci su un Megadrive!
    Il chip sonoro della console Sega è stato usato saggiamente ed i motivetti ci resteranno simpaticamente in testa senza provocarci alcun fastidio.








    LONGEVITA'


    Il gioco, seppure risulti molto godibile, ha una difficoltà calibrata sul medio/alto: se i primi dungeon li risolveremo senza troppi problemi, altri più avanti ci faranno sudare le famose sette camicie, vuoi per alcuni mostri molto potenti che ci obbligheranno a livellare prima di incontrarli, vuoi per alcuni puzzle/trabocchetti da risolvere che ci faranno spremere le meningi.
    La cosa positiva è che fortunatamente non risulterà mai frustrante ma solo una buona sfida che dovremo necessariamente accettare per poter andare oltre.
    A conti fatti diciamo che buone 20/25 ore di gioco saltano fuori, anche di più se vogliamo tentare di scoprire ogni segreto del gioco.









    COMMENTO FINALE


    "Senza nulla togliere alle pietre miliari dello stesso genere ed uscite precedentemente quali ad esempio Eye of The Beholder e Dungeon Master, posso tranquillamente affermare che questo gioco offre molto di più di quello che a prima vista potrebbe sembrare... Una trama molto più articolata, colpi di scena continui, grafica ed audio molto particolareggiati e qualche vena di umorismo erano molto probabilmente quel pizzico in più che serviva a “reinventare” un genere già di per sé molto accattivante, sopratutto per i tempi in cui Shining In The Darkness è uscito. Mi sento quindi di consigliarlo senza riserve a chi amando questo genere di RPG è sempre stato incuriosito da questo titolo e non aspettava altro che una buona ragione per prenderlo in mano, mentre lo sconsiglio a chiunque non abbia la pazienza di perdere spesso tempo in uno stesso punto per far livellare il gruppo o che non abbia voglia di scervellarsi davanti a qualche piccolo puzzle o che magari voglia approcciarsi al genere RPG giocando a questo come primo gioco. Garantisco comunque che ore ed ore di sano divertimento e coinvolgimento sono assicurate, anche se una volta finito completamente difficilmente lo riprenderete daccapo, magari farete come capitava spesso a me e vi ricaricherete il “save” in cui vi trovate davanti all'ultimo boss per abbatterlo ancora una volta e godervi nuovamente la bellissima sequenza finale..."

    Nicola "SFCHAMPION" Matteuzzi







    Commenti 5 Commenti
    1. L'avatar di musehead
      musehead -
      Un RPG occidentale rivisitato per diventare un JRPG pur rimanendo un WRPG! Si vede che l'hai spulciato a fondo (hardcore gamer 2.0!) e forse dovrei provarci anche io con questa chiave nipponica. Gli ispiratori EOB e DM non mi incantarono.
    1. L'avatar di Cthulhu
      Cthulhu -
      Mitico gioco per Megadrive, buona grafica, ottima trama e gameplay, anche se non ho mai apprezzato molto la "monotonia" dei suoi labirinti, in effetti trovo superiore il suo seguito spirituale per Saturn: Shining the Holy Ark, che ammetto, risulta un gioco meno impegnativo (grazie principalmente ad una mappa sempre a portata di mano che si genera via via che noi avanziamo nei dungeon), ma molto più vario: in Shining in the Darkness il dungeon in fin dei conti è uno, scaleremo i suoi piani, ma nonostante i muri cambino visivamente, ci ritroveremo sempre in labirinti molto simili tra loro. Rimane in fin dei conti un gran gioco.
    1. L'avatar di Bert
      Bert -
      Non lo conoscevo, grazie!
    1. L'avatar di pckid73
      pckid73 -
      A metà tra una recensione ed un libretto di istruzioni, l'articolo fa capire quanto hai amato questo gioco! Personalmente avrei preferito una disamina organica e meno analitica, ma i meritati complimenti non te li toglie nessuno. Per quanto riguarda questo genere di RPG, avevo Dungeon Explorer 2 per Turbo Duo ma venivo sistematicamente abbattuto da qualsiasi creatura nel corso dei primi combattimenti, quando non ero così fortunato da perdermi in dungeon che, nella successione di schermate statiche, sembravano ripetitivi e sempre uguali a se stessi. Un tipo di gameplay che a mio parere la tecnologia del tempo non assecondava a dovere, o semplicmente poco adatto alle propensioni smanettose del sottoscritto.
    1. L'avatar di Tiger
      Tiger -
      ...ho tanti bei ricordi di questa cartuccia! Adorata alla follia!!