Ghost House - Master System | Retrogaming History
Registrati!
  • Ghost House

    Ghost House

    Ghost House è un action game per uno o due giocatori che uscì nel 1986 prima su sega card e poi su sega cartridge. Il gioco vi mette nei panni di Mickey un bambino tenace, che non si fa impaurire dalle creature maligne che popolano i livelli ma anzi, le prende a “cazzotti” in un modo simile a quanto visto in Alex Kidd.

    Non c’è presenza di una trama nel libretto di istruzioni, il vostro compito sarà quello di vagare per tutti i livelli alla ricerca dei cinque Conti Dracula per ucciderli (secondo me avrebbero dovuto chiamarli vampiri! Il Conte Dracula è solo uno! ma tant’è……). Eliminando i “succhiasangue” si recuperano le cinque pietre che permetteranno di passare al livello successivo e, al termine, di finire il gioco.

    Mickey si controlla abbastanza bene e all’inizio il gameplay non sembra neanche così male, ma la noia, la ripetitività e persino la frustrazione non tarderanno ad arrivare.

    Il nostro personaggio ha tre vite e ognuna di esse ha la sua barra di energia (a 50000 e a 150000 punti si vince una vita ulteriore). Lungo i livelli dovremo uccidere i nemici “minori” per trovare le chiavi, utili per aprire le bare dei Dracula. Questi nemici si possono eliminare sia col precedentemente citato “cazzotto” sia con una schiacciata stile Super Mario.

    Ghost House presenta vari bonus che ci agevoleranno durante l’avventura. Questi aiuti sono: delle strane scatole quadrate che ci daranno un po’ di energia vitale, i lampadari (da usare un numero limitato di volte) che se toccati dal nostro eroe si spegneranno, immobilizzando per qualche secondo tutti i nemici presenti (utilissimi per eliminare i vari Dracula) e i coltelli vaganti che se schiacciati saltandoci addosso, diventeranno la nostra arma, aumentando la potenza dei pugni per un limitato numero di volte. Attenzione a questi ultimi però poiché se ci colpiscono diminuiranno la nostra barra di energia vitale.

    Oltre ai vari nemici, lungo gli schemi, troveremo tutta una serie di trabocchetti come, fuoco, ragnatele (che ci bloccheranno), e pavimenti/botole: luoghi dove il pavimento si vede ma appena ci si cammina sopra si cade inspiegabilmente (ad essere sincero non ho mai capito se fosse precisa intenzione dei programmatori o un errore del gioco!!...)

    Oltre ai trabocchetti ci sono gli specchi neri, che ci “teletrasporteranno” in altre zone della casa stregata, molte delle quali raggiungibili solo con questi specchi. Tutto sommato quindi, come spiegato prima, l’impressione iniziale è quella di trovarsi di fronte a un buon gioco, i lampadari, i coltelli e gli specchi neri aggiungono un pizzico di strategia e i controlli funzionano abbastanza bene; cosa c’è che non va?

    Allora, tanto per cominciare i livelli, che sono case stregate, sono tutti uguali, o meglio; diventeranno più grandi, più difficili, cambierà la dislocazione dei vari Dracula, ma la grafica è sempre quella, cambieranno solo le colorazioni dei particolari, tipo mura, alberi, eccetera. I nemici minori sono solo di 5 tipi: i pipistrelli, la morte, gli “sputa fuoco”, le frecce vaganti (simili ai coltelli ma senza la possibilità di essere presi per aumentare la potenza di attacco) e le mummie, con solamente i Dracula come boss. Ogni nemico ha un suo stile di attacco e mentre i pipistrelli, la morte e le frecce non danno molte preoccupazioni, gli “sputa fuoco” e le mummie sono veramente pericolosi.

    Gravissimo difetto è il fatto che saltando in prossimità di una scala, Mickey cadrà di sotto fino ad arrivare all’inizio della stessa; questo se alcune volte può venire utile, nella maggior parte dei casi darà molto fastidio, soprattutto durante la battaglia con un Dracula in cui ci si può trovare senza volerlo qualche piano sotto a dove desideravamo essere.

    I nemici minori e i Dracula stessi non rappresentano mai di per sé una sfida elevata, ma alcune volte ci si ritrova, (vuoi perché si è saltati sopra una scala, oppure siamo caduti da un pavimento "finto" o ci ha spinti un nemico) in punti in cui si rimane incastrati tra il muro e un nemico (spesso Dracula), in cui è quasi impossibile uscire. In queste situazioni, che non sono rarissime, in noi salirà la frustrazione per l’impossibilità di porre un rimedio e per la non colpa dell’accaduto. A questo associamo il fatto che il gioco è molto ripetitivo, la grafica è, per i motivi già descritti, troppo scarsa e che il sonoro è ridotto al minimo indispensabile.

    Certo a qualcuno potrà sicuramente piacere, ma se volete un consiglio lasciatelo perdere.

    [Piccola precisazione: nei pressi del pavimento "spiritoso" è, alle volte, possibile notare una differenza nella continuità del disegno delle mattonelle, come ad esempio, una mattonella più lunga o un bordo più spesso. Ad ogni modo, ciò è difficile da notare, sopratutto durante lo scontro con qualche nemico.]




    Un titolo veramente scarso in tutti i suoi aspetti. L'idea di fondo, cioè quella di cercare le chiavi ed uccidere tutti i "Dracula" presenti, non è male ma l'implementazione lascia alquanto a desiderare. Segnalo inoltre che in alcuni rari casi si può rimanere incastrati tra il muro ed un nemico. Se proprio siete interessati a questo titolo vi consiglio una lunga ed approfondita prova del gioco prima dell'eventuale acquisto.

    Dario "Dariolino78" Lanzetti





    Altre immagini:




    Commenti 3 Commenti
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      Che orrore, qualcuno ha un sacchetto per il vomito?
    1. L'avatar di maxint
      maxint -
      il gioco più brutto che abbia mai provato su Sms.
    1. L'avatar di gORE70hp
      gORE70hp -
      questo titolo è uscito in giappone nel 1986 su msx (1) ad opera di CASIO con il nome Youkai Yashiki