Detana!! Twin Bee | Retrogaming History
Registrati!
  • Detana!! Twin Bee

    Detana!! Twin Bee

    La serie Twinbee debutta nel 1985 con l’omonimo coin-op Konami, una sorta di brillante "rilettura cute” del popolare Xevious. Questo vertical shooter riscuote un notevole successo nelle sale giochi giapponesi e accresce la sua popolarità grazie ai porting per Nintendo Famicom, MSX e Sharp X68000. I punti di forza di Twinbee / Rainbow Bell risiedono nello stile grafico “carino” e tondeggiante degli sprite, nelle ambientazioni “fantasy” che caratterizzano i 5 livelli, nel peculiare power-up system, nel divertente co-op 2-player mode e nella possibilità di incrementare la potenza di fuoco delle navicelle mediante attacchi combinati tra due giocatori (prerogativa riassunta nel “Twin” del titolo).

    Il “cute 'em up” Konami introduce alcuni elementi specifici che non mancheranno di essere riproposti nei vari seguiti. Una particolarità della serie risiede senz’altro nella “personalizzazione” di Twinbee e Winbee. Questi robot volanti, infatti, sono distinti per “genere” (il primo “maschile” -colore blu- e il secondo “femminile” -rosa-) e i rispettivi piloti, Annamon e Donnamon, replicano la differenziazione di cui sopra. Le curiose navicelle hanno forma simile a quella di un’ape e sono dotate di braccia, utili per scagliare bombe distruggendo le postazioni a terra in perfetto Xevious-style e “agganciare” il compagno/a per potenziare così il volume di fuoco. Twinbee e Winbee possono poi avvalersi di power-up sparando con il “primary shot” sulle onnipresenti “nuvolette”. Esse, difatti, rilasceranno degli item a forma di campanella che dovranno a loro volta essere colpite a più riprese per trasformarle in bonus, riconoscibili dal colore diverso dallo standard. Il power-up system di Twinbee esercita una rilevante influenza sul gameplay. Dato che le navicelle possono ottenere campanelle “più utili” sparando su quelle gialle e cambiando il loro colore in bianco, blu, verde e rosso secondo il numero di colpi incassati (rispettivamente: 5, 10, 15 e 20), il giocatore è obbligato a dosare il primary shot dedicando al “bells sub-game” la giusta quota di attenzione.



    Se il coin-op Konami e soprattutto i rispettivi seguiti si presentano con un rassicurante cute look e una spiccata connotazione anime-like che attinge alle invenzioni figurative dell’OAV Laputa, il castello del cielo di Hayao Miyazaki e dal mondo di Akira Toriyama, con particolare riferimento a Dottor Slump & Arale, non si rivela tuttavia altrettanto “tenero” sul fronte della difficoltà. Per fortuna i power up sono abbastanza sostanziosi, proponendo il classico “double shot” (campanella bianca), tre repliche di Twinbee / Winbee che seguono l’originale quadruplicandone la potenza di fuoco (gli utilissimi “followers” - c. verde-) e l’inevitabile scudo (c. rossa) che si caratterizza per una struttura “stratificata”, rendendo più ingombranti le navicelle ma proteggendole comunque da diversi proiettili. Annamon e Donnamon, inoltre, possono fruire di alcuni bonus item che consentono di accrescere il punteggio (“Apple” e “Peach”), distruggere tutti i nemici a video (“Crash Star”), ottenere un 3-way spread shot o la super-arma “Baseball power” (“Bell Bonus”) e riparare con l’”Ambulance” le braccia dei robot volanti distrutte.



    La struttura del capostipite è in gran parte riproposta nel 5° titolo della saga che nel 1991 segna il ritorno della serie nelle sale giochi, dopo un’assenza protrattasi per sei anni a tutto vantaggio dei sistemi domestici. Il periodo 1988-90, infatti, vede la realizzazione per Famicom e Game Boy di Moero! Twin Bee: Cinnamon Hakasei wo Sukue, Twin Bee 3 Poko Poko Daimaou e Twin Bee Da!!.
    Se peraltro Detana!! Twin Bee incrementa a 7 il numero dei livelli e introduce il BIG SHOT, uno dei numerosi eredi del Wave Cannon / Beam di R-Type, non si discosta tuttavia molto da quanto già mostrato dal predecessore arcade, proponendo solo due nuovi power-up bell (una seconda tipologia di scudo e uno speed-down) e Gwinbee, un pod-character che si può "associare" a Twinbee / Winbee, con rilevanti benefici sul volume di fuoco delle navicelle. Ancora una volta gli sviluppatori riservano al 2-player mode alcuni "special power", attivabili tramite specifiche interazioni tra i due protagonisti e il nuovo personaggio di cui sopra: “Twin Attack”, “Bumping Attack” e “Gwinbee Attack”.



    Il secondo coin-op della serie, intitolato Bells & Whistles / Here Comes Twinbee!! nelle localizzazioni occidentali, si avvale di una delle flessibili schede utilizzate da Konami nei primi anni ’90. Grazie appunto alla versatile GX060 board, questo "reboot" del capostipite sfoggia un comparto tecnico di assoluto rilievo: sprite finemente disegnati e ricchi di colori, suggestivi fondali miyazakiani in scenografica parallasse, notevole densità di elementi a video senza alcun rallentamento, apprezzabili effetti di hardware scaling e un ottimo audio stereofonico.



    Complici le azzeccate scelte estetiche, impreziosite dal contributo dell'animatore Jujiro "Shuzilow.HA" Hamakawa, la piacevolissima colonna sonora e i simpatici FX, Detana!! Twin Bee riesce ad attuare un piccolo incantesimo: catalizzare l'attenzione del giocatore e "flipparlo" nel mondo di Light e Pastel, figli di Annamon e Donnamon e giovani piloti di Twinbee e Winbee. L'arcade hit Konami, infatti, propone un affascinante cocktail tra confezione distensiva e serrate dinamiche shootemuppare e, pur concedendo una sfida abbordabile, non risparmia sezioni di grande frenesia e livelli avanzati assai ostici. Incisiva poi la realizzazione dei fantasiosi boss, efficaci corrispettivi in verticale dei più noti "cugini" della serie Parodius.



    Detana!! Twin Bee si distingue dagli sparatutto coevi grazie alla cura profusa dagli sviluppatori in ogni dettaglio dell'accattivante veste grafica, alla solidissima giocabilità che sublima nell'ottimamente implementato 2-player mode e all'ammaliante soundtrack firmata da Michiru Yamane, talentuosa autrice cui, a partire da The New Generation per Mega Drive e Symphony of the Night per Saturn / PlayStation, si devono le OST di ben 12 titoli della Castlevania series.



    Il successo del coin-op Konami è testimoniato dal riconoscimento "Best Shooting Game of 1991" tributatogli dal magazine nipponico Gamest e confermato dalle valide conversioni per Sharp X68000 (1991) e PC Engine (1992), cui seguirono quelle incluse nelle compilation Detana Twinbee Yahoo! Deluxe Pack (1995) per Saturn / PlayStation e nel più recente Twinbee Portable (2007) per PSP. Dopo il primo “ritorno arcade” della serie, la storica etichetta giapponese realizza ben 5 titoli legati a questa "saga": Pop'n Twinbee (1993) e Twinbee Rainbow Bell Adventure per Super Famicom (1993), Twinbee Taisen Puzzle Dama (1994) per PSOne, il coin-op Twinbee Yahoo! (1995), i relativi porting di quest’ultimo per PSOne / Saturn / PSP e Twinbee RPG (1998) per PSOne.







    Detana!! Twin Bee / Bells & Whistles è un ottimo vertical cute 'em up e rappresenta un validissimo contraltare top-down al più noto Parodius. Tecnicamente impeccabile quanto solido sul fronte del gameplay, lo sparatutto Konami conquista in virtù di uno stile grafico accattivante e di una strepitosa colonna sonora che contribuisce a generare una particolare atmosfera idillico-onirica. Benché la difficoltà di questo coin-op possa considerarsi nella media, la sfida proposta dai livelli avanzati risulterà comunque piuttosto impegnativa e soddisferà appieno ogni shooter fan grazie al peculiare weapon system, alla brillante implementazione del 2-player mode e alle azzeccate dinamiche di gioco. Assolutamente consigliato!

    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi





    Altre immagini:



    Commenti 8 Commenti
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      Bellissima recensione Alex, ho Twinbee nella raccolta per sega saturn e devo dire che son bellissimi questi 2 shoot em up anche se preferisco l'inedito seguito Yahoo
    1. L'avatar di Homerdoh46
      Homerdoh46 -
      Bella recensione per un titolo molto sconosciuto! Un titolo molto carino anche se è un po' troppo infantile!
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da Homerdoh46 Visualizza Messaggio
      Bella recensione per un titolo molto sconosciuto! Un titolo molto carino anche se è un po' troppo infantile!
      In effetti la popolarità della serie Twinbee è legata al mercato giapponese dove alcuni di questi titoli (la Konami ne ha sviluppati 10 in tutto) sono stati particolarmente apprezzati... sia in ambito arcade che su sistemi domestici. Viceversa ho idea che in occidente siano poco conosciuti...
      Ricordo che trovai Detana Twinbee!! nella sua versione europea ("Bells & Whistles") in una sala giochi di Pisa dove per fortuna "prese dimora" per un bel po'. Come forse si sarà capito dall'articolo, quella al cabinato di Bells & Whistles era una mia tappa fissa, visto che lo stile grafico cute non impediva a questo shoot'em up di offrire una sfida avvincente e di divertire moltissimo... in particolare se si affrontava con un amico. Semplicemente stupenda poi la colonna sonora!
    1. L'avatar di fabmark1981
      fabmark1981 -
      Che nostalgia... Ricordo che ci giocavo come un forsennato sul mio fido MSX Phonola alla tenera età 5 anni... E come 2-player avevo sempre al mio fianco la mamma: erano pomeriggi passati a giocare... Davvero uno splendido ricordo e una bellissima recensione.. Per convalidare ciò che ha scritto Alex, vi posso confermare che la versione per MSX in mio possesso, si chiama Magic Bells!!
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da Robbey Visualizza Messaggio
      Bellissima recensione Alex, ho Twinbee nella raccolta per sega saturn e devo dire che son bellissimi questi 2 shoot em up anche se preferisco l'inedito seguito Yahoo

      Grazie

      Già... il "più recente" (1995 -Detana!! Twinbee è datato 1991-) coin-op Twinbee Yahoo!... mai visto in sala giochi, ma deve essere un titolo notevole... o almeno così si legge in giro.... Un Altro capitolo shootemupparo piuttosto apprezzato della serie Twinbee è quello sviluppato per Super Famicom: Pop'n Twinbee (1993).
    1. L'avatar di musehead
      musehead -
      attinge alle invenzioni figurative dell’OAV Laputa
      Il quale, giusto per infilarci un po' di orgoglio patriottico, era ispirato alla meravigliosa e nostrana Civita di Bagnoregio.

      Articolo molto completo e valido come sempre, non sono un cultore del genere sparatutto ma anche su di me i Twinbee hanno avuto un po' di ascendente per la personalità ricercata e splendidamente sintetizzata.
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da musehead Visualizza Messaggio
      Il quale, giusto per infilarci un po' di orgoglio patriottico, era ispirato alla meravigliosa e nostrana Civita di Bagnoregio.

      A proposito di Laputa... la BGM del 3° stage si intitola proprio "Sky Fortress Laputa"... più esplicito di così:

      Spoiler:
    1. L'avatar di Boyakki
      Boyakki -
      Per restare in tema Konami ho sempre preferito di gran lunga la serie "sorella" di Parodius, ma più che altro perché sono fan di Gradius e per il tipo di comicità idiota, visto che come gameplay Twinbee non ha nulla da invidiare all'altra (e poi tra l'altro alcuni capitoli di Parodius citano apertamente Twinbee in certi livelli, quindi...). Comunque questo Bells & Whistles è davvero stupendo da vedere!