Game Music come genere musicale trasversale | Retrogaming History
Registrati!
  • Game Music come genere musicale trasversale

    Game Music come genere musicale trasversale

    Arrangiamenti e Remix: le Game Music Cover Band

    Lato A – ovest

    Le più note colonne sonore dei giochi del passato sono spesso servite da spunto per interessanti remix e arrangiamenti ospitati in siti dedicati alla retro music.

    Il ramo più fertile è stato, e continua ad essere, quello del Commodore 64. Sono, infatti, piuttosto diffuse le “cover” delle C64 BGM più conosciute, generalmente riproposte in chiave dance o arrangiate in più o meno sofisticate armonie elettroniche in cui spesso si cerca, comunque, di mantenere il feeling e il tipico sound del sid.

    Interessanti esempi di remix dance delle più note chiptunes del C64 sono stati realizzati da Instant Remedy (Martin Andersson) nel suo noto album, ma molti altri autori si sono cimentati con arrangiamenti di SID e i loro lavori sono reperibili sul sito…

    http://remix.kwed.org/

    …interessanti poi...

    http://www.c64audio.com/

    http://www.remix64.com

    Il genere dance non è però l’unico gettonato dai suddetti musicisti.
    Altri lavori, infatti, sono classificabili come ambient, jazz/funk, orchestrali e perfino rock e hard rock.
    In quest’ultimo genere rientra la relativamente nota cover band Press Play On Tape – The Commodore 64 Revival Band

    www.pressplayontape.com

    …che realizza esclusivamente arrangiamenti rock (in parte scaricabili dal sito insieme ai filmati delle performances live) dei classici C64 ed è già al suo secondo album.

    Per gli amanti dell’hard rock che desiderano riascoltare le proprie chiptunes preferite ottimamente riarrangiate in chiave metal, la band Machinae Supremacy

    http://www.machinaesupremacy.com/

    …ha realizzato, come omaggio al C64 liberamente scaricabile dal sito, (i Machinae Supremacy non sono, tuttavia, una game music cover band) due cover heavy metal di Giana Sisters e Bionic Commando (level 1 BGM) e tre "sidology", sorta di “megamix metal” in cui sono “accorpati” in lunghe cavalcate punk / speedmetal diversi classici sid.

    Molti dei remix C64 più famosi sono raccolti nelle compilation Back In Time, curate da Chris Abbott

    http://www.synsoniq.com

    …al momento sono in commercio 3 CD Back In Time che, in sostanza, sono l'understatement ufficiale del fenomeno sid remake.


    Le soundrack Amiga sono alla base dei remix e degli arrangiamenti ospitati in…

    www.amigaremix.com

    Il sito è essenzialmente la riproduzione Amiga del parallelo contenitore di remix C64 e, essendo nato recentemente, ospita meno brani, vantando in ogni caso un buon ritmo di crescita.
    I generi sono i soliti dance /elettronic / funk / anbient e i CD commercializzati più noti sono quelli delle 3 compilations Immortal, curate da Ruben Monteiro

    Le soundtracks Sega Mega Drive, Neo Geo, Super Nintendo e altre relative a noti titoli arcade sono riarrangiate in chiave metal dalla band Megadriver

    www.megadriver.com.br

    …questi giovani musicisti brasiliani ripropongono molte delle colonne sonore più famose dei videogiochi degli anni ’90 ed eseguono, fra l’altro, le loro performance live utilizzando anche una particolare chitarra elettrica personalizzata, il cui corpo è costituito dalla stessa console Sega a 16 bit.

    I Megadriver sono già al loro ottavo album e si sono presentati al pubblico di MTV Brazil con un’intervista e l’esecuzione di Green Hill Zone (il 1° stage di Sonic The Hedgehog) per chitarra elettrica “custom” con le evoluzioni su schermo del famoso porcospino in background; il video, come del resto tutti i brani dei CD già in commercio e quelli non ancora raccolti in un nuovo album, sono liberamente scaricabili dal sito della band.

    I duri e puri della chip music che non desiderano contaminazioni e privilegiano il sound originale senza compromessi, possono scaricare gli mp3 delle 9 compilation Infinite Game Music

    http://www.eightecs.com/infinitegamemusic/

    …i CD sono acquistabili on-line, ma i brani sono comunque disponibili e spaziano dal NES alla PlayStation passando per diversi classici arcade degli anni ‘80 e ’90.

    Lato B – est

    La panoramica di cui sopra riguarda le game music cover band europee (nonché ai brasiliani Megadriver) e i gruppi citati, gli svedesi Machinae Supremacy e i danesi Press Play On Tape valgono solo come esempio di un fenomeno “di nicchia” la cui reale consistenza, probabilmente, è in ogni caso, sottostimata dai più.

    Diversa è la situazione giapponese. Nel magico paese del sol levante la popolarità della game music è tale da costituire un vero e proprio genere trasversale.
    Sono riconducibili al suddetto “genere” numerosi CD che raccolgono in compilations le colonne sonore dei videogiochi di successo del passato e del presente.

    In modo del tutto analogo ai generi musicali tradizionali, sono messe in commercio, in occasione del 10° o 20° anno dall’inizio di serie di gran notorietà, retrospettive raccolte in cofanetti (Metal Slug Complete Sound Box, pubblicato nel 2006 a 10 anni dal primo Metal Slug, composto da 8 CD e contenente tutte le OST dei 6 episodi della serie, i brani inutilizzati e quelli arrangiati) o singoli CD contenenti i brani originali ed elaborati arrangiamenti strumentali (Super Hang On 20th Anniversary Collection, pubblicato nel 2007 a 20 anni dal primo Hang On, contenente le chiptunes di quest’ultimo e di Super Hang On, nonchè i relativi arrangiamenti rock e dance).

    Queste retrospettive sono solo la punta dell’iceberg di un vivace mercato musicale che non è solo parallelo a quello dei videogiochi, ma tende in certi casi a fondersi con quest’ultimo, al limite, ad identificarsi in esso e a compenetrarsi, in certi casi, con altre realtà quali fumetti (i popolarissimi manga), serie televisive animate e OAV (Original Anime Video).

    I CD, dunque, contengono, nella maggioranza dei casi, i brani originali e le versioni arrangiate in cui si re-interpreta il brano senza le restrizioni dell’hardware di riferimento.
    Lo stile dei suddetti arrangiamenti varia a seconda dell'intento degli autori che possono privilegiare la fedeltà stilistica con l’originale, come operare su questo un restyling completo, trasformandone la melodia in un pezzo totalmente nuovo in cui, però, siano in qualche modo riconoscibili leitmotiv o feeling del motivo ispiratore.

    È possibile farsi un’idea delle proporzioni del fenomeno commerciale legato alla game music visitando siti ad essa dedicati come…

    http://www.vgmworld.com

    http://www.soundtrackcentral.com/

    http://www.vgfrequency.com

    Una panoramica sufficientemente ampia sugli autori giapponesi di game music del passato e del presente, nonché sui più apprezzati musicisti in attività nel relativo settore delle retrospettive musicali, dei remix e degli arrangiamenti, richiederebbe parecchie pagine e sarebbe dispersivo e inevitabilmente lacunoso.

    Nella necessità di scegliere tra le numerose game music cover band, è naturale privilegiare le software house “storiche” come Sega, Konami, Capcom, Taito e Data East (DECO) e le relative “official band” o “house band”, rispettivamente, SST Band, Konami KuKeiHa Club, Alph Lyla, Zuntata e Gamadelic.

    SST Band

    Il Sega Sound Team, responsabile delle colonne sonore dei classici arcade Space Harrier, Hang-On, Outrun, Turbo Out Run, After Burner e seguito, Thunder Blade, Galaxy Force II, G-Loc e dell’RPG per Mega Drive Sword Of Vermillion, diventa una band nel 1988, adottando il nome Super Sonic Team Band.
    Questo gruppo è conosciuto per lo stile rock molto occidentale e apprezzato per la qualità degli arrangiamenti che spaziano dall’hard rock anni’80 al funk e alla fusion acustica e semi-elettronica (particolarmente ben realizzati i ritmatissimi arrangiamenti delle famose musiche di Outrun: Magical Sound Shower, Passing Breeze e Splash Wave).
    La band si scioglie nel 1993 dopo aver realizzato album relativi ai titoli di richiamo sopra elencati e live registrati in occasione del Game Music Festival del ’92 (album: Super Live ’92) e il Game Music Live ’93 Natsu.
    Nel 2006 esce l’album SST Band Live History, una raccolta di video delle migliori performance dal vivo del gruppo.
    Il fansite ufficiale, l’unico, tra quelli relativi alle house band, realizzato anche in inglese, a ribadirne il carattere internazionale, è…

    http://www.sst-band.com/

    Konami KuKeiHa Club

    Le colonne sonore dei migliori titoli Konami sono firmate dal Konami Kukeiha Club (letteralmente: “Club Onda Quadra”; il nome si riferisce il tipo di impulso sonoro più semplice e primitivo che caratterizzava le chipunes negli anni ’80).
    La band Konami KuKeiHa Club è costituita, analogamente alla SST Band per la Sega e Alph Lyra per la Capcom, ad immagine speculare del music team originale e realizza raffinati arrangiamenti di titoli di grande successo come Gradius e Castlevania. Dal 1990 al 1998 la KKC produce versioni jazz-fusion, rock e hard rock delle più famose musiche delle serie suddette (titoli: Konami Battle The Best per la serie Gradius e Dracula Perfect selection I e II per la saga di Castlevania), oltre che arrangiamenti dello shoot ‘em up Detana Twinbee.
    Le performances live sono raccolte nell’album del 1991 Konami All Stars i cui autori “si firmano” Konami KuKeiHa CLUB.

    Alph Lyla

    Si tratta della house band Capcom composta dai musicisti responsabili della colonna sonora di Street Fighter II.
    La band nasce nella prima metà degli anni ’90 per poi sciogliersi nel 1999.
    I titoli arcade di cui si è occupata sono, oltre Street Fighter II, Ghouls ‘n’ Ghosts, Strider, Final Fight, Capitain Commando, Varth e Rockman X. Gli arrangiamenti, molto sofisticati, sono generalmente realizzati in eventi live come il Game Music Festival e si focalizzano sui più famosi brani del celeberrimo picchiaduro Capcom (a questo proposito è interessante l’album Street Fighter II Alph Lyla with Juji Toriyama), senza trascurare altri titoli come Ghouls ‘n’ Ghosts (Daimakaimura) rivisitato in chiave sinfonica.

    Zuntata

    È l'official band Taito nata dagli autori delle colonne sonore dei titoli della serie Darius, di Ninja Warriors (famosissimo il brano j-pop del primo stage: Daddy Mulk), dei cosiddetti “cute games” (Bubble Bobble, Puzzle Bobble ecc..) e di Metal Black (qualitativamente notevole il CD della colonna sonora arrangiata -AST-). Più recentemente gli Zuntata realizzano le soundtracks di titoli come Raystorm e Night Striker.
    Lo stile varia dalla pura synth elettronica al j-pop, al jazz, al sinfonico, con audacissime contaminazioni stilistiche e un retrogusto molto “giapponese”. I brani più soft ed easy-listening sono quelli popolarissimi (anche in occidente) dei “cute games”.
    Autori molto attivi, firmano dozzine di colonne sonore con i brani originali e versioni arrangiate pubblicandole spesso sotto l'etichetta Pony Canyon.

    Gamadelic

    Questa band è composta dagli autori della Data East (DECO: Data East Corporation).
    La band ha un arco di vita piuttosto breve e realizza due CD: Thunder Zone e Wolf Fang.
    Nel 2006, poi, viene pubblicata la retrospettiva Back to Gamadelic - The Data East Arrange Album in cui, insieme ai più noti brani originali, sono raccolti tutti gli arrangiamenti rock, hard rock, jazz e funk di titoli arcade come Chelnov, Vapor Trail (famoso il tema principale Kuuga, un solido pezzo hard rock), Crude Buster, Wolf Fang, Midnight Resistence, Cross Fire, Skull Fang, Thunder Zone, Fighter’s History e altri.



    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi



    Commenti 3 Commenti
    1. L'avatar di Lukezab
      Lukezab -
      bell'articolo, molto piacevole...

      finalmente potrò ascoltarli in auto nel fido mp3... anni fa, ehmm decenni fa, con l'amiga 2000 mettevo in cassettina...avrò consumato walkman a manetta...nonchè cassette a rotta di collo...
    1. L'avatar di Mariolinho
      Mariolinho -
      Articolo ECCEZIONALE!

      Complimentoni, Alex!
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      articolo molto talentuoso Alex.. compliments