L'Angolo dell'Ignoto: Future Cop L.A.P.D. | Retrogaming History
Registrati!
  • L'Angolo dell'Ignoto: Future Cop L.A.P.D.

    L'Angolo dell'Ignoto: Future Cop L.A.P.D.

    Vi ricordate la serie Strike? Molti di voi credono di no, ma sono sicuro che nominando Desert Strike, Jungle Strike o Nuclear Strike accenderò qualche lucina tra i vostri neuroni. Inizialmente, questo Future Cop LAPD si chiamava Future Strike, ma viste le evidente differenze col resto del brand, focalizzato essenzialmente sul controllo di elicotteri, la Electronic Arts decise di ridurlo ad un semplice spin-off, peccato solo che, di punto in bianco, questo gioco divenne un signor Nessuno.

    Future Cop LAPD ci cala ai comandi di un mezzo d'assalto futuristico, una sorta di mech molto compatto e molto agile, dotato di una potenza di fuoco impressionante e della capacità di assumere configurazioni diverse a seconda dell'esigenza. Con un'inquadratura piuttosto particolare, in terza persona ma molto rialzata, dovremo muovere il nostro robottone per le strade di una distopica Los Angeles combattendo il temibile crimine freddando qualsiasi cosa si muova.

    Oggi adoreremmo la sincerità di questo gioco. Si tratta di un titolo di azione pura, senza fronzoli, è il concetto di sparatutto portato all'estremo. Ma nel 1998, anno in cui fu pubblicato per PC e Playstation, il popolo dei videogiocatori era troppo ammaliato da Final Fantasy, Resident Evil ed altre forme di videogioco in piena evoluzione. Peccato, perchè Future Cop LAPD , nella sua aderenza al genere, non manca di offrire una sfida ricca, varia e perfettamente studiata: oltre all'ammirevole campagna single player, è disponibile anche la modalità Free Combat dove contro il computer o un amico si cercherà di conquistare parti della mappa di gioco con tanto di torrette automatiche per annientare l'avversario. Lo stesso Story Mode, inoltre, può essere affrontato in due giocatori in modalità cooperativa.

    Non si tratta di un gioco perfetto e affianco alla folta schiera di giudizi positivi non è mancato chi si è lamentato per la monotonia di fondo, inevitabile per un purista di questo calibro. Sarebbe un titolo perfetto da scaricare a poche lire da una piattaforma digitale e semmai dovesse comparire nello store della vostra console preferita, beh, dateci un'occhiata, la merita tutta!

    Gianluca "musehead" Santilio



    Commenti 2 Commenti
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      ...vero, quoto la review, ma anch'io l'ho trovato monotono e piatto
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      Il gioco lo ebbi solo una settimana e poi lo ho venduto perchè era penoso, ci sono giochi migliori di questo come Perimeter, Darwinia o Mech Commander 2