Pianeta Amiga 2012 | Retrogaming History
Registrati!
  • Pianeta Amiga 2012

    Pianeta Amiga 2012


    Pianeta Amiga, il raduno storico Italiano dedicato agli amanti di tale tecnologia iniziato nel 1997 con sede "quasi" fissa in quel del palaesposizioni di Empoli (FI), ritorna nel 2012, dopo un gap di ben due anni in cui la manifestazione non si è svolta (2010-2011), con sede a Bologna Centrale. Nelle vesti di redattore per Retrogaming History, zainetto in spalla e fidanzata a corredo, m'imbarco in questa due giorni Bolognese. La manifestazione si è tenuta dal 30 Novembre al 2 di Dicembre 2012, anche se, la prima delle tre giornate, denominata Dev Session, è stata dedicata strettamente a chi volesse apprendere la programmazione Amiga style.




    Arrivato alla sede della manifestazione in via Strada Maggiore, un foglio appiccicato su un pilastro (!?) mi suggerisce di entrare nel portone di fianco. Si bussa praticamente a un campanello di casa, il portone viene aperto, si salgono delle scale e si entra in un appartamento in cui si svolge il tutto. Arrivati alle 14:00 e spiazzato un tantino dalla location, trovo tutti in pausa pranzo tranne la cricca Acube Systems con cui faccio subito conoscenza. Individuo prontamente anche Davide"nubechecorre"Palombo di OS4 Games, al quale dichiaro la mia intenzione di scrivere un reportage sulla manifestazione avendo un occhio vigile sulle produzioni videoludiche dedicate ad AmigaOS 4x. Seduti comodi nella sua postazione che vede una Sam440ep all'opera con sopra installato AmigaOS 4.1 update 6, entriamo subito nel vivo con una carrellata di videogame veramente inaspettata.

    Il primo ad essermi mostrato è 1941 Extreme Deluxe, trattasi di un clone del vetusto 1941 della Capcom, che su Amiga ha visto discendenti di lusso come il mai superato Banshee della Core Design. Il titolo in questione è ad opera del Francese HunoPPC, ultrà e programmatore Amiga che sforna porting per questo sistema come se piovesse. La sensazione provata guardando il gioco in azione è stata del tutto positiva e dal gusto squisitamente retrò. Sembrava di trovarsi veramente dinanzi un cabinato da sala tanto in voga a fine anni ottanta inizio novanta. Rapidamente si passa al porting di HURRICAN, reinterpretazione (per chi non lo sapesse ancora) del famoso Turrican di Manfred Trenz ad opera dei Poke991. Hurrican è completamente free e portato su AmigaOS 4.1 ancora una volta dal mitico HunoPPC. Su Hurricane ci sarebbe ben poco da dire, visto che andrebbe letteralmente giocato da chiunque sia passato di Turrican, ma anche da chi, semplicemente, si ritiene amante degli action game con sofisticato stile grafico 2D odierno, di quello pieno di colori e trovate pazzesche. Una sola parola per descriverlo: bellissimo!

    Si continua con un altro titolo multipiattaforma tale BEATS OF RAGE dei Senile Software. Anche qui, come per Hurrican, ci sarebbe poco da descrivere se non il consigliare caldamente a tutti gli amanti dei picchiaduro 2D a scorrimento orizzontale di farci una sana partitina, poiché ci si trova dinanzi ad uno dei maggiori esponenti del genere in questione. Interessante anche la possibilità di trasformare il gioco tramite mod scaricabili gratuitamente in rete, cosi da poter guidare in furiosi combattimenti altri mitici personaggi dei videogame come: Ryu e Chun-Li di Street Fighter, i fratelli Lee di Double Dragon e via discorrendo, fino ad arrivare a più moderne rappresentazioni come Dante di Devil my Cry e i personaggi del survival horror Resident Evill. Un altro videogioco "magico" mostratomi, questa volta convertito dall'Italianissimo e attivissimo Andrea Palmatè, è AQUARIA. Titolo controverso quest'ultimo, che non ho potuto assaporare in pieno per via della situazione confusionaria della manifestazione, non potendo pretendere, di fatto, di restare dinanzi ad un videogame per troppo tempo, soprattutto su un titolo come AQUARIA che richiede pazienza e dedizione per essere assaporato in pieno. Gran bella grafica comunque, cosi come grande è sembrata l'atmosfera. Si è poi continuato con tutta una carrellata di emulatori vari, dall'immancabile SCUMMVM, passando per un perfetto e velocissimo GNGEO, emulatore NeoGeo che schizza a 60fps netti. Ma ciò che mi ha lasciato praticamente di sasso è stato RUN IN UAE, che nella sua ultima release 1.4.0 (nel momento in cui scrivo) suggella quasi del tutto il divario tra Amiga classic e new generation plasmandoli in unica macchina.

    Insomma, la sensazione ricevuta è che il sistema operativo Amiga sia sempre più maturo e pronto a ritornare all'utenza perduta nel tempo, almeno dal lato puramente ludico dove si potrebbe fare certamente di più, ma dove non ci si può nemmeno lamentare più di tanto visto il mercato di nicchia alla quale si rivolge.

    Lasciata finalmente la postazione di AMIGA OS4 GAMES, comincio a girovagare per i banchetti venendo subito a sapere che Andrea Palmatè, nella prima giornata della manifestazione cioè quella dedicata alla programmazione Amiga style, aveva effettuato un porting in "tempo reale" di un videogioco russo. Seduto questa volta nella sua di postazione, chiedo prontamente di visionare tale programma. Trattasi di un platform-shooter free come detto di origine Russa chiamato IL CHANTRA v.1.0.3, che poi alla fine altro non è che una reinterpretazione del famoso titolo Konami CONTRA. Il porting in questione, purtroppo, alla mia visione non ha voluto saperne di funzionare a dovere, impiantandosi sempre sul più bello. Poco importa comunque, poiché non penso di essermi perso chissachè. Quindi, tra una chiacchiera e le simpatiche imprecazioni del programmatore Andrea, saluto e vado altrove.

    Spostando l'attenzione dai videogame a qualcosa di "più serio", al Pianeta Amiga 2012 erano presenti anche rappresentati del mondo MorphOS e Haiku. Del primo si è appresa la bellissima notizia della possibilità di usare questo stupendo sistema operativo Amiga like anche sulle Italiane schede Sam prodotte da Acube Systems dove, ricordo, gira l'ultima versione del sistema Amiga ufficiale. Del secondo conosco poco o nulla al riguardo, sennonché si tratta di un ulteriore e valido sistema operativo che desta parecchia attenzione tra le vecchie guardie Amighiste, sempre presente al Pianeta Amiga da un tot di anni a questa parte. Sarebbe dovuto essere presente anche il terzo sistema Amiga like in gioco, AROS. Non si è visto nulla, purtroppo, anche sapendo che, anch'esso, sarà compatibile con le schede made in ACUBE.

    Era pertanto possibile acquistare l'ultimo numero sia di Bitpale, unica rivista Amiga cartacea rimasta in Italia, sia di Amiga Future, rivista disponibile in lingua Inglese e Tedesco.


    In una stanza apposita era allestito un banchetto che ospitava il torneo di Sesible World of soccer, svoltosi grazie all'aiuto apportato da Andrea Basagni e Simone Bianchini. Almeno sei partecipanti, se non erro, si son dati "battaglia" su questo intramontabile titolo, portandosi da casa il proprio fido joystick/pad. Bellissima iniziativa che sento di lodare in pieno e che spero si possa ripetere aprendo magari le porte ad altri titoli storici Amiga.



    CONSIDERAZIONI PERSONALI:


    Dirigendomi verso Pianeta Amiga 2012 ero conscio di non andare verso la sede storica del Palaesposizioni di Empoli. Ero consapevole che ad accogliermi non ci sarebbero state le folle oceaniche delle prime edizioni e chissà quali roboanti novità ad attendermi, ma da buon Amighista quale mi ritrovo ad essere, speravo nel meglio possibile offerto da mercato di nicchia nel quale la scena Amiga si muove. Del resto, Pianeta Amiga è sempre Pianeta Amiga, cioè un nome importante dove penso sia giusto mantenere un certo livello di professionalità, una manifestazione che ha dato tanto a tutti, vero ossigeno quando l'aria cominciava a mancare. Mi duole dirlo, purtroppo, cosi non è stato, ritrovandomi in un'edizione che non ho ben capito a cosa mirasse. Pianeta Amiga non può e non deve essere ciò che si è visto in questa edizione 2012. Non sono solito criticare a scena aperta il lavoro svolto da altri, sperando quindi che le mie parole possano essere prese più come consiglio che come critica diretta.

    Buttare comunque cinque sei computer su dei banchetti, non crea certo una manifestazione. Pianeta Amiga 2012 non è stato null'altro che un incontro tra amici appassionati della medesima tecnologia, se ci fosse stata anche una cucina, si sarebbe potuto essere tranquillamente a casa di un qualsivoglia utente. Nulla di male in tutto ciò, figuriamoci, avrei partecipato comunque volentieri all'evento, doveva solo essere giustamente pubblicizzato come un meeting e non come il ritorno del Pianeta Amiga noto ai più. Sono fermamente convinto che per organizzare cose del genere ci voglia tempo e denaro, nessuno lo mette in dubbio, ed è proprio per questo che penso che una volta che si debba organizzare, cacchio, facciamolo per bene! Non voglio nemmeno immaginare qualche anima pia di passaggio sotto i portici di Bologna attratto da qual foglio A4 appiccicato a un pilastro pertanto bagnato, che bussa al campanello e sale per trovarsi dove? Per vedere cosa? Pianeta Amiga 2012 sembra sia stato organizzato avendo bene in mente chi sarebbe giunto alla manifestazione, un tipo di utenza già informata e consapevole del tutto, non si è minimamente preso in considerazione la potenziale presenza di nuovi utenti, ragionamento, secondo me, del tutto sbagliato. Girovagando per la stanza, di fatto, non si capiva cosa si stesse osservando se non interpellando direttamente il proprietario della postazione stessa. Dico, ci voleva tanto a stampare almeno dei fogli informativi poggiandoli su di un piedistallo di fianco ad ogni banchetto com'è sempre stato? Niente, il tutto si dipanava nell'anonimato più assoluto. L'unico banchetto che si riusciva a percepire era quello della rivista Bitplane, poiché riusciva essa stessa a farsi da manifesto. Pertanto, era presente, come già accennato poco sopra, anche la rivista Tedesca Amiga Future, buttata su di un mobiletto senza ma e senza se. ACUBE era sprovvista di macchine AmigaOne 500, quindi nessuno poteva testarle, senza contare "ovviamente" l'assenza del x1000 e di qualche buon rivenditore ufficiale come AmigaKit. Un Pianeta Amiga spoglio dei suoi cavalli di battaglia, nient'altro che un cumulo di utenti, perlopiù OS4, che chiacchieravano tra loro. Ripeto, non ci sarebbe stato nulla di male in tutto ciò, se solo non si fosse chiamato Pianeta Amiga.

    Credo in chi organizza e credo che si possa fare certamente di più. Spero pertanto che il prossimo pianeta Amiga riesca a esser di più ampio respiro, presentando con "classe" quel poco presentabile e non rinchiudendosi a riccio tra le mura di una scena già minuscola. E' con le sfumature che il colore prende vita.

    Amiga Forever!

    Maurizio "Amy-Mor" Tirone




    Commenti 15 Commenti
    1. L'avatar di Liqu1d82
      Liqu1d82 -
      Ottima 'recensione' di un evento che, come tutto ciò che riguarda Amiga, mi ha sempre attirato. Mi dispiace che sia stato 'costruttivo' solo in parte... e capisco che x organizzare il vero evento servono parecchie risorse e sponsor. Però non posso che invidiare questo piccolo gruppo di appassionati e nostalgici... 'cidenti mi saprebbe piaciuto entrare a far parte di questo mondo, ai tempi.

      Comunque molto piacere Amy, altre voci del forum mi indirizzano di continuo a te come esponente della categoria Amighisti
    1. L'avatar di Amy-Mor
      Amy-Mor -
      Citazione Originariamente Scritto da Liqu1d82 Visualizza Messaggio
      Ottima 'recensione' di un evento che, come tutto ciò che riguarda Amiga, mi ha sempre attirato. Mi dispiace che sia stato 'costruttivo' solo in parte... e capisco che x organizzare il vero evento servono parecchie risorse e sponsor. Però non posso che invidiare questo piccolo gruppo di appassionati e nostalgici... 'cidenti mi saprebbe piaciuto entrare a far parte di questo mondo, ai tempi.

      Comunque molto piacere Amy, altre voci del forum mi indirizzano di continuo a te come esponente della categoria Amighisti
      Piacere tutto mio...

      Sì, il mondo Amiga è bello e variegato, nonché originale come cronostoria nel mondo dell'informatica (non solo attuale).

      Pianeta Amiga 2012 si è svolto con non poca fatica a seguito, ma tutti speriamo in un ritorno almeno paragonabile ai fasti di un tempo (possibilissimo).

      Per qualunque cosa tu voglia sapere in merito, sono a tua disposizione come semplice utente appassionato, ricordandoti che non è mai tardi per iniziare "una nuova avventura".

      Peacez!
    1. L'avatar di Sunstoppable
      Sunstoppable -
      Grande Mor, solo tu potevi raccontarci di un evento amiga ^_^. la prossima volta ci andiamo insieme, sperando che l'evento ritorni ai fasti di un tempo!
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Bellissimo articolo su un evento che, a dispetto delle proporzioni ridotte, ha sempre e comunque un suo rilievo!
    1. L'avatar di Bert
      Bert -
      Auspico che la Scena Amiga un giorno possa arrivare ai livelli di quella ZX Spectrum, MSX, Amstrad CPC e ultimamente anche C64. Nel senso che non sono necessarie delle nuove macchine per far tornare in auge i vecchi brand, basterebbe che anche sugli ex sistemi a 16 bit della Commodore, si iniziasse a svilupparci qualche piccola chicca che valga davvero la pena di essere vista, non necessariamente commerciale, come avviene da tempo per i summenzionati sistemi ad otto bit. Prince of Persia per il C64 è un esempio lampante, ma anche altri titoli come Fairy Well, Soulless, Knight 'N' Grail e compagnia bella. Basta dare un'occhiata a RGCD per farsi un'idea di cosa intendo. Il solo pensare di poter fare breccia nel mercato odierno con OS e nuove macchine, secondo me, è pura utopia dettata più che altro da un sentimento nostalgico, non ci sono i numeri e forse nemmeno una solida volontà perché questo si realizzi, non parliamo poi dell'interesse dietro ad una simile impresa. Tutto ciò relega simili eventi a poco più di un incontro tra fan con una passione comune, alla stregua dei gruppi di Star Trek e cosplayer vari. Per inciso, non che debba essere inteso per forza come una perdita di tempo o un qualche cosa di negativo. Insomma, secondo me, Amiga può essere tranquillamente rilanciato anche riprendendo a programmarci sopra qualcosa di retroludicamente decente, certo se si aspira a infastidire gli assemblati, i mac, i tablet e le console, il futuro non può che riservare cocenti delusioni…
    1. L'avatar di Amiga1200
      Amiga1200 -
      Mancando una postazione aros hai visto quasi nulla
    1. L'avatar di Liqu1d82
      Liqu1d82 -
      Citazione Originariamente Scritto da Bert Visualizza Messaggio
      Auspico che la Scena Amiga un giorno possa arrivare ai livelli di quella ZX Spectrum, MSX, Amstrad CPC e ultimamente anche C64. Nel senso che non sono necessarie delle nuove macchine per far tornare in auge i vecchi brand, basterebbe che anche sugli ex sistemi a 16 bit della Commodore, si iniziasse a svilupparci qualche piccola chicca che valga davvero la pena di essere vista, non necessariamente commerciale, come avviene da tempo per i summenzionati sistemi ad otto bit. Prince of Persia per il C64 è un esempio lampante, ma anche altri titoli come Fairy Well, Soulless, Knight 'N' Grail e compagnia bella. Basta dare un'occhiata a RGCD per farsi un'idea di cosa intendo. Il solo pensare di poter fare breccia nel mercato odierno con OS e nuove macchine, secondo me, è pura utopia dettata più che altro da un sentimento nostalgico, non ci sono i numeri e forse nemmeno una solida volontà perché questo si realizzi, non parliamo poi dell'interesse dietro ad una simile impresa. Tutto ciò relega simili eventi a poco più di un incontro tra fan con una passione comune, alla stregua dei gruppi di Star Trek e cosplayer vari. Per inciso, non che debba essere inteso per forza come una perdita di tempo o un qualche cosa di negativo. Insomma, secondo me, Amiga può essere tranquillamente rilanciato anche riprendendo a programmarci sopra qualcosa di retroludicamente decente, certo se si aspira a infastidire gli assemblati, i mac, i tablet e le console, il futuro non può che riservare cocenti delusioni…
      Mi trovi d'accordo - si punta troppo alla reintromissione sul mercato (troppo diverso dal passato) di nuove piattaforme che richiamano vecchi e gloriosi brand, dai costi non proprio accessibili, modello più modello meno... perchè invece non trovare un minimo coraggio per impiegare nuovamente le ORIGINALI piattaforme, per sviluppare qualcosa di retrostilistico (se esiste come termine) ora? Riaccenderebbe magari la curiosità anche in chi qualcosa non ha potuto provare/avere al tempo, e di sicuro farebbe la gioia degli 'ultrà' di vecchia data

      Parlando videoludicamente, sono stanco del panorama odierno, escudendo piccole rare perle. Voglio tornare indietro...
    1. L'avatar di maxtex74
      maxtex74 -
      Grande articolo e bella recensione che da fan amighista mi sono perso e non ho potuto mai visitare ,perchè non ho mai saputo per esatto le date. Bello vedere ancora gente che si appassiona ad un computer e un mondo che è stato bellissimo per chi la vissuto ,ma che sta diventando molto di nicchia solo per affezionati nostalgici.

      Ci vorrebbe una scossa e anche a me piacerebbe giocare a videogiochi nuovi su queste piattaforme ,magari i soliti platform in 2D ,le avventura grafiche o gli strategici ,ma prodotti nuovi ,titoli nuovi ...forse il tempo arrivato perchè la gente si è stufata dei prodotti odierni , i vecchi computer e console ,si trovano ancora in giro e sono pienamente funzionanti ,perchè non produrre videogiochi ,magari anche commerciali ,come una volta ,su floppy o cartuccia ,io penso che un piccolo mercato c'è ancora ,c'è molta voglia di tornare indietro e retrovideogicare
    1. L'avatar di Amy-Mor
      Amy-Mor -
      Ragazzi quando si parla di "speranza che si ritorni ai fasti di un tempo" non è riferito ai fasti inarrivabili di Amiga come macchina in se, ci si rivolge strettamente alla manifestazione Pianeta Amiga.
      Vi posso assicurare che nessuno, tra chi vive ancora questa forte realtà, sogna di ritrovare le macchine nel supermercato sotto casa, figuriamoci il pensiero di andare a paragonarsi con Mac e Windows.

      Chi usa ancora Amiga nella sua incarnazione classic (come chi vi scrive) lo fa per pura passione, nostalgia e, perché no, piacere nell'usare ancora quelle scatolette Commodore che tanto riescono ancora a trasmettere.

      Che piaccia o no, però, la realtà Amiga commercialmente è andata avanti, si è evoluta in macchine PowerPC rappresentate dall'AmigaOne X1000 come fascia alta e AmigaOne500 (schede Sam) come fascia bassa creata in Italia.Su queste macchine si muove un sottomercato di chi di Amiga ha amato il sistema operativo, il lato serio per cosi dire, non solo videogiocoso come quello che accomuna tanti tra noi e sono, torno a ripetere, commercialmente attive.

      Poi non so se la scena ludica ZX spectrum, Amstrad e via discorrendo sia più viva e vegeta di quell'Amiga classic come asserisce Bert, ma di roba, in quest'anno 2012, ne è uscita veramente a iosa.

      Cmq, tornado al discorso principale, si spera solo che Pianeta Amiga possa tornare in una veste più attiva e incline alle edizioni passate, poiché fidatevi di chi ne ha vissute tre edizioni veramente super, quando Amiga già non era più presente sulle bancarelle del fruttivendolo sotto casa...

      Peacez!
    1. L'avatar di Amiga1200
      Amiga1200 -
      Citazione Originariamente Scritto da Amy-Mor Visualizza Messaggio
      Ragazzi quando si parla di "speranza che si ritorni ai fasti di un tempo" non è riferito ai fasti inarrivabili di Amiga come macchina in se, ci si rivolge strettamente alla manifestazione Pianeta Amiga.
      Vi posso assicurare che nessuno, tra chi vive ancora questa forte realtà, sogna di ritrovare le macchine nel supermercato sotto casa, figuriamoci il pensiero di andare a paragonarsi con Mac e Windows.

      Chi usa ancora Amiga nella sua incarnazione classic (come chi vi scrive) lo fa per pura passione, nostalgia e, perché no, piacere nell'usare ancora quelle scatolette Commodore che tanto riescono ancora a trasmettere.

      Che piaccia o no, però, la realtà Amiga commercialmente è andata avanti, si è evoluta in macchine PowerPC rappresentate dall'AmigaOne X1000 come fascia alta e AmigaOne500 (schede Sam) come fascia bassa creata in Italia.Su queste macchine si muove un sottomercato di chi di Amiga ha amato il sistema operativo, il lato serio per cosi dire, non solo videogiocoso come quello che accomuna tanti tra noi e sono, torno a ripetere, commercialmente attive.

      Poi non so se la scena ludica ZX spectrum, Amstrad e via discorrendo sia più viva e vegeta di quell'Amiga classic come asserisce Bert, ma di roba, in quest'anno 2012, ne è uscita veramente a iosa.

      Cmq, tornado al discorso principale, si spera solo che Pianeta Amiga possa tornare in una veste più attiva e incline alle edizioni passate, poiché fidatevi di chi ne ha vissute tre edizioni veramente super, quando Amiga già non era più presente sulle bancarelle del fruttivendolo sotto casa...

      Peacez!
      Purtroppo bert ha ragionissima, a livello games, la sola scena C64 sorpassa di gran lunga quella amiga, amstrad e spectrum messe assieme.
      Amiga al momento per colpa di chi detiene i diritti e di chi ne è licenziatario è commercialmente pari a zero, un prodotto di super nicchia per soli affezionati, che difficilmente potrà mai trovare uno sbocco nel mercato mainstream.
      Purtroppo, e te lo dico da possessore e fruitore dei "pseudo nuovi" amiga, con l'amiga vero non hanno quasi niente da spartire, dei tre sistemi operativi quello che ha, a mio avviso, un futuro è solo e soltanto aros: gratuito e funzionante su quasi tutte le architetture hardware principali: X86/X64, PPC, m68k e a breve anche ARM. I giochi che hai segnalato sono fruibili su tutte le piattaforme non amiga da molto tempo e su aros sono disponibili da molto prima degli altri due s.o. amigalike(a parte 1941 Extreme Deluxe), per cui lo dico con rammarico non portano niente di nuovo
    1. L'avatar di Amy-Mor
      Amy-Mor -
      Citazione Originariamente Scritto da Amiga1200 Visualizza Messaggio
      Purtroppo bert ha ragionissima, a livello games, la sola scena C64 sorpassa di gran lunga quella amiga, amstrad e spectrum messe assieme.
      Amiga al momento per colpa di chi detiene i diritti e di chi ne è licenziatario è commercialmente pari a zero, un prodotto di super nicchia per soli affezionati, che difficilmente potrà mai trovare uno sbocco nel mercato mainstream.
      Purtroppo, e te lo dico da possessore e fruitore dei "pseudo nuovi" amiga, con l'amiga vero non hanno quasi niente da spartire, dei tre sistemi operativi quello che ha, a mio avviso, un futuro è solo e soltanto aros: gratuito e funzionante su quasi tutte le architetture hardware principali: X86/X64, PPC, m68k e a breve anche ARM. I giochi che hai segnalato sono fruibili su tutte le piattaforme non amiga da molto tempo e su aros sono disponibili da molto prima degli altri due s.o. amigalike(a parte 1941 Extreme Deluxe), per cui lo dico con rammarico non portano niente di nuovo
      mah!Si continua a tirare in ballo la storia che Amiga debba ritornare mainstream non sottolineata da NESSUNO, propio non capisco.

      I giochi citati in sede di recensione esistono anche per altri sistemi?E allora?Quindi l'XBOX non ha senso di esistenza poichè la maggior parte dei giochi esistono anche per Play3?Veramente non capisco...

      Poi a un utente piace AROS, a qualcuno piace Windows, ad altri, finito di giocare ad AQUARIA (tanto per citarne uno) piace ritrovarsi nell'ambiente AMIGAOS, non vedo dove sia il problema.

      Si sta divagando cmq con una storia che col PA 2012 non c'entra poi tanto, restiamo in topic x piacere.
    1. L'avatar di Amiga1200
      Amiga1200 -
      Citazione Originariamente Scritto da Amy-Mor Visualizza Messaggio
      mah!Si continua a tirare in ballo la storia che Amiga debba ritornare mainstream non sottolineata da NESSUNO, propio non capisco.
      Eh?
      I giochi citati in sede di recensione esistono anche per altri sistemi?E allora?Quindi l'XBOX non ha senso di esistenza poichè la maggior parte dei giochi esistono anche per Play3?Veramente non capisco...
      Non mi sembra per niente un esempio calzante, la mia critica è rivolta al fatto che la scena amiga ormai vive di soli porting da altre piattaforme per il 99,999999999% dei giochi. Oltretutto i porting si fanno prima su aros o morphos e poi forse arrivano su os4.
      Poi a un utente piace AROS, a qualcuno piace Windows, ad altri, finito di giocare ad AQUARIA (tanto per citarne uno) piace ritrovarsi nell'ambiente AMIGAOS, non vedo dove sia il problema.
      Nessun problema, però se si può avere gratuitamente una tecnologia è pur sempre giusto segnalarlo per dovere di cronaca.
      Si sta divagando cmq con una storia che col PA 2012 non c'entra poi tanto, restiamo in topic x piacere.
      non mi sembra di aver divagato su nulla, e non credo di aver scritto scemenze, sei liberissimo di smentire tutto quello che ho scritto: virgola, punti e parole, ma argomentando con i fatti.
    1. L'avatar di Amy-Mor
      Amy-Mor -
      Guarda che stai scalmanado x nulla e io non devo smentire proprio nessuno, tra l'altro hai asserito da solo che stai scrivendo scemenze.

      Vorrei si parlasse solo di PA 2012, "per altro" si discute altrove

      Peacez!
    1. L'avatar di maxtex74
      maxtex74 -
      Citazione Originariamente Scritto da Amy-Mor Visualizza Messaggio
      Ragazzi quando si parla di "speranza che si ritorni ai fasti di un tempo" non è riferito ai fasti inarrivabili di Amiga come macchina in se, ci si rivolge strettamente alla manifestazione Pianeta Amiga.
      Vi posso assicurare che nessuno, tra chi vive ancora questa forte realtà, sogna di ritrovare le macchine nel supermercato sotto casa, figuriamoci il pensiero di andare a paragonarsi con Mac e Windows.


      Peacez!
      Hai ragione è impossibile che ritornino in commercio macchine di un tempo ,ma io parlavo del software che potrebbe uscire nuovo e rinverdire la passione per Amiga e per la stessa manifestazione Pianeta ,altrimenti è meglio fare un museo fisso da qualche parte ,finanziata da pochi nostalgici al posto di queste manifestazioni morte.

      Io non ci sono mai stato a Pianeta Amiga ,ma alcuni miei amici si e ,secondo loro ,basta andarci un paio di volte poi è finita li, se non ci sono sviluppi e qualche novità ,rimane solo fine a se stessa ed è per questo che negli ultimi anni non si è fatta...poi liberi di pensarla in altro modo ma ci vogliono stimoli e una discussione a tutto tondo sul mondo Amiga e sul retrogaming ,altrimenti tutto rimane appannaggio delle sole sensazione del visitatore della manifestazione.
    1. L'avatar di bostik
      bostik -
      MAURIZIO !!!!!! bravò bravò bravò ! complimenti per l'articolone.