God of War II Playstation 2 | Retrogaming History
Registrati!
  • God of War II

    God of War II

    Sbucato su PlayStation 2 ormai ben sei anni fa, God of War entrò di forza nella schiera dei titoli d’azione più in auge dell’ultimo decennio. Pur non presentando alcuna rivoluzione ludica, anzi direi il contrario, il titolo di mamma Sony fu in grado comunque di fornire contenuti audio-visivi così d’impatto da conquistare immediatamente numerosi appassionati. Ovviamente, anche sul fronte del gameplay, il gioco si dimostrò molto divertente, prendendo saggiamente il meglio dai colleghi Devil May Cry e Prince of Persia. Sta di fatto che il titolo Sony rappresentò un caso simile al primo Sonic della Sega ovvero la dimostrazione che non occorrono necessariamente delle qualità originali per avere tra le mani un ottimo lavoro. Si rese così obbligatorio lo sviluppo di un sequel, optando per la PlayStation 2, nonostante l’avvento delle console di ultima generazione fosse ormai imminente.

    La trama prende le mosse dalle vicende narrate nel precedente capitolo e ripropone il tema della vendetta, elemento che sarà il filo conduttore della sceneggiatura. Per chi non lo sapesse, l’universo di God of War attinge dall’immaginario dell’affascinante mitologia greca, rivisitandola in chiave dark-splatter. Il protagonista è Kratos, un guerriero spartano che ha assunto le vesti di nuovo dio della guerra, sostituendo il predecessore Ares, dopo averlo eliminato per volontà delle altre divinità. Come nuovo God of War, il nostro antieroe continua tuttavia a mantenere la sua “spartanità”, aiutando il proprio bellicoso popolo a conquistare una dopo l’altra le città della Grecia. Le altre divinità iniziano quindi a spazientirsi e, al fine di ottenere la pace tra le polis rimaste, organizzano una congiura ai danni di Kratos, complotto che termina con la morte di quest’ultimo per mano di Zeus in persona. Dopo aver esalato l’ultimo respiro, il guerriero spartano discende nell'Ade, dove però viene salvato inaspettatamente dal titano Gaia che gli consiglia di raggiungere le tre Parche, ovvero le tre sorelle che controllano il destino, così da poter tornare al momento precedente alla propria dipartita, sconfiggere Zeus e cambiare quindi il corso degli eventi.



    Come anticipato, il gameplay di God of War II ripresenta di pari passo le stesse meccaniche del primo capitolo, dinamiche riassumibili in un mix tra i combattimenti del Devil May Cry di Capcom e gli enigmi del Prince of Persia di Ubisoft. Le armi principali saranno ancora le lame del Kaos, caratterizzate dalla loro doppia natura che ci permetterà di servircene sia come spade sia come fruste, così da concatenare sanguinolente e spettacolari combo. Non mancano ovviamente “mezzi di offesa” alternativi alle lame così come non si lesina certo in magie. Armi e incantesimi, poi, saranno gradualmente potenziabili per mezzo dell’energia rossa, accumulata in seguito all’uccisione dei nemici che affronteremo lungo il corso del gioco.



    Inalterate sono anche le fasi puzzle, accostabili pienamente al classicismo di Tomb Raider (salta, sposta, sblocca, ecc.), se non fosse per una piccola aggiunta, ovviamente ben accetta, consistente nell’introduzione delle ali di Icaro, le quali ci permetteranno di affrontare in volo determinate sezioni. Stessa sorte è stata riservata a determinati combattimenti, dove saremo in sella al mitico cavallo alato Pegaso, in una sorta di remake alla leggera del Panzer Dragoon della Sega, gioco nel quale potevamo librarci nell’aere con il nostro drago senza deciderne attivamente la direzione. Ritroviamo infine il solito bestiario mitologico da affrontare (minotauri, gorgoni, non morti, ecc), i boss aumentati di numero, e i cosiddetti Quick Time Event, in altre parole dei veri e proprio minigiochi “mordi e fuggi” in cui, premendo con tempismo il tasto o la combinazione apparsi sullo schermo, assisteremo a scenette nelle quali uccideremo i nostri avversari in maniera particolarmente spietata e cruenta. Al di là di questo, della comprovata ottima risposta dei comandi e delle modalità di contorno all’avventura principale, non ci sono effettive novità. Il divertimento è sicuramente garantito, trattandosi di un gioco scorrevole e appagante, ma oggettivamente si avverte, per coloro che hanno terminato il primo capitolo, un senso di déjà vu fin troppo consistente. Senza contare che, per quanto mi riguarda, ho trovato la scelta dei nemici molto meno azzeccata rispetto a God of War. Nel seguito, infatti, sono state tirate in ballo con troppa leggerezza delle icone molto importanti della mitologia greca che avrebbero potuto essere valorizzate maggiormente sotto il profilo narrativo e ludico. Parlo di eroi come Teseo e Perseo, ma anche di una creatura come Cerbero, apparsi rapidamente in scena ed eliminati con altrettanta velocità.



    Graficamente, gli sviluppatori hanno spremuto il monolite nero al massimo, rendendo God of War II uno dei canti del cigno “visivi” della console Sony. I rallentamenti sono rarissimi ed in più, nonostante la presenza di autentiche gigantografie scenografiche, non si registra alcun tipo di caricamento. I personaggi sono d’altro canto curatissimi, sia nei dettagli sia nelle animazioni, tanto che non sfigurerebbero per niente sulle piattaforme di ultima generazione (infatti GOW II supporta pure l’alta definizione). Bellissimi anche gli effetti di luce, tra i quali posso citare, come esempio di raffinatezza, la chicca dei raggi di sole al cui interno è percepibile il pulviscolo presente nell’aria.
    Il comparto sonoro, infine, non è da meno, presentando musiche epiche e calzanti al punto giusto ed un doppiaggio italiano tutto sommato piacevole, nonostante si ripresenti il diffusissimo difetto che si viene a creare quando il volume dell’audio campionato non è ben mixato col parlato, finendo così per sovrastarlo.


    COMMENTO FINALE


    "God of War II è un sequel sicuramente divertente, ben confezionato, oltre che visivamente molto appagante. Farà insomma la gioia di coloro che si sono appassionati alle vicende di Kratos a partire dal primo episodio della serie. A conti fatti, tuttavia, l’impressione di avere tra le mani una versione graficamente aggiornata del prequel è parecchio vivida. E’ altrettanto vero che, almeno sul fronte originalità, non c’è molto da aspettarsi da titoli d’azione di tal genere, ma un po’ di impegno in più nel rinnovare la profondità di un brand ormai così noto sarebbe stato comunque gradito."





    Commenti 13 Commenti
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      BellA recensione per un titolo che mi piace da morire io adoro i primi 2 episodi per ps2 di kratos ma questo capitolo 2 mi fa impazzire
    1. L'avatar di For_Great_Justice
      For_Great_Justice -
      E' stato il mio ultimo titolo nuovo comprato in negozio per PS2, versione platinum
      Fantastico
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Ottimo articolo per un titolo davvero notevole che dimostra chiaramente come anche nei videogiochi l'originalità non sia realmente indispensabile per l'eccellenza. Unico punto della recensione che mi lascia un filino perplesso è il paragone tra GoW II e Sonic, visto che, tutto sommato, la prima avventura del porcospino blu non mancava certo di originalità, anzi... Secondo me sarebbe teoricamente più calzante un ipotetico raffronto tra God of War II e Sonic 2, entrambi all'insegna del binomio "poca originalità & alta qualità".
    1. L'avatar di Amy-Mor
      Amy-Mor -
      Uno tra gli ultimi giochi sviscerati prima di essere catturato in pieno dal mondo del retrogaming, Kratos è il top!La serie GOW, secondo me, è una delle più belle mai create seppur non possa giudicare come siano evolute le cose con i capitoli successivi a quello ivi recensito. Non possiedo console nexgen, quindi, non sono a conoscenza se la qualità sia stata mantenuta o no.

      Cmq, non so perché, preferisco il primo capitolo a questo, sarà per la sindrome da sequel che si trascina dietro, ma se penso a GOW in mente sovvengono le scene, appunto, del primo capitolo ma non di questo sequel.

      Da giocare cmq ad ogni costo e bella recensione, diretta ed esaustiva.

      Peacez!
    1. L'avatar di Mariolinho
      Mariolinho -
      @Amy-Mor: giuro, t'inviterei seduta stante a casa mia a giocare i God of War che ti mancano!
      Quoto tutto quello che hai scritto, e anch'io, come te, preferisco il primo a questo e a tutti gli altri mostruosi episodi con protagonista il Fantasma di Sparta, sebbene li ami tutti come figli.

      Bella recensione, per un gioco tecnicamente pazzesco (ancora oggi, quando lo vedo, dico: "Ma davvero girava su una PS2?"), un kolossal ludico di proporzioni "titaniche" (tanto per rimanere in tema). Resterà negli annali lo scontro contro il ... sì, lui, l'action figure di Rodi!

      P.S. Concordo anche con Alex per quanto riguarda il paragone con Sonic
    1. L'avatar di Big_Paul86
      Big_Paul86 -
      Citazione Originariamente Scritto da AlextheLioNet Visualizza Messaggio
      Unico punto della recensione che mi lascia un filino perplesso è il paragone tra GoW II e Sonic, visto che, tutto sommato, la prima avventura del porcospino blu non mancava certo di originalità, anzi... Secondo me sarebbe teoricamente più calzante un ipotetico raffronto tra God of War II e Sonic 2, entrambi all'insegna del binomio "poca originalità & alta qualità".
      Per me Sonic non è un gioco originale.
      E' un platform che reinterpreta tutto ciò che già c'è in Super Mario Bros. Al di là del fresco character design, l'originalità piuttosto risiede nell'aver principalmente accellerato il titolo Nintendo diventando meritatamente un lavoro dall'anima e divertimento tutti personali.
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da Big_Paul86 Visualizza Messaggio
      Per me Sonic non è un gioco originale.
      E' un platform che reinterpreta tutto ciò che già c'è in Super Mario Bros. Al di là del fresco character design, l'originalità piuttosto risiede nell'aver principalmente accellerato il titolo Nintendo diventando meritatamente un lavoro dall'anima e divertimento tutti personali.
      Ci sono senz'altro dei punti in comune, ma, a mio avviso, le reinterpretazioni e le innovazioni introdotte da Sonic sono abbastanza sostanziose da renderlo di fatto un titolo originale. Non è certo un caso che il titolo d'esordio del porcospino blu abbia praticamente inaugurato un nuovo format nel genere platform. La prova dell'originalità di Sonic è nella sostanziale assenza di titoli simili prima della seconda metà del '91 e del proliferare di platform con caratteristiche più o meno affini in seguito al grande successo del titolo Mega Drive.
    1. L'avatar di JoustSonic82
      JoustSonic82 -
      Gioco molto divertente e tecnicamente incredibile (soprattutto se giocato nella versione rimasterizzata in alta definizione su PS3, come ho fatto io) e comunque inferiore al terzo capitolo su PS3, dove le caratteristiche vincenti della serie vengono portate a ulteriore raffinamento, fino ad arrivare al parossismo: alcune boss battle del 3 sono pazzesche, davvero.
      Eppure, eppure, questa serie mi ha appassionato solo fino a un certo punto, perchè (parere mio) ho trovato la narrazione un pò superficiale e semplicistica, soprattutto considerando il materiale di base (la mitologia greca che a livello letterario rappresenta l'eccellenza). Una profondità maggiore dei personaggi e della storia mi avrebbe fatto apprezzare il gioco molto di più. Comunque mi rendo conto che questo è un aspetto che la maggior parte dei videogiocatori non nota, e sapendo ciò gli sviluppatori avranno pensato bene di non spendere eccessive risorse e tempo su di esso.
    1. L'avatar di Big_Paul86
      Big_Paul86 -
      Citazione Originariamente Scritto da AlextheLioNet Visualizza Messaggio
      La prova dell'originalità di Sonic è nella sostanziale assenza di titoli simili prima della seconda metà del '91 e del proliferare di platform con caratteristiche più o meno affini in seguito al grande successo del titolo Mega Drive.
      Secondo me stiamo dicendo la stessa cosa solo che per te Sonic è rivoluzionario, per me no. Così come non è stato rivoluzionario Donkey Kong Country (figlio di Sonic).
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da Big_Paul86 Visualizza Messaggio
      Secondo me stiamo dicendo la stessa cosa solo che per te Sonic è rivoluzionario, per me no. Così come non è stato rivoluzionario Donkey Kong Country (figlio di Sonic).
      Anche secondo me... precisando però che non ho mai utilizzato l'aggettivo "rivoluzionario". Per Sonic mi sono limitato ad "originale", visto che definirlo "rivoluzionario" sarebbe a mio avviso fin troppo impegnativo.
    1. L'avatar di Cthulhu
      Cthulhu -
      Beh Paul, che il primo Sonic fosse un platform non ci sono dubbi, che cambi però gran parte del gameplay rispetto a Super Mario Bros. a tal punto da distaccarsi quasi completamente è comunque un'altro dato di fatto; GoW è un'altra storia, visto che vi erano già giochi con lo stesso concetto di gameplay e con praticamente le stesse ambientazioni ed atmosfera generale: Rygar the Legendary Adventure.
    1. L'avatar di Big_Paul86
      Big_Paul86 -
      Citazione Originariamente Scritto da Cthulhu Visualizza Messaggio
      che cambi però gran parte del gameplay rispetto a Super Mario Bros
      Ci son gli stessi power up, c'è l'oro da prendere. C'è la bandiera/anello finale da prendere. Ci sono le piattaforme da distruggere. Si va sott'acqua. I livelli si esplorano anche in verticale.
      Ripeto: la differenza sta nella velocità. Quella è la vera differenza. Mica è poco.
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da Big_Paul86 Visualizza Messaggio
      Ci son gli stessi power up, c'è l'oro da prendere. C'è la bandiera/anello finale da prendere. Ci sono le piattaforme da distruggere. Si va sott'acqua. I livelli si esplorano anche in verticale.
      Ripeto: la differenza sta nella velocità. Quella è la vera differenza. Mica è poco.
      Secondo me la differenza non è solo nella velocità, visto che gli anelli in Sonic servono anche come scudo (finchè c'è anelli c'è speranza) e le bandiere fungono anche da "checkpoint intermedi" (elemento in ogni caso non originale, visto che si ritrova già in Pitfall II). Rispetto a Mario si ricicla sì alcuni elementi da te elencati e il sistema standard di eliminare i nemici, ma quest'ultimo non è l'unico modo, visto che Sonic può fare la stessa cosa "appallottolandosi" in velocità. In generale, tra Mario e Sonic ci sono più differenze che non elementi in comune... o almeno io la vedo così... poi, certo, non arriverei davvero a definire Sonic rivoluzionario, ma non vedrei nemmeno particolari "problemi" nel concedergli la patente di titolo originale.