The Trap Door - Sinclair ZX Spectrum | Retrogaming History
Registrati!
  • The Trap Door

    The Trap Door

    Questo simpatico videogioco della Piranha, non è altro che l'adattamento videoludico di una famosa serie animata andata in onda nella prima metà degli anni '80, The Trap Door appunto. In Italia fu trasmessa da poche emittenti private e rimase pressoché sconosciuta alla maggior parte della platea televisiva, nel Regno Unito, invece, ottenne un buon successo e venne alquanto apprezzata, tanto da meritare la produzione di una seconda stagione. La peculiarità di questo show televisivo, al di là dell’intrigante atmosfera e delle divertenti situazioni legate al dispiegarsi della trama, consisteva nell’utilizzare la Claymation, una particolare tecnica d’animazione attraverso cui i personaggi alla base di ogni scena venivano riprodotti mediante l’impiego di sostanze malleabili come la ben nota plastilina. Ogni elemento, pertanto, veniva modellato e differenziato giusto quel tanto che bastava a renderne l’illusione dell’animazione, fotogramma per fotogramma.

    Questa trasposizione videoludica, pertanto, riprende le medesime tematiche ed i personaggi della trasmissione televisiva. Nel gioco impersoniamo il protagonista di questa simpatica serie animata: Berk, una bizzarra creatura al servizio di una misteriosa entità nota semplicemente come "La Cosa che vive al disopra delle scale". Il padrone, così come lo stesso Berk, dimora in uno sperduto castello ed ha la curiosa abitudine di non scendere mai ai piani inferiori. Per soddisfare le sue necessità, spesso dei veri e propri capricci, dipende ciecamente dai servigi del buon Berk. Il protagonista, d'altro canto, non lavora certamente per la vana gloria, poiché è in attesa di entrare in possesso di una cospicua ricompensa, a patto però che prima riesca a soddisfare correttamente le cinque richieste formulate dal suo capriccioso padrone.



    The Trap Door consiste, sostanzialmente, nel capire come risolvere svariati enigmi, a seguito di ogni richiesta della Cosa, in pratica abbiamo il compito di preparare delle curiose “prelibatezze” gastronomiche. Per poter risolvere ciascun rompicapo culinario, dobbiamo procurarci il rispettivo ingrediente principale che sarà, poi, cucinato, o quanto meno preparato, con tutta una serie di oggetti come pentole, utensili, attrezzi e recipienti di vario tipo. Per perseguire i nostri scopi, almeno la maggior parte delle volte, saremo costretti ad aprire la misteriosa botola che congiunge il nostro mondo ad una strana dimensione parallela, la Trap Door appunto. Da questa sorta di cantina multi-dimensionale, di volta in volta, spunteranno fuori dei mostriciattoli sempre più bizzarri, che non mancheranno, fra l’altro, di seminare il caos per tutto il castello. A noi spetterà attendere l’approssimarsi della creatura più adatta ai nostri scopi, sbarrando invece la summenzionata botola a tutti gli ospiti non graditi.



    Alcuni di essi saranno la portata vera e propria, altri, invece, diverranno indispensabili per ottenere l'ingrediente mancante o comunque risulteranno necessari per adempiere ad un particolare passaggio, almeno una volta fatti interagire con uno specifico oggetto in nostro possesso o comunque predisposto a tale scopo. Altre portate, al contrario, richiederanno la crescita o la raccolta dei rispettivi ingredienti. Completata una pietanza, nonché cucinata qualora necessario, quest’ultima dovrà essere recapitata al piano di sopra mediante un apposito elevatore e, in men che non si dica, otterremo il responso della Cosa del piano di sopra. Ciascun piatto dovrà essere preparato entro un certo tempo limite, rappresentato nel gioco dalla barra che raffigura lo stato d’alterazione, o comunque d’impazienza, del nostro irascibile padrone. Meno tempo impiegheremo per completare una particolare portata, più punti riceveremo come bonus.



    In caso di difficoltà, potremo sempre chiedere un consiglio all’amico Boni, un simpatico teschio chiacchierone che avrà sempre qualcosa da dire sull’attuale richiesta del Padrone, così come, d’altro canto, in più di un'occasione, saremo anche costretti a contenere l’irriverenza di Drutt, un tediosissimo ragnetto saltellante che non mancherà di metterci i bastoni fra le ruote. The Trap Door offre due modalità di gioco, un modo allenamento, giusto per fare un po’ di pratica, ed il Super Berk: il gioco completo. Le ambientazioni entro cui ci spostiamo sono strutturate tridimensionalmente, in altre parole, nei panni del buon Berk, siamo liberi di muoverci in profondità, così come anche di raggiungere delle zone soprelevate, sebbene talvolta si fatichi un po’ ad allinearsi correttamente con alcuni elementi dello scenario, siano essi oggetti o personaggi. Il sistema di controllo vede l’impiego della tastiera o del joystick Kempston, qualora si decida di utilizzare quest’ultimo, sarà comunque necessario l’impiego di qualche tasto per effettuare alcune azioni, come ad esempio il rovesciamento del contenuto dei recipienti.



    Tecnicamente, The Trap Door non se la cava troppo male, il comparto grafico è sicuramente d’atmosfera ed offre un livello di dettaglio soddisfacente. Gran parte del fascino della grafica, oltre che dallo stile squisitamente rotondo, simpatico per intenderci, deriva, principalmente, dagli accattivanti personaggi che popolano lo scenario di gioco. Questi, non solo ci vengono proposti con delle dimensioni ragguardevoli, ma risultano essere davvero molto simili ai corrispettivi della serie animata originale. Le animazioni che ne impreziosiscono le movenze, inoltre, sono alquanto curate, se non addirittura sorprendenti considerando le generose proporzioni e la complessità generale dei sopraccitati personaggi. Il sonoro, come sempre, è limitato all’osso quando si tratta di produzioni destinate allo Spectrum liscio, comunque sia, contempla un paio di simpatiche musichette e giusto una manciata di “rumori” a corredo delle azioni, nulla per cui strapparsi i capelli.


    The Trap Door - Sinclair ZX Spectrum Gameplay



    COMMENTO FINALE


    "Parte della sfida, al di là dello scoprire come ottenere gli ingredienti e le rispettive modalità di preparazione, consiste nel cimentarsi anche contro il tempo. I limiti impostici dalla Cosa, infatti, saranno talmente stringenti da spingerci addirittura a portarci avanti con le portate non ancora richieste, almeno per quanto riguarda le più complesse, il gioco offre una certa libertà in questo senso. L’azione ci vedrà correre da una parte all’altra del castello nel tentativo di portare rapidamente a termine i passaggi relativi alla loro preparazione, alcuni di questi necessiteranno, inoltre, della tempestiva interazione fra uno specifico oggetto e il corrispondente personaggio. Naturalmente, meno faremo spazientire la Cosa e maggiore sarà il punteggio assegnatoci. Una volta portate a termine tutte le richieste e compreso come far nostra la generosa ricompensa finale, difficilmente lo riprenderemo in mano, se non per giocherellare con la sua intrigantissima botola. Per il resto, The Trap Door è un titolo senza alcun dubbio godibile che non mancherà di accattivare tutti quei videogiocatori alla ricerca di gameplay innovativi ed originali."





    Commenti 14 Commenti
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Simpatico! Non l'avevo mai visto... se non in screenshot, come esempio di titolo in "HiRes mode" per C64 :

      http://www.studiostyle.sk/dmagic/gallery/gfxmodes.htm
    1. L'avatar di maxtex74
      maxtex74 -
      Carino , simpatico e con un atmosfera di una volta e secondo me divertentissimo...

      Mi pare che c'è un versione per C64 che assomiglia molto a quella per Spectrum ,per questo non lo mai presa in considerazione ,ma non sapevo che era in HiRes...da rivalutare.
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      Mai visto ne sentito questo gioco c'è sempre qualcosa da scoprire
    1. L'avatar di biometallo
      biometallo -
      Citazione Originariamente Scritto da maxtex74 Visualizza Messaggio
      Mi pare che c'è un versione per C64 che assomiglia molto a quella per Spectrum
      Confermo, anzi ho conosciuto il gioco proprio nell'edizione C64 credo all'interno di una qualche compilatoin da edicola... ricordo che però non ci avevo capito un tubo e dopo aver provato a fare un po' di cose a caso l'avevo lasciato definitivamente perdere... tra l'altro solo qualche anno dopo scoprii la serie da cui era tratto e di come non avevo capito molto dell'ambientazione, come per esempio il fatto che il teschio fosse amico del protagonista...
    1. L'avatar di Amy-Mor
      Amy-Mor -
      Le recensioni di Bert sono divenute x me fonte di scoperta di videogiochi di cui ignoravo l'esistenza
      Di questo brand ho pallidi ricordi dello show televisivo appunto fatto col pongo, ma è veramente un ricordo sbiadito...ihihihih!!!
    1. L'avatar di Invasato
      Invasato -
      Credo sia tratto da un cartone animato in tecnica stop-motion fatto con la plastilina
    1. L'avatar di Bert
      Bert -
      The Trap Door - Episode 1 - Series 1:

      Altro che Pingu!

    1. L'avatar di Boyakki
      Boyakki -
      Pensavo di essere uno dei pochi ad aver visto questa serie, doppiata in italiano sul circuito Junior TV. Mi ci ero appassionato tanto che, anni dopo, decisi di scaricare tutti e 40 gli episodi delle due serie (in inglese però) per rivedermeli!
      Non immaginavo che ne avrebbero potuto trarre un gioco ma sono contento di vedere che sia riuscito a riproporre abbastanza fedelmente le idee di base e l'atmosfera surreale.
    1. L'avatar di Zigozag
      Zigozag -
      Ciao a tutti! Dopo anni che leggevo gli articoli da "ospite" ora mi sono finalmente registrato.
      Che dire: uno dei giochi preferiti del commodore64 questo Trap Door. Vedo che tanta gente non lo conosceva, invece io lo adoravo così come adoravo la serie tv da cui è preso spunto. Una perla con un motivetto del menù iniziale da urlo.
      Quello che non conoscevo invece(solo per sentito dire) era l'esistenza di una ottima versione per Sinclair! e non ha nulla da invidiare a nessuno!!! Ottima proprio.
    1. L'avatar di karka
      karka -
      Questo è uno di quei titoli che ho solo intravisto e di cui conoscevo veramente poco. Lo show televisivo non l'ho mai visto e non sapevo neanche esistesse. Grazie ad Alberto per avermi illuminato.
    1. L'avatar di RetroGino
      RetroGino -
      http://www.mobygames.com/game/c64/th...ShotId,276796/

      Lo avevo su cassetta per il mio C64 "Press Play On Tape!" ma non ci ho mai capito un granchè :P

      Invece ricordo un altro Hires che mi piacque molto, Popeye: http://www.lemon64.com/games/details.php?ID=1972

    1. L'avatar di AKIRAFUDO
      AKIRAFUDO -
      mi aggrego a retrogino, io lo ho tutt'ora su cassetta per commodore 64 e sicuramente adesso che conosco meglio l'inglese e ne ho letto lo scopo riproverò a giocarci perchè quando ero piccolo
      ricordo che nonostante tantissimi tentativi riuscivo a fare poco o niente così come per Jack the Nipper, altro gioco degno di nota
    1. L'avatar di raigel75
      raigel75 -
      Grandissimo gioco per C64! Grafica eccezionale! Ironia e divertimento al massimo, chi non ci ha mai giocato deve colmare questa mancanza!
    1. L'avatar di Caporale Jonlan
      Caporale Jonlan -
      Io invece Trap Door me lo ricordo benissimo

      Ci giocavo col mio Spectrum ai tempi del primo superiore... autunno 1986... lo trovai su una di quelle infami cassette SIPE per cui non avevo la benché minima idea di cosa fare esattamente, ma era uno spasso comunque! Ne uscì un seguito nel dicembre 1987, sempre opera di Don Priestley, in cui si poteva controllare anche Drutt.

      @Retro Gino: TD assomiglia a Popeye perché è dello stesso autore, Don Priestley appunto.