Harmful Park - Playstation | Retrogaming History
Registrati!
  • Harmful Park

    Harmful Park

    Harmful Park è un simpatico sparatutto a scorrimento orizzontale sviluppato per la prima Playstation. Questo titolo della Sky Think System rientra prepotentemente nel filone videoludico inaugurato dal celebre Parodius, un vero e proprio sotto genere che annovera tra le proprie fila tutti quegli shoot’em up contraddistinti da uno stile grafico carino, tendenzialmente demenziali, che fanno del citazionismo, della parodia e dell'umorismo il proprio cavallo di battaglia.

    La vicenda è ambientata nel 2017, in un Luna Park fantascientifico infestato dagli scagnozzi robotici di un improbabile scienziato pazzo. Tutte le attrazioni del parco, sono state tramutate in temibili mostriciattoli cibernetici che impediscono l'accesso a chiunque. Dopo un breve consulto, i tecnici responsabili del luna park decidono di riporre le proprie ultime speranze nelle due figlie di una collega. In men che non si dica, vengono adeguatamente equipaggiate con degli avveniristici scooter volanti e buttate nella mischia. Nei panni di una di loro, pertanto, il nostro compito, come da tradizione, consiste nell'attraversare indenni i sei livelli che costituiscono il gioco, facendo fuoco ovviamente su tutto ciò che ci si para davanti.



    Nel corso dell'azione abbiamo a disposizione quattro armi liberamente selezionabili, in particolare: il Potato Vulcan (la mitragliatrice a patate), l’Ice-cream Laser (il ghiacciolo laser), il Pie Spread (la torta appiccicosa) e il Jelly Boomerang (il Bumerang gommoso). Ciascun’arma, naturalmente, può essere potenziata raccogliendo un opportuno power-up, almeno fino ad un massimo di quattro volte. I tempi di reazione ed il tipo di sparo dell’arma selezionata, inoltre, influenzano la nostra capacità di accumulare punti. Il punteggio, infatti, aumenterà tenendo conto di un moltiplicatore che via via verrà incrementato ogni qual volta si eliminerà un nemico di una certa ondata.



    Un secondo moltiplicatore, invece, regola la raccolta dei bonus disseminati per lo scenario, come ad esempio i diamanti verdi lasciati cadere dai mostriciattoli colpiti. A mano a mano che collezioneremo queste pietre preziose, il punteggio ottenuto da ciascun pezzo aumenterà progressivamente di cinquecento fino ad un massimo di cinquemila punti, per poi minimizzarsi nuovamente nel caso ne mancassimo uno. Naturalmente, possiamo ricorrere anche ad un’immancabile arma speciale, le cui fattezze, gittata ed effetto sui nemici, dipendono dall’armamento selezionato.



    Ogni livello non lesina, poi, di particolari aree segrete che custodiscono preziosi tesori, la cui posizione in genere viene indicata approssimativamente da un'apposita segnalazione. I nemici con cui dobbiamo vedercela si adattano perfettamente all'ambientazione di ciascuno stage e, più in generale, al tema del luna park, giusto per la cronaca: pupazzi, giostre, dolciumi, mezzi militari, giocattoli, palloncini, aeromobili, carri armati, gadget vari e quant'altro. Alla fine di ogni livello, non mancherà il tradizionale duello contro un agguerritissimo boss, quest'ultimo, come da copione, dovrà essere eliminato adottando una particolare tattica per colpirne il rispettivo punto debole.



    Oltre alla modalità principale, vi sono inoltre tre simpatici mini giochi, in particolare: Punch Ball, Sky Circuit e Tank Battle. Rispettivamente: una variante del vetusto Pong nella quale per ottenere un punto bisogna distruggere dei bersagli, una gara a scorrimento orizzontale in cui per accelerare occorre sfruttare saggiamente degli appositi boost, ed infine un clone multi giocatore di Armor Attack dove ci si scontra tra carrarmati a colpi di mine e laser rimbalzanti.



    Graficamente Harmful Park si difende benissimo, lo stile adottato è per così dire “rotondo”, cioè nitido e simpatico, tutti i particolari dei livelli sono ben resi ed ottimamente colorati. Lo scrolling vanta diversi strati di parallasse e, lungo il corso della partita, assistiamo spesso e volentieri anche ad alcuni effetti di messa in scala e rotazione. Gli oggetti in giro per lo schermo sono numerosi e, in generale, spaziano da dimensioni francamente microscopiche ad altre piuttosto ragguardevoli, almeno per quanto riguarda i nemici più impegnativi ed i boss di fine livello. Il comparto audio è sicuramente di ottima qualità, le musiche che ci accompagnano durante l’azione sono più che orecchiabili, se non evocative, quando non semplicemente d'atmosfera, così come d’altro canto gli effetti sonori.





    Harmful Park - Video Gameplay



    COMMENTO FINALE


    "L'unico difetto riscontrabile in Harmful Park, riguarda probabilmente il suo non eccessivo livello di difficoltà, benché questo non significhi che non sia in grado di mettere sottopressione il giocatore in più di una situazione. Comunque sia, vista l'estrema difficoltà di alcune produzioni più recenti, se non analoghe, non mi sentirei di sminuirlo per questo. Alla fine, si tratta pur sempre di un titolo grazioso, curato e godibile, pertanto non posso far altro che consigliarlo a tutti gli appassionati di sparatutto, soprattutto a coloro che non disdegnano le produzioni allegre e scanzonate, alla Parodius appunto."





    Commenti 5 Commenti
    1. L'avatar di RetroGino
      RetroGino -
      Ma che Amorevole figata!!

      Lo screenshot del trenino-mucca poi è proprio mieloso!

      ps: lo screenshot del faccione blu con i ditoni è eccezionale lol! (in Giappone, almeno inizialmente, poteva assumere significato di potenza).

      Buon naka yubi a tutti! lol!
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Molto carino! Mi da un po' l'idea di una sorta di Keio Flying Squadron per PSX... anche se, a differenza di quest'ultimo, Harmful Park dovrebbe essere uscito sul solo mercato giapponese e, se non vado errato, anche in numero relativamente limitato di copie... indi per cui i collezionisti che intendessero procurarselo dovrebbero probabilmente spendere una cifra non così trascurabile
    1. L'avatar di retrogamingfan
      retrogamingfan -
      Molto bello stilisticamente, devo dire che non lo conoscevo proprio
      Solo che ad occhio mi sembra molto lento e semplice ma potrei sbagliare
    1. L'avatar di emachan
      emachan -
      Un adorabile shooter che ho scoperto, merito o colpa che sia, grazie all'emulazione qualche anno fa.
      Dovrei riprovarlo a difficoltà maggiore perché lo finii alla prima partita e senza ulteriori stimoli, accantonato velocemente...
    1. L'avatar di maxtex74
      maxtex74 -
      Toh cosa hai tirato fuori caro Bert ,un shoot'em up bellino che giocai sulla mia PSX anni fa , divertente e giocabilissimo con un ottima grafica in vero 2D,ma un pò facilino, per questo ne avevo dimenticato l'esistenza.
      Scoperto anni fa quando scaricavo di brutto ISO dal ciuco ,perchè i pezzi meglio per PSX sono usciti solo in giappone?