Goal! Goal! Goal! - Arcade - Neo Geo | Retrogaming History
Registrati!
  • Goal! Goal! Goal!

    Goal! Goal! Goal!

    Goal! Goal! Goal! (da ora per comodità Goal!x3) è il gioco di calcio arcade che non ti aspetti. Non tanto per chissà quali aspetti tecnici o trovate particolari, ma per le sue, pur (molto) minime, doti simulative . Il calcio arcade secondo la giapponese Visco è quasi ragionato, leggero, ma al tempo stesso frenetico e divertente, dove si può respirare il senso di aleatorietà in ogni tiro, proprio come in una partita di pallone. La cosa che colpisce è che, a differenza di molti dei suoi “colleghi” dove per effettuare una marcatura c’è sempre bisogno del classico “trucchetto” da ripetere infinite volte alla stregua di un puzzle game, Goal!x3 mette in campo una grande varietà di situazioni di gioco per arrivare alla rete. Non che non ci sia qualche tecnica che aiuti a segnare, però è soddisfacente provare un tiro subito dopo il centrocampo e sorprendentemente andare in goal oppure dopo un cross al centro effettuare una spettacolare rovesciata. I tiri sono rappresentati da una barra che si riempie a seconda della potenza che si desidera, ed è anche possibile imprimere un bell'effetto al pallone per dare più imprevedibilità. In più, i giocatori possono effettuare rovesciate, colpi di testa sia in piedi che di tuffo, girate al volo, eseguire il mitico “colpo di tacco alla Ardiles”, senza dimenticare anche le azioni difensive come il classico tackle in scivolata o una poderosa spallata. Altro punto a favore di Goal!x3 è il sistema di passaggi automatico che individua il giocatore più vicino e che funziona molto meglio di quello per esempio presente in Super Sidekicks, essendo molto più fluido. Esso dona all’impianto di gioco un aspetto molto veloce e snello, incentivando anche il gioco di squadra nonché rendendo Goal!x3 molto immediato per il giocatore che si avvicina per la prima volta al titolo. Non si farà fatica, già alle prime partite, ad effettuare fitte reti di passaggi e cambi di gioco anche perché è molto difficile lanciarsi in azione solitaria con un calciatore. Quello che invece non capisco è l’inclusione di un terzo tasto, una sorta di passaggio corto non automatico che non serve praticamente a nulla nell’economia di gioco, non lo si userà mai, e quella volta che malauguratamente lo si dovesse usare l’unico effetto che produrrà sarà una sonora bestemmia. Altro plus inutile sono le sei tattiche da scegliere ad inizio partita in quanto qualsiasi formazione si selezioni non avrà nessun effetto sulla giocabilità. Divertente e singolare per i giochi di calcio arcade di quel tempo è la presenza del replay dopo ogni goal del giocatore.


    Goal!x3 si assesta su livelli di difficoltà più che accettabili dato che non segue il classico schema “più avanti si va, più la squadra è forte” tipico di questi giochi di calcio, ma ognuna delle 28 nazionali ha i suoi punti di forza e debolezze divisi per Kick, Defence e Speed (Tiro, Difesa e Velocità). Purtroppo non è tutto oro ciò che luccica, infatti una giocabilità quasi eccellente perde colpi sotto l’incredibile incapacità del portiere di fare una cavolo di parata. O meglio, il portiere avversario sarà duro al modo giusto mentre il nostro alternerà una gran parata ogni dieci papere come solo Dida dei tempi d’oro faceva. Per il più delle volte il nostro portiere non farà altro che respingere continuamente il tiro sui piedi di una sempre pressante CPU. Molto probabilmente ciò è dovuto al fatto che stiamo parlando sempre di un “mangia gettoni” e quindi il giocatore è sempre svantaggiato in qualche modo, affinché possa spendere più monetine possibili. Anche decretare il “game over” in caso di pareggio, dopo i soli due minuti di cui è composta la partita, sottolinea l’inclinazione del titolo Visco a “spremere” il giocatore il più possibile. Infatti saremo costretti ad usare un nuovo credito per scegliere di ripetere il match o di effettuare i più facili rigori. Comunque, questi sono difetti, o forse è meglio dire peculiarità, comuni a quasi tutti i soccer arcade dell’epoca e non solo, e saranno tollerabili appena si entrerà nello spirito del gioco. Essendo un coin op, le regole del calcio sono un po’ state semplificate e vi accorgerete presto che manca il fuorigioco e che l’arbitro non fischia con frequenza, lasciando correre anche falli abbastanza duri.


    Passando all’aspetto prettamente tecnico, si può notare un comparto grafico in generale apprezzabile. I giocatori purtroppo si somigliano tutti, con le sole differenze di colore della pelle, e le loro animazioni, seppur non in quantità industriale, risultano piacevoli ma senza impressionare più di tanto. Nota positiva è il campo di gioco molto ampio e una generale fluidità dell’azione, escludendo però il movimento del pallone che certe volte appare un po’ rigido. Anche gli effetti sonori, con il tifo sempre alto e i classici rumori da campo da calcio, sono riprodotti senza particolare impegno. Insomma, tutto all’insegna del “discreto”. Ed è un vero peccato perché Goal!x3 non risulta essere al passo con i suoi tempi, sembrando più un gioco di fine anni Ottanta. Nel 1995 giravano titoli come Super SideKicks 3 della SNK che faceva della spettacolarità grafica il suo punto di forza. Anche Konami, con il suo Perfect Eleven (da noi International SuperStar Soccer) sul più modesto Super Nes, era riuscita a realizzare una grafica all’avanguardia addirittura implementando le fattezze dei giocatori più famosi.




    "Goal!x3 è un gioco con un impianto tecnico non proprio al passo con i (suoi) tempi ma caratterizzato da un’ottima giocabilità. Un calcio arcade con sprazzi simulativi, non tanto per la componente tattica, ridotta a sei inutili formazioni da scegliere ad inizio partita, ma per la grande varietà di azioni di gioco che offre al giocatore: fitte reti di passaggi, colpi di testa, tiri da lontano, azioni solitarie, spettacolari rovesciate precedute da un bel cross e delle volte si segna nei modi più sorprendenti. A modesto parere di chi vi scrive, uno dei migliori esponenti di soccer da sala."

    Sandro "Sunstoppable" Prete




    Altre immagini:



    Commenti 2 Commenti
    1. L'avatar di igorstellar
      igorstellar -
      giochetto , per me onesto .
      MI sono divertito molto in sala giochi quando è uscito pur non essendo un patito del calcio ...
      quindi che dire ?
      GOALL GOOALLL GOAALLLLL
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      ..mi piaceva un sacco, era molto divertente..diverso dai soliti picchia picchia capcom e snk in cabinato..