Videogames Celebrities: Peter Pepper | Retrogaming History
Registrati!
  • Videogames Celebrities: Peter Pepper

    Videogames Celebrities: Peter Pepper

    Peter Pepper era uno sconosciuto fino al 1982. Tutt'oggi è difficile inquadrare perfettamente il vecchio Pete: apparentemente, egli potrebbe sembrare un cuoco di bassa lega, non meriterebbe nemmeno il titolo di chef visto che l'unica cosa che sembra in grado di preparare siano dei panini per giunta nemmeno cotti. I più maliziosi, tuttavia, insinuano il dubbio che Peter sia un povero drogato, un obeso attanagliato dal pensiero del cibo, una passione che diventa perversione nelle sue immaginazioni catalizzate da crack e allucinogeni vari o, secondo studi più benpensanti, estreme allergie a qualche strana proteina. A chi credere? Pensar bene o pensar male? Vediamo di fornirvi gli elementi necessari per giudicare.

    Come dicevamo, la prima volta in cui Peter Pepper è venuto alla ribalta risale al 1982, quando il vecchio Pete ci raccontava di come era costretto a preparare sandwich lottando, letteralmente, con il cibo. Già, lui ha sempre parlato di salsicciotti e uova sode a grandezza d'uomo che lo rincorrevano. In quel racconto, intitolato BurgerTime, lui si trovava in cucine dalla forma strana, costituite da piattaforme su piattaforme, con pezzi di panini incastrati nel pavimento e lui doveva calpestarli tutti per farli precipitare in un mega vassoio in fondo alla stanza. La convinzione con la quale Peter raccontava questa sua avventura divertì tutti coloro che la ascoltavano, ma psicologi e psichiatri lamentavano l'assurdità della cosa, consigliando a Pete di andarci piano col cibo, probabilmente perchè qualche alimento gli procurava evidenti allucinazioni.

    Si dedicò quindi ad una dieta a base d'insalata, ma i progressi non si videro. Il caso Diner, narrato negli studi medici della Data East, racconta che Peter continuava ad immaginare cibo antropomorfizzato che lo cacciava, e lui per prepararsi il suo spuntino doveva correre per uno scenario isometrico alla ricerca di caschi d'insalata. I suoi occhi brillavano di vita mentre raccontava di come riusciva ad ammazzare le salsicce mutanti lanciando loro questi caschi. Il testo è molto raro da trovare ed è disponibile solo nelle librerie Intellivision e la sua scarsa reperibilità ha persino fatto dubitare dell'effettiva esistenza dello stesso.

    Peter Pepper divenne un personaggio celebre: le sue avventure, immaginarie o meno, riscossero il gradimento di tutti. Ma la sua sanità mentale preoccupava: insistendo sulla convinzione che ogni problema derivasse dal cibo, i medici imposero a Pete una dieta a base di soli zuccheri, in modo da eliminare possibili sostanze nocive e fornire ugualmente valori energetici. Pure troppi, forse, ma la linea era andata da un pezzo...

    Niente da fare, Pete continuava a vedere leccornie che lo rincorrevano: stavolta era il turno di ciambelle e dolciumi o condimenti di altro tipo, li vedeva schizzare a destra e a manca mentre cercava di prepararsi i suoi gelatoni formato ultragalattico, almeno secondo quanto scritto nel tomo Peter Pepper's Ice Cream Factory. Quest'ultimo vano esperimento di recupero scoraggiò a tal punto i dottori da indurli ad abbandonare ogni altra possibile mossa. Peter Pepper tornò così alla sua passione, i megapanini, ed è cosi che continuiamo ad immaginarlo: alla ricerca di tanti strati da far cadere nei vassoi, insalate, hamburger, salsiccie volanti, contorni assassini, magari in stanze ancora più grandi, con più scale, più colori, più piattaforme, insomma, in un Super BurgerTime!



    Gianluca "musehead" Santilio



    Commenti 10 Commenti
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      ..un'altra mascotte videoludica ingiustamente dimenticata...ce ne sono molte eh!!!??
    1. L'avatar di Bert
      Bert -
      ..un'altra mascotte videoludica ingiustamente dimenticata
      Già, non gli hanno perdonato il fatto che gli piacevano i salsiciotti ed i Wurstel! Purtroppo, dopo l'outing alimentare, s'è dovuto buttare nella moda! Seriamente, grande Peter Pepper! (ehm... nel senso di mitico! )
    1. L'avatar di gekido_ken
      gekido_ken -
      Avrete delle sorprese sul prossimo numero di Re.BIT a riguardo!
      E saprete anche del perché sul cappello del "pixelloso" cuoco vi è una "H" anziché la "P"
    1. L'avatar di Bert
      Bert -
      E saprete anche del perché sul cappello del "pixelloso" cuoco vi è una "H"
      hmm... Credo di sapere il perchè, ha a che fare con i "sapien sapiens"...
    1. L'avatar di gekido_ken
      gekido_ken -
      No....almeno credo non sia cosi! aspettate!
    1. L'avatar di Cthulhu
      Cthulhu -
      Che ricordi... io ci giocavo sul C64...
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      Citazione Originariamente Scritto da Bert Visualizza Messaggio
      Già, non gli hanno perdonato il fatto che gli piacevano i salsiciotti ed i Wurstel! Purtroppo, dopo l'outing alimentare, s'è dovuto buttare nella moda! Seriamente, grande Peter Pepper! (ehm... nel senso di mitico! )
    1. L'avatar di cino77
      cino77 -
      Citazione Originariamente Scritto da Jamitov Hymem Visualizza Messaggio
      ..un'altra mascotte videoludica ingiustamente dimenticata...ce ne sono molte eh!!!??
      quoto!
    1. L'avatar di Procione
      Procione -
      Ci giocavo sul Game Boy!
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      Citazione Originariamente Scritto da cino77 Visualizza Messaggio
      quoto!
      grazie per il quoto