Megaman: The Power Battle - Arcade | Retrogaming History
Registrati!
  • Megaman: The Power Battle

    Megaman: The Power Battle

    Creato nel lontano ’95 (ma era gia una serie di successo) Megaman, anche conosciuto come Rockman, sbarca nel mondo dei coin-up con un titolo molto interessante. Il gioco ha un ottimo pedigree, è un picchiaduro di casa Capcom che già di per se è una garanzia di qualità.
    La serie megaman iniziò nel 1987 come gioco platform con una frenetica azione di sparo, ed ha conosciuto una lunga serie di episodi, ognuno con trama e personaggi diversi per varie console.
    Tuttavia chiamare questo gioco picchiaduro è un pò riduttivo, in realtà gli incontri sono effettuati come il più classico dei megaman, cioè a suon di cannonate. All’inizio della partita potrete scegliere tra tre personaggi: Megaman, Protoman e Bass, tutti e tre presi dalle varie serie di megaman ed ognuno con caratteristiche diverse l’uno dall’altro. Successivamente bisogna scegliere la corsia di gioco, ce ne sono tre di diverse difficoltà, ognuna con otto diversi nemici da affrontare, i primi sei incontri possono essere selezionati nella mappa di gioco per poi aprire la zona mancante con i 2 boss finali. La caratteristica principale di questo gioco è la possibilità di acquisire gli attacchi principali dei nemici precedentemente sconfitti e di usarli a piacimento nel corso degli incontri, cosa che sarà molto utile dato che ogni nemico è debole contro un attacco particolare, non vi sarà facile scoprire quale, per questo sarà bene provarli tutti. Le battaglie si svolgono in arene (piuttosto piccole) con tempo ed energia limitati, contro altri robot nemici, che avranno sempre più energia incontro dopo incontro, che vi scaglieranno addosso tutto il loro armamentario: appena iniziata la battaglia dovrete ben studiare le mosse di ogni avversario, che per quanto siano agguerriti hanno un pattern di mosse predefinite, e imparare a schivarle con tempismo. Questo vi servirà per evitare di sprecare la carica del super cannone (è l’arma di tutti e tre i protagonisti, un cannone con tre livelli di carica, che una volta caricato al massimo fa un ammontare di danni non indifferente), questo vi servirà per abbattere i nemici più resistenti. Fate attenzione però a non basare tutta la vostra strategia sull’attacco; avrete a disposizione anche delle mosse evasive come appendervi sui muri per darsi lo slancio o la corsa a super velocità per schivare i nemici dal basso. Dall’ altro lato i nemici saranno avversari tosti anche se forse alcuni troppo stereotipati, ricordiamo: l’uomo pianta, l’uomo nuvola, l’uomo magnete, l’uomo accendino(ebbene si, una specie di zippo), e tanti altri presenti nelle tre modalità di gioco.
    Unica pecca del gioco è la difficoltà troppo bassa che unita ad una scarsa longevità (effettivamente 8 incontri non sono proprio il massimo) non vi sarà difficile superare il gioco con pochi tentativi (anche a difficoltà massima). In conclusione il gioco è un ottimo prodotto da giocare e abbastanza innovativo.





    "Nel complesso il gioco è un ottima alternativa al classico picchiaduro di arti marziali, la grafica è ben curata e tutti i personaggi hanno un ottimo livello di dettaglio. Gli effetti grafici delle esplosioni e dei colpi sono ben fatti, e tutto è animato alla perfezione, compresi gli scenari, non molto vari ma tutti pieni di movimento. La musica di gioco è carina e avvincente adatta per le battaglie ma niente di spettacolare."


    Francesco "Titas" E.




    Altre immagini:



    Commenti 1 Commento
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      ...è solo per i fan di rockman - io lo sono - e avrei messo più personaggi