RH in Chat Retrogaming (e dintorni) | Retrogaming History
Registrati!
  • RH in Chat: Retrogaming (e dintorni)

    RH in Chat: Retrogaming (e dintorni)

    Dopo ben 4 anni, due podcast pubblicati e altrettanti due realizzati, ma venuti decisamente male e non pubblicati (succedeva di tutto, dalla connessione che andava via all'audio con il riverbero) eccoci di nuovo qui e riproporvi un nuovo podcast che non solo da il via a questa nuova rubrica, ma anche alla ripresa della pubblicazione degli altri articoli. Chiediamo venia per la qualità dell'audio, miglioreremo: la pratica porta alla perfezione. Le immagini che vedete sono tratte dalle nostre visite a Brusaporto 2015, Ludicomix 2015 e Firenze Vintage Bit 2015.
    Buon ascolto e fateci sapere!!



    Retrogaming (e dintorni)



    Commenti 8 Commenti
    1. L'avatar di Rolo
      Rolo -
      Emulazione e macchine reali, già... l'eterno tema del retrogaming Alla fine sarà comodo quanto vuoi vedere i film alla TV, ma vuoi mettere con il cinema? Chi ha voluto capire ha capito
    1. L'avatar di Amy-Mor
      Amy-Mor -
      Ah ma ancora dietro a questi emulatori!?!?!?!E basta, solo hardware ORIGINALE!!!

      AHAHAHAHAH!Scherzi a parte, bella ragazzi ottima chat, piacevole. Personalmente sono diventato retrogamer senza volerlo, e come me penso tanti Amighisti della seconda generazione. Cioè, chi non ha mai abbandonato Amiga dopo il fallimento Commodore (per di più utenti 1200/4000), continuava a usare il proprio sistema e a giocare i titoli che uscivano che, inconsapevolmente ai nostri occhi, divenivano retrogaming. Ho tentato più e più volte di lasciarmi andare all'emulazione, ci tento ancora oggi, ma non riesco...non saprei nemmeno più spiegare il perché. La vera scimmia del retrogaming, cmq, l'ho provata verso il C-64, macchina avuta nell'infanzia con cui sono cresciuto fino al 1992. Ecco, quello è stato un vero tuffo nel passato, riaccenderla per rivedere la schermata blu, ricaricare giochi per sentire suoni che mi riportavano indietro nel tempo, cose che l'emulatore, voglio o non voglio, non riusciva minimamente a trasmettermi.

      Faccio una precisazione sugli emulatori Amiga di cui si parla in chat... Su Amiga esiste praticamente tutto il parco emulatori presenti su altri sistemi, ma bisogna sempre capire di che macchine parliamo. Per far funzionare il citato AmiGenerator (emulatore MD) c'è bisogno di un sistema PPC, poiché il codice 68k fu abbandonato. Su Amiga 1200 con almeno uno 030 girano in modo spettacolare l'emulatore Master System, Game Gear e MSX, vederli in azione su Amiga fa veramente la sua porca figura. Per quanto riguarda emulatori NES e Mame ci sono in 68k ma codificati solo per 060. Ovviamente su OS4 è tutt'altra storia... Per ciò che riguarda eventuali emulazione OCS-ECS non saperi, non ho mai sperimentato.

      Peacez!
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      In aggiunta alle considerazioni espresse nella chat, tenterei un'ideale sintesi tra emulazione e real hardware. Secondo me i due aspetti sono assolutamente complementari. Se si desidera semplicemente il gioco e questo risulta perfettamente emulato (per hardware meno comuni non è affatto detto che sia così... e in questo caso la scelta non si pone), la prima è già teoricamente sufficiente. Se viceversa si vuole andare oltre, l'emulazione non può essere che il primo passo. In fin dei conti il videogioco emulato è una sorta di "idealizzazione" di quello reale e, se si vuole vivere o rivivere appunto l'esperienza originale, è indispensabile dotarsi dell'hardware appunto originale e di TV o monitor adeguati. Più in generale sono convinto che l'odierna popolarità del retrogaming derivi in gran parte dall'ampia diffusione dell'emulazione e a tutte le informazioni di più facile accesso su videogiochi e hardware d'annata che ha e sta veicolando. Per cui W l'hardware reale, ma anche W l'emulazione (consapevole)!
    1. L'avatar di P.Min
      P.Min -
      mi avete dato buca
      scherzo, bravi avete messo in piedi veramente un bel argomento sull'emulazione e l'entità di un retrogamer.
      io la prima cosa che ho provato è stato un megadrive emulato sull'MSDos (avevo un 486 all'epoca) in un floppy con solo la rom di sonic2. era il 1996
    1. L'avatar di igorstellar
      igorstellar -
      ma che brutta voce che ho .....
    1. L'avatar di LordRey
      LordRey -
      Veramente una bella 'chiacchierata', competente e ricca di interessanti nozioni.
      Ringrazio Alex per avermela segnalata.
      Penso che l'emulazione sia preziosa, nella misura in cui consente di rigiocare e non perdere per sempre quel software che, per ragioni geografiche, di costo, di morte dei supporti originali (floppy, nastri..),di esclusività ad ambienti come la sala, ecc... sarebbe inaccessibile.
      È probabilmente vero che non è lo stesso che giocare con la macchina originale.. ma meglio di niente
      Senza contare che appunto, come dite anche voi, il mercato del retrogaming rasenta ormai la follia, per speculazione e incompetenza.
      Lunga vita all'emulazione dunque.
      Grazie rgazzi
    1. L'avatar di Psycrow
      Psycrow -
      Detto in soldoni: per i soli retrogames possono anche bastare gli emulatori, per tutto il resto c'è Mastercard
    1. L'avatar di igorstellar
      igorstellar -
      dipende dal l retrogaming che è in te
      se a voi basta la emulazione buon per voi
      per me non è tutto e sino a che è possibile cercherò di usare il sistema originario
      va da se che va conservato e protetto il piu possibile perché nulla è eterno

      ma a ognuno il suo modo di vivere il retrogaming