Amiga CD32 | Retrogaming History
Registrati!
  • Amiga CD32

    Amiga CD32

    L' Amiga CD32 è tanto affascinante e richiesta quanto poco conosciuta per molti retrogiocatori. Igorstellar ci parla di questa console tra la storia, le informazioni tecniche e curiosità. Un tuffo nel passato per chi è cresciuto a pane e Commodore.









    Amiga CD32



    Commenti 8 Commenti
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Sistema davvero interessantissimo... come del resto il sempre ottimo video di Igor Già da un punto di vista storico si tratterebbe, se non vado errato, della prima console a 32-bit distribuita in occidente (la prima in assoluto, invece, dovrebbe essere la Japan-only FM Towns Marty). Purtroppo Commodore prima, con il CD32, e Atari subito dopo, con il Jaguar, non ebbero fortuna con i loro 32-bit (& "64 wannabe") systems...
    1. L'avatar di Bert
      Bert -
      Per quanto mi riguarda, a parte qualche conversione potenziata di titoli usciti precedentemente per i cugini computer, un bidone come il Commodore 64 Game System! La sua caratteristica più interessante, il chip akiko, che avrebbe dovuto fornirgli una marcia in più, scandalosamente ignorato. Capisco il valore collezionistico, ma davvero "tafana" ludicamente parlando...

      [...] the Akiko chip is able to perform simple 'chunky' to 'planar' graphics conversion in hardware. The Amiga's native display is a planar display which is simple and efficient to manipulate for routines like scrolling. However, chunky displays are faster and more efficient for 3D graphics manipulation. Akiko allows this conversion to be performed in hardware instead of relying on software conversion which would cause more overhead. The conversion works by writing 32 8-bit chunky pixels to Akiko's registers and reading back eight 32-bit words of converted planar data which can then be copied to the display buffer.
    1. L'avatar di dark13
      dark13 -
      Si, la prima console a 32bit distribuita in occidente (sempre ricordando che, internamente, AGA lavora a 16bit ).

      Akiko e' un chip dedicato alla conversione chunky to planar per la grafica 3d. Un aiutino lo da' ma tra la bassa frequenza della cpu e la mancanza di un vero hardware 3d non e' che si possa pretendere molto. Sempre da ricordare, poi, che l'architettura era mal concepita, con 2mb di fast ram le prestazioni raddoppiano in quanto la cpu non puo' accedere alla chipram mentre lo sta facendo il chipset video.
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da dark13 Visualizza Messaggio
      Si, la prima console a 32bit distribuita in occidente (sempre ricordando che, internamente, AGA lavora a 16bit ).
      Credo che la "patente" di 32-bit del CD32 derivi dalla CPU Motorola 68020
    1. L'avatar di dark13
      dark13 -
      Si Alex, i "bit" venivano considerati guardando unicamente la cpu. Su pc-engine abbiamo la situazione opposta: cpu ad 8-bit, comparto grafico a 16-bit
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da dark13 Visualizza Messaggio
      Si Alex, i "bit" venivano considerati guardando unicamente la cpu. Su pc-engine abbiamo la situazione opposta: cpu ad 8-bit, comparto grafico a 16-bit

      Con me sfondi una porta aperta, dato che ho sempre trovato discutibile questo criterio, tanto che qualche tempo fa inaugurai un topic proprio sul PC Engine :

      http://www.retrogaminghistory.com/sh...le-Ma-anche-no!
    1. L'avatar di dark13
      dark13 -
      Il problema e' che il pc-engine poteva tranquillamente competere con "vere" console a 16bit come snes e megadrive (e anche a superarle) mentre il CD32 faticava anche nel tenere a bada la generazione precedente (vedasi super street fighter 2 turbo) Oh, la colpa in gran parte e' delle software house che spesso e volentieri si limitavano ad aggiungere uno sfondo un po' piu' colorato per le versioni AGA ma resto dell'opinione che AGA sia semplicemente "too little, too late".
    1. L'avatar di biometallo
      biometallo -
      Come ho già scritto in passato possiedo t'uttora il mio cd32 a cui sono comunque molto legato in quanto pur con tutti i suoi difetti è riuscito comunque a darmi qualche soddisfazione

      Certo è vero che oggi come oggi vale quasi di più per la possibilità di rigiocare a tanti classici per Amiga 1200 per non dire Amiga 500 che i suoi titoli nativi che si contano sulle dita di una mano monca, comunque per quanto concerne le "Killer App" ci sarebbe Microcosm, Sì, sono consapevole che si tratta di una conversione dal già citato FM marty, e del fatto che esista anche per il Mega CD, ma penso comunque che la versione per macchina comodore sia sensibilmente migliore (per quanto non ho neance mai visto le altre) e che mostri comunque piuttosto bene il potenziale della macchina, tanto che veniva mostrato con fierezza anche nel famoso spot visto anche in Italia:





      Per quanto riguarda il discorso AGA, da ignorante (penso che tra quelli che freqeuntano il sito io sia fra i meno informati e documentati) credo che semplicemente la Commodore abbia puntato troppo al risparmio cercando di guadagniate investendo il minimo, nel video stesso infatti si dice che Commodore in quegli anni avesse tagliato fin troppo sulla qualità dell'assemblaggio e della componentistica, che poi il problema non credo nemmeno fosse il fatto di montare un 68020 o un 680EC20 ma che servisse un 68030, e chipset AGA stesso mi sembra di capire che sia stato un ripiego dopo aver tagliato quello che era il progetto iniziale ben più ambizioso, l'ormai famigerato chipstet AAA...
      A proposito nel caso fosse sfuggito segnalo questo:
      http://www.retro-commodore.eu/2016/0...e-aaa-chipset/

      Ecco un cd32 con 68030 e chipset AAA in accoppiata a computer capaci di rivaleggiare se non superare l'Atari Falcon avrebbe richiesto investimenti decisamente maggiori, ma forse oggi Commodore non sarebbe solo un logo con cui vendere qualche cinafonino android...