RH in Chat quelli che le sale giochi | Retrogaming History
Registrati!
  • RH in Chat: quelli che... le sale giochi

    RH in Chat: quelli che... le sale giochi

    Alzi la mano chi di voi non è mai entrato in una sala giochi! Penso il 99% di voi abbia alzato la mano da buon (vecchio?) retrogiocatore. La sala giochi era il punto di ritrovo per fare amicizia tra una partita ai videogame e una ai flipper. Era l'unico modo per provare videogames che mai avremmo potuto vedere in casa (vi sfido a farvi entrare in casa la ferrari coin op del mitico Outrun). Venite con noi di RH in questo piccolo angolo amarcord dove un quartetto di inguaribili nostalgici racconta la loro vita in questi luoghi diventati uno dei simboli del videogiocatore degli anni 80 e 90. Buon ascolto!


    RH in Chat: quelli che... le sale giochi



    Commenti 8 Commenti
    1. L'avatar di Rockford
      Rockford -
      The story so far...
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      "che per noi era un non so cosa forse una seconda casa" (cit. ;-) )

      Beh... l'argomento "sala giochi" è molto vasto... come del resto sono parecchi gli anni che vedevano i coin-op come uno dei più importanti punti di riferimento

      Qualcosa mi dice che avremo modo di riparlarne
    1. L'avatar di Bert
      Bert -
      Certe bettole dalle mie parti, che non vi dico... Tutte infestate da tamarri e tabozzi molesti! Senza contare il micro clima a base di fumo, umidità ed esalazioni corporali, manco in Blade Runner!
    1. L'avatar di MacDLSA
      MacDLSA -
      Ho ascoltato un pezzettino... avevo un residuo di raffreddore ma cmnq la voce è quella lo stesso
    1. L'avatar di Tiger
      Tiger -
      Quoto Bart...anche dalle mie parti, più che fare amicizie, era una prova di coraggio entrare nelle fumose sale giochi locali...vincere le paura verso bulletti coetanei e più grandi, credo anche spacciatori in erba...nanerottolo com'ero all'epoca mi sentivo un eroe a sfidare tale ciurmaglia pur di poter giocare ai videogiochi!
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da Tiger Visualizza Messaggio
      Quoto Bart...anche dalle mie parti, più che fare amicizie, era una prova di coraggio entrare nelle fumose sale giochi locali...vincere le paura verso bulletti coetanei e più grandi, credo anche spacciatori in erba...nanerottolo com'ero all'epoca mi sentivo un eroe a sfidare tale ciurmaglia pur di poter giocare ai videogiochi!
      Per fortuna a Pisa non era così facile fare brutti incontri nelle sale giochi... o forse ho avuto fortuna io Va detto che tra la fine degli anni '80 e la prima metà dei '90, in una città universitaria come questa erano sempre piuttosto affollate di studenti. Unico problema: quando tornavi a casa, oltre alle tasche vuote, avevi i vestiti impregnati di fumo di sigaretta
    1. L'avatar di Tiger
      Tiger -
      Diciamo che finché ero alle elementari/medie mi infilavo in qualsiasi Bar che aveva anche un solo cabinato e le sale giochi del mio paese di provincia (a quei tempi non era proprio ben frequentato) potevi trovare davvero di tutto. Ricordo che spesso la polizia faceva qualche giro di controllo in una in particolare. Ma ero troppo piccolo per capire per quale motivo! A memoria ne ricordo ben 3 di sale giochi della zona , tra cui il mitico Ragno D'oro.
      Al liceo studiando a Milano le cose sono migliorate perché in effetti nelle sale trovavi praticamente solo studenti liceali...sopratutto negli orari scolastici ovviamente Ahah. L' Astragames in pieno centro a Milano era l' equivalente della città dei balocchi di lucignolo!
      Poi un' altra famosa era in zona porta Venezia,ma non ricordo il nome. La preferivo tra l' altro all' astrale perché anche se più piccola aveva videogame più aggiornati, con molti cabinati belli grossi tipo quello di dungeon e ben cinque postazioni di virtual racing ad esempio! Sfide consecutive assicurate! Poi ogni Bar della metro aveva il suo arcade di riferimento. Spesso scendevo alla fermata di un mio amico per sfide ad autosprint, kof e captain commando! E quella pausa extra voleva dire bus perso sicuro e un' ora di ritardo a casa! [emoji13

      edit: Piccolo ricordo dei tempi in età elementari. Mio padre non era proprio felice di questa mia passione, poichè anche al mare passavo spesso più tempo all'ombra dei cabinati che al sole! :P Ricordo che a volte "scappavo" dal cortile di casa, in teoria per giocare all'aperto, per infilarmi nel bar all'angolo. In un tardo pomeriggio primaverile ero andato "Pericolosamente" in orario di rientro di mio padre dal lavoro (o forse era rientrato prima lui chissà)...beh ero intento a giocare all'arcade di quel bar (di cui ricordo bene le immagini ma non il titolo del gioco) e all'improvviso ho sentito un dolore lancinante all'orecchio...era mio padre che mi afferrò per riportarmi a casa letterarmente a forza! Aveva parcheggiato proprio li' vicino si vede e aveva buttato un occhio al bar che (sfiga voleva) aveva il cabinato proprio davanti alla porta d'ingresso dannazione!! ahah! Ero dispiaciuto soprattutto per la partita in corso persa!! Da quel giorno le "fughe" giochistice le riservai solo ai giorni in cui ero da mia nonna... che tra l'altro aveva un paio di sale giochi più vicine e la bicicletta che mi permetteva di raggiungerle in modo indisturbato e con meno sospetti ...finche' degli zingari non me la rubarono mentre ero intento a giocare a karate champ (se non ricordo male) al bar della stazione...ma questa è un'altra storia e la si dovrà raccontare un'altra volta (cit.). (prima del furto qualche tempo addietro, sempre in quel bar, dei "simpatici bulletti" mi spostarono la bicicletta per farmi uno scherzo mooolto divertente...la trovai poco distante con le ruote sgonfiate...quanto darei per vendicarmi ora!
      Insomma all'epoca, per quanto mi riguarda almeno, era una passione davvero pericolosa!! Ahaha

      ps: non so se ricordate, ma secondo me all'epoca proprio per l'esigenza di avere monetine disponibili anche in spiaggia, era nato un accessorio porta monete ottimizzato per i "salagiochisti" compulsivi. Era una sorta di tubo di plastica dal diametro delle monete piu' grandi appunto con annesso spago da mettere al collo!

      Inviato dal mio JY-G4 utilizzando Tapatalk
    1. L'avatar di Ocram0806
      Ocram0806 -
      Bellissima chat! Vi ho ascoltato e da vecchio veterano sarei intervenuto più di una volta.
      Complimenti!