RH in Chat: sproloquio calcistico | Retrogaming History
Registrati!
  • RH in Chat: sproloquio calcistico

    RH in Chat: sproloquio calcistico

    Tra poco ci saranno gli Europei e ci andremo con la nazionale che dire che è scarsa è un complimento. Speriamo di divertirci. In attesa noi di RH abbiamo intavolato un lungo ciarlare (a volte anche nel caos più totale) su come erano belli i giochi di calcio prima che la simulazione konamiana ed easportiana facesse incetta portando al quasi monopolio soccer gameistico. Oltre al mio accento partenopeo troverete anche quello del prode Pmin, qui in versione fantasma, e inoltre con noi una gradita new entry: Alessandro, alias MrRetrogame, admin di Retrogame che passione, il gruppo facebook affiliato a RH. Buon ascolto e scusate la qualità generale: i mezzi so poverelli! Se arrivate fino alla fine vi farete una grassa risata...

    RH in Chat: sproloquio calcistico



    Commenti 5 Commenti
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Bel podcast... molto divertente

      Che dire... non sono un appassionato di calcio e quindi non ho mai avuto una particolare inclinazione per i titoli calcistici, ma ne ho comunque giocati diversi con grandissima soddisfazione: Player Manager (Atari ST), Sensible Soccer: European Champion (Mega Drive), FIFA 95 (Mega Drive), Fever Pitch (Mega Drive), ISS Deluxe (Mega Drive), ISS 64 (Nintendo 64), ISS 98 (Nintendo 64)... e poi, in sala giochi, Hat Trick Hero, Taito Cup Finals e Soccer Brawl

      Il tipo di calcistici che preferisco, tolta la parentesi Player Manager, titolo che stranemente m'intrigò a dispetto del fatto che giochi manageriali mi abbiano sempre fatto dormire al solo pensiero, sono sempre stati semplici e tendenzialmente arcade. L'aspetto simulativo mi ha sempre lasciato indifferente... divertimento über alles (simulazione di melda )
    1. L'avatar di Rockford
      Rockford -
      Monopolio: che tristezza!
    1. L'avatar di Psycrow
      Psycrow -
      Una vecchia e famosa pubblicità aveva come slogan "Finalmente si può scegliere!"... ecco nel caso dei giochi calcistici una volta si poteva scegliere... una volta!
    1. L'avatar di Big_Paul86
      Big_Paul86 -
      Musica d'apertura del video inconfondibile
    1. L'avatar di Big_Paul86
      Big_Paul86 -
      Ritornando sull'argomento: concordo quando si dice che oggi i videogiochi sono diventati troppo popolari per rischiare su diversificazioni importanti dei vari generi. Sono diventati un'industria al pari del cinema e il rischio consentito, in relazione ai soldi investiti, è ai minimi storici. Il multiplayer online è alla base di tutto ed è questo che condizione l'evoluzione del genere. Una volta c'era l'interesse ad emulare il calcio, nei suoi fondaentali, ora l'obiettivo è rendere l'esperienza online più accessibile e funzionale possibile. I giochi odierni di calcio sono fermi, come innovazione, a Pes 5. Fifa campa sull'ultimate team, ovvero la vecchia Master League introdotta da Konami in passato ma, grazie all'online, alla portata di tutti. Il picco di giocabilità rimane per me il vecchio Pes 5, un gioco che di "online" aveva solo l'aggiornamento delle licenze e delle rose fatto tramite internet e memory card.