Recensione Everdrive 64 | Retrogaming History
Registrati!
  • Everdrive 64

    Everdrive 64

    Nonostante il mezzo flop, opera anche di una strepitosa Playstation che aveva quasi fatto tabula rasa della concorrenza, il Nintendo 64 è più di una semplice console: è storia. Su questa macchina sono nati i platform 3D con Super Mario 64 e hanno visto la luce giochi di notevole impatto come Zelda: Ocarina of Time. Sarà grazie a questa sua aurea da mezzo capolavoro, che nonostante il poco successo, come il Dreamcast, il N64 gode di molta popolarità nel mondo degli appassionati di retrogaming. Quindi non stupisce che l’arrivo delle flashcart anche sulla console a 64bit Nintendo possa essere grossa fonte di curiosità.
    Sviluppata dal geniale Krikzz, già autore di numerose flashcart del marchio Everdrive, la versione 64 non si discosta più di tanto dalle sue sorelle create per le altre console: vi basta acquistare una bella scheda SD, caricare il sistema operativo che potete scaricare qui, inserire le rom e giocare. Il menu, come da tradizione, è molto scarno, ma sufficiente per capire come far partire il vostro gioco preferito. Quando si avvia un gioco il caricamento è quasi istantaneo, giusto qualche secondo in più per titoli molto pesanti, tipo l’incredibile conversione di Resident Evil 2, e sembra come se la vera cartuccia del gioco fosse magicamente apparsa nella nostra console. L’Everdrive 64 permette anche di salvare i propri progressi sulla cartuccia o nel Controller Pak se ne avete uno. Per i giochi nella quale serve salvare nella cartuccia, la Everdrive 64 rileva ed emula la configurazione corretta per salvare i giochi. Mentre per i giochi che usano il Controller Pak, la nostra flashcart farà una copia di backup del file di salvataggio.



    Parlando della compatibilità, Krikzz sostiene che la cartuccia arrivi quasi al 100%, con solo un paio di giochi che richiedono una patch per funzionare. Dal mio canto la ED64 ha fatto girare tutti i giochi testati senza intoppi, ho avuto dei problemi solo con il bellissimo Banjo-Toie, dove ho faticato non poco a trovare la rom che funzionasse bene con la cartuccia. Buone notizie anche con i titoli multi-region. Come era prassi per l’epoca, il N64 era region block e quindi non permetteva di riprodurre, per esempio, giochi NTSC su console PAL e viceversa. Con ED64 ho fatto partire giochi NTSC sulla mia console PAL e hanno funzionato perfettamente. Notare che un gioco PAL che parte su console NTSC continuerà a girare a 50Hz.

    Parlando di opzioni speciali, raggiungibili con il tasto Z del joypad, troviamo il CPak Manager che consente di organizzare i dati sui Controller Pak. Il menu Trucchi che ci permette di inserire i codici Gameshark per attivare le vite infinite, sbloccare personaggi segreti o altre cose simili. Inoltre la ED64 V3, rispetto alla sua versione precedente, ha anche il menù di configurazione RTC, cioè la possibilità di configurare la data e l’ora in tempo reale all’ interno della cartuccia. Questa caratteristica molto particolare servirà però per un solo gioco, cioè Animal Forest, il primo e curioso episodio della serie adesso famosa come Animal Crossing, che, come gli episodi più recenti, ha la particolarità di seguire le ore e i giorni in tempo reale con il giocatore. Un’altra opzione curiosa è la possibilità di cambiare la risoluzione del menu portandola ai 480i o 240p per esempio. Opzione decisamente più utile invece è la possibilità di “patchare” i titoli al volo con una traduzione amatoriale o un HACK. Infatti vi basterà inserire il file .ips nella cartella AUTO presente nella scheda SD e attivare l’auto IPS dal menu. La ED64 applicherà la patch automaticamente quando si farà partire il gioco.

    Questa versione patchata verrà salvata nella memoria flash della Everdrive, in modo che se si vorrà tornare alla versione non patchata del gioco vi basterà disattivare l’auto IPS delle opzioni.


    Ultimo, ma non ultimo, è la possibilità di poter giocare anche tutti i giochi del NES tramite un emulatore interno alla cartuccia. I giochi funzionanao veramente bene. Un plus non da poco.

    Il difetto più grande di questa flashcart sta proprio nei giochi del Nintendo 64. Pochi capolavori e pochi giochi rispetto al Super Nintendo o al Megadrive. Quindi per qualcuno potrebbe non valere i soldi, non pochi ma neanche tanti come la SD2SNES, per la spesa, anche a fronte della possibilità di poter giocare ai titoli NES. Quindi se avete già la vostra collezione di giochi ed erano anche quelli che avreste giocato sarete felici così. Se invece volete un modo veloce per assaporare quanto di bello può offrire la macchina Nintendo optate pure questa ED64 che resta per ora la migliore flashcart presente per questa console. Vi consiglio la V2.5 che costa un po’ meno a fronte di qualche opzione mancante che però non pregiudica l’esperienza finale (Animal Forest non seguirà il tempo del giocatore e molto probabilmente Pokemon Stadium 2 non funzionerà bene).

    La cartuccia è disponibile dai nostri amici di Retrotower.

    COMMENTO FINALE


    "L' Everdrive 64 è la migliore flashcart che si possa desiderare per il proprio Nintendo 64 se si vogliono giocare quasi tutti i giochi presenti sulla console Nintendo, infatti è compatibile quasi con il 100% dei giochi. In essa sono presenti alcune simpatiche opzioni, come la possibilità di apllicare patch, come traduzioni amatoriali, al volo alla partenza del gioco oppure la possibilità di usare i trucchi Gameshark. Il suo limite sta proprio nella limitata libreria del Nintendo 64 che, se confrontata con il Super Nintendo, comprende pochi giochi validissimi. Se avete un N64 molto probabilmente avrete giocato già tutti i soui capolavori e il prezzo della ED64 potrebbe non valere il fatto di poter giocare a tutto il (discreto) resto. Il plus finale è la possibilità però di giocare lo sconfinato parco giochi del primo NES"





    Commenti 2 Commenti
    1. L'avatar di Raffa
      Raffa -
      Bella recensione. Ho la V3 da ormai un anno. Va detto che la mia collezione di cartucce originali di giochi per N64 è davvero molto vasta, ho i capolavori ma anche alcuni grandi pessimi. La V3 l'ho presa sostanzialmente per non aprire è chiudere le scatole delle cartucce (quelle europee sono particolarmente fragili), ho tutti i miei giochi lì e sono a posto.
      Ho certamente provato qualche rom di giochi che non possiedo e pure qualche rom di giochi mai usciti (esempio 40 Winks, addirittura recensito da non mi ricordo quale rivista ma poi pubblicato solo per PSX) e di qualche prototipo.
      Dei giochi, l'unico che non riesco a far funzionare è un gioco di wrestling giapponese. Domani se ho tempo vi scrivo pure il titolo. Però, a dir la verità non ho ancora provato Banjo-Tooie, il mio gioco preferito in assoluto, l'unico che gioco ancora dalla cartuccia originale (Pal australiana).
      Complimenti ancora per la recensione!
    1. L'avatar di Kintaro
      Kintaro -
      Viste certe quotazioni è un acquisto da fare