Retro Edicola - GAME POWER | SETTEMBRE 1994 - Blog - Retrogaming History
Registrati!
Visualizza Feed RSS

RetroBlog

Retro Edicola - GAME POWER | SETTEMBRE 1994

Valuta Questa Inserzione
Il numero 31 del mensile di videogiochi edito da Studio Vit, disponibile nelle edicole italiane con una più moderna veste grafica al prezzo di 5.000 lire, presenta in copertina un "duello all'ultimo sangue" tra Mortal Kombat 2 e Super Street Fighter: il confronto si chiude in realtà con un pareggio, dal momento che entrambi i titoli ottengono un voto di 96.

Il titolo Midway, per dirla con le parole del recenore Claudio Tradardi, "è una fantastica conversione del gioco da bar (...), ogni mossa può essere ripetuta, ogni aspetto è estremamente fedele (...), una perfetta estensione dell'esperienza fatta col coin-op".



Del titolo Capcom si dice che la casa nipponica "ha fatto davvero un ottimo lavoro e non sta bene che tutta la loro fatica vada sprecata, quindi cercate di rifilare a qualche tordo la Champion Edition e andate a comprare a colpo sicuro questo gioco perchè ne vale veramente la pena".



Nel frattempo Queen Computer (Torino) propone The Chaos Engine per Amiga-CD32 a 69.000 lire, Computer One (Bologna) offre il nuovissimo Super Game Boy (adattatore per giocare i titoli Game Boy su SNES) ad un prezzo "Offertissima!" e la combinazione Super Nintendo + Super Mario All Stars a 278.000 lire, mentre Hyper Gamez (Lissone) presenta tra le proprie offerte un PC Engine DUO RX a 545.000 lire. Da Stargames di Reggio Calabria, infine, vanno ancora forte i titoli 8-bit, con prezzi per i giochi di NES e Master System compresi tra le 65.000 e le 79.000 lire: un 3DO in versione PAL viene invece venduto a 1.290.000 lire.

I lettori, nella rubrica L'Apposta curata da Tiziano "Apecar" Toniutti, si lamentano del prezzo dei videogiochi, discutono di violenza e videogame, auspicano una collaborazione (impensabile per l'epoca) tra Sega e Nintendo, scrivono dichiarazioni d'amore per il Megadrive e mandano lettere demenziali ("Mortadel Kombat"), che probabilmente ai tempi ci facevano sorridere.

Lo spazio delle News è dominato dall'edizione del CES 1994 (Consumer Electronics Show), durante il quale Acclaim, Accolade, Activision, American Laser Games, Atlus, Capcom ed un'infinità di altre software house presentano i titoli in fase di sviluppo, tra i quali vengono citati con riferimenti fotografici Demon's Crest, Vortex, Breath of Fire, Fatal Fury Special e Donkey Kong Country. Parlando di quest'ultimo, il presidente di Nintendo Howard Lincoln esclama: "Ciò che avete appena visto qui non è un gioco per il nostro nuovo sistema da gioco home a 64 bit. DKC è un'uscita prevista per Novembre 1994 per il nostro Super NES a 16 bit, lo stesso hardware già posseduto da 30 milioni di persone in tutto il mondo".



Altre notizie riguardano i primi titoli attesi per il 32X (add-on a 32 bit per Sega Megadrive), tra i quali spiccano Super Motocross, Virtua Racing, Doom e Star Wars Arcade.



Altri giochi di prossima uscita menzionati nello spazio News sono Super Return of the Jedi (SNES), Aladdin (GB), Aerobiz Supersonic (SNES/MD), Ballz (MD/3DO), Street Racer (SNES), Space Ace (MCD) e Kid Clown Crazy Chase (SNES), al quale Retrogaming History ha recentemente dedicato uno speciale. La redazione di Game Power si lancia poi in un simpatico "oroscopo" per console, che dovrebbe prevedere gli sviluppi futuri di ciascun sistema: l'articolo informa che Virgin sta lavorando ad un nuovo sistema di compressione per 3DO, Apple ha intenzione di sviluppare un proprio sistema da gioco multimediale (Pippin?), Nintendo starebbe per produrre un nuovo sistema portatile a colori, Cannon Fodder potrebbe risollevare le sorti del Jaguar ed i primi giochi in uscita per Ultra 64 saranno Killer Instinct ed un non meglio precisato gioco di guida...



Un'interessante pagina, intitolata Step By Step, ci fornisce una lista dei giochi in sviluppo per Sega Saturn (tra i quali Pebble Pitch, Greatest Nine, Virtua Fighters, Clockwork Knight, Shinobi Ex), Sony Playstation (Metal Jacket, A Train) e Neo Geo "CDROM" (come viene chiamato il nuovo hardware SNK), sistema per il quale si ipotizza un prezzo di vendita attorno alle 800.000 lire.

Dopo l'immancabile spazio riservato alle preview, che personalmente ho sempre etichettato come chiacchiere inutili, si comincia con l'appetitosa sezione delle recensioni: oltre ai picchiaduro citati in copertina, vengono recensiti Val d'Isere Championship (SNES, 92/100, "Ecco finalmente un simulatore di sci degno di questo nome"), Donkey Kong (GB, 91/100, "Un grande ritorno che offre numerose novità e che, tra l'altro, consente di gustarsi i quattro livelli del gioco originale, fedelmente riportati in questa nuova, imperdibile cartuccia"), The Jetsons (SNES, 68/100, "Se siete dei virtuosi del genere e cercate qualcosa di diverso, potreste trovare in The Jetsons un livello di difficoltà degno di voi"), I Puffi (GB, 75/100 "Ora, con questo titolo, i genitori hanno trovato quello che cercavano e i figli pure" e SNES, 90/100 "Questa cartuccia dimostra che ogni tanto i personaggi dei cartoni animati possono essere protagonisti di giochi coi fiocchi") e F1 Circus CD della Nichibutsu in versione Mega CD (32/100, "Qui si sta parlando di un titolo giudicabile negativamente su Master System pessimamente trasposto su Compact Disc").



Le recensioni proseguono senza soluzione di continuità con Hardball '94 (MD, 72/100, "Il gioco simula abbastanza bene la disciplina sportiva americana per eccellenza, anche se non raggiunge gli alti standard di MLBPA Baseball"), Asterix (GG, 72/100, "Si tratta in definitiva di un titolo che, pur non eccellendo da nessun punto di vista, denota una buona cura realizzativa") e Star Wars Rebel Assault (MCD, 79/100, "La grafica con cui Rebel Assault è stato convertito sulla piattaforma digitale di casa Sega rende praticamente impossibile volare senza subire danni all'interno dei canyon di cristalli").



Si prosegue con World Cup Usa94 (GG, 62/100 "Nell'ansia di confezionare un prodotto molto articolato e dotato di mille opzioni, hanno finito col perdere di vista la giocabilità"), Fighter's History (SNES, 83/100, "Se questo gioco non fosse così palesemente ispirato a SFII dovreste alzare il voto di almeno una decina di punti"), Andre Agassi Tennis (SNES, 50/100, "L'aspetto simulativo prettamente videoludico è relegato a un ruolo di secondo piano") e soprattutto Ragnacenty (avventura a me sconosciuta per MD, prodotta da Sega, che ottiene un ottimo 92/100, "Quando arriva un titolo del genere, credo sia quasi impossibile rimanere indifferenti").



Le ultime review di Settembre 1994 sono dedicate a Pinball Dreams (GG, 80/100, "La qualità della programmazione è buona e lo scrolling segue la pallina lungo le frenetiche traiettorie attraverso il flipper con una buona fluidità"), Pirates of the Dark Water (SNES, 78/100, "E' forse un po' grezzo, magari non troppo sofisticato, ma è pur sempre divertimento, ed è questo che conta"), SD Golden Fighter (SNES, 70/100, "L'idea di inserire dei personaggi Super Deformed in un picchiaduro è sicuramente molto buona ma purtroppo non è stata sviluppata a dovere"), l'adorabile KikiKaiKai 2 (SNES, 85/100, "Ottima grafica, giocabilità splendida e sonoro accattivante e trascinante"), Fifa International Soccer Championship Edition (MCD, 70/100, "Tante grida e tante urla da stadio, ma tutto ciò non riesce comunque a cancellare l'enorme sofferenza inflitta al giocatore dai lentissimi e frequentissimi accessi al disco"), Shock Wave (3DO, 88/100, "La programmazione di buon livello rende giustizia alle potenzialità hardware del 3DO e ci offre una gestione della grafica poliginale texture mapped molto fluida e sufficientemente veloce"), Yu Yu Hakusho (SNES, 79/100, "Questo picchiaduro non è tra i migliori in assoluto della categoria, ma i suoi meriti superano di molto i difettucci e quindi non posso fare altro che consigliarlo agli appassionati") e Super Formation Soccer 94 (SNES, 70/100, "Se siete dei patiti del calcio, date un'occhiata a FIFA Soccer oppure a Kick Off 3 che dovrebbe uscire a Settembre").



Curiosa la sezione finale riservata alle Retrocensioni, brevi recensioni di titoli del passato di allora: in questo numero di Gippì vengono riesumati Quackshot (MD, 1991), Pilotwings (SNES, 1990), Silpheed (MCD, 1992) e U.N. Squadron (SNES, 1991).



Nella sezione Annunci che chiude la rivista, infine, si vendono giochi usati per SNES a 50.000 lire cadauno (Pilotwings, F-Zero, Castlevania IV, Super Soccer), NES con 12 giochi a 550.000 lire e Game Gear nuovo con imballo originale, Ninja Gaiden, lente d'ingrandimento e custodia protettiva a 250.000 lire. Trattabili, naturalmente.

Invia "Retro Edicola - GAME POWER | SETTEMBRE 1994" a Google Invia "Retro Edicola - GAME POWER | SETTEMBRE 1994" a Digg Invia "Retro Edicola - GAME POWER | SETTEMBRE 1994" a del.icio.us Invia "Retro Edicola - GAME POWER | SETTEMBRE 1994" a StumbleUpon

Aggiornato il 19-09-2011 alle 02:02 da pckid73

Categorie
Nintendo ,‎ Sega ,‎ Sony ,‎ Atari

Commenti

  1. L'avatar di LordRey
    Notevole il fatto che effettivamente Donkey Kong Country sembrasse un "gioco di prossima generazione".

    E' stato uno dei pochi casi nei quali, ad un impianto tecnico eccezionale, si affiancava una grande giocabilità.

    Ho finito l'intera trilogia classica per SNES ed il recente Donkey Kong Country Returns per WII.

    Devo dire che ho preferito la trilogia classica, sebbene anche Returns sia ben fatto.

    Ho scritto tempo fa una recensione di Donkey Kong Country.. presto la pubblico.

    Nello stesso periodo, su Amiga però, c'era il confronto tra i migliori picchiaduro mai visti su quella piattaforma fino a quel momento :

    La conversione dello stesso Mortal Kombat II e l'italianissimo Shadow Fighter.

    Di quest'ultimo ho scritto una recensione, presto la pubblico..

    Ciao, e complimenti per l'articolo