Homer's Reviews: Ape Escape 2 - Blog - Retrogaming History
Registrati!
Visualizza Feed RSS

Homer's Reviews

Homer's Reviews: Ape Escape 2

Valuta Questa Inserzione
Ape Escape 2
Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: Ape_Escape_2_Ps2.jpg 
Visualizzazioni: 488 
Dimensione: 47.3 KB 
ID: 20609
Banane e scimmioni:
Nel 1999 su Playstation uscì un titolo rivoluzionario nella giocabilità, giacché il giocatore era obbligato a utilizzare gli stick analogici con il joypad DualShock, uscito l' anno prima. Con lo stick sinistro veniva mosso il personaggio e il destro serviva per utilizzare i vari gadget a disposizione. In questo gioco erano presenti una marea di primati, uno più dispettoso dell’altro, tutti da catturare e capitanati da una scimmia bianca molto più intelligente delle altre, di nome Specter. Signore e signori, ecco a voi Ape Escape! Visto il successo del primo episodio, nel 2001 la Sony decise di sfornare un nuovo episodio denominato semplicemente Ape Escape 2, che vedrà la luce in Occidente solo nel 2003. A gennaio dello stesso anno, provo la demo, ne rimango affascinato e lo ottengo come regalo di Pasqua, dentro un bell’uovo.

Il Pianeta delle Scimmie:
La storia, riparte da dove ci aveva lasciato il suo predecessore, dopo che Kakeru è riuscito a catturare Specter. Hikaru, l’assistente del professore deve inviare dei pantaloncini al Parco delle Scimmie, per sbaglio, però invia anche dei caschi (che sono la causa della ribellione delle scimmie) e ovviamente anche il primate bianco s’impossessa del suo casco, riorganizzando il suo esercito. Il nostro giovane “eroe” deve rimediare al pasticcio combinato, catturando tutti i primati ma come se non bastasse, Specter ha creato una squadra (molto simile alla Ginyu Force di Dragon Ball) speciale, che si nutre esclusivamente di banane Vita-Z. Una trama molto ironica e divertente vi strapperà qualche sorriso. Sulla grafica, è stato adottato un motore tridimensionale che ammorbidisce le spigolosità poligonali che aveva il primo episodio, i colori su schermo sono tanti e ben dosati ma i modelli non sono proprio il massimo, per quanto riguarda la risoluzione, peccato.
Il level design è fantastico, nel senso che ogni scenario è una parodia di un film, di un paese, di una città ecc... insomma nel complesso, la grafica è molto buona e si adegua alla simpatia del gioco. Ottimi, invece sono gli effetti sonori che sfruttano l’impianto Dolby Surround del monolite nero Sony e soprattutto le musiche, adatte a ogni atmosfera del livello e sono talmente carine che qualche volta vi verrà voglia di canticchiarle. Di ottimo livello anche il doppiaggio in italiano, ben caratterizzato e sincronizzato, sarà in grado di immergervi nella storia. Passiamo alla giocabilità, se avete provato il primo Ape Escape, non avrete assolutamente problemi con il sistema di controllo altrimenti, ci vorrà un po' di tempo per familiarizzare ma non vi preoccupate non è nulla di difficile! Parecchi problemi potrebbero darvi le telecamere che per fortuna possono essere gestite tramite il tasto L2. I gadget a disposizione del nostro Hikaru, saranno molti e vanno dai classici bastone stordente e rete per scimmie ai nuovi banana boomerang e elettromagnete e il mio consiglio è quello di imparare a padroneggiarli per bene, frequentando le aree di simulazione. Potremo anche di tanto in tanto controllare alcuni mezzi adatti per muoversi più velocemente nei vasti scenari che affronteremo. Il nostro ragazzo tuttavia, non sarà solo, con lui è presente anche una scimmietta con un casco avanzato di nome Pidocchi che ci darà una mano, se per esempio moriremo, lui ci darà una scorta di biscotti (la vita del nostro avatar) e potremo continuare l’avventura. Potremo anche raccogliere fino a 999 monete che serviranno a sbloccare diversi extra e che allungano l’esperienza di gioco. Infatti, il titolo Sony non è particolarmente ostico e frustrante, ma se i primi livelli saranno molto facili mano a mano che andremo avanti diverranno sempre più difficili con diverse trappole e sorprese e ogni scenario ha un segreto. Quindi la longevità è abbastanza elevata, nonostante una difficoltà non particolarmente alta. Se completerete il titolo, una volta, riceverete una bella sorpresa.

Un primate per ogni gusto:
Non tutte le scimmie hanno pantaloncini uguali, ognuna di loro ne porta di un certo colore che definisce la loro personalità.
Pantaloni gialli: sono le più comuni, non hanno caratteristiche particolari e sono dappertutto.

Pantaloni azzurri: sono molto vigliacche, spesso si trovano in luoghi nascosti, non sono né molto veloci né aggressive.

Pantaloni blu: indossano sciarpe e scarpe da corsa blu, sono molto veloci ma poco aggressive, per certi versi ricordano vagamente Sonic the Hedgehog.

Pantaloni bianchi: hanno pessima vista ed è facile coglierle di sorpresa, di solito sono armate di bombe.

Pantaloni neri: molto aggressive ma hanno una pessima mira, di solito impugnano un mitra.

Pantaloni rossi: le peggiori da catturare, sono molto forti nel combattimento corpo a corpo, indossano guantoni da pugile.

Pantaloni verdi: sono geni scientifici, indossano degli occhialoni speciali che permettono loro di individuare facilmente il nemico, attaccano con i razzi tuttavia sono molto lente per via del pesante zaino che portano sulla schiena.

Pantaloni arcobaleno: hanno caratteristiche e aspetti diversi secondo i livelli in cui si trovano.

Scimmie Mostruose: sono primati speciali che hanno facoltà di parlare in linguaggio umano e sono dotati ognuno di una super abilità, s' ispirano a diversi modelli umani, abbiamo l' amante della velocità, la cantante lolita, stile Britney Spears, il lottatore di sumo, il genio nerd debolissimo fisicamente e il lottatore di wrestling tutto d'un pezzo come Hulk Hogan.

Scimmipedia:
Se il colore dei pantaloncini, non vi basta per identificarle, bene qui ci sono altre caratteristiche utili al fine della cattura: nome, spesso è una parodia di personaggi famosi (reali o inventati), qualità ovvero il suo carattere, il colore dei pantaloncini, la velocità, se è facile da raggiungere o meno, la prontezza ovvero la facilità nel coglierla di sorpresa, aggressività, sazietà, il grado di fame del primate e la sua frase tipica.

Stasera in onda ci sono Ballando con le Scimmie, Campionato mondiale di scimmietto e Scimzan: Anche in questo episodio sono presenti tre minigiochi: Balla Scimmia Balla, Monkey Football e il Monkey Climber. Il primo è una sorta di Dance Dance Revolution in cui utilizzeremo solo le leve analogiche, premetto che io odio i giochi di danza in generale e avrete sicuramente capito che questo non è il mio sottogioco preferito. Il secondo è un gioco di calcetto in cui dovremo formare la nostra squadra e vincere il torneo. Tra i tre questo è quello realizzato meglio poiché saranno rilasciati diversi tipi di pallone e non solo quello classico, che rende le partite più imprevedibili e di conseguenza più divertenti. Nell’ultimo, dovremo arrampicarci tra le liane proprio come Tarzan e recuperare 5 banane per ogni livello. Dovremo premere ancora una volta le leve analogiche per muoverci e i tasti L1 e R1 per arrampicarci. Personalmente ho preferito quelli del primo episodio, tuttavia anche questi sono molto carini, specie se giocati assieme a un amico.

Curiosità:
Il livello Entra la Scimmia, è sicuramente riferito al gioco: Spyro Enter The Dragonfly, infatti lo scenario assomiglia al primo livello del titolo Vivendi Universal, lo stage del dojo dei draghi, e in più Entra la Scimmia nella versione inglese significa Enter The Monkey.
La musica della seconda parte del livello: Base lunare, assomiglia alla musica del gioco, Mortal Kombat 3.

Inoltre qui allego ben 2 video, la recensione di Megarobbey e il walktrough contente i livelli di Villaggio delle Brezze e Porto Sereno (quest' ultimo ispirato alla nostra Venezia):




Commento finale:
Ape Escape 2 è un ottimo seguito, che accentua i punti di forza del primo episodio ovvero la simpatia e quella demenzialità molto ridanciana e infantile che solo il Sol Levante sa offrire! Non ci sono grosse innovazioni da segnalare, ma non è un gran problema, anzi! L’unico difetto del titolo Sony risiede nelle telecamere che comunque possono essere aggiustate a proprio piacimento, vi consiglio di giocare con un amico ai sottogiochi presenti vi divertirete molto di più. per il resto se volete un titolo originale e veloce, recuperatelo, perché non deve assolutamente mancare alla vostra collezione!

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: apeescape2pic3.jpg 
Visualizzazioni: 279 
Dimensione: 56.9 KB 
ID: 20603 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: apeescape2pic1.jpg 
Visualizzazioni: 82 
Dimensione: 58.9 KB 
ID: 20604

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: apeescape2pic4.jpg 
Visualizzazioni: 80 
Dimensione: 24.1 KB 
ID: 20605 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: apeescape2pic5.jpg 
Visualizzazioni: 122 
Dimensione: 25.3 KB 
ID: 20606

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: ape2p2009.jpg 
Visualizzazioni: 124 
Dimensione: 33.5 KB 
ID: 20607 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: apeescape2_001-large.jpg 
Visualizzazioni: 92 
Dimensione: 51.5 KB 
ID: 20608

Informazioni:
Sistema: Play Station 2
Anno: 2001
Sviluppatore: Sony Japan
Casa: Sony (Ubisoft, in America)
Genere: Platform

Invia "Homer's Reviews: Ape Escape 2" a Google Invia "Homer's Reviews: Ape Escape 2" a Digg Invia "Homer's Reviews: Ape Escape 2" a del.icio.us Invia "Homer's Reviews: Ape Escape 2" a StumbleUpon

Categorie
PS2 games

Commenti

  1. L'avatar di Robbey
    bella recensione qui hai raggiunto il livello di perfezione complimenti sei stato bravo a realizzarla