Homer's Reviews: Pokèmon Bianco e Nero (seconda parte) - Blog - Retrogaming History
Registrati!
Visualizza Feed RSS

Homer's Reviews

Homer's Reviews: Pokèmon Bianco e Nero (seconda parte)

Valuta Questa Inserzione
Novità introdotte:
Le novità introdotte sono talmente tante che non saprei nemmeno da dove cominciare; è stato introdotto l'interpokè, un cellulare che ci permetterà di parlare in viva voce con gli altri e si attiverà in determinati momenti del gioco.
Le battaglie in cui 3 pokèmon si scontrano con altri 3 non si limitano solo ad essere battaglie classiche (in cui ogni mostro farà la sua mossa con la differenza che quello all'estrema sinistra non attaccherà quello avversario all' estrema destra) ma ci sono anche battaglie a rotazione che sono molto più difficili rispetto a quelle classiche in quanto richiederà una certa dose di strategia nel prevedere la mossa avversaria.
Anche la cattura dei pokèmon è cambiata; alcuni appariranno sono nelle lotte in doppio, altri (raramente) muovendo l'erba alta o generando tempeste di sabbia o ombre oppure appariranno a seconda della stagione (sì qui saranno presenti addirittura le quattro stagioni), inoltre ci sarà una tipologia più scura dell' erba alta che ci farà combattere in doppio o in singolo contro creature di livello superiore a quelli della comune erba alta. Ultimo aspetto:ci saranno solo i mostri della quinta generazione fino a quando non completeremo la storia principale.
Un' altra novità molto interessante è l' infinito utilizzo anche delle MT (Macchine Tecniche) che una volta utilizzate si possono riutilizzare su altri pokèmon e per finire l'utilizzo delle MN (Macchine Nascoste) sarà ininfluente nel proseguo della nostra storia principale. Ci sono luoghi interessanti non inerenti alla storia come il metrolotta e il musical.
Il primo è una serie di lotte in cui il nostro personaggio dovrà affrontare a bordo di treni ognuno dei quali basati su un particolare tipo di battaglia, e sarà possibile anche combattere contro gli avversari assieme ai nostri amici, tramite Wireless o Wi-Fi Connection.
Il musical in pratica, sostituisce le gare di bellezza presenti nei giochi delle due generazioni precedenti, dovremo vestire i nostri mostricciattoli con accessori simpatici e se saranno abbigliati in modo inerente al tema del musical allora vinceremo premi più o meno utili.
Se vogliamo allenare bene la nostra squadra, ci saranno degli stadi in cui affronteremo in lotte pokèmon, i vari trainers presenti (sono sportivi come calciatori, tennisti, cestisti ecc...).
Ma la novità più interessante è rappresentata dal C-Gear che ci permetterà con un tocco di pennino, di lottare, scambiare pokèmon e fare molto altro senza andare per forza al Centro Pokèmon (ovviamente con internet funzionante e altri utenti che giocano al vostro stesso gioco).

Differenze tra le 2 versioni:
Nei giochi precedenti la differenza tra le varie versioni risiedeva al massimo nel pokèmon leggendario da affrontare o nella presenza di questi animaletti in una versione piuttosto che nell' altra. Ebbene in queste due versioni sono state aggiunte anche altre differenze molto più marcate. Nella versione bianca alla fine del gioco,ci imbatteremo nella Foresta Bianca che è un luogo in cui si trovano i mostriciattoli di generazioni precedenti. Mentre in Pokèmon Nero arriveremo nella Città Nera, dovremo scontrarci con diversi allenatori, quindi Pokèmon Bianco è una versione in cui potremo catturare più mostri tascabili mentre nella versione nera ci saranno più lotte.
Altra differenza si trova nella città di Boreduopoli che nella versione bianca apparirà come una città antica e la capo palestra che affronteremo sarà Iris (una ragazzina presente anche nella serie animata), nell' altra versione avrà l'aspetto futuristico e affronteremo in qualità di capo palestra, il sindaco della città, Aristide.

Curiosità:
Pokèmon Bianco e Nero sono le uniche due versioni che sono uscite prima in Italia (4 marzo 2011) che negli U.S.A. (6 marzo 2011).

Commento finale:
Finalmente la saga dei Pokèmon torna ai fasti di Oro e Argento. Questo titolo presenta un sacco di novità ma soprattutto non è mai banale per via di una trama molto più matura e di un livello di difficoltà che è stato aumentato ma che non sarà mai tale da rendere il titolo frustrante. Insomma consiglio a tutti di provare Bianco e Nero perché chi amerà i Pokèmon, troverà questo titolo fantastico, per chi non li ama, potrebbe trovare una valida alternativa ai soliti Final Fantasy o Dragon Quest ecc...
Davvero un ottimo gioco adatto a tutti, grandi e piccini!

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: bw2-15.jpeg 
Visualizzazioni: 49 
Dimensione: 15.4 KB 
ID: 20690 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: bw2-17.jpeg 
Visualizzazioni: 51 
Dimensione: 10.1 KB 
ID: 20691

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: bw2-21.jpeg 
Visualizzazioni: 51 
Dimensione: 9.9 KB 
ID: 20692 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: bw2-26.jpeg 
Visualizzazioni: 46 
Dimensione: 9.1 KB 
ID: 20693

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: pokemon-bianco-nero-4.jpeg 
Visualizzazioni: 51 
Dimensione: 12.1 KB 
ID: 20694 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: pokemon-bianco-nero-2.jpeg 
Visualizzazioni: 54 
Dimensione: 17.3 KB 
ID: 20695

Informazioni:
Sistema: Nintendo Ds
Anno: 2010
Sviluppatore: Game Freak
Casa: Nintendo
Genere: Rpg

Invia "Homer's Reviews: Pokèmon Bianco e Nero (seconda parte)" a Google Invia "Homer's Reviews: Pokèmon Bianco e Nero (seconda parte)" a Digg Invia "Homer's Reviews: Pokèmon Bianco e Nero (seconda parte)" a del.icio.us Invia "Homer's Reviews: Pokèmon Bianco e Nero (seconda parte)" a StumbleUpon

Tag: Nessuno Aggiungi/Modifica Tag
Categorie
NDS games

Commenti

  1. L'avatar di Robbey
    Non male anche la seconda parte complimenti per questa tua recensione hai fatto un ottimo lavoro