Superanteprima: Maldita Castilla - Blog - Retrogaming History
Registrati!
Visualizza Feed RSS

Il deposito dello Zio Boya

Superanteprima: Maldita Castilla

Valuta Questa Inserzione
Ieri è finalmente uscita, dopo lunga (ma comprensibile) attesa, la versione completa di Maldita Castilla, l'ultimo lavoro dello sviluppatore indie spagnolo Locomalito... e come sempre è un lavoro eccezionale! Io non so come faccia quest'uomo a districarsi tra puzzle, platform, shooter verticali e orizzontali sempre con successo e passando dagli 8 bit allo pseudo-ZX Spectrum ai 16 bit senza problemi.


Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: mc01.jpg 
Visualizzazioni: 187 
Dimensione: 19.8 KB 
ID: 26125 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: mc02.jpg 
Visualizzazioni: 140 
Dimensione: 19.9 KB 
ID: 26126 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: mc03.jpg 
Visualizzazioni: 139 
Dimensione: 17.9 KB 
ID: 26127

La fonte ispiratrice è chiarissima, ma Locomalito non ha mai fatto mistero di voler omaggiare la saga di Ghosts 'n Goblins di cui MC è una grande rivisitazione. Qui al posto di un medioevo dark generico c'è una rilettura dei romanzi cavallereschi iberici che purtroppo non conosco affatto, come Amadigi di Gaula, altrimenti avrei potuto apprezzare ancora di più! Ma non serve avere una letteratura in lettere classiche per capire che questo è un ottimo titolo, difficile il giusto e con tanti piccoli tocchi di classe (compreso il filtro a effetto "finto monitor arcade" della grafica, con tanto di riflessi e macchie!) sparsi ovunque.


Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: mc06.jpg 
Visualizzazioni: 88 
Dimensione: 13.0 KB 
ID: 26128 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: mc07.jpg 
Visualizzazioni: 100 
Dimensione: 19.8 KB 
ID: 26129 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: mc08.jpg 
Visualizzazioni: 100 
Dimensione: 19.0 KB 
ID: 26130

La storia narra di una strega che ha fatto un patto col diavolo riempiendo la Castiglia di creature mostruose, facendola diventare la "Castiglia maledetta" del titolo. Il crociato Don Ramiro, assieme a un gruppo di compagni, dovrà attraversare 6 livelli platform con tanti riferimenti ai punti fermi del genere (sezioni su un veicolo in movimento, chiavi da trovare, salti su piattaforme sospese nel vuoto...), boss alla metà e fine di ciascuno di essi e, a quanto pare, finali multipli a seconda degli oggetti trovati e dei continue impiegati.
Il nostro Sir Arthur iberico ha 4 armi a disposizione, che non si differenziano tantissimo a dire il vero, ma che almeno non sono sballate come quelle di GnG dove una è fondamentale e le altre inutili! Ci sono poi bonus come una fatina che fa da pod secondario e tante altre belle cose che non sto a elencare. Però vi spoilero un paio di boss, tiè:

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: mc05.jpg 
Visualizzazioni: 101 
Dimensione: 17.9 KB 
ID: 26132Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: mc09.jpg 
Visualizzazioni: 103 
Dimensione: 19.4 KB 
ID: 26133

La pixel art della grafica è ottima, cupa al punto giusto e molto dettagliata: per apprezzarla ancora di più vi consiglio di scaricare il documento in Pdf dal sito di Locomalito che spiega il suo processo produttivo. Anche le musiche del suo compare Gryzor87 sono decisamente adatte allo stile, strane ma accattivanti, e con il bonus di essere realizzate con un chip "d'epoca" per maggiore autenticità!

Insomma davvero un gran titolo per il rapporto qualità/prezzo e per la dedizione che il nostro ha mostrato nel rispettare la sua "poetica" ovvero giochi in stile retro fatti con assoluto rispetto delle fonti ma anche di chi gioca.

Invia "Superanteprima: Maldita Castilla" a Google Invia "Superanteprima: Maldita Castilla" a Digg Invia "Superanteprima: Maldita Castilla" a del.icio.us Invia "Superanteprima: Maldita Castilla" a StumbleUpon

Commenti

  1. L'avatar di AlextheLioNet
    Indubbiamente una bellissima operazione nostalgica che colpisce nel segno per l'accurata simulazione di "feeling coinopposo fine anni '80". Unica gradita concessione alla modernità: lo skill level non è proibitivo. Unico difetto: il monitor con effetto "infoschimento" è un po' troppo "infoschito" e questa "feature", a differenza delle scanlines, non è disabilitabile (o almeno non ho trovato l'opzione che consenta di farlo). Per il resto nulla da dire: vera e propria chicca!
  2. L'avatar di Boyakki
    Citazione Originariamente Scritto da AlextheLioNet
    Unico difetto: il monitor con effetto "infoschimento" è un po' troppo "infoschito" e questa "feature", a differenza delle scanlines, non è disabilitabile
    A cosa ti riferisci? Io dopo aver premuto F5 e disabilitato gli effetti trovo che l'immagine sia molto più chiara. Parli dell'alone in centro allo schermo?

    Unica gradita concessione alla modernità: lo skill level non è proibitivo.
    Vero fino a un certo punto.
    Spoiler:
    Se riesci a recuperare le lacrime di Moura nascoste in ogni livello e a battere il boss finale, ci sarà un ultimo lunghissimo livello bonus, l'inferno, e li sì che c'è da sudare!
  3. L'avatar di AlextheLioNet
    Citazione Originariamente Scritto da Boyakki
    A cosa ti riferisci? Io dopo aver premuto F5 e disabilitato gli effetti trovo che l'immagine sia molto più chiara. Parli dell'alone in centro allo schermo?


    Vero fino a un certo punto.
    Spoiler:
    Se riesci a recuperare le lacrime di Moura nascoste in ogni livello e a battere il boss finale, ci sarà un ultimo lunghissimo livello bonus, l'inferno, e li sì che c'è da sudare!

    Sì... se non sbaglio F5 disabilita le scanlines... ma gli "aloni" tipo "monitor che sta tirando le cuoia" restano in ogni caso... o per lo meno non ho capito se e come è possibile farne a meno.

    Per quanto riguarda la difficoltà, Maldita Castilla è decisamente più facile rispetto a quanto ci si aspetterebbe da uno pseudo coin-op "seconda metà '80" palesemente ispirato a Ghosts'n Goblins. Giocandolo per la prima volta, mi ero fatto l'idea di uno skill level "da ginocchia sui ceci" à la GnG... e sono stato molto contento nel constatare che non è affatto così. Poi nessuno nega che in seguito i nodi vengano al pettine (com'è giusto che sia), ma, per fortuna, la curva di difficoltà è abbastanza graduale.