Riviste cartacee versus informazione digitale - Blog - Retrogaming History
Registrati!
Visualizza Feed RSS

Archeoludica

Riviste cartacee versus informazione digitale

Valuta Questa Inserzione
Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: nru.jpg 
Visualizzazioni: 239 
Dimensione: 96.7 KB 
ID: 28728

L'ultimo NRU

Attraverso un laconico comunicato stampa Nintendo Italia ha fatto sapere ai lettori del suo sito che il numero 142 di NRU (Nintendo Rivista Ufficiale) sarà l'ultimo numero pubblicato da Sprea Editori, attuale editore della rivista dopo il precedente Future, ex Gruppo Futura. Ancora non si sa se la rivista chiuderà del tutto o semplicemente cambierà gestione con una nuova redazione. Lo staff storico di NRU, più o meno compatto durante tutti questi anni, era composto da firme che tutti conoscevano e leggevano con piacere, come Fabio Bortolotti, Mattia Ravanelli, Andrea Babich, Ugo Laviano ed altri. Anche se la rivista non morirà del tutto è sempre un ciclo che si chiude, che ha accompagnato gli appassionati della carta stampata per parecchi anni. Presente sul mercato dal debutto italiano del GameCube, nel 2002 ed è sempre stata un punto di riferimento per chi segue la casa di Kyoto.

Riviste di settore, un vecchio grande amore!

Ormai le riviste di settore specializzate sono rimaste poche, poichè internet fornisce notizie in tempo reale, recensioni ed opinioni sui giochi appena usciti freschissime, cosa che, per forza di cose, la stampa tradizionale non può fare.
Testate storiche come ZZap!, TGM, Consolemania, Game Power,Z, K, GMC, Mega/Super Console, PSM, PSMania, Game Republic e tante altre ci hanno tenuto compagnia per svariati anni e continuano a farlo, ma il web è senza dubbio il futuro. Lo scorso Agosto del resto ha chiuso la storica Nintendo Power, rivista americana che usciva da 24 anni, e nel 2012 ci ha lasciati anche Giochi per il Mio Computer.

Volatilità delle informazioni

NRU ci mancherà davvero, ma la collezione completa completa di tutti e 142 i numeri sarà sempre lì, su uno scaffale o in una polverosa cantina pronta per essere ripresa in mano in ogni momento. Magari proprio quando compreremo a poco prezzo quel gioco minore del quale la recensione ci aveva incuriosito ma che non avevamo avuto occasione di trovare. Il web invece è molto più volatile, come i giochi in digital delivery del resto, tutto dipenderà sempre da un server ed un semplice pulsante OFF potrà spegnere e cancellare ogni informazione con estrema facilità...

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: logo_low_43.jpg 
Visualizzazioni: 106 
Dimensione: 70.0 KB 
ID: 28729

LINK SITO NINTENDO

Invia "Riviste cartacee versus informazione digitale" a Google Invia "Riviste cartacee versus informazione digitale" a Digg Invia "Riviste cartacee versus informazione digitale" a del.icio.us Invia "Riviste cartacee versus informazione digitale" a StumbleUpon

Aggiornato il 24-05-2014 alle 07:13 da Super Fabio Bros

Categorie
videogames

Commenti

  1. L'avatar di AlextheLioNet
    Purtroppo è inevitabile. Nell'era digitale le riviste non hanno più motivo di esistere... almeno sotto il profilo squisitamente commerciale. Il punto di vista nostalgico e storico, viceversa, ne "reclama" ancora la presenza. In ogni modo c'è da dire che, grazie al lavoro dei fan, alcune riviste d'annata sono comunque ancora reperibili in formato PDF... e c'è da sperare che le redazioni delle testate più note si preoccupino di rendere lo "storico" liberamente accessibile al pubblico.
    Aggiornato il 04-07-2013 alle 15:52 da AlextheLioNet
  2. L'avatar di striderhiryu
    Quoto Alex, purtroppo era (ed è) inevitabile. Se una volta compravo qualche rivista di videogiochi per pc lo facevo soprattutto per i giochi allegati, ora manco più quelle (anche perchè col pc ci gioco poco, ormai)....
  3. L'avatar di Raffa
    Quando GamePower sparì mi rattristai parecchio, non era solo una rivista di videogiochi, ma era anche un condensato di divertimento (dai, la posta di Apecar era f a v o l o s a!!!).
    Consolemania non lo presi più quando diventò Playstation-only, ma già da un po' aveva perso quello smalto che personaggi quali il Raffo, il Duspa, i Bovas garantivano con le loro recensioni e rubriche.
    NRU la prendevo da un bel po', tra l'altro mi ero tolto lo sfizio di mandare la foto del mio record di Runner2 per vedere in che posizione nella classifica dei lettori arrivavo... Constatare che sono arrivato primo solo perché è l'ultimo numero mi ha messo una tristezza incredibile.
    Al di là delle considerazioni sulle riviste, sulla imparzialità del giornalismo videoludico e su chissà cos'altro, c'è da rilevare come spiace che persone APPASSIONATE, che lavorano con passione, che magari non sono il massimo dell'imparzialità suddetta (i voti a certi videogiochi lasciano sempre un po' perplessi), ma certamente ci mettono il cuore in quel che fanno, non possano più farlo, almeno su carta stampata. Ma è questo il futuro che vogliamo davvero?
  4. L'avatar di AlextheLioNet
    Citazione Originariamente Scritto da Raffa
    c'è da rilevare come spiace che persone APPASSIONATE, che lavorano con passione, che magari non sono il massimo dell'imparzialità suddetta (i voti a certi videogiochi lasciano sempre un po' perplessi), ma certamente ci mettono il cuore in quel che fanno, non possano più farlo, almeno su carta stampata. Ma è questo il futuro che vogliamo davvero?

    Per come la vedo io, assolutamente sì!

    Tanto le persone appassionate che lavorano con passione e mettono il cuore in quello che fanno non scompaiono con le riviste, ma finiscono per scrivere su web...
  5. L'avatar di Robbey
    Peccato che ha chiuso :'( maledetta era digitale, almeno ho un bel po di numeri e non li farò sparire mai dalla mia collezione, per viaggiare sulla scia dei ricordi