Benvenuto!

RH è il posto ideale per ogni retrogiocatore che si rispetti. Se vuoi farne parte e poter commentare gli articoli o partecipare alle discussioni del forum, registrati.

Registrati

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.
La spada del ridicolo

La spada del ridicolo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La spada del ridicolo

    Oggi mi è arrivato un sostanzioso pacco con alcuni giochi per Mega Drive. Tra una partitita a Phelios (valido) e un paio di tiri a Leaderboard (tanto per vedere com'è) mi imbatto in un gioco che non conoscevo se non di nome.

    Sword of Sodan? Un gioco fantasy. Figo, dalle immagini sembra un incrocio tra Rastan e Lionheart. Proviamolo subito.

    Grave errore. Il gioco è veramente trash. Una grafica ridicola, una colonna sonora inesistente e la mancanza di un qualsiasi barlume di giocabilità lo rendono credo il peggior gioco che abbia mai visto su Mega Drive.

    Naturalmente il gioco è occidentale, nonché una conversione da Amiga. Mi chiedo se valeva la pena trasportarlo su cartuccia.

  • #2
    Originariamente inviato da Akiba Visualizza il messaggio
    Naturalmente il gioco è occidentale, nonché una conversione da Amiga. Mi chiedo se valeva la pena trasportarlo su cartuccia.
    Direi di no... già non era un granchè su Amiga... su Mega Drive, poi, è addirittura peggiorato...
    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
    __________________________________________________ _______________________________________

    "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

    Commenta


    • #3
      Sword of Sodan!! uno dei giochi più sopravvalutati di sempre. Ricordo quando un mio amico tutto esaltato mi fece vedere un gioco dicendomi che aveva la grafica più bella che avesse mai visto. Sarà, ma a me ha sempre fatto schifo, i personaggi sono grossi, ma sono animati in maniera ridicola e quando salta il personaggio assume la posizione che di solito si usa quando si è in bagno. Non ho mai visto la versione per il Megadrive, ma scommetto che non sia meglio di quella Amiga

      Commenta


      • #4
        No, non è un buon gioco, ma ai suoi tempi aveva il suo perchè: grossa grafica e tanto voglia da parte del pubblico a 16-bit di vedere qualcosa del genere. Ovviamente parlando di Amiga... Sul Megadrive arrivò mi pare due anni dopo, quando la console Sega aveva mostrato cose ben migliori e tra l'altro la conversione era anche con parecchi tagli. Ne parlammo con Alex qualche tempo fa... non sentivamo la mancanza di questo gioco
        videoludik.blogspot.com

        il mio blog di notizie sulla nuova generazione!

        Commenta


        • #5
          La Spada Del Ridicolo su Mega Drive: il mio gioco preferito di sempre!
          Ah no, si parlava di Sword of Sodan...
          a lavare la testa ai somari si perde tempo, acqua e sapone...

          Commenta


          • #6
            Già... Sword of Sodan era visivamente impressionante, ma pagava lo scotto degli sprites enormi con animazioni molto limitate e conseguenti movenze rigide che rendevano l'azione assai poco soddisfacente.

            Ma il problema principale era nella ripetitività combinata alla difficoltà che lo rendeva frustrante, noioso e, in generale, poco divertente.

            Su Mega Drive peggiorarono i colori a causa della tavolozza più limitativa e del numero di tonalità a video inferiori, tagliarono ulteriormente le animazioni per la scarsa capienza del formato siliceo adottato e impoverirono il sonoro... in compenso lo scrolling era più fluido, i movimenti dei personaggi idem (i movimenti e non le animazioni che avevano un numero di frame leggermente inferiore rispetto a quelli della versione Amiga) e la velocità era superiore (con conseguente aumento della difficoltà... cosa che non era poi così necessaria). In generale l'hack 'n' slash continuava ad essere divertente come un film di Nanni Moretti... e di quelli più "pallosi"...

            http://www.retrogaminghistory.com/co...Sword-of-Sodan

            Insieme a Shadow of the Beast, Sword of Sodan è uno dei primi titoli "da shock audiovisivo" che abbia modo di vedere sul mitico 16 bit di casa Commodore.
            Purtroppo, non molto diversamente da Beast, è tanto bello da vedere e ascoltare, quanto povero sul fronte della giocabilità... decisamente peggiore del titolo Reflections da questo punto di vista.
            La grafica è davvero impressionante... troppo ricca nel dettaglio e nelle dimensioni degli sprite per non rendere impossibile la bontà delle animazioni (fra l'altro girava anche con gli standard 512 Kb di RAM dell'Amiga 500) e anche l'evocativa musica iniziale e gli FX ingame sono di ottimo livello.
            Peccato che giocarci fosse proprio una "sofferenza".
            La versione Mega Drive, poi, era una "sofferenza" ancora più "sofferta".
            I livelli di difficoltà cambiavano poco o niente. I colori erano meno convincenti (ovvio... con 1/8 della palette e meno di 50 tonalità on-screen...) e il sonoro notevolmente più povero.
            Le animazioni, peraltro già scattose nell'originale, subivano su MD una ulteriore semplificazione (inevitabile: sul 16 bit Sega il gioco è memorizzato su una cart da 4 Mbit -512 Kb- a fronte dei 3 dischetti -più di 2,6 MB- dell'originale su Amiga...)... con l'unica contropartita positiva dello scrolling più fluido e della velocità complessivamente superiore (che peraltro incideva in negativo sulla già proibitiva difficoltà).
            Questo infelice titolo Innerprise è "gratificato" da un bel 3 (forse un pò troppo basso... ma io non sarei comunque arrivato al 5... un 4,5 sarebbe stato, a mio modo di vedere, sufficientemente equo) su Sega-16 in riferimento alla versione Mega Drive... per quanto riguarda quella Amiga vedrei come adeguato un 6 (voto assegnato su Lemon) per l'eccellenza grafica e per il fatto che nel 1988/89 sull'home computer Commodore questo l'hack 'n' slash fosse, per le sue impressionanti caratteristiche tecniche, una vera e propria mosca bianca.
            Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
            __________________________________________________ _______________________________________

            "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

            Commenta


            • #7
              Mitico Sword of Sodan, mitico trashone, specialmente su Menga (megadrive ), io lo conservo ancora gelosamente nella mia collezione, ma diciamo che ne sto abbastanza alla larga eheheh
              Is freedom what we really wanted?
              We no longer belong to anybody. No one will help us
              now. No one will protect us. Now our true power as
              human beings will be tested. We cannot look back. We
              will not waste our victory!

              Commenta


              • #8
                Sword of Sodan, mi lasciò di stucco perchè era penoso in tutto, lo vendetti dopo 24 ore che lo acquistai per 1 euro, la grafica sulla custodia mi aveva ingannato
                Tutto sarà bello quando Igor lo rinfrescherà, la sua forza è la nostra forza

                Qui dentro c'è un nuovo mondo, qui dentro c'è il nostro futuro, qui dentro c'è il nostro DESTINO

                Commenta

                Sto operando...
                X