Benvenuto!

RH è il posto ideale per ogni retrogiocatore che si rispetti. Se vuoi farne parte e poter commentare gli articoli o partecipare alle discussioni del forum, registrati.

Registrati

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.
Titoli per Mega Drive da riscoprire o rivalutare?

Titoli per Mega Drive da riscoprire o rivalutare?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da AlextheLioNet Visualizza il messaggio
    Con i titoli Codemasters della serie J-Cart non mi sono posto il problema, visto che quelli che mi interessavano li possiedo già Idem come sopra per Mega Bomberman. Mi sarebbe piaciuto giocare in 4 al picchiduro Yu Yu Hakusho dei Treasure con i menù semi-comprensibili (in brasiliano) tramite Mega Everdrive, ma purtroppo lì per lì non è stato possibile...
    Sì, per chi li possiede non è un problema, ero solo curioso di sapere se funzionavano con il multitap... per gli altri 2 non sei riuscito? nemmeno disattivando il menu in-game?
    Cerco il gioco in immagine, Jazz Jackrabbit 2 The Christmas Chronicles, boxato e completo, so che è raro e pago bene (almeno ci provo ;-) ), fate offerte in PM che poi valuterò, grazie.
    sigpic

    Commenta


    • Originariamente inviato da Capriellllle Visualizza il messaggio
      Sì, per chi li possiede non è un problema, ero solo curioso di sapere se funzionavano con il multitap... per gli altri 2 non sei riuscito? nemmeno disattivando il menu in-game?
      Al FVB non l'ho provato. Ho solo notato che a volte da problemi per il 2-player mode con certi giochi (con Snow Bros non c'è stato verso). Mega Bomberman l'ho giocato in multi con la "real cartridge" e quindi non so se funziona con il multitap se lanci la corrispettiva ROM da SD. Non avevo idea che vi fosse un'eventuale possibilità di ovviare disattivando il menù in-game...
      Ultima modifica di AlextheLioNet; 02-12-2019, 13:41.
      Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
      __________________________________________________ _______________________________________

      "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

      Commenta


      • Originariamente inviato da AlextheLioNet Visualizza il messaggio
        Al FVB non l'ho provato. Ho solo notato che a volte da problemi per il 2-player mode con certi giochi (con Snow Bros non c'è stato verso). Mega Bomberman l'ho giocato in multi con la "real cartridge" e quindi non so se funziona con il multitap se lanci la corrispettiva ROM da SD.
        Ho capito, comunque spulciando su Segaretro ho trovato questa curiostià riguardante Micro Machines 2:

        Two variants of the Mega Drive version exist - one distributed on Codemasters' custom-made "J-Cart" design, and another on a regular Codemasters-style cartridge. The latter makes up for its lack of J-Cart ports by being compatible with Sega's Team Player adapter - it is currently not known whether the J-Cart variant retains the compatibility.

        Originariamente inviato da AlextheLioNet Visualizza il messaggio
        Non avevo idea che vi fosse un'eventuale possibilità di ovviare disattivando il menù in-game...
        Da come ho capito sul forum di Krikzz sembra una possibile soluzione... Sempre con tentativi ed errori penso...
        Cerco il gioco in immagine, Jazz Jackrabbit 2 The Christmas Chronicles, boxato e completo, so che è raro e pago bene (almeno ci provo ;-) ), fate offerte in PM che poi valuterò, grazie.
        sigpic

        Commenta


        • X-Men 2: Clone Wars - il miglior titolo su licenza Marvel realizzato per Mega Drive?

          Brillante action-platform stranamente poco citato nonostante abbia goduto ai tempi di un certo apprezzamento, X-Men 2: Clone Wars (Headgames, 1995 - Mega Drive) mette il videogiocatore nei panni di Beast, Psylocke, Gambit, Nightcrawler, Wolverine, Cyclops e un ulteriore personaggio sbloccabile.

          Tecnicamente lo sviluppatore statunitense ha svolto un lavoro competente a partire dalla pulizia del tratto che si riscontra negli sprite, proseguendo sul fronte dei background e terminando autorevolmente sul piano della programmazione.

          X-Men 2: Clone Wars poi non si limita appunto a una realizzazione grafica particolarmente apprezzabile, ma gioca ancora meglio le sue carte marveliane grazie alla cura riposta nella "reinpixellazione" dei protagonisti.

          Per quanto concerne poi il fronte sonoro, la combinazione del sound engine GEMS e della firma Nu Romantic Productions (Kurt Harland e Mark Miller) si traducono in una qualitativamente discutibile OST "ambient-industrial" & vagamente "acid-techno" corredata da una ricca dotazione di FX.

          Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
          __________________________________________________ _______________________________________

          "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

          Commenta



          • Madou Monogatari I: l'ultima interessante release ufficiale giapponese per Mega Drive giocabile in inglese grazie a una fan translation patch

            La serie Madou Monogatari (letteralmente: "Storia di stregoneria") è firmata da Compile e viene inaugurata da Madou Monogatari 1-2-3 (1990 -piattaforma: MSX2). Seguono 4 capitoli per Game Gear rilasciati tra il 1993 e il 1995, uno appunto per Mega Drive datato 1996 e infine l'ultimo per Saturn nel 1998.

            Si tratta di first-person dungeon crawler RPG dall'accattivante estetica kawai popolati da varietà di buffi personaggi che Compile farà tornare in scena nel puzzle game Puyo Puyo.

            Questa serie relabora in parte le tradizionali meccaniche dei dungeon crawler RPG in prima persona con la rinuncia alle classiche statistiche e agli attacchi fisici, sostituiti rispettivamente da espressioni facciali degli sprite e magie. In pratica la il grado di salute e potenza della protagonista Arle è leggibile direttamente dal suo volto, dai dialoghi durante la battaglia, dalla background music, ecc. - ad esempio, la musica cambia se l'eroina diviene troppo debole, viene avvelenata, o perde troppo potere magico.

            Il capitolo realizzato nel marzo 1996 per Mega Drive è nominalmente un remake del primo episodio della trilogia Madou Monogatari 1-2-3, originariamente pubblicato per l'home computer MSX2 nel 1990, ma a parte sostanziale riproposizione della "trama" e alcuni elementi di gioco, si tratta essenzialmente di un titolo completamente nuovo. Il combattimento a turni, infatti, ha lasciato il posto a un sistema di combattimento à la VS beat'em up e le mappe dei sotterranei sono completamente diverse.

            Tecnicamente questo first-person dungeon crawler RPG spicca per la grafica pulita, definita e brillantemente colorata, nonché per l'eccellente colonna sonora.

            Di seguito un gameplay video di Madou Monogatari I in versioneEnglish fan translated (la patch è disponibile dallo scorso 14 febbraio - http://segabits.com/blog/author/flarehabanero/ - http://stargood.org/trans/madou1md.php -):


            Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
            __________________________________________________ _______________________________________

            "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

            Commenta



            • Chiki Chiki Boys, l'ultima conversione da arcade Capcom per Mega Drive "reprogrammed by Sega"
              Per quanto Chiki Chiki Boys / Mega Twins non sia certamente il piu' noto arcade Capcom per scheda CPS-1, va da se che non pochi frequentatori delle sale giochi lo ricorderanno come un ottimo coin-op sostanzialmente in linea con gli allora alti standard qualitativi della storica casa giapponese.
              Caratterizzato da una simpatica estetica kawai a' la Wonder Boy con colorazioni adeguatamente accese e un'accattivante bizzarria "sollevantosa" nel tratto di nemici e in molti dettagli di animazioni e fondali, Chiki Chiki Boys propone la classica azione arcade dei titoli Capcom declinata in una giocabilita' solida e ben bilanciata.
              Curiosamente la conversione per Mega Drive di questo cute action-platform viene rilasciata solo nel 1993, vale a dire ben tre anni dopo l'esordio del coin-op. Si tratta in effetti dell'ultimo porting da arcade Capcom "Reprogammed by Sega" realizzato per la console di Sonic, per quanto alcuni siti ne atterbuiscano lo sviluppo a Visco Corporation (secondo SegaRetro solo il lato sonoro sarebbe stato realizzato da questi ulrimi o quantomeno tramite un loro sound engine).
              Si tratta indubbiamente di una valida conversione che, con la vistosa e dolorosa eccezione della modalita' cooperativa per due giocatori , mantiene quasi tutti gli aspetti piu' salienti del coin-op e puo' contare su una realizzazione tecnica competente. Peccato solo che nel passaggio dalla modalita' grafica dell'arcade, 384x224 a quella del Mega Drive (320x224) i personaggi non abbiano beneficiato di una correzione delle proporzioni e risultino quindi ancora piu' "tarchiatelli" dell'originale.









              Ultima modifica di AlextheLioNet; 07-03-2020, 23:29.
              Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
              __________________________________________________ _______________________________________

              "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

              Commenta


              • Tiny Toon Adventures: ACME All-Stars (Konami, 1994 - Mega Drive), il divertente multi-evento sportivo basato sui simpatici personaggi della serie animata creata nel 1990 da Tom Ruegger e prodotta da Amblin Entertainment e Warner Bros. Animation.

                Analogamente al contemporaneo Tiny Toon Adventures: Wacky Sports Challenge per Super Nintendo, Tiny Toon Adventures: ACME All-Stars è appunto un multi-evento sportivo semplificato nelle dinamiche e nei controlli che punta al divertimento immediato con decisa inclinazione verso il multiplayer partygame.

                In certi aspetti anticipatore del coin-op Capcom Sports Club (1997) e, più a grandi linee di Mario Sports Mix (2010), questo titolo Konami vede una rosa di 12 personaggi alle prese con Calcio (4 vs 4 -il portiere è controllato dalla CPU-), Basket (3 vs 3), Corsa a ostacoli, Bowling e, per i soli Buster Bunny, Babs Bunny, Plucky Duck e Hamton J. Pig una variante del classico "Colpisci la Talpa" con Montana Max, Dizzy Devil e Elmyra Duff al posto di quest'ultima.
                Ogni personaggio di Tiny Toon Adventures: ACME All-Stars può avvalersi di abilità speciali e mosse/tiri speciali con questi ultimi utizzabili durante i match di calcio e basket. Queste ultime, vincolate al caricamento di una power bar ed eseguibili con il tasto C, integrano sempre nel Calcio e nel Basket i classici tiro/contrasto (A) - passaggio/cambio personaggio (B). 4 dei 5 campi / arene del titolo Konami includono sfide extra come ad esempio i barili rotanti in quello a tema "western".
                Tecnicamente all'insegna della classica inappuntabilità tecnica "Made In Konami" del tempo, Tiny Toon Adventures: ACME All-Stars supporta il multitap Sega Team Player e dunque può essere al centro di divertenti sfide multiplayer per 4 giocatori. Le opzioni prevedono infatti diverse combinazioni di gruppo:
                • 1P + 2P + 3P Vs CPU
                • 1P + 2P Vs 3P
                • 1P + 2P Vs 3P + 4P
                • 1P + 2P + 3P Vs 4P
                Da provare!



                Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                __________________________________________________ _______________________________________

                "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                Commenta

                Sto operando...
                X