Benvenuto!

RH è il posto ideale per ogni retrogiocatore che si rispetti. Se vuoi farne parte e poter commentare gli articoli o partecipare alle discussioni del forum, registrati.

Registrati

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Titoli per Mega Drive da riscoprire o rivalutare?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi


    Mega Man : The Wily Wars / RockMan: Mega World (Capcom - 1994 - http://www.guardiana.net/MDG-Databas...520World/#v293 ): interessante compilation per Mega Drive contenente versioni moderatamente "aggiornate" di Mega Man, Mega Man 2 e Mega Man 3, con in più un set di livelli extra denominato Wily Tower. Queste riproposizioni un po' "vitaminizzate" per il 16-bit Sega (EUR e JAP) di questi classici per NES presentano anche non poche differenze relative al gameplay e descritte insieme alle altre nella relativa pagina di SegaRetro ( https://segaretro.org/Mega_Man:_The_Wily_Wars ).

    Keiji Inafune, uno dei padri di Mega Man, ha rivelato che lo sviluppo di Mega Man : The Wily Wars / RockMan: Mega World, affidato a Minakuchi Engineering fu piuttosto lento e comportò un debugging particolarmente travagliato. Probabilmente i non infrequenti quanto ingiustificati rallentamenti che si rilevano in queste riedizioni a 16-bit dei primi tre capitoli della nota serie sono dovuti anche ai suddetti problemi.

    Nuovo longplay 4K60ᶠᵖˢ UHD

    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
    __________________________________________________ _______________________________________

    "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

    Commenta



      Della serie "30 anni fa su Mega Drive"

      Super Fantasy Zone (Sunsoft, 1992 - Mega Drive - data release: 14 gennaio 1992)...

      ... un piccolo (relativamente al box ) ma bellissimo horizontal shooter per il 16-bit Sega

      Ottimo cute 'em up della serie Fantasy Zone, questo coloratissimo sparatutto sviluppato nel 1992 da Sunsoft si presenta così bene da sembrare quasi un titolo PC Engine firmato Hudson Soft e realizzato "per errore" su Mega Drive. Esteticamente infatti è davvero notevole e costituisce un esempio particolarmente significativo di valorizzazione pienamente riuscita del 16-bit Sega anche sul fronte non di rado abbastanza critico dei colori. Assolutamente apprezzabile, poi, il fronte sonoro a cura di Naoki Kodaka e, com'è evidente dalla perfetta velocità e fluidità, nonché dal generoso utilizzo della parallasse standard e multi-strato, di assoluta competenza la programmazione.

      Una curiosità: il box, la cart e il libretto sono diversi dagli standard nipponici di quegli anni in ambito Mega Drive

      (peccato che questo "stile mignon" delle custodie non abbia preso piede e non si sia mai affermato come standard internazionale -che io sappia è stato scelto per soli 7 titoli- ... se infatti a suo tempo avesse preso piede, oggi le collezioni dedicate al 16-bit Sega risulterebbero meno ingombranti )





      La colonna sonora (per-channel Oscilloscope View)




      Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
      __________________________________________________ _______________________________________

      "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

      Commenta



        Space Invaders '91 (Taito, 1990 - Mega Drive), "moderna" (relativamente parlando) rivisitazione per il 16-bit Sega del classicissimo arcade fixed shooter datato 1978, costituisce un titolo teoricamente adatto per una rimpatriata audiovisivamente "sedicibittara" al cospetto degli Invasori Spaziali

        Curiosamente tra le varie conversioni di Super Space Invaders '91 (Taito, 1990) non figura un porting per Mega Drive. La casa nipponica infatti, preferì riservare al 16-bit Sega un episodio a parte, corrispettivo "in casa ex Service Games" di Space Invaders: Fukkatsu no Hi (1990) per PC Engine: Space Invaders 90 (JP) / Space Invaders '91 (US) / Space Invaders (BR).

        Rispetto al coin-op, questo "aggiornamento" rinuncia alle mitiche casematte in favore di una barra di energia assegnata alla nostra torretta, introduce una serie di varianti al gameplay e power up, inclusi nuovi pattern di attacco, la possibilità di determinati nemici di giungere a terra e fungere da "magnete di disturbo", quadri con terreno "accidentato" con annesse varianti alla direzione di fuoco, ecc...

        Il tutto è corredato con un'apprezzabile quanto brillante colonna sonora firmata da Noriyuki Iwadare, autore che, per quanto concerne la ludoteca Mega Drive, ha all'attivo le colonne sonore di: After Burner II, Gleylancer, Gynoug, Langrisser (Warsong) / Langrisser II e Steel Empire. Space Invaders 90 in effetti è il primo titolo acusticamente impreziosito dal rinomato sound engine Cube/Dougen Shibuya (Crusader of Centy / Soleil / Ragnacenty, Dr. Robotnik's Mean Bean Machine, Gleylancer, Granada, Jewel Master, Landstalker, Langrisser II, Ranger-X / Ex-Ranza, Darius II / Sagaia, Shining Force, Shining Force II, Shining in the Darkness, Snow Bros.: Nick & Tom, Steel Empire, Warsong / Langrisser, Wings of Wor / Gynoug, Ys III: Wanderers from Ys e Zero Wing )

        Nuovo longplay



        Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
        __________________________________________________ _______________________________________

        "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

        Commenta

        Sto operando...
        X