Benvenuto!

RH è il posto ideale per ogni retrogiocatore che si rispetti. Se vuoi farne parte e poter commentare gli articoli o partecipare alle discussioni del forum, registrati.

Registrati

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.
Armiga, l'emulatore "hardware" di Amiga 500

Armiga, l'emulatore "hardware" di Amiga 500

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Armiga, l'emulatore "hardware" di Amiga 500

    Si tratta in pratica di un dispositivo con cpu arm (da cui il nome "ARMIGA") dual core, su cui gira un emulatore software della mitica Amiga 500. La cosa interessante è che si possono utilizzare i floppy originali (o le loro copie, come facevano molti sull'Amiga originale!), ed il dispositivo ha pure un'uscita hdmi, ottima per collegarlo a tutte le tv a schermo piatto. Il prezzo non è popolarissimo (169 euro), tuttavia se la compatibilità è alta e se questo dispositivo funziona bene, il gioco potrebbe valere la candela!

    Di seguito il video di Turrican su ARMIGA:
    <It's Strider Hiryu! He will never leave Capcom alive!>

  • #2
    questa è na notizia. Peccato il prezzo..ma dato il settaggio al quale devono aver incocciato è quasi giustificato. Quasi ne compro uno quando ce ne saranno in di usati. Prolifico il panorama amiga.

    Commenta


    • #3
      Vengo subito al dubbio:
      Perché uno dovrebbe comprare questo Armiga piuttosto che un Raspberry Pi o simile che ne costa solo una frazione pur avendo probabilmente un hardware migliore e capace di fare più cose?

      Sopratutto il modello privo di lettore floppy non capisco che senso abbia, mentre quello più costoso potrebbe anche servire a una manciata di persone ma non di più.

      Commenta


      • #4
        Mi stavo chiedendo se in teoria con un Raspberry Pi e un lettore floppy USB esterno non si potesse ottenere un risultato simile con un certo risparmio...
        Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
        __________________________________________________ _______________________________________

        "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da AlextheLioNet Visualizza il messaggio
          un lettore floppy USB esterno
          Uno normale USB di quelli in commercio presumo di no, dato che come come i comuni floppy interni da PC non ha un controller adeguato per leggere i dischetti in formato Amiga servirebbe un controller apposito tipo una sorta di CATWEASEL MK4 in versione USB

          Ma poi davvero si sente tutta questa gran necessità di leggere i floppy originali dell'Amiga?
          Voglio dire anche su macchina fisica sono anni che la gente "lotta" per superare la dipendenza dai floppy ricorrendo a vari metodi come il famosissimo whdload per installare i propri giochi su hdd, se non a soluzioni più moderne per far leggere direttamente gli ADF come il gotek, per questo dico che può servire davvero solo ad un numero davvero ristretto di utenti, magari programmatori o ex programmatori Amiga che hanno ancora una raccolta di materiale in tale formato.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da biometallo Visualizza il messaggio
            Uno normale USB di quelli in commercio presumo di no, dato che come come i comuni floppy interni da PC non ha un controller adeguato per leggere i dischetti in formato Amiga servirebbe un controller apposito tipo una sorta di CATWEASEL MK4 in versione USB
            Vero! Non a caso un programma tipo OmniFlop raccomanda di utilizzare floppy interni. Pare che tramite dispositivi USB non si riesca a "trasformare" le immagini dei dischi nelle "controparti reali". Da notare infatti che OmniFlop sostituisce il controller e il driver standard del floppy interno del PC con un suo controller/driver custom.

            http://www.shlock.co.uk/Utils/OmniFlop/OmniFlop.htm


            Di recente ho aperto un topic proprio su OmniFlop

            http://www.retrogaminghistory.com/sh...ecchi-computer
            Ultima modifica di AlextheLioNet; 11-08-2016, 14:31.
            Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
            __________________________________________________ _______________________________________

            "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

            Commenta


            • #7
              Sto seriamente pensando di prenderlo.
              Fare una cosa a casa con Raspberry Pi penso sia cosa differente. Questo si chiama ARMIGA e poi ci lavorano dei ragazzi che hanno a cuore l' Amiga (l' idea floppy è geniale) e quindi tendono a ripercorrere i fasti passati. Inoltre da due anni sono molto attivi sul progetto e continuano a rilasciare firmware.
              Lo dico sa possessore di Amiga 500 e CD32.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da markofwolves Visualizza il messaggio
                Fare una cosa a casa con Raspberry Pi penso sia cosa differente.
                Su questo bisognerebbe approfondire, ma onestamente ne dubito, anche perché l'UAE4all (l'emulatore su cui si bassa questo Armiga) è già disponibile da tempo in vari formati inoltre essendo basato sull'UAE credo che siano costretti a rilasciare i sorgenti quindi tutte le migliore che potrebbero essere apllicate a questa versione credo finiranno anche sulle altre... ma poi credo che l'emulazione Amiga sul Raspberry sia già molto avanzata ieri neanche a farlo apposta sono capitato su questa pagina: http://blitterstudio.com/amiberry/

                AmiBerry is a pre-configured environment for the Raspberry Pi model 1, Zero, 2 and 3, that brings you the highest performance Amiga emulation. Be it a classic A500, A1200, CD32 or up to a high-end model equipped with a 68040 and a graphics card, we’ve got you covered.



                Mi sembra quindi che con poco sforzo si possa avere un'ottima emulazione Amiga anche su Raspberry Pi anzi qui si parla anche di emulazione anche di macchine AGA, cosa che Armiga mi pare di capire non faccia ancora probabilmente proprio per limiti attuali del UAE4All.

                Alla fine l'unico elemento davvero degno di nota resta il controller del floppy che rende possibile leggere e scrivere floppy in formato amiga ma 169€ solo per potersi passare qualche floppy sul proprio Amiga mi paiono troppi e piuttosto cercherei soluzioni alternative magari meno pratiche ma decisamente più a buon mercato.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da biometallo Visualizza il messaggio
                  Su questo bisognerebbe approfondire, ma onestamente ne dubito, anche perché l'UAE4all (l'emulatore su cui si bassa questo Armiga) è già disponibile da tempo in vari formati inoltre essendo basato sull'UAE credo che siano costretti a rilasciare i sorgenti quindi tutte le migliore che potrebbero essere apllicate a questa versione credo finiranno anche sulle altre... ma poi credo che l'emulazione Amiga sul Raspberry sia già molto avanzata ieri neanche a farlo apposta sono capitato su questa pagina: http://blitterstudio.com/amiberry/

                  AmiBerry is a pre-configured environment for the Raspberry Pi model 1, Zero, 2 and 3, that brings you the highest performance Amiga emulation. Be it a classic A500, A1200, CD32 or up to a high-end model equipped with a 68040 and a graphics card, we’ve got you covered.



                  Mi sembra quindi che con poco sforzo si possa avere un'ottima emulazione Amiga anche su Raspberry Pi anzi qui si parla anche di emulazione anche di macchine AGA, cosa che Armiga mi pare di capire non faccia ancora probabilmente proprio per limiti attuali del UAE4All.

                  Alla fine l'unico elemento davvero degno di nota resta il controller del floppy che rende possibile leggere e scrivere floppy in formato amiga ma 169€ solo per potersi passare qualche floppy sul proprio Amiga mi paiono troppi e piuttosto cercherei soluzioni alternative magari meno pratiche ma decisamente più a buon mercato.
                  La differenza sta nel floppy. Io ne possiedo un pò tra scatolati e non e l' idea di poterli reinserire senza dover stare ogni volta a switchare cavi video, audio, cavi joystick, amiga ingombrante etc, può valere quasi 200 euro di costo.
                  Certo, è uno sfizio.
                  Se fosse uscita solo la versione da 119 euro, quella senza floppy, mai avrei pensato di comprarla, infatti per me sono stati furbi in questo.
                  Nell' era in cui sta scomparendo anche il supporto su disco (DVD e Blu-Ray), tu mi fai riutilizzare i floppy. Su questo sono stati dei grandi!

                  Commenta


                  • #10
                    Riporto una notizia che non mi aspettavo, quindi l' acquisto al momento è in forte dubbio:

                    The Armiga can dump floppies to ADF, but ADF is inherently incompatible with the copy protection systems used in the Amiga, so most likely your original floppies won´t work.

                    Quindi se non erro uno può usare il floppy originale per creare il file .ADF da scaricare nell' ARMIGA, ma non può avviare il gioco da Floppy.

                    Entro fine anno rilasciano l' aggiornamento per usufruire anche dell' AGA e sistemare un piccolissimo delay nei controlli.
                    Devo ammettere che la conferma che non potrò giocare direttamente con i miei floppy originali mi ha alquanto smontato. Che senso ha farne una copia per poi giocarla virtualmente o farne una copia su un nuovo floppy per giocarlo?
                    Il bello era proprio quello di inserire i propri dischetti.
                    Non sono più così convinto.
                    C'è la versione senza Floppy, ma boh, l' entusiasmo è andato.

                    Commenta


                    • #11
                      Prezzo eccessivo, alla fine è un altro emulatore...
                      Mi tengo la mia cara Amiga 500 1.2 e ci gioco quando voglio, se non la voglio tirare fuori e conservarla ho sempre la Xbox Crystal che la emula perfettamente

                      Commenta


                      • #12
                        Da quanto ho capito, i vecchi floppy si possono utilizzare per creare un file .adf che viene salvato nell' Armiga per poi rinominarlo e giocarci. I floppy non possono essere eseguiti direttamente per problematica di protezione dei floppy stessi.
                        Forse il Floppy com'è presente nell' Amiga 500/1200 non viene più prodotto, da qui l' impossibilità di giocarci direttamente.
                        E' confermato che l' aggiornamento 0.8, in arrivo a novembre, porterà il supporto all' AGA (Amiga 1200) e sistemerà completamente il problema del lag che oggi è minimo, tipo 1 a 10 e non se ne è lamentato quasi nessuno.
                        Magari alla versione 0.8 potrò anche farci un pensierino come regalo di Natale.
                        Che ne dite?
                        Intanto è uscito un nuovo video, al minuto 5:42 si vede il test floppy con copia: https://www.youtube.com/watch?v=HlubaezdRqs

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da markofwolves Visualizza il messaggio
                          The Armiga can dump floppies to ADF, but ADF is inherently incompatible with the copy protection systems used in the Amiga, so most likely your original floppies won´t work.

                          Quindi se non erro uno può usare il floppy originale per creare il file .ADF da scaricare nell' ARMIGA, ma non può avviare il gioco da Floppy.
                          Ciao, scusa la precisazione, il testo quotato dice che i floppy originali NON funzionano su armiga (si, ho visto anch'io il filmato dove si vede inserire un floppy originale, ma il testo inglese che hai citato dice che o usi giochi copiati o nisba).
                          Ultima modifica di formatted_brain; 22-10-2016, 17:54.

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da formatted_brain Visualizza il messaggio
                            Ciao, scusa la precisazione, il testo quotato dice che i floppy originali NON funzionano su armiga (si, ho visto anch'io il filmato dove si vede inserire un floppy originale, ma il testo inglese che hai citato dice che o usi giochi copiati o nisba).
                            Ho riscritto su Facebook, vediamo cosa rispondo.

                            Commenta


                            • #15
                              Ecco la prima risposta alla mia domanda se l' Armiga legge o no i Floppy originali visto che nel video polacco si vededa che li leggeva:

                              Hi, no problem at all, it seems there is some confusion there . We never said it does not read original disks, but most likely they won´t work. Why?, because most original disks were copy protected with variable bit density methods. However, the ADF is by design fixed density and cannot accommodate those variations, that the game itself used to check if the original disk was present. It´s the same reason why if you try to copy an original-copy-protected disk in the Amiga, it won´t work, because the resulting disk will have fixed bit density.
                              However, not all original disks were protected by this methods and those can be read and executed with no problem .
                              Last, we want to clarify that with the Armiga we are not supporting piracy by any means: we clearly say what it can do and the buyer must know if it´s useful for him. A lot of our clients are developers/designers/musicians that want their work to be preserved


                              A questa risposta ho domandato come mai non fossero riusciti a ricreare un lettore uguale all' Amiga che permettesse di leggere tutti i Floppy originali, e quindi se fosse un problema di Floppy, Hardware etc e mi hanno risposto:

                              The problem is that Amiga was very tricky with timing and achieving this requires nanosecond precision. This would require a complete different approach, way more expensive and even then, doubt it can be 100% accurate...

                              Sintetizzando, è come dire che oggi è veramente difficile riprodurre la qualità dei prodotti di una volta. E' come se prendi un tecnico che lavora su LCD e gli dici: Mi potresti fare un LCD con la qualità del tubo catodico? Quindi senza spixellamente, artefatti vari, rallentamenti immagine, sfumature etc? Penso di aver sintetizzato bene la cosa.
                              Ultima modifica di markofwolves; 23-10-2016, 14:53.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X