Benvenuto!

RH è il posto ideale per ogni retrogiocatore che si rispetti. Se vuoi farne parte e poter commentare gli articoli o partecipare alle discussioni del forum, registrati.

Registrati

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.
Alla ricerca della sala giochi perduta!

Alla ricerca della sala giochi perduta!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Ragà non voglio rovinarvi le vostre convinzioni ma sapete che nelle schede PCB Jamma da coin-op ci sono dei dipswitch che settati apposta ,rendo il videogioco più facile (come nelle console) o aumentano i crediti con una moneta sola o ti danno più vite e più energia?

    Perciò state attenti ...io ricordo un Double Dragon difficile in una sala giochi della riviera romagnola e uno facile ,insomma abbordabile, al bar vicino alla scuola media dove andavo della mia città.Poi un Crime Fighter al bar della stazione che con 200 lire ti dava due crediti...e tutti zitti

    Scoperto questo ,solo adesso che sto collezionando vere schede Jamma...provato di persona con Shadow Warriors ,pensato un pò.
    Ultima modifica di maxtex74; 28-04-2014, 15:34.

    Commenta


    • #32
      Sale giochi ...nella mi città ce ne erano due ,una storica , la mia preferita, in centro e altre due in periferia ,ma erano più un centro sociale o di aggregazione che sale giochi vere e proprie, ma avevano i suoi 7-8 cabinati.

      Ora non esistono più , c'è rimasta una nuova,che aprì quasi 10 anni fa al cinema multisala , all'inizio c'erano diversi cabinati ,ma poi sono diminuiti drasticamente , lasciando spazio ai vecchi ,ma sempre ricercati , tavoli da biliardo e ai giochi per bambini piccini piccini.

      Comunque io ero un gran frequentatore anche di Bar ,quelli che avevano l'angolino ,magari nascosto , con 2-3-4 cabinati e li si che mi divertivo ...e ho trovato certi giochi meno famosi ,ma spettacolari e divertenti...che tempi,ora ci sono solo slot-machine e adulti disgraziati
      che ci sputtanano lo stipendio.

      Commenta


      • #33
        Originariamente inviato da maxtex74 Visualizza il messaggio
        Ragà non voglio rovinarvi le vostre convinzioni ma sapete che nelle schede PCB Jamma da coin-op ci sono dei dipswitch che settati apposta ,rendo il videogioco più facile (come nelle console) o aumentano i crediti con una moneta sola o ti danno più vite e più energia?
        Quoto! Potete verificare sul MAME. Avviate il gioco, premete TAB e selezionate la voce "DIP Switches" / "Micro interruttori"

        http://mamedev.org/devwiki/index.php...n_MAME#Example
        Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
        __________________________________________________ _______________________________________

        "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

        Commenta


        • #34
          Anche selezionando la modalità di gioco più facile, nella stragrande maggioranza dei casi , esso era comunque più difficile rispetto alla controparte "casalinga". Fuori uno, sotto un altro , il più rapidamente possibile... questa era la filosofia del coni-op .
          Gentlemen , it has been a privilege playing with you tonight ...

          Commenta


          • #35
            La difficoltà effettiva di un gioco va sempre discussa sulla base delle condizioni di default della sola versione originale. E' chiaro che se ci mettiamo a parlare di botleg o settaggi anomali non se ne verrà mai fuori.

            Commenta


            • #36
              Ricordo che ai tempi (prima metà dei '90) non era raro trovare lo stesso gioco settato a due difficoltà apprezzabilmente diverse in due sale giochi differenti (anche in una piccola città come Pisa). Poi capitava che il gestore di una sala giochi ritoccasse verso l'alto le difficoltà di alcuni cabinati... poi dagli accidenti che gli mandavamo gli fischiavano le orecchie per un po'...
              Ultima modifica di AlextheLioNet; 29-04-2014, 15:32.
              Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
              __________________________________________________ _______________________________________

              "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

              Commenta


              • #37
                Vi lascio condividendo con voi una mia riflessione sui giochi da sala/bar ; dico che fino alla prima metà degli anni 90 i giochi arcade sono sempre stati tecnicamente un passo avanti , se non due o più, rispetto alle console domestiche (eccezione fatta per qualche sistema coin-op , ma si contavano sulle dita di una mano, e ne avanzavano ancora), con l'effetto di invogliare i giocatori a recarsi nelle sale.
                Dalla metà degli anni novanta in poi, i maggiori produttori di cabinati rallentarono lo sviluppo di nuovi hardware, e presero ad utilizzare gli hardware già esistenti delle console , abbattendo così drasticamente i loro costi. Ne sono un esempio i coin-op che utilizzarono schede Namco System 12 (basata su Playstation) , Sega ST-V (Sega Saturn) , Konami Benami System 573 (Playstation) , Namco System 256 (PS2) , la scheda Triforce di Namco/Sega/Nintendo (basata su Gamecube) , Sega Chihiro (Xbox) , Sega Naomi (Deamcast), passando per la Konami Benami Python 2 (PS2) , e per non parlare di tutti gli altri sistemi arcade basati su hardware PC.
                Detto questo, ho come l'impressione che le grandi aziende dell'intrattenimento videoludico abbiano (scientemente) poco alla volta "spostato" i giocatori dalle sale alle case , grazie al fatto di aver reso i due sistemi pressoché identici in termini di prestazioni.

                Originariamente inviato da Gemant Visualizza il messaggio
                La difficoltà effettiva di un gioco va sempre discussa sulla base delle condizioni di default della sola versione originale. E' chiaro che se ci mettiamo a parlare di botleg o settaggi anomali non se ne verrà mai fuori.
                Verissimo !
                Gentlemen , it has been a privilege playing with you tonight ...

                Commenta


                • #38
                  C'è anche da dire che le sale giochi si sono estinte per aver sostanzialmente concluso il loro ciclo di utilità. Già da 15 anni a questa parte, in generale, si gioca meglio a casa e da molto tempo con più vantaggi che non compromessi rispetto al gaming arcade. Inoltre la "filosofia" dei "tempi contingentati" tipica della sala giochi ha ceduto il passo al respiro più ampio tipico di console e PC. Infine l'online gaming ha reso tendenzialmente superato, almeno per il giocatore mainstream, l'elemento "aggregazione-per-partitone-in multiplayer" tipico delle sale giochi più "accessoriate".
                  Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                  __________________________________________________ _______________________________________

                  "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                  Commenta


                  • #39
                    Originariamente inviato da AlextheLioNet Visualizza il messaggio
                    C'è anche da dire che le sale giochi si sono estinte per aver sostanzialmente concluso il loro ciclo di utilità. Già da 15 anni a questa parte, in generale, si gioca meglio a casa e da molto tempo con più vantaggi che non compromessi rispetto al gaming arcade.
                    Certo che si , ma il mio intervento voleva essere un passo oltre , rispetto a questo dato di fatto .
                    Ed il passo oltre potrebbe essere :

                    Originariamente inviato da Dr_Who Visualizza il messaggio
                    Detto questo, ho come l'impressione che le grandi aziende dell'intrattenimento videoludico abbiano (scientemente) poco alla volta "spostato" i giocatori dalle sale alle case
                    Gentlemen , it has been a privilege playing with you tonight ...

                    Commenta


                    • #40
                      Originariamente inviato da Dr_Who Visualizza il messaggio
                      Certo che si , ma il mio intervento voleva essere un passo oltre , rispetto a questo dato di fatto .
                      Ed il passo oltre potrebbe essere :ho come l'impressione che le grandi aziende dell'intrattenimento videoludico abbiano (scientemente) poco alla volta "spostato" i giocatori dalle sale alle case
                      Può darsi, ma personalmente ho qualche perplessità sullo "scientemente", visto che sembrerebbe implicare una specie di piano corale a lungo termine... o giù di lì. Secondo me il pubblico ha cominciato a spostarsi spontaneamente dalle sale alle case del momento che queste ultime divenivano sempre più competitive in virtù dell'evoluzione dell'hardware (come hai giustamente riassunto, c'è stato un progressivo livellamento delle potenzialità audiovisive rispetto alla sala giochi). Le grandi aziende si sono così progressivamente adeguate, seguendo la legge domanda/offerta... ovvero: la domanda prevalente è per l'home gaming? Investi nell'home gaming, ovvero dove il ritorno è garantito e soprattutto sostanzioso.
                      Ultima modifica di AlextheLioNet; 29-04-2014, 19:41.
                      Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                      __________________________________________________ _______________________________________

                      "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                      Commenta


                      • #41
                        Dico scientemente e corale perché questi sembrano essere stati i fatti (ad esempio con Konami e Sega dedite solo al software per le altre case , avendo chiuso i battenti limitatamente al hardware).
                        Da quello che ho visto (o mi è parso di vedere) , in questo specifico settore è sempre stata l' "offerta" a regolare la domanda , e non viceversa . Il fine è quello che tu giustamente dici in chiusura : "il ritorno [economico] è garantito e sopratutto sostanzioso" . Un bel piano a medio-lungo termine , che ha dato i suoi frutti.
                        Gentlemen , it has been a privilege playing with you tonight ...

                        Commenta


                        • #42
                          Originariamente inviato da Dr_Who Visualizza il messaggio
                          Dico scientemente e corale perché questi sembrano essere stati i fatti (ad esempio con Konami e Sega dedite solo al software per le altre case , avendo chiuso i battenti limitatamente al hardware).
                          Da quello che ho visto (o mi è parso di vedere) , in questo specifico settore è sempre stata l' "offerta" a regolare la domanda , e non viceversa . Il fine è quello che tu giustamente dici in chiusura : "il ritorno [economico] è garantito e sopratutto sostanzioso" . Un bel piano a medio-lungo termine , che ha dato i suoi frutti.
                          Penso che le grandi case abbiano seguito gli int€r€$$i laddove questi divenivano di volta in volta più lucrosi. Il successo del NES, delle console a 16-bit e soprattutto della PSX ha mostrato che la vera grana la si tirava su nel settore dell'intrattenimento domestico. In generale, poi, il videogiocatore medio ha generalmente visto con favore la prospettiva di giocare nella comodità di casa propria senza rinunciare a standard qualitativi paragonabili a quelli delle sale giochi. Quando poi questi sono divenuti più o meno alla portata degli hardware domestici, con questi ultimi che poi permettevano anche di andare molto oltre in termini di profondità di gioco e tempi lunghi da dedicare piacevolmente al singolo titolo, allora la sala giochi ha cominciato a perdere progressivamente appeal. Tanto per fare un esempio, io stesso ho deciso di comprare il Mega Drive dopo che ho visto la qualità simil-arcade di Thunder Force III e le conversioni relativamente fedeli di Ghouls 'n Ghosts e Strider...
                          Ultima modifica di AlextheLioNet; 30-04-2014, 16:52.
                          Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                          __________________________________________________ _______________________________________

                          "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                          Commenta


                          • #43
                            Originariamente inviato da AlextheLioNet Visualizza il messaggio
                            Idem con patate a Pisa. Le sale giochi tradizionali sono state riconvertite in sale giochi di videopoker. Per fortuna esistono da tempo gli emulatori, per cui, almeno secondo determinati punti di vista, la cosa non è un problema...
                            Già, le uniche rimaste sn la Sala Giochi Mery alla stazione e il Bowling.
                            Ultima modifica di LordSNK; 08-05-2014, 17:30.

                            Commenta


                            • #44
                              Dovresti provare a chiedere a Mac (intanto gli faccio un pò di pubblicità )

                              Guarda qui il link diretto alla discussione: http://www.retrogaminghistory.com/sh...nolith-s-n-003

                              A pagina 4 puoi vedere il Monolith completo a casa mia, tutto artigianale.
                              Is freedom what we really wanted?
                              We no longer belong to anybody. No one will help us
                              now. No one will protect us. Now our true power as
                              human beings will be tested. We cannot look back. We
                              will not waste our victory!

                              Commenta


                              • #45
                                Se non altro qualche cabinato lo si può ancora trovare nelle stazioni balnerari... o per lo meno così è (l'ho verificato di recente) nei dintorni di Tirrenia (LI)
                                Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                                __________________________________________________ _______________________________________

                                "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X