Benvenuto!

RH è il posto ideale per ogni retrogiocatore che si rispetti. Se vuoi farne parte e poter commentare gli articoli o partecipare alle discussioni del forum, registrati.

Registrati

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.
L'ultimo libro che avete letto

L'ultimo libro che avete letto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Oceani in fiamme di Clive Cussler

    Doveva essere un semplice lancio di un satellite Nasa su un'orbita polare, ma qualcosa è andato storto e il satellite si è schiantato in una zona forestale nel cuore dell'Argentina. Ad aggravare l'incidente, c'è il fatto che il razzo fosse alimentato da un piccolo quantitativo di plutonio, racchiuso in un contenitore indistruttibile che va assolutamente recuperato, soprattutto perché riveste un grosso interesse per la spietata dittatura militare che si è imposta da un paio d'anni in Argentina. Bisogna assolutamente evitare che cada nelle mani sbagliate. C'è un solo uomo che può incaricarsi di questa missione segreta, ed è Juan Cabrillo, il comandante della Oregon, con la sua squadra di uomini iperaddestrati e pronti a tutto. Mentre setacciano l'area, Cabrillo e i suoi si imbattono in una bizzarra scoperta: i resti di un dirigibile risalente alla seconda guerra mondiale. All'interno, un corpo ormai mummificato e dei fogli, forse una mappa. È l'inizio di un'avventura che si ricollegherà alla drammatica storia di cinque fratelli che all'inizio degli anni Quaranta cercavano un tesoro e che trovarono la morte... Perché c'è un segreto che non deve venire alla luce, un segreto che potrebbe cambiare drammaticamente l'assetto del mondo.
    Ottimo, veramente ottimo.
    Scorrevole, mai banale e con un buon ritmo dall'inizio alla fine
    Hey, look buddy. I'm an engineer. That means I solve problems. Not problems like, "What is beauty?," because that would fall within the purview of your conundrums of 'philosophy'. I solve practical problems!




    Commenta


    • Il Mistero delle Cattedrali - Fulcanelli

      insieme a;

      I Racconti del Necronomicon - Howard P. Lovecraft

      Libri...hem...leggeri..

      Commenta


      • "Il fiume si rise" (2012) di Sergio Costanzo


        1494: Carlo VIII di Valois, re di Francia, entra in Pisa per farne la sua alleata e il popolo si ribella all’usurpatore fiorentino. Clemente Biccoli, esule pisano, rientra in città con la propria famiglia e l'ardente desiderio di essere finalmente un libero cittadino e di offrire a sua moglie Aureliana e ai suoi figli Beniamino e Setembrina un futuro migliore.

        "Il fiume si rise" è la storia del supremo tentativo di Pisa di riconquistare la libertà, ribellandosi al dominio della città gigliata. Quindici anni (1494-1509) di corruzione, intrighi di corte, tradimenti, scaramucce, guerra e assedio. Tre lustri di speranza, illusione, disillusione, amori, lutti, sofferenza e disperazione... ma anche coraggio, fierezza e orgoglio. Sergio Costanzo delinea un suggestivo affresco corale di una Pisa di fine XV°, inizio XVI° secolo ferita ma non doma che combatte fino allo stremo delle forze per la sua libertà. Ed è una guerra che vede schierati uomini e donne, bambini e ragazzi, una lotta all'ultimo sangue dove i grandi protagonisti della Storia (Savonarola, Pier Capponi, Leonardo da Vinci, Niccolò Machiavelli e appunto re di Francia Carlo VIII) fanno da sfondo alle umili vicende della famiglia Biccoli, colonna portante e cinghia di trasmissione narrativa di un romanzo storico che ha in realtà una sola protagonista: Pisa.

        Difficile per un pisano dare un giudizio critico su questo libro... una cosa è certa: se siete nati nella città della Torre Pendente dovreste davvero leggerlo. Il fiume si rise, infatti, parla della nostra e vostra città, della sua Storia che è anche la nostra storia, dei luoghi che conoscete bene (e non c'è una chiesa, un quartiere, un vicolo, un'ansa dell'Arno, un palazzo, una via che vi suonerà estranea... e non solo in Pisa, ma anche in alcune località e paesi limitrofi), parla la nostra e la vostra lingua, con determinate espressioni, modi di dire, costruzione e formulazione delle frasi messe in bocca alla gente comune (ai Biccoli in particolare, con Clemente che potrebbe essere vostro padre, Aureliana vostra madre e Setembrina e "tato" Beniamino i vostri fratelli).

        Al di là dell'aspetto prettamente campanilistico, il romanzo storico di Sergio Costanzo resta comunque valido e senz'altro consigliabile anche per i non pisani, fermo restando che per forza di cose risulterà più coinvolgente proprio per questi ultimi.
        Ultima modifica di AlextheLioNet; 29-09-2014, 14:10.
        Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
        __________________________________________________ _______________________________________

        "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

        Commenta


        • Flatlandia di Edwin A. Abbott, Adelphi Edizioni.

          Il racconto appartiene al genere fantastico e racconta la vita di un abitante di un ipotetico universo bidimensionale che entra in contatto con l'abitante di un universo tridimensionale. È un racconto molto popolare tra gli studenti di matematica e più in generale tra gli studenti di facoltà scientifiche, perché affronta da un punto di vista molto originale il concetto di un mondo a più dimensioni.

          Commenta


          • Mr. Mercedes (2014) di Stephen King

            L'ultimo romanzo del popolarissimo autore americano è sostanzialmente un poliziesco/thriller definito "hard boiled" dallo stesso King. Bene... a parte il fatto che non sono riuscito a trovarci granchè di "hard boiled" (volete leggere qualcosa di veramente hard boiled firmato dal "Re"... puntate su La Metà Oscura, romanzo a mio parere punteggiato di ottimi capitoli "hard boiled"), l'ultimo lavoro dello scrittore statunitense mi ha lasciato piuttosto insoddisfatto. La trama sembra pescata più o meno a caso da un copione di un buon CSI o Criminal Mind multi-puntata, i personaggi, con l'unica eccezione del relativamente più incisivo villain (fermo restando che King, in fatto di cattivi, ha fatto decisamente di meglio... anche in romanzi di caratura inferiore), risultano abbastanza incolori, il plot non è esente da forzature e la conclusione non è certamente memorabile, anzi... Quando l'estate scorsa ho letto Joyland mi son detto... vabbeh... quì King si è riposato. Nel caso di Mr. Mercedes si potrebbe anche dire la stessa cosa, per quanto il romanzo più recente sia, a mio avviso, complessivamente migliore del mystery/crime novel datato 2013.
            Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
            __________________________________________________ _______________________________________

            "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

            Commenta


            • ho quasi finito uno dei miei libri preferiti, Il fantasma dell'opera.
              L'avevo già letto, ma non ricordavo la strana nota dell'autore riguardante il misterioso uomo in nero, col cappello di feltro, che sembra essere una specie di poliziotto "segreto" di Stato. Mi ha lasciato piacevolmente incuriosito questo finto mistero

              Commenta


              • La coppia di libri biografici di Richard Feynman:
                -Sta Scherzando, Mr. Feynman!
                -Che t'importa di ciò che dice la gente?

                Consigliatissimi visto che Richard era il classico caso di Genio eccentrico dai mille interessi
                Hey, look buddy. I'm an engineer. That means I solve problems. Not problems like, "What is beauty?," because that would fall within the purview of your conundrums of 'philosophy'. I solve practical problems!




                Commenta


                • Apparenti suicidi (2015) di Stuart MacBride


                  "Non è sempre vero che a Natale siamo tutti più buoni"


                  http://www.newtoncompton.com/libro/apparenti-suicidi

                  http://www.thrillercafe.it/apparenti...uart-macbride/
                  Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                  __________________________________________________ _______________________________________

                  "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                  Commenta


                  • olivetti.jpg

                    Una interessante biografia dedicata ad Olivetti! La consiglio a tutti.
                    La grande lezione della storia: conoscere il passato per capire il presente.



                    giochi in corso:

                    Attuali: Dead Space 3 (PS3), Pac-Man C.E. (XBLA), Populous (DS).
                    Retro: Utopia (Intellivision), Tetris 2 (SNES), Sacred Oro (PC) campagna Underworld.
                    Facebook Games: CityVille, CastleVille, Happy Aquarium, Waka Waka Reloaded.

                    Completati di recente: Assassin's Creed 1-2, Brotherhood (PS3) Heavy Rain, Beyond (PS3), Dead Space 1-2 (PS3), Super Mario 3D Land (3DS) , New Super Mario Bros Wii (100%), New Super Mario Bros U (Wii U), Zombi U (Wii U), Donkey Kong Country Returns (Wii).

                    Commenta


                    • Niente panico. La guida galattica per gli autostoppisti di Douglas Adas secondo Neil Gaiman

                      Dalle origini come sceneggiato radiofonico trasmesso dalla BBC fino a raggiungere lo status di romanzo cult, passando per videogiochi, fumetti, serie televisive e una pellicola di successo... La guida galattica per gli autostoppisti ha segnato con la sua ironia e la sua inventiva l'immaginario di milioni di lettori in tutto il mondo, fino a creare una comunità spontanea di fan che ogni anno celebra la genialità del suo autore durante il "towel day". In appendice un soggetto inedito scritto da Douglas Adams per la serie Doctor Who
                      Il libro ripercorre la (bizzarra) storia della Guida Galattica, dalla nascita dell'idea alle sue varie versioni,passando per aneddoti, curiosità e gli inevitabili ritardi e ripensamenti di Adams
                      Per chi ha adorato la "Trilogia in cinque parti" l'acquisto è obbligatorio
                      Hey, look buddy. I'm an engineer. That means I solve problems. Not problems like, "What is beauty?," because that would fall within the purview of your conundrums of 'philosophy'. I solve practical problems!




                      Commenta


                      • Il bazar dei brutti sogni (2016) di Stephen King

                        Stephen King - Il Bazar dei Brutti Sogni.jpg


                        L'ultima raccolta di racconti firmata dal "Re" e caratterizzata da esiti qualitativi altalenanti per un bilancio complessivo non esaltante. A mio personale modo di vedere, difatti, le storie di ottima caratura sono circa la metà del totale e tendono a concentrarsi nella seconda parte del libro, cosa che potrebbe indurre il lettore meno indulgente nei confronti di King ad abbandonare l'opera prima di fruire di alcunei racconti davvero validi. Non mancano infatti spunti buoni e soluzioni narrative piuttosto incisive, ma non di rado l'autore sembra riproporre temi già trattati in precedenza o magari sprecare malemente un buon crescendo di tensione in frustranti sbocchi all'insegna della banalità. Il bazar dei brutti sogni è dunque una sorta di corsa sulle montagne russe, una specie di doccia scozzese che lascia infine la netta impressione di esigenze meramente riempitive alla base dell'inclusione di racconti quantomeno scialbi. In tutto la raccolta ne conta 20 e già scendendo a 15 la riuscita complessiva ne avrebbe significativemente giovato... anche se probabilmente l'ideale sarebbe stato limitarsi ad un forse fin troppo compatto ma senz'altro opportunamente selettivo totale di 10.

                        http://blog.graphe.it/libri/il-bazar...i-stephen-king

                        http://www.sperling.it/blog/il-bazar...of-bad-dreams/
                        Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                        __________________________________________________ _______________________________________

                        "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                        Commenta


                        • Il bambino segreto (2007) di Camilla Läckberg

                          Decisamente un buon giallo dell'autrice svedese che letterariamente ha dato i natali alla scrittrice Erica Falck e al poliziotto Patrik Hedström, Il bambino segreto è appunto il 5° libro della serie incentrata su questi personaggi. Grazie a un intreccio ben imbastito, diverse idee azzeccate e uno stuolo di protagonisti e comprimari tratteggiati in modo credibile, questo romanzo risulta avvincente e piacevole da leggere. Consigliato!

                          Camilla Lackberg - Il bambino segreto.jpg
                          Ultima modifica di AlextheLioNet; 14-11-2017, 23:30.
                          Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                          __________________________________________________ _______________________________________

                          "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                          Commenta


                          • Aléxandros - La trilogia di Valerio Massimo Manfredi

                            https://www.ibs.it/alexandros-trilog.../9788804666905

                            Alèxandros - La trilogia - Valerio Massimo Manfredi - copertina.jpg
                            Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                            __________________________________________________ _______________________________________

                            "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                            Commenta


                            • L’ultimo giro della notte (2018) di Michael Connelly

                              Il creatore di Harry Bosch da vita a un nuovo protagonista ben tratteggiato: il detective Renée Ballard. :-) Una sorta di ideale "corrispettivo e/o 'erede' femminile" di Bosch? E' presto per dirlo, visto che l'apprezzabile thriller L’ultimo giro della notte è solo il primo romanzo che vede sulla torbida e prevalentemente notturna scena losangelina l'affascinante quanto allo stesso tempo tormentata e determinata Renée. C'è comunque da dire che le premesse sono buone e la mano di Connelly si conferma assolutamente sicura e ancora in grado di garantire una lettura piuttosto piacevole e a tratti assai avvincente.

                              Michael Connelly - L'ultimo giro della notte.jpg
                              Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                              __________________________________________________ _______________________________________

                              "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                              Commenta


                              • The Outsider (2018) di Stephen King

                                Nulla di nuovo nell'universo kinghiano in quanto a commistione di filoni, tematiche ricorrenti e intreccio, con echi relativamente più espliciti di altre due opere del passato e un ben concepito richiamo, imperniato su un validamente tratteggiato e già apprezzato personaggio, ad una recente trilogia.

                                In conclusione un romanzo tecnicamente valido e di piacevole lettura che presumibilmente verrà maggiormente apprezzato da coloro che non hanno già sviscerato la vasta produzione narrativa del popolare scrittore di Portland che non dai King fan ortodossi di vecchia data. Godibile

                                The-Outsider.jpg
                                Ultima modifica di AlextheLioNet; 13-11-2018, 12:54.
                                Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
                                __________________________________________________ _______________________________________

                                "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X