Ascoltala qui!! | Retrogaming Forum - Pagina 104
Registrati!

User Tag List

Pagina 104 di 104 PrimaPrima ... 45494102103104
Risultati da 1,031 a 1,037 di 1037

Discussione: Ascoltala qui!!

  1. #1031
    Amministratore L'avatar di AlextheLioNet

    In RH da...
    Jan 2008
    Località
    Pisa
    Messaggi
    21,050
    Inserzioni Blog
    71
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Traccia audio videoludica di un certo livello (in entrambi i sensi... per quanto sul piano qualitativo in questo caso l'unico aggettivo adeguato sia "eccellente" ): Terraforming / Syd Mead's Terraforming (Right Stuff, 1991 - PC Engine CD)

    Terraforming è un peculiare horizontal shooter per PC Engine CD-ROM griffato da Syd Mead, noto "visual designer" che ha lasciato la sua visionaria impronta sul cinema fantascientifico collaborando con produzioni hollywoodiane del calibro di Blade Runner, Alien: Scontro Finale e Tron . In effetti il titolo completo di questo shoot'em up è proprio Syd Mead's Terraforming e denota la forte autorialità di questa produzione Right Stuff, etichetta nota ai più per gli RPG Alshark ed Emerald Dragon.

    Oltre per il particolarissimo design che caratterizza ambienti e nemici con soluzioni visive a tratti davvero estrose e incursioni più o meno estreme nell'astrattismo, Terraforming si distigue per una RedBook CD soundtrack tanto ricercata nelle composizioni quanto eclettica sul piano stilistico. :O A mio avviso forse l'aspetto più convincente dello sparatutto Right Stuff... e la cosa non stupisce, vista la caratura del musicista La colonna sonora di Terraforming, infatti, reca la firma di Katsuhiro "Funky K.H" Hayashi, autore che già ai tempi aveva nel suo curriculum videludae collaborazioni alle OST di coin-op Sega come Super Hang-On, SDI, Sonic Boom, Galaxy Force e Gain Ground.

    ... e ora godetevi l'eccellente traccia audio di grande enfasi epica che accompagna lo spettacolare terzo livello di questo shoot'em up

    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
    __________________________________________________ _______________________________________

    "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

  2. #1032
    Amministratore L'avatar di AlextheLioNet

    In RH da...
    Jan 2008
    Località
    Pisa
    Messaggi
    21,050
    Inserzioni Blog
    71
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    A Prehistoric Tale (Atari ST) - Fixed screen platform Thalion tecnicamente "polito" ma poco incisivo nel gameplay... ma le Yamaha YM2149F chiptune di Jochen Hippel (in particolare la "digidrum" Title music)...

    The Lost Boys (TLB) era un team britannico piuttosto noto nella ST demoscene per aver realizzato a partire dal 1988 numerose demo, alcune delle quali di notevolissima caratura tecnica.

    Il loro unico contributo in veste di sviluppatori è stato A Prehistoric Tale, fixed screen platform sviluppato nel 1990 per Amiga e Atari ST. Si tratta di un titolo che dimostra chiaramente come la perizia di programmatori e musicisti non è "condizione necessaria e sufficiente" per realizzate un videogioco di qualità. A Prehistoric Tale è infatti tecnicamente "polito", ovvero ben definito, azzeccato nelle scelte cromatiche, fluido nei movimenti degli sprite e accompagnato da un ottima "cornice" grafica e sonora. Peccato però che il gameplay risulti tendenzialmente anonimo e non abbastanza incisivo per farlo emergere dalla massa.

    Davvero un peccato... perchè le musiche di Jochen "Mad Max" Hippel sono davvero ottime, con punte di eccellenza, come la trascinante, epica Title Music, Yamaha YM2149F chiptune impreziosita dalla tecnica del "digidrum".

    Di seguito l'intera soundtrack... e il longplay



    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
    __________________________________________________ _______________________________________

    "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

  3. #1033
    Amministratore L'avatar di AlextheLioNet

    In RH da...
    Jan 2008
    Località
    Pisa
    Messaggi
    21,050
    Inserzioni Blog
    71
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Colonna sonora della domenica (e non in senso negativo ): Golden Axe III (Sega, 1993 - Mega Drive).

    Seguito deludente nel complesso... ma comunque dalla soundtrack di ottima caratura!

    Quando lo noleggiai nel 1993/94 mi lasciò molto perplesso. Interessanti certo i nuovi personaggi e particolarmente apprezzabile l'idea di variare il percorso tramite alcuni bivi , ma il tutto non beneficiava di un'estetica adeguata. Fondali poveri per colore e dettaglio, ampio uso dei retini con resa visiva generale un po' "sporca", animazioni "al risparmio" nel numero dei fotogrammi... il tutto sembrava quasi a uno stadio non ancora giunto a completa maturazione.

    Più recentemente ho notato dal database Guardiana che la "taglia" della cart era di soli 8 Mbit (1 MB), troppo poco per un picchiaduro a scorrimento arricchiato da bivi e con ben quattro personaggi tra cui scegliere (più un quinto da sbloccare)! Probabilmente Sega avrebbe dovuto puntare su un "formato" da 12 o 16 Mbit e consentire così agli autori di arricchire l'estetica del gioco, rendendolo così più accattivante.

    Nulla da eccepire, però, sulla soundtrack. Epica allo stato puro e valorizzazione più che competente dei chip in dotazione al 16-bit Sega. :-) Gli autori di queste ottime chiptune sono Naofumi Hataya (già autore della OST di Golden Axe II), Tatsuyuki Maeda (Sonic 3, Sonic & Knuckles, Dragon Force e Sonic 3D Blast), Haruyo Oguro (World of Illusion starring Mickey Mouse and Donald Duck) e Tomonori Sawada (sempre Sonic 3).

    Buon ascolto (N.B.: anche se eseguito su un sistema PAL il tempo delle chiptune non e' alterato rispetto a quello originale -Mega Drive Jap NTSC-)

    Ultima modifica di AlextheLioNet; 14-10-2019 alle 00:01
    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
    __________________________________________________ _______________________________________

    "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

  4. #1034
    Amministratore L'avatar di AlextheLioNet

    In RH da...
    Jan 2008
    Località
    Pisa
    Messaggi
    21,050
    Inserzioni Blog
    71
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Chiptune videoludica di un certo livello tratta dagli indimenticabili “Mondi Dimenticati” in versione Atari ST

    Nel 1989 U.S. Gold affidò le difficili conversioni per home computer del noto coin-op Capcom Forgotten Worlds (1988 -di fatto impressionante "biglietto da visita" della CP System / CPS / CPS-1-) alla Arc Developments, team fondato due anni prima da programmatori provenienti dalla già blasonata Elite Systems. Questi porting non furono gli unici firmati da tali sviluppatori che, sempre nel 1989, si occuparono anche di Crack Down (ZX, CPC, C64, Amiga e Atari ST), R-Type II (Amiga e ST) e Dragon Breed (Amiga e ST).

    Analizzando nel dettaglio il porting dell’arcade hit Capcom per Atari ST, non si può che constatare come la Arc Developments, in considerazione delle specifiche hardware del sistema e della ridotta memoria disponibile, abbia svolto un lavoro tutto sommato valido. Al di là dell'estetica, sostanzialmente decorosa, la qualità del coding è apprezzabile nello scrolling, in termini di “fluidità” superiore agli “STandard”, nel moderato sfarfallìo degli sprite, nella dignitosa riproduzione delle musiche (purtroppo, in modo analogo alla “controparte” Amiga, le BGM sono ascoltabili in alternativa agli FX) e nella presenza del 2-player mode.

    Il problema più rilevante della conversione di Forgotten Worlds su ST non è costituito tanto dalle inevitabili difficoltà imposte dalle caratteristiche del 16 bit Atari, ma dal già citato limite di due floppy disk che, sia pur in misura assai minore, penalizza anche la versione Amiga. Quest’ultima, infatti, pur vantando una discreta parallasse, una buona fluidità, animazioni sufficientemente ricche, diversi apprezzabili “extra” tra cui le 16 direzioni di fuoco (su ST sono ridotte a 8), 32 colori su schermo (il doppio del porting su Atari) e un comparto audio piuttosto apprezzabile, risulta a sua volta sacrificata a soli 4 livelli, 2 musiche in-game e boss afflitti da numerosissimi “tagli”.

    Va infine considerato che i pochissimi kB dedicati, appunto, agli “evil gods” da affrontare alla fine degli stage hanno reso questi ultimi fastidiosamente “passivi”, in particolar modo nella versione ST. La drastica riduzione delle animazioni e la conseguente povertà dei pattern di attacco dei boss consentono, infatti, di posizionarsi in un “punto cieco” da dove bersagliarli senza essere colpiti , con conseguente riduzione della sfida ai soli stage 3 e 4 e allo scontro finale con Bios, per fortuna ben più “vivace” dei suoi servitori.

    Di seguito la più "suggestiva" delle Atari ST chiptune che, compatibilmente con i severi limiti del PSG chip Yamaha YM2149F, accompagnano tutto sommato dignitosamente l'azione di gioco.

    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
    __________________________________________________ _______________________________________

    "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

  5. #1035
    Amministratore L'avatar di AlextheLioNet

    In RH da...
    Jan 2008
    Località
    Pisa
    Messaggi
    21,050
    Inserzioni Blog
    71
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Chiptune videoludica di un certo livello: Tänzer (2019 - Mega Drive) Stage 1.1

    Questo nuovo action-platform sviluppato da Mikael Tillander con dichiarate influenze grafiche di Roger Dean si caratterizza per un'estetica stilizzato-surreale, una velocita' e un ritmo di gioco molto sostenute e per un'incalzante soundtrack techno da arcade di fine anni '80.

    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
    __________________________________________________ _______________________________________

    "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

  6. #1036
    Amministratore L'avatar di AlextheLioNet

    In RH da...
    Jan 2008
    Località
    Pisa
    Messaggi
    21,050
    Inserzioni Blog
    71
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    ESWAT: City Under Siege / Cyber Police ESWAT - Stage 1 (Sega, 1990 - Mega Drive - OST di Y. Takada e Takayuki Nakamura - sound engine: SMPS Z80)

    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
    __________________________________________________ _______________________________________

    "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

  7. #1037
    Amministratore L'avatar di AlextheLioNet

    In RH da...
    Jan 2008
    Località
    Pisa
    Messaggi
    21,050
    Inserzioni Blog
    71
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    La colonna sonora della recente conversione di Space Harrier per Atari 8-bit (Oscilloscope View)



    Chip audio: Atari Pokey (PSG)
    Autore: Sal Esquivel

    Playlist:

    00:00 - Intro
    00:27 - Main Theme
    04:17 - Squilla
    05:17 - Ida
    06:17 - Godarni
    07:17 - Uriah (Battle Theme)
    09:40 - Syrua
    10:40 - Valda
    11:11 - Stanray
    12:11 - Lakeside Memory
    13:12 - Wiwi Jumbo
    13:39 - White Summer
    Alessio "AlextheLioNet" Bianchi
    __________________________________________________ _______________________________________

    "The game will never be over. Because we're keeping the dream alive." (Freiheit, "Keeping the Dream Alive")

 

 

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •