Benvenuto!

RH è il posto ideale per ogni retrogiocatore che si rispetti. Se vuoi farne parte e poter commentare gli articoli o partecipare alle discussioni del forum, registrati.

Registrati

Lost in Blue - Nintendo DS

Lost in Blue - Nintendo DS

Comprimi
X
Comprimi
  •  

  • Lost in Blue

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   lostinblue.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 22.2 KB 
ID: 243336L'isola deserta è l'emblema di pace e tranquillità nell'immaginario collettivo della popolazione cittadina moderna, oppressa da smog e stress. Lo è un po' meno nel momento in cui ci si arrivasse in seguito ad un naufragio. Ed è questa la premessa che Konami ha voluto per il suo survival-game Lost in Blue, erede di un gioco per Game Boy inedito in Occidente intitolato Survival Kids.
    Produzione piuttosto ingenua ma dal grande appeal ludico, il gioco si presenta solamente con la modalità Storia (oltre alle Opzioni, ovviamente), a cui seguirà un'introduzione e subito il gioco vero e proprio.

    Lost in Blue mette il videogiocatore nei panni di un ragazzo vittima di naufragio, approdato sulla spiaggia di un'isola che nasconderà molto più di quello che all'inizio sembrerebbe; sullo schermo inferiore si svolge l'azione di gioco: premendo la croce direzionale ci si sposta (si può correre con la pressione di B), mentre con il tasto X si accede ad un menù laterale con diverse possibilità di scelta, tra cui riposarsi, frugare nello zaino (contenente un numero limitato di oggetti), sfogliare l'album, dove Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   S267-01.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 19.0 KB 
ID: 243337saranno annotate tutte le specie di piante, pesci ed animali che si incontreranno. Si possono inoltre creare degli oggetti rapidamente, con ramoscelli, pietre e quant'altro si possa raccogliere sul posto (diversa invece la creazione di accessori sempre più complessi, che si effettua con un minigioco in cui sarà d'obbligo premere determinati tasti a tempo).
    Dopo aver trovato un luogo in cui stare al sicuro (una caverna, per la precisione), sarà necessario prestare attenzione alle caratteristiche del personaggio, mostrate sullo schermo superiore in percentuale: fame, acqua e forza; queste diminuiranno ed aumenteranno a seconda delle nostre azioni.
    Camminare troppo sotto il sole cocente, porterà ad un calo della forza, oltre ad assetare l'alter-ego; riposarsi dopo aver mangiato dei manicaretti, l'aumenterà, e così via. Il totale azzeramento di queste, porterà ad un inevitabile game-over.

    Grazie al touch screen, interessante è l'interazione con il paesaggio; raccogliere Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   S267-02.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 49.9 KB 
ID: 243338conchiglie sul lido piuttosto che pescare con un attrezzo creato sul momento, oltre che scuotere gli alberi con la speranza che qualche gustoso frutto cada sul terreno.. Questo e molto altro è fondamentalmente il compito del gioco, atto alla sopravvivenza del protagonista. Egli non sarà però da solo, durante l'avventura: dopo i primi minuti di gioco, incontrerà una graziosa ragazza, anche lei scampata dalla tragedia, la quale avrà bisogno di tutte le cure necessarie affinché le sue caratteristiche non scendino sotto una soglia minima.
    Lei, dal canto suo, ricompenserà quest'altruismo cucinando deliziose cibarie, intreccerà corde e terrà sempre viva la fiamma del focolare.

    Prendendo dimestichezza col sistema di gioco, si scopriranno sempre nuove location dell'isola; senza rovinare la sorpresa, un'area di gioco è rappresentata addirittura da una giungla, raggiungibile dopo innumerevoli peripezie.
    Fondamentale è anche seguire il tempo di gioco, che scorrerà inesorabile (più velocemente della realtà), tra il dì e la notte.
    La grande varietà di situazioni affrontabili è un punto di forza del gioco Konami: in poco tempo, si imparerà a distinguere i funghi commestibili da quelli che causano sonnolenza o mal di stomaco, a prepararsi per trascorrere una giornata alla ricerca di nuove zone in cui poter cacciare, a seguire i segni della natura in modo tale da non incorrere in situazioni pericolose.
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   S267-03.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 55.1 KB 
ID: 243339Anche la grafica aiuta: un 3D piuttosto discreto, che non brilla certo per qualità, ma che aiuta ad immergersi in quel paradiso naturale che proprio idilliaco non è, insieme ad una soundtrack rilassante e mai noiosa.

    Se da un lato, la software house giapponese è riuscita nell'intento di creare un piccolo gioiello di immersione videoludica, dall'altro, il gameplay soffre di molte lacune e mancanze.
    Inizialmente, sarà un vero e proprio trauma riuscire a non far morire di stenti i personaggi da controllare ed ogni partita sarà una dura lotta contro il tempo con veloci ricerche di cibo nelle radure e materiali con cui poter costruire giacigli più comodi o lance ed archi; in più, è frustrante dover continuamente controllare anche la ragazza, la quale dipende totalmente dall'operato del videogiocatore.. Impensabile quindi iniziare delle ricerche sull'isola senza aver portato le sue esigenze al massimo.
    Una volta raggiunta una certa sicurezza riguardo i tre spauracchi della sopravvivenza, sarà comunque difficile l'esplorazione (e quindi il proseguo della storia), la quale richiede enormi sforzi che spesso risultano vani, poiché bisognerà tornare al rifugio per aiutare la donzella indifesa.

    Il che è un vero peccato, perché l'esperienza di gioco risulta seriamente rovinata a fronte del fascino innegabile della cornice in cui Lost in Blue è ambientato.
    Personalmente, mi sento comunque di consigliare il gioco a chi ha tanta pazienza ed ama il contatto panico con la natura più di ogni altra cosa.


    Altre immagini:
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   S267-04.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 41.7 KB 
ID: 243340Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   S267-05.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 43.9 KB 
ID: 243341Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   S267-06.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 38.0 KB 
ID: 243342Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   S267-07.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 39.1 KB 
ID: 243343Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   S267-08.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 37.4 KB 
ID: 243344Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   S267-09.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 40.6 KB 
ID: 243345Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   S267-10.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 46.7 KB 
ID: 243346

    • Avatar ospiti
      #1
      Ospite ha commentato
      Modifica di un commento
      ..piaciuto assai poco..peccato perchè poteva essere interessante.

    • Robbey
      #2
      Robbey ha commentato
      Modifica di un commento
      Carino ma realizzato male, peccato

    • Avatar ospiti
      #3
      Ospite ha commentato
      Modifica di un commento
      Originariamente inviato da Robbey
      Carino ma realizzato male, peccato
      ..direi mal concepito in alcuni fattori che l'hanno limitato pesantemente
    L'invio di commenti è disabilitato per i non registrati.

ULTIMI ARTICOLI

Comprimi

  • Fantasyland
    Una piccola introduzione
    Allora, chiariamo le cose subito. *si accende una sigaretta*
    Dunque, non vorrei essere cattivo considerando il gioco che sto per recensire, ma purtroppo non credo potrò evitarlo. Cercherò di trovare qualcosa di salvabile,...
    06-02-2021, 10:20
  • Biomechanical Toy
    Introduzione
    Spagna.
    Una terra non molto rinomata a livello videoludico, almeno in tempi recenti, ma culla in passato di tantissimi team di sviluppo che dettero alla luce molti titoli più o meno riusciti su diverse piattaforme, sia casalinghe...
    19-01-2021, 11:45
  • International Soccer
    Ma noi lo chiamavamo Calcio Replay ( hack di un certo Roberto Negro che aveva varie aggiunte tra le quali e soprattutto di visualizzare il replay delle azioni; roba dell'altro mondo), granitico titolo che rimanda a metà anni 80 a casa di mio cugino...
    16-04-2021, 20:05
  • Super Mario World
    Dopo aver salvato Mushroom Kingdom dal malvagio Bowser in Super Mario 3, Mario e Luigi decidono che non ci stava male una bella vacanza insieme alla principessa Peach e decidono che Dinosaur Land e le sue magiche spiagge sarebbe stato il posto più che...
    10-04-2021, 17:34
  • Wonder Boy: Asha in Monster World
    La serie WonderBoy/Monster World ha da sempre uno spazio nel cuoricino di ogni retrogiocatore che si rispetti. Lo sa bene chi dal retrogaming ci vuole tirare su pure un po’ di grana. E così, che nel 2017, Lizarcube ti tira fuori il remake in grafica...
    15-06-2021, 21:35
  • Within the Blade
    I ninja e i videogiochi hanno generato una serie di mitici titoli entrati di diritto nella cultura pop del gamer degli anni 80/90: chi non conosce Shinobi di SEGA, per non parlare del bellissimo The Last Ninja di System 3 o del sottovalutato Tenchu,...
    30-07-2021, 16:47

ULTIMI COMMENTI

Comprimi

Sto operando...
X