Benvenuto!

RH è il posto ideale per ogni retrogiocatore che si rispetti. Se vuoi farne parte e poter commentare gli articoli o partecipare alle discussioni del forum, registrati.

Registrati

Missing in Action: Warcraft Adventures: Lord of the Clans

Missing in Action: Warcraft Adventures: Lord of the Clans

Comprimi
X
Comprimi
  •  

  • Missing in Action: Warcraft Adventures: Lord of the Clans

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Warcraft-adventures-boxart.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 71.7 KB 
ID: 258502Alla fine degli anni 90, esattamente nel 1997, Blizzard decise di portare Warcraft, il suo famoso RTS, nel mondo delle avventure grafiche. Warcraft Adventures: Lord of the Clans doveva essere un classico punta e clicca dark/ironico (previsto su Windows 95 e Macintosh in formato CD-ROM) che dava il seguito a Warcraft 2 e raccontava la storia dell’orco Thrall e della sua ascesa a comandante dell’Orda. Blizzard affidò il titolo ad una compagnia esterna, gli Animation Magic (autori degli obbrobriosi Link: The Faces of Evil e Zelda: The Wand di Gamelon) che si dovevano occupare della maggior parte del codice del gioco, delle sequenze animate e degli enigmi, mentre la stessa Blizzard si occupò nella stesura della trama e nel fornire i disegni nonché della registrazione del doppiaggio. Fin dalle prime immagini apparse sulle riviste del settore dell’epoca, si poteva notare una certa cura. I programmatori promettevano 22 minuti di sequenza animate in stile cartone animato, enigmi coerenti con il mondo di Warcraft e una storia matura ma con un pizzico di ironia che tanto andava di moda nelle avventure grafiche. Tutto ciò non mancò di generare il consueto hype tra gli amanti della saga e i fan delle avventure grafiche. Le difficoltà di comunicazione tra la Blizzard e Animation Magic, però, fece slittare l’uscita di Warcraft Adventure dal previsto fine 1997 all’ipotetico fine 1998. Il ritardo non era altro che l’inizio del calvario per il titolo. Blizzard non era assolutamente soddisfatta degli enigmi e di alcune porzioni di codice e nonostante il gioco fosse quasi pronto, decise di ingaggiare Steve Meretzky, game designer e veterano delle avventure grafiche in forza in Activision e Infocom, per perfezionare e rendere più omogenei gli enigmi con la trama.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   1.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 50.9 KB 
ID: 258496Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 67.7 KB 
ID: 258497Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   4.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 58.0 KB 
ID: 258499

    Ma dopo due settimane di lavoro si decise di riscrivere alcune sequenze di gioco, fatto che avrebbe ritardando sicuramente l’uscita. Intanto, nel 1997, Lucas lancia The Curse of Monkey Island e d’un tratto Warcraft Adventures diventò per la Blizzard un gioco superato. A sorpresa, prima dell’E3 1998, fu annunciata la cancellazione del progetto, che praticamente era pronto all’80%, mandando i numerosi fan di Warcraft su tutte le furie, tanto da portarli a mettere su una petizione online. Sono emblematiche, però, le parole dell’allora direttore della Blizzard Bill Roper che in un’intervista dichiarò che ad un certo punto si resero conto che Warcraft Adventures sarebbe stato bello tre anni prima, invece così come lo stavano realizzando era già un’avventura grafica vecchia.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   3.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 89.5 KB 
ID: 258498Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   5.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 79.4 KB 
ID: 258500Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   6.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 63.3 KB 
ID: 258501

    Eppure, nonostante le parole di Roper, è difficile non provare curiosità per questo esperimento, anche perché qualche anno fa è apparso su youtube un utente che ha pubblicato vari filmati di una beta di Warcraft Adventures (Link) che fanno proprio da walkthrough dimostrando non solo lo stadio avanzato di programmazione, ma anche una qualità sopra la media rispetto a molte avventure grafiche del periodo. Purtroppo di questa beta non si ha traccia sul web tanto da far girare la voce che l’utente youtube fosse uno degli ex programmatori della Animation Magic. Pensando alle numerose risorse che Blizzard dedicò al progetto e alla popolarità di Warcraft, sembra strano che abbia rinunciato comunque ad un sicuro ritorno economico. Blizzard non gettò la sceneggiatura di Warcraft Adventures ma decise di ingaggiare la scrittrice statunitense Christie Golden (autrice di molti romanzi dedicati a Star Trek, Warcraft e Starcraft) che adattò la storia dell’avventura grafica in un romanzo pubblicato nel 2001 intitolato, appunto, Warcraft: Lord of the Clans.


    • musehead
      #1
      musehead ha commentato
      Modifica di un commento
      Che peccato che non abbiano fatto neppure trapelare la beta, ma non si sa mai. Diventerebbe immediatamente un download cliccatissimo.

    • Trekili
      #2
      Trekili ha commentato
      Modifica di un commento
      Quando un gioco così promettente viene cancellato a me piange un pò il cuore. E capita non di rado...

    • For_Great_Justice
      #3
      For_Great_Justice ha commentato
      Modifica di un commento
      La Animation Magic ci ha regalato perle trash come Link: The Faces of Evil, Zelda: The Wand of Gamelon, Mutant Rampage: Bodyslam, I.M. Meen e Chill Manor
      Giochi di una bruttezza rara a dir poco...

      Sarei stato molto curioso di vedere il risultato finale anche di questo gioco

      Quantomeno le animazioni seppur non eccezionali, non sono ai livelli di oscenità dei loro altri lavori

    • AlextheLioNet
      #4
      AlextheLioNet ha commentato
      Modifica di un commento
      Forse in questo caso lo "spin-off" da RTS ad avventura grafica punta-e-clicca era un po' troppo ardito... o magari l'unico problema difficilmente risolvibile era proprio... la Animation Magic ...

    • Robbey
      #5
      Robbey ha commentato
      Modifica di un commento
      Wow, non sapevo dell'esistenza di questa aventura peccato. Avrei dato non so cosa per vederlanei negozi e prenderla

    • maxtex74
      #6
      maxtex74 ha commentato
      Modifica di un commento
      Ricordo le preview di questo gioco sulle varie riviste di settore dell'epoca e non sembrava male come avventura grafica in 2D ,ben disegnata ...peccato non sia uscita .

    • Procione
      #7
      Procione ha commentato
      Modifica di un commento
      Ma dai, dal trailer e da alcuni filmati di gameplay non era male Anzi. gli sfondi sono davvero belli!

      Comunque bella rubrica!

    • karka
      #8
      karka ha commentato
      Modifica di un commento
      Ci vuole certo più coraggio a cancellare un titolo ritenuto obsoleto, che immetterlo sul mercato per raggranellare i soldi dei fedeli fans, colti da hype, che di certo avrebbero comprato a occhi chiusi.
      Cosa che la Gearbox, con Duke Nuke Forever, non ha avuto il buon senso di fare...
      Ultima modifica di karka; 06-03-2012, 19:53.

    • Dirk The Daring
      #9
      Dirk The Daring ha commentato
      Modifica di un commento
      Animation magic eh?
      Dubito fortemente che questo gioco sarebbe stato meglio dei loro altri "capolavori"...

    • Majinga
      #10
      Majinga ha commentato
      Modifica di un commento
      Potevano farlo uscire per CD-i, la Philips al solo sentir nominare la Animation Magic avrebbe accettato ad occhi chiusi

    • Imperius_Rex!
      #11
      Imperius_Rex! ha commentato
      Modifica di un commento
      Secondo me appena hanno capito a chi è che avevano assegnato il gioco han bloccato tutto per evitare danni peggiori...

      Si saranno immaginati Arthas roteare gli occhi e dire con voce fastidiosa "Gee, it sure is boring around here!"

    • Super Fabio Bros
      #12
      Super Fabio Bros ha commentato
      Modifica di un commento
      Davvero un peccato che l'idea non sia stata realizzata, poteva venirne fuori un gioco davvero interessante se curato per bene ed affidato magari ad un team esperto in AG.

    • retrogamer
      #13
      retrogamer ha commentato
      Modifica di un commento
      I.M. Meen
      magic labirinth of I.M. MEEEEEEEEN!
      a parte gli scherzi, visto dalle immagini non sembra brutto
    L'invio di commenti è disabilitato per i non registrati.

ULTIMI ARTICOLI

Comprimi

  • Fantasyland
    Una piccola introduzione
    Allora, chiariamo le cose subito. *si accende una sigaretta*
    Dunque, non vorrei essere cattivo considerando il gioco che sto per recensire, ma purtroppo non credo potrò evitarlo. Cercherò di trovare qualcosa di salvabile,...
    06-02-2021, 10:20
  • Biomechanical Toy
    Introduzione
    Spagna.
    Una terra non molto rinomata a livello videoludico, almeno in tempi recenti, ma culla in passato di tantissimi team di sviluppo che dettero alla luce molti titoli più o meno riusciti su diverse piattaforme, sia casalinghe...
    19-01-2021, 11:45
  • Harley-Davidson & L.A. Riders
    Prima che arrivassero i vari racing arcade alla Crazy Taxi e Eighteen (18) Wheeler: American Pro Trucker, il team AM1 di Sega sviluppò Harley-Davidson & L.A. Riders, per celebrare i 95 anni (1903-1998) della storica società motociclistica, quello...
    10-08-2021, 15:54
  • International Soccer
    Ma noi lo chiamavamo Calcio Replay ( hack di un certo Roberto Negro che aveva varie aggiunte tra le quali e soprattutto di visualizzare il replay delle azioni; roba dell'altro mondo), granitico titolo che rimanda a metà anni 80 a casa di mio cugino...
    16-04-2021, 20:05
  • Super Mario World
    Dopo aver salvato Mushroom Kingdom dal malvagio Bowser in Super Mario 3, Mario e Luigi decidono che non ci stava male una bella vacanza insieme alla principessa Peach e decidono che Dinosaur Land e le sue magiche spiagge sarebbe stato il posto più che...
    10-04-2021, 17:34
  • Wonder Boy: Asha in Monster World
    La serie WonderBoy/Monster World ha da sempre uno spazio nel cuoricino di ogni retrogiocatore che si rispetti. Lo sa bene chi dal retrogaming ci vuole tirare su pure un po’ di grana. E così, che nel 2017, Lizarcube ti tira fuori il remake in grafica...
    15-06-2021, 21:35
  • Within the Blade
    I ninja e i videogiochi hanno generato una serie di mitici titoli entrati di diritto nella cultura pop del gamer degli anni 80/90: chi non conosce Shinobi di SEGA, per non parlare del bellissimo The Last Ninja di System 3 o del sottovalutato Tenchu,...
    30-07-2021, 16:47

ULTIMI COMMENTI

Comprimi

Sto operando...
X