Un minuto di silenzio, in memoria dei draghi... - Blog - Retrogaming History
Registrati!
Visualizza Feed RSS

Archeoludica

Un minuto di silenzio, in memoria dei draghi...

Valuta Questa Inserzione
Dragon Age : Inquisition lo conoscete tutti, è l'ultimo titolo di una delle serie di punta di EA, sviluppata dal veterano Bioware, un nome di culto tra gli amanti di RPG. Una casa che ha creato un gioco di ruolo anche per Sonic, qualche anno fa.

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: Dragon-Dragone.jpg 
Visualizzazioni: 223 
Dimensione: 46.5 KB 
ID: 35962

Il titolo fa oggi parlare di se non per le grandi qualità o per l'appassionate trama, ma per una notizia bizzarra, che apprendiamo attraverso il canale ufficiale Twitter dello sviluppatore.

Bioware ha rilasciato un grande elenco di statistiche tra i quali si apprende un dato sconfortante.

Erano oltre due milioni e seicentomila, volavano nei cielo sputando fuoco dalle loro fauci dispiegando le ali maestose su un cielo azzurro con l'ultimo riflesso al tramonto. Erano alla ricerca di teneri umani da divorare per un piccolo spuntino serale.

I giocatori non hanno avuto pietà di loro ed oggi tutti quei draghi sono morti...

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: dragons.jpg 
Visualizzazioni: 104 
Dimensione: 46.3 KB 
ID: 35963

Tempo di statistiche in casa Bioware, tempo di commemorare i draghi.
Il più bersagliato della sua specie è stato Ferelden Frostback mentre l' Highland Ravager è stato il più bravo a sfuggire alla caccia spietata, e la terra con più uccisioni è stata quella di Orlais, con ben il 58% di dragoni passati a miglior vita.

Un dato che fa riflettere è quello che gli aspiranti inquisitori, una volta intervistati dallo sviluppatore, hanno detto di aver avuto un gran rimorso nell'aver compiuto l'uccisione, benchè si trattasse di nemici spietati, e di averla fatta solo perchè, semplicemente, il gioco lo richiedeva. Forse è quel rispetto atavico per una creatura possente e magnifica che si teme eppure allo stesso tempo si ammira. Forse è solo qualcosa che ci portiamo dietro nel DNA da sempre. Quel misto di brivido e piacere nell'ammirare il "monstrum" così diverso da noi.

Non si salvano nemmeno le giocatrici fan di Torquemada, poichè ben il 32% del totale ha partecipato all'infausta mattanza. Il dato è interessante a livello statistico, poichè raddoppia i dati della serie Mass Effect, nella quale solo il 15 per cento dei giocatori utilizzava una versione femminile del comandante Shepard.

Ci sarà mai la pace tra umani e dragoni? Alcuni sognano un gioco senza combattimenti, magari basato solo sulla trama, sull'esplorazione pura e sulle emozioni.. E voi, lettori di RH, cosa vorreste?

Intanto i cieli di Dragon Age sono più vuoti e solitari...

Invia "Un minuto di silenzio, in memoria dei draghi..." a Google Invia "Un minuto di silenzio, in memoria dei draghi..." a Digg Invia "Un minuto di silenzio, in memoria dei draghi..." a del.icio.us Invia "Un minuto di silenzio, in memoria dei draghi..." a StumbleUpon

Commenti

  1. L'avatar di AlextheLioNet
    "Non farti mai beffe di un drago vivo, pazzo di un Bilbo!" (cit.)
  2. L'avatar di dvd123
    dei draghi cattivi videoludici, non mi interessa un accidente. Sopratutto in questa saga, del quale ho avuto fortuna o sfortuna non saprei, di provarne il 2o capitolo; dopo un paio di ore di gioco, avrei preso l'auto e sarei andato a far benzina, ma ero talmente stufato che non ho fatto nemmeno quello.
    Poveri "citrulli" gli uccisori di draghi se hanno rimorsi per questo. Mi sa' che ho fatto centro piu' io